Leggi il Topic


Indice del forumForum Tecnico

   

Pagina 1 di 2
Vai a pagina 12  Successivo
 
AVVICINARE gli elettrodi della candela serve???
7824508
7824508 Inviato: 12 Giu 2009 7:43
Oggetto: AVVICINARE gli elettrodi della candela serve???
 



salve a tutti ragazzi....ho bisogno del vostro aiuto...un paio di miei amici mi hanno detto che avvicinando gli elettrodi della candela il motore riesce a fare più giri...è vero secondo voi?
 
7824517
7824517 Inviato: 12 Giu 2009 7:45
 

rotfl.gif
 
7824536
7824536 Inviato: 12 Giu 2009 7:50
 

icon_xd_2.gif icon_lol.gif icon_asd.gif
 
7824538
7824538 Inviato: 12 Giu 2009 7:51
 

sisi .... eusa_liar.gif eusa_liar.gif eusa_liar.gif eusa_liar.gif eusa_liar.gif
ma non è vero ... le candele esistono di vario tipo
il motore se è fatto per girare a 12000 giri gira a quello ... e la velocità di salita non veine influenzata dalla candela...
poi esistono candele più precise come es eg con un piccolo elettrodo e quelle meno precise ...
io uso le eg anche se ho la carbuirazione un pò grassa e non l'ho ancora bruciata
 
7824554
7824554 Inviato: 12 Giu 2009 7:53
 

icon_asd.gif icon_asd.gif Come ti è stato risposto non cambia nulla.. icon_asd.gif icon_asd.gif
 
7824677
7824677 Inviato: 12 Giu 2009 8:14
 

quoto tutti.......anzi a me è capitato che pulendo la candela ho appunto schiacciato l'elettrodo risultato??quando ho provato a mettere in moto lo scooter era morto..se proprio vuoi monta una candela con maggior/minor grado termico....ma non ti aspettare risultati da motogp!! icon_asd.gif icon_asd.gif
 
7824707
7824707 Inviato: 12 Giu 2009 8:18
 

In via teorica, se avvicini gli elettrodi la scintilla avviene più velocemente perchè la minore distanaza fra gli elettrodi implica anche una resistenza più bassa, quindi teoricamente ti darebbe la possibilità di avere qualche giro in più nel motore. Oltre a questo avvicinando gli elettrodi spesso aumenti anche l'anticipo in modo infinitesimale, che potrebbe risultare più corretto per gli alti regimi.

Detto questo nella realtà, l'effetto non lo vedi perchè sulle moto moderne c'è il limitatore di giri per cui oltre quelli non vai, perchè le iniezioni elettroniche sono molto precise per cui spesso variare l'anticipo senza toccare le mappe non produce il minimo vantaggio, anzi, ed infine perchè in ogni caso sarebbe talmente piccola la differenza che non te ne accorgeresti.
Oltre a ciò esistono candele con elettrodi di diversa forma per cui in molte variare la distanza fra gli stessi non è possibile. Inoltre, anche dove si può, l'importante è che gli elettrodi non si allontanino, perchè potrebbero dare luogo a mancate accensioni.
 
7824876
7824876 Inviato: 12 Giu 2009 8:43
 

io una volta ho messo le candele scalda-vivande... ma non c'erano elettrodi da avvicinare 0510_sad.gif
 
7824886
7824886 Inviato: 12 Giu 2009 8:44
 

0510_grattacapo.gif
Sto leggendo cose stranissime in questo topic eusa_think.gif
Ma dove vi documentate sul manuale delle giovani marmotte rotfl.gif
 
7826815
7826815 Inviato: 12 Giu 2009 11:42
 

cercherò di spiegarlo in maniera semplice.
Il numero massimo di giri è funzione di mille fattori.Uno di questi è il tempo di percorrenza della "scintilla" della distanza tra i due elettrodi.Questo tempo,paragonato agli altri tempi in gioco[propagazione del fronte di fiamma,tempo necessario al pistone a muoversi,etc] è assolutamente TRASCURABILE.Probabilmente la tua moto essendo una 2 tempi[potrei sbagliarmi] non ha il limitatore del numero di giri,ma questo non cambia assolutamente nulla.

Avvicinare gli elettrodi in poche parole non serve assolutamente a nulla.Piuttosto tienili sempre ben puliti

Ps:non sono una Giovane marmotta,ma un ingegnere meccanico.Mi sa che giovani marmotte erano quelli che hanno dato questo consiglio scemo
 
7827025
7827025 Inviato: 12 Giu 2009 12:06
 

Werner ha scritto:
cercherò di spiegarlo in maniera semplice.
Il numero massimo di giri è funzione di mille fattori.Uno di questi è il tempo di percorrenza della "scintilla" della distanza tra i due elettrodi.Questo tempo,paragonato agli altri tempi in gioco[propagazione del fronte di fiamma,tempo necessario al pistone a muoversi,etc] è assolutamente TRASCURABILE.Probabilmente la tua moto essendo una 2 tempi[potrei sbagliarmi] non ha il limitatore del numero di giri,ma questo non cambia assolutamente nulla.

Avvicinare gli elettrodi in poche parole non serve assolutamente a nulla.Piuttosto tienili sempre ben puliti

Ps:non sono una Giovane marmotta,ma un ingegnere meccanico.Mi sa che giovani marmotte erano quelli che hanno dato questo consiglio scemo

Non hai postato alcun messaggio precedentemente quindi non vedo perchè ti senta una Giovane Marmotta eusa_think.gif
 
7827720
7827720 Inviato: 12 Giu 2009 13:14
 

ma considerando che la scintilla sarà più piccola non incendierà una minor quantità di benzina iniziale quind impiegherà più tempo per bruciare tutta?
 
7827919
7827919 Inviato: 12 Giu 2009 13:34
 

Se avvicini gli elettrodi la scintilla è più veloce, non più piccola icon_wink.gif

Comunque quoto tutti quelli che dicono che non serve a niente 0509_up.gif
 
7828019
7828019 Inviato: 12 Giu 2009 13:44
 

soprattutto...
mai far incontrare il Mastro di chiavi con il Guardi di Porte...
 
7828223
7828223 Inviato: 12 Giu 2009 14:01
 

Quante 0510_mina.gif ....

Voi pensate che chi ha costruito la candela che state utilizzando è scemo da aver posizionato l'elettrodo ad una distanza maggiore rispetto a quella dove si ottiene il maggior rendimento della stessa?.... NO... in questo caso non ci sono motivazioni plausibili per farlo, tant'è che non lo fanno.

L'unica cosa da fare quindi è munirsi di uno spessimetro e di tanto in tanto controllare che la distanza sia quella giusta che il costruttore dichiara nè più nè meno.

La distanza degli elettrodi non centrano nulla con il regime di rotazione massimo, il regime massimo viene determinato dalle fasature, dai condotti e per quanto riguarda il sistema d'accensione solo dalla sua fasatura quello che poi tutti chiamiamo "anticipo"


Ps. La scintilla in se e per se è molto più veloce di quello che serve, non ha bisogno assolutamente di abbreviare i suoi tempi... al massimo è il fronte di fiamma che può essere più o meno lento, ma è tutta un'altra cosa... infatti il posizionamento giusto dell'elettrodo dove si ottiene il maggior risultato viene trovato distanziando il più possibile gli elettrodi fino al limite oltre al quale si iniziano ad avere delle mancate accensioni.
 
7829761
7829761 Inviato: 12 Giu 2009 16:59
 

sandro76 ha scritto:
Quante 0510_mina.gif ....

Voi pensate che chi ha costruito la candela che state utilizzando è scemo da aver posizionato l'elettrodo ad una distanza maggiore rispetto a quella dove si ottiene il maggior rendimento della stessa?.... NO... in questo caso non ci sono motivazioni plausibili per farlo, tant'è che non lo fanno.

L'unica cosa da fare quindi è munirsi di uno spessimetro e di tanto in tanto controllare che la distanza sia quella giusta che il costruttore dichiara nè più nè meno.

La distanza degli elettrodi non centrano nulla con il regime di rotazione massimo, il regime massimo viene determinato dalle fasature, dai condotti e per quanto riguarda il sistema d'accensione solo dalla sua fasatura quello che poi tutti chiamiamo "anticipo"


Ps. La scintilla in se e per se è molto più veloce di quello che serve, non ha bisogno assolutamente di abbreviare i suoi tempi... al massimo è il fronte di fiamma che può essere più o meno lento, ma è tutta un'altra cosa... infatti il posizionamento giusto dell'elettrodo dove si ottiene il maggior risultato viene trovato distanziando il più possibile gli elettrodi fino al limite oltre al quale si iniziano ad avere delle mancate accensioni.



quotone esagerato sandro!!!!!! doppio_lamp.gif
 
7829794
7829794 Inviato: 12 Giu 2009 17:04
 

SR4EVER ha scritto:
ma considerando che la scintilla sarà più piccola non incendierà una minor quantità di benzina iniziale quind impiegherà più tempo per bruciare tutta?

Certamente, più la cilindrata unitaria sarà alta e, quindi, maggiore sarà il volume della miscela da incendiare, più tempo impiegherà. Per questo motivo in molti motori ad alta cubatura mettono due candele per cilindro.
 
7829825
7829825 Inviato: 12 Giu 2009 17:07
 

Oppure invece della condela da 7 euro ne metti una da 40 all'iridio e passa la paura...



---


Ma la finiamo con 'sto topic? rotfl.gif
 
7830838
7830838 Inviato: 12 Giu 2009 19:14
 

Desmo94 ha scritto:
Se avvicini gli elettrodi la scintilla è più veloce, non più piccola icon_wink.gif

Comunque quoto tutti quelli che dicono che non serve a niente 0509_up.gif


Comunque quoto tutti quelli che dicono che non serve a niente 0509_up.gif[/quote] se la distanza fra l'elettrodo centrale e quello di massa dimiuisce la scintilla risultà si puù veloce ma anche più corta perhce si sviluppa fra i due punti e se i due punti si avvicinano risulta più corta, anche se si ingrandisse nel "diametro" risulterebbe sempre più piccola o sbaglio(probabile)?
comunque quoto anche io il fatto che non serve a nulla
 
7831439
7831439 Inviato: 12 Giu 2009 20:27
 

Enduristaxcaso ha scritto:

Non hai postato alcun messaggio precedentemente quindi non vedo perchè ti senta una Giovane Marmotta eusa_think.gif



gli altri hanno dato le stesse risposte che avrei dato io.Dare a loro delle Giovani Marmotte è come averlo dato a me.

E se mi dici Giovane Marmotta io piango!! 0510_sad.gif

apparte tutto stavo scherzando,come penso tu
 
7831607
7831607 Inviato: 12 Giu 2009 20:49
 

Non è vero che modificare la posizione dell'elettrodo in una candela non serve a nulla...

la distanza tra gli elettrodi si chiama GAP, il gap deve essere regolato in base al motore su cui si monta la candela... per la misurazione del gap è necessario uno spessimetro...

ad esempio sulla mia Aprilia 125, la distanza tra gli elettrodi deve essere di 0.7 - 0.8mm, provate a regolare a casaccio l'elettrodo e vedrete che la moto scoppiettera' e non terra' il minimo!
 
7831801
7831801 Inviato: 12 Giu 2009 21:14
 

Enrico_zip ha scritto:
Non è vero che modificare la posizione dell'elettrodo in una candela non serve a nulla...

la distanza tra gli elettrodi si chiama GAP, il gap deve essere regolato in base al motore su cui si monta la candela... per la misurazione del gap è necessario uno spessimetro...

ad esempio sulla mia Aprilia 125, la distanza tra gli elettrodi deve essere di 0.7 - 0.8mm, provate a regolare a casaccio l'elettrodo e vedrete che la moto scoppiettera' e non terra' il minimo!

Penso che questo riguardi l'ìusura della candela cioè mantenere una distanza tra i due elttrodi sufficente a far scoccare un bell' arco nelle condizioni difficili in cui si trova come l'interno della camera di scoppio. Se la moto scoppietterà o non terrà il minimo sarà perche non riesce a scoccare una buona scintilla (elettrodi troppo distanti o a mio poarera anche troppo vicini)non di certo perche sarà variato l'anticipo o che, seondo me è sicuramente mi sbaglio
 
7832920
7832920 Inviato: 13 Giu 2009 1:18
 

Werner ha scritto:



gli altri hanno dato le stesse risposte che avrei dato io.Dare a loro delle Giovani Marmotte è come averlo dato a me.

E se mi dici Giovane Marmotta io piango!! 0510_sad.gif

apparte tutto stavo scherzando,come penso tu

Tu hai dato una spiegazione tecnica abbastanza verosimile,
il mio sfottò era rivolto a quelli che affermano il fatto che avvicinare gli elettrodi della candela incrementa il numero di giri del motore,
siccome per modificare un due tempi basta solo incrementare il numero di giri sarebbe bello se questo avvenisse con questo semplice sistema.
,a questo punto Valentino Rossi quando correva con la 125 li aveva praticamente incollati gli elettrodi??? icon_eek.gif
Il Gap degli elettrodi della candela è dichiarato dal costruttore del motore che consigliano pure la gradazione termica ottimale della candela da utilizzare in modo da tenerla sempre pulita.
Spesso gli elettrodi si avvicinano quando si hanno problemi di corrente per fare in modo di innescare la combustione anche con correnti "scarse".
Il lavoro della candela in un 2 tempi è doppio rispetto a quello di una candela per un 4 tempi in quanto deve accendere la miscela con una frequenza doppia,il che significa che la candela ha meno tempo per raffreddarsi e per autopulirsi ed inoltre la stessa si trova ad operare con una miscela in cui è presente l'olio con le ovvie incrostazioni.
L'anticipo di un motore è determinato dalla moderne accendsioni elettroniche che hanno anticipo variabile in funzione del numero di giri,a differenza delle vecchie accensioni in cui piu aumentava il numero di giri e piu aumentava la corrente prodotta dal volano.
E' solo l'accensione che determina l'anticipo non la distanza degli elettrodi della candela.
Per aumentare il numero di giri si deve far entrare piu miscela in camera di combustione e fare in modo di comprimerla di piu , da questo il motivo dei moderni gt nei quali i travasi non si contano piu per quanti ne sono icon_asd.gif
 
7833234
7833234 Inviato: 13 Giu 2009 7:49
 

In effetti la distanza dell' elettrodo (Gape) delle candele e un parametro molto importante, esso può generare diverse situazioni influendo sul regolare funzionamento del motore, e può trovare oltre ad alle altre irregolarità anche un legame in merito ad una possibile variazione del numero di giri del motore, accennandone il motivo per cui il gape ne potrebbe essere responsabile.

Come ormai tutti sappiamo, la scintilla che si genera tra gli elettrodi di una candela è dovuta all' applicazione di una tensione generata dalla bobina di accensione, questo valore di tensione che solitamente e di diverse migliaia di volt genera tra gli elettrodi della candela una crescente differenza di potenziale. Infatti la tensione elettrica presente ai capi degli elettrodi, avrà la capacità di superare la rigidità dielettrica e per la riduzione di tale resistenza che determina il limite in cui il gas (che in questo caso e la miscela aria-benzina) perde la sua proprietà di isolamento viene a ionizzarsi comportandosi da conduttore, cosi da permettere il passaggio di corrente elettrica, da ciò si viene a generare una scarica elettrica molto intensa che da origine alla scintilla.

Nel caso in cui andiamo a variare la distanza del gape fuori dai parametri convenzionali dove otteniamo il massimo della funzionalità, andremo a generare delle condizioni che vanno ad interferire con il regolare funzionamento, dove è possibile verificare le eventuali condizioni che si generano in funzione della distanza del gape.

Nel caso che la distanza degli elettrodi e superiore al valore di norma, si vengono a generare delle mancate accensioni a causa della difficoltà dello scoccare della scintilla, tale condizione comporta una determinata perdita di potenza che impedisce al motore il raggiungimento del regime massimo di rotazione.

Nel caso in cui la distanza e piccola si verifica la condizione in cui la scintilla e quasi sempre presente e se esageratamente piccola l' arco generato non riuscira ad incendiare del tutto la miscela, ciò comporterebbe un eccessivo surriscaldamento degli elettrodi con la conseguente rapida usura.

Per tali motivi la distanza degli elettrodi deve essere rispettata in quanto e un settaggio indispensabile e tra l' altro l' unico ad essere modificato, infatti tale parametro che viene assegnato dal costruttore e legato al valore della capacita dell' effetto di scarica che il sistema di accensione riesce a produrre, quindi maggiore sarà la capacità tanto più grande può essere la distanza tra gli elettrodi, per tali motivi si può intuire il motivo e l' importanza di tale valore, diversamente si andrebbe ad influire negativamente sulla velocità della combustione e quindi una maggiore o minore quantità di miscela che si riesce ad incendiare nell' attimo in cui viene a scoccare la scintilla.
Lamps.
 
7833335
7833335 Inviato: 13 Giu 2009 8:33
 

Questo lo abbiamo gia ampliamente spiegato icon_wink.gif ,
la domanda posta nel topic è sapere se variando il GAP cambia il numero di giri di un motore eusa_think.gif .

In base alle minime possibili varianti entro le quali è possibile modificare il Gap, 0510_regolamento.gif
non è che lo possiamo aprire a dismisura,
ma stiamo parlando di qualche decimo di millimetro,
da un minimo di 0,5mm ad un max che suppongo non superi 0,9mm
, con le elevate tensioni in gioco non cambia assolutamente nulla. icon_asd.gif
La scintilla generata puo arrivare tranquillamente a 5/6mm e anche molto di piu(provate con una pinza isolante a staccare la pippetta dalla candela 0509_boxed.gif e vi renderete conto della distanza che puo raggiungere la scintilla icon_eek.gif ) prima di perdere il suo vigore,figuratevi se ai fini pratici cambia qualcosa se il nasello della candela viene avvicinato di 2 decimi di millimetro icon_asd.gif

In un due tempi che gira mediamente intorno ai 1000giri significa che la candela deve innescare circa 166 scintille in un secondo icon_evil.gif ,se saliamo a 15000giri (per qualche motore piu spinto)significa che la stessa candela deve innescare circa 250 scintille in un secondo icon_twisted.gif .

In queste condizioni critiche di funzionamento se chiudiamo troppo il Gap si rischia solo di ritrovarsi con una candela con la vita accorciata perchè ha meno tempo per raffreddare gli elettrodi e per autopulirsi eusa_whistle.gif
 
7833863
7833863 Inviato: 13 Giu 2009 10:32
Oggetto: Re: AVVICINARE gli elettrodi della candela serve???
 

martini92 ha scritto:
salve a tutti ragazzi....ho bisogno del vostro aiuto...un paio di miei amici mi hanno detto che avvicinando gli elettrodi della candela il motore riesce a fare più giri...è vero secondo voi?


non aumenta il numero di giri, diminuisce la vita della candela in quanto si surriscalda (l'arco che si genera tra gli elettrodi rimane per un tempo superiore).

se un motore è progettato e costruito per arrivare al max a 10000 giri/min per esempio, non influisce nulla la distanza elettrodi, farà sempre al max 10000 giri/min.
 
7834760
7834760 Inviato: 13 Giu 2009 12:58
Oggetto: Re: AVVICINARE gli elettrodi della candela serve???
 

krugia ha scritto:


non aumenta il numero di giri, diminuisce la vita della candela in quanto si surriscalda (l'arco che si genera tra gli elettrodi rimane per un tempo superiore).

se un motore è progettato e costruito per arrivare al max a 10000 giri/min per esempio, non influisce nulla la distanza elettrodi, farà sempre al max 10000 giri/min.

Q8
 
7836489
7836489 Inviato: 13 Giu 2009 19:07
 

Le candele escono con una distanza dell'eletttrodo sempre uguale,con uno spessimetro dovresti andare a misurarla e verificare che sia la stessa consigliata da quel produttore di motore.
Io ho riscontrato un piccolo miglioramento di erogazione ai regimi medio bassi ma nulla di che icon_wink.gif
 
8011981
8011981 Inviato: 3 Lug 2009 18:45
 

Enduristaxcaso ha scritto:
0510_grattacapo.gif
Sto leggendo cose stranissime in questo topic eusa_think.gif
Ma dove vi documentate sul manuale delle giovani marmotte rotfl.gif


io preferisco quello delle giovani marmitte 0509_si_picchiano.gif 0509_si_picchiano.gif 0509_si_picchiano.gif
 
8014832
8014832 Inviato: 4 Lug 2009 10:24
 

prima Werner ha scritto:
cercherò di spiegarlo in maniera semplice.
Il numero massimo di giri è funzione di mille fattori.Uno di questi è il tempo di percorrenza della "scintilla" della distanza tra i due elettrodi.


poi, nello stesso messaggio, Werner ha scritto:
Ps:non sono una Giovane marmotta,ma un ingegnere meccanico.Mi sa che giovani marmotte erano quelli che hanno dato questo consiglio scemo


scusa werner, ma questa è una risposta che non è neanche da giovani marmotte...
secondo te il numero massimo di giri raggiungibile da un motore è funzione del tempo di percorrenza della corrente che fluisce tra due elettrodi posti a 0,6mm piuttosto che 0,7mm?

annamo bbene!!

secondo te una volta che l'arco si è innescato la corrente non impiega lo stesso tempo a percorrere 0,6 o 0,7 o anche 0,5mm?

ti ricordo che la velocità della luce è estremamente elevata, dell'ordine di 3*10^8m/s, nel vuoto... forse scende un po' in una miscela di aria e benzina a 600°, turbolenta e ad alta pressione ma diciamo che non credo che possa scendere al di sotto di 10^8m/s...



Ingegné, ripassa elettrotecnica... rotfl.gif rotfl.gif rotfl.gif
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 2
Vai a pagina 12  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Tecnico

Forums ©