Leggi il Topic


Indice del forumForum Tecnico

   

Pagina 1 di 2
Vai a pagina 12  Successivo
 
Airbox grande o piccolo, qual'è il migliore?
5679051
5679051 Inviato: 15 Set 2008 13:26
Oggetto: Airbox grande o piccolo, qual'è il migliore?
 



ciao a tutti raga!!!
ho avuto una discussione con un mio amico di recente, riguarda l'airbox..
lui dice che se un airbox è piu grande, alle alte velocità avrà piu pressione che un airbox piccolo...(parlando di airbox con presa areodinamica davanti)
io invece sono della teoria opposta, ovvero che se un airbox è piu piccolo alle alte velocità avrà piu pressione, ed è quindi prestazionalmente migliore...
il mio ragionamento è: se per esempio la quantità d'aria che viene introdotta alla velocità di 150 all'ora è di 100 cmcubici, e l'airbox è di 100cmcubici, avremo una pressione di 1 a 1...se invece avremmo un airbox di 200 cmcubici la pressione sarà 1 a 2...quindi minore...
chi ha ragione tra me e il mio amico?
 
5679090
5679090 Inviato: 15 Set 2008 13:30
Oggetto: Re: Airbox grande o piccolo, qual´è il migliore?
 

SamCagiva ha scritto:
ciao a tutti raga!!!
ho avuto una discussione con un mio amico di recente, riguarda l'airbox..
lui dice che se un airbox è piu grande, alle alte velocità avrà piu pressione che un airbox piccolo...(parlando di airbox con presa areodinamica davanti)
io invece sono della teoria opposta, ovvero che se un airbox è piu piccolo alle alte velocità avrà piu pressione, ed è quindi prestazionalmente migliore...
il mio ragionamento è: se per esempio la quantità d'aria che viene introdotta alla velocità di 150 all'ora è di 100 cmcubici, e l'airbox è di 100cmcubici, avremo una pressione di 1 a 1...se invece avremmo un airbox di 200 cmcubici la pressione sarà 1 a 2...quindi minore...
chi ha ragione tra me e il mio amico?


l'air box va in relazione a tante cose...nn è messo a caso... se nn erro dovrebbe essere almeno il doppio del motore....ma nn ne sono sicuro...lascio la risposta a qualcuno molto più esperto.
 
5679325
5679325 Inviato: 15 Set 2008 13:47
Oggetto: Re: Airbox grande o piccolo, qual´è il migliore?
 

Derapage ha scritto:


l'air box va in relazione a tante cose...nn è messo a caso... se nn erro dovrebbe essere almeno il doppio del motore....ma nn ne sono sicuro...lascio la risposta a qualcuno molto più esperto.


io sapevo che doveva essere circa 10 volte più grande icon_eek.gif

tipo un 1000 dovrebbe avere un air box da 10 litri, anche 12 a volte
 
5680185
5680185 Inviato: 15 Set 2008 14:48
 

Il compito dell'airbox è cercare di fornire nei limiti del possibile una riserva "tranquilla" di aria, in pratica una zona dove l'aria è ferma e senza turbolenze in modo che possa essere prelevata con il massimo rendimento. Va da se che il suo volume deve essere decisamente maggiore rispetto alla cilindrata del motore altrimenti ad ogni "respiro" del motore si movimenterà una quantità di aria eccessiva rispetto al volume totale creando turbolenze. Se si riesce a fare in modo che l'aria in questo contenitore sia oltre che tranquilla anche in sovrappressione si otterrà a tutti gli effetti un motore sovralimentato con tutti gli sviluppi prestazionali del caso. Non vi è nessuna motivazione per cui due airbox di diverse dimensioni in condizioni stazionarie debbano avere pressioni differenti. Infatti si tende sempre a massimizzare il volume dell'airbox e a regolarizzarne la sua forma nei limiti della moto, proprio per cercare di ottenere la minor presenza di turbolenze in ordine di marcia, la pressione che vi si sviluppa all'interno è dovuta anche a queste icon_rolleyes.gif
 
5680370
5680370 Inviato: 15 Set 2008 15:00
 

Il volume dell'airbox e' determinante per rendimento volumetrico del motore,
semplicisticamente si potrebbe dire che dovrebbe essere il piu' grande possibile , in modo che la pressione interna sia piu' costante possibile ,
in realta' ci sono dei fattori importantissimi ,
la forma : la variazione delle sezioni deve essere graduale , in modo da evitare il distacco dei filetti dalle pareti.
All'interno ci dovrebbe essere un aumento di sezione graduale in modo che al rallentamento del flusso corrisponda un aumento di pressione (come diceva bernoulli) aumentando ulteriomente la (piccola) sovralimentazione.
Inoltre il volume dell'airbox deve essere aggiunto al volume dei condotti (e del volume del cilindro nel 4t ) quando si devono calcolare anche le onde di pressione e risonanze ( nei motore spinti).
Poi dipende se e' per un 4t o un 2t , in quanto il numero delle fasi utili e' doppio .
Anche la lunghezza dei vari condotti e le dimensioni della bocca d'ammissione e' determinante.
 
5680911
5680911 Inviato: 15 Set 2008 15:41
 

stiamo parlando di 2t...
 
5681180
5681180 Inviato: 15 Set 2008 16:01
 

quoto snowstorm, ma con delle precisazioni...
l'airbox dovrebbe sì essere il più grande possibile per fare da "serbatoio" di aria a pressione costante. si può vedere la sua utilità anche come se fosse un condensatore elettronico.

oltre un certo rapporto di volume con la cilindrata del motore il suo effetto non cambia granchè... non c'è un numero preciso, dipende da motore a motore, dal numero di cilindri, dalla cubatura unitaria, dal numero di giri, dalle fasi in caso di pluricilindrici.

nell'airbox le velocità sono comunque abbastanza basse, quindi non ci si può preoccupare troppo di angoli e simili, quello che c'è da curare bene è il condotto che va dalla presa dinamica all'airbox che deve far affluire aria possibilmente senza distacco dello strato limite.

per quanto riguarda invece le onde di pressione, il volume dell'airbox conta poco... più è grande e più le onde si affievoliscono (che è una cosa positiva visto che sono già state "utilizzate" all'interno del condotto)
eventualmente si potrebbe pensare ad una realizzazione tipo cassa da subwoofer per l'eliminazione delle onde di pressione.
 
5682831
5682831 Inviato: 15 Set 2008 18:20
 

Le onde di pressioni invece di disperderle in un grande volume ,
si possono usare proficuamente dimensionando in modo preciso l'airbox ,
migliorando il rendimento volumetrico ,
infatti spesso si usano dei risuonatori ( camere con volume calcolato) per per migliorare soprattutto i medi-alti
 
5683273
5683273 Inviato: 15 Set 2008 18:57
 

la pressione all'interno dei due arbox mentre l amoto si sposta è assolutamente uguale, in quanto dipende dalla velocità relativa della moto rispetto all'aria, stop!

c'è un però: se le bocchette sono troppo piccole per alimentare il motore , non si ha una sovrappressione, ma al limite aiuta il motore a non essere soffocato (caso raro), ma possibile.
in pratica potrebbe succedere che il motore aspirando tantissima ari afaccia si che la velocità della stessa nelle bocchette di immissioen sia superiore alla velocità della moto, nel qual caso sarebbe impossibile per l'aria creare una pressione extra nell'air box.

pero per quanto riguarada la dimensione dell'air box , questa non influisce sulla pressione, ma solo sulla risposta al comando gas e alla erogazione del motore!
 
5683296
5683296 Inviato: 15 Set 2008 19:01
 

snowstorm ha scritto:
Le onde di pressioni invece di disperderle in un grande volume ,
si possono usare proficuamente dimensionando in modo preciso l'airbox ,
migliorando il rendimento volumetrico ,
infatti spesso si usano dei risuonatori ( camere con volume calcolato) per per migliorare soprattutto i medi-alti


dipende dalla struttura del motore... piuttosto che avere delle onde vaganti che produrrebbero delle differenze cicliche (mi sfugge il nome preciso) si preferisce annullarle del tutto...

poi l'uso di risuonatori dipende anche fondamentalmente dalla forma dell'airbox... per un cubo come appunto quello di un subwoofer la cosa è semplice, ma l'airbox assume forme a volte molto complesse, e anche dimensionandolo volumetricamente con adeguate aperture, non cambierebbe niente...

o anche semplicemente: dal collettore di aspirazione nasce un onda che va a riflettersi sulle pareti dell'airbox... se il collettore ha di fronte a sè una parete vicina, una parte di onda verrà riflessa subito, un altra parte più tardi, eccetera...
le onde che nascono dai collettori di aspirazione sono di natura sferica, quindi l'airbox ideale -per una funzione di risonanza- sarebbe sferico... più la forma cambia da quella di una palla e più l'effetto di risonanza viene a mancare, e anzi... può risultare deleterio!!!
 
5688189
5688189 Inviato: 16 Set 2008 8:02
 

Le dimensioni dipendono sia dalla costruzione del motore, sia dalle regolazioni di alimentazione dello stesso, ma soprattutto dalla forma dell'airbox e dai flussi d'aria al suo interno. Per esempio se tu costruisci un aribox che contiene 20 litri d'aria, ma nel quale la velocità dell'aria stessa è bassa o viene compressa male diventa più efficace un airbox più piccolo in cui i flussi siano studiati meglio. In pratica l'efficacia dell'airbox si misura in base alla portata d'aria nel tempo, non alla portata semplicemente.

Tenendo presente che il rapporto aria benzina ottimale dovrebbe essere 14.6 a 1 (vado a memoria potrei sbagliare di un po') più aria riesci a mettere nei sistemi di iniezione più benzina riesci a metterci più il motore riesce a girare alto e a tirare fuori cavalli.

A grandi linee è così che funziona.

E' lo stesso ragionamento che si usa coi turbo.
 
5688768
5688768 Inviato: 16 Set 2008 9:38
 

gtdesmo ha scritto:
Le dimensioni dipendono sia dalla costruzione del motore, sia dalle regolazioni di alimentazione dello stesso, ma soprattutto dalla forma dell'airbox e dai flussi d'aria al suo interno. Per esempio se tu costruisci un aribox che contiene 20 litri d'aria, ma nel quale la velocità dell'aria stessa è bassa o viene compressa male diventa più efficace un airbox più piccolo in cui i flussi siano studiati meglio. In pratica l'efficacia dell'airbox si misura in base alla portata d'aria nel tempo, non alla portata semplicemente.

Tenendo presente che il rapporto aria benzina ottimale dovrebbe essere 14.6 a 1 (vado a memoria potrei sbagliare di un po') più aria riesci a mettere nei sistemi di iniezione più benzina riesci a metterci più il motore riesce a girare alto e a tirare fuori cavalli.

A grandi linee è così che funziona.

E' lo stesso ragionamento che si usa coi turbo.


in un airbox l'aria DEVE essere rallentata il più possibile, altrimenti non si ha alcun beneficio in pressione...
la portata è già una massa (o volume a seconda che sia portata massica o volumetrica) in un tempo... il tuo discorso non è che sta molto in piedi...
 
5701672
5701672 Inviato: 17 Set 2008 8:08
 

Allora in realtà l'effetto di rallentamento si deve al fatto che l'aria che entra passa per una presa d'aria che prima dell'airbox si rimpicciolisce, facendola accelerare. Nell'airbox, che ovviamente è più largo perde velocità per tendere ad accumularla, poi in uscita riacquista velocità per arrivare nel sistema di alimentazione del motore con maggiore pressione.
Quello che intendevo è che se hai un aribox grande, ma che non riesce a far accelerare l'aria a sufficienza in uscita per errori progettuali ottieni benefici minori, rispetto ad un airbox più piccolo ma con un profilo di uscita fatto meglio.

Il principio è lo stesso che si usa per i turbo, nel quale l'aria attraversa un tubo quasi dritto, poi passa per una pompa (il turbo appunto) che ne aumenta la velocità causando un effetto risucchio dall'esterno, quindi arriva aria a pressione superiore al sistema di alimentazione.
Nelle moto diventa difficile montare una turbina soprattutto per questioni di affidabilità (è più difficile raffreddarla) e spazi disponibili (oltre al fatto che avere una moto da 350 cavalli alla ruota è quasi una pazzia) per cui si ottiene lo stesso effetto tramite la dinamica dei flussi e gli airbox. E' lo stesso principio che si usa sulle auto di F1.
Non so se ti ricordi quando imposero di aprire delle feritoie sugli airbox per limitare la pressione dell'aria e calare le potenze dei motori. La Ferrari le aprì lateralmente, mentre tutti gli altri le arpirono dietro. Aprendole lateralmente sfruttando la dinamica dei fluidi ottennero di avere un decadimento prestazionale minore.

Per cui è importante distinguere fra volume dell'aribox e portata (che si misura in uscita all'airbox) perchè se tu hai un airbox da 15 litri e ne monti uno da 20, ma quest'ultimo crea al suo interno delle turbolenze tali da limitare la portata di uscita è facile che invece di accrescere le prestazioni del tuo motore le cali.
In parole povere, cambiare un airbox senza fare gli opportuni calcoli e simulazioni non è detto che produca risultati anzi, come del resto ogni modifica maccaronica al motore della moto.

Così è più chiaro?
 
5702760
5702760 Inviato: 17 Set 2008 10:31
 

l' air box non é come un turbo, riesce solamente a far prelevare aria in uno stato di relativa quiete per far migliorare il rendimento volumetrico anche attraverso lo studio delle risonanze.

il turbo poi non é che vari semplicemente la sezione di passaggio del tubo e trasformi la pressione a suo piacimento, perché se aumenti la pressione diminuisci la velocità, ma a velocità zero l'aria si trova a pressione atmosferica in un air box senza presa dinamica.

secondo il teorema di bernoulli, che poi consta nella conservazione dell'energia in un fluido, l'energia non si crea, ma si mantiene, quindi se non immetti aria che ha di per se una energia interna elevata (alta velocità a pressione atmosferica) non riesci ad avere una sovrappressione consistente.

nel turbo interviene una macchina operatrice a cedere energia al fluido, tramitre aumento della velocità o della pressione.
 
5705071
5705071 Inviato: 17 Set 2008 14:11
 

per come ho io in mente un airbox, è composto così:
una presa d'aria dinamica della giusta misura, con condotto divergente che porti fino all'airbox (naturalmente ben dimensionato per evitare distacchi)
un airbox più grande possibile, con le trombette di aspirazione immerse nell'airbox naturalmente.

il funzionamento è:
l'aria entra ad alta velocità (alta pressione dinamica) nella presa dinamica.
nel condotto divergente, la velocità si abbassa, si abbassa la pressione dinamica e si alza la pressione statica (quella che serve a noi).

in questo modo l'intero airbox si ritrova a pressione statica superiore alla pressione ambiente.
le trombette prendono aria direttamente dall'airbox (senza altri inutili e dannosi condotti) e quindi a pressione maggiore.
eventualmente si può dimensionare l'airbox in modo da sfruttare eventuali risonanze, ma questo dipende molto dall'architettura del motore... in un caso può essere conveniente distruggere le onde ed avere airbox grandi, in un altro, contenere le dimensioni dell'airbox e sfruttare le onde.
il tutto vincolato naturalmente dallo spazio disponibile.
 
5707603
5707603 Inviato: 17 Set 2008 17:07
 

adesso che avete tutti ben spiegato come funzionano gli airbox potremmo anche tornare alla domanda iniziale, cosa ve ne pare? icon_wink.gif
 
5708952
5708952 Inviato: 17 Set 2008 19:00
 

caro Samcagiva, nessuno dei due ha ragione, chi per un motivo chi per un altro!
 
5709140
5709140 Inviato: 17 Set 2008 19:15
 

Andrea ha espresso esattamente le problematiche per la progettazione un air-box .
Naturalmente farlo veramente ' e' un "pochino" piu' complicato.
Riguardo alle aperture fatte all'air-box in F1 ,hai dato un'informazione sbagliata, il regolamento diceva che l'apertura DOVEVA essere nella parte posteriore , avere una certa superficie e doveva essere visibile guardando NELLA presa d'aria

Tornando alla domanda non si puo' dire se e' meglio piccolo o grande,
dipende da tanti fattori
 
5709506
5709506 Inviato: 17 Set 2008 19:47
 

alexss ha scritto:
caro Samcagiva, nessuno dei due ha ragione, chi per un motivo chi per un altro!


spiegati meglio...


comunque ho riletto ora che si parlava di 2 tempi, mi ero perso quel post... in ogni caso, in termini di 2 tempi.... lascia appunto stare le onde, la presa dinamica e fai l'airbox più grande possibile...
 
5709595
5709595 Inviato: 17 Set 2008 19:54
 

era la risposta alla precisa domanda del topic.

ne SamCagiva ne il suo amico avevano ragione nella discussione fra di loro!


non volevo andare oltre con le spiegazioni per non andare ancora in OT
 
5713064
5713064 Inviato: 18 Set 2008 8:04
 

Beh c'è da dire che l'airbox in ambito motociclistico è arrivato tardi, le prime sperimentazioni sono state fatte in formula 1 a cavallo degli anni 90, quando sono tornati i motori aspirati per intenderci, per compensare la perdita di pressione dell'aria dovuta all'eliminazione dei turbo.

Comunque l'airbox va visto come un pallone, che si gonfia (in realtà è fermo perchè rigido) ma cercate di immaginare. L'accumulo d'aria viene fatto al suo interno. Quando l'iniezione o i carburatori necessitano dell'aria è come se si aprisse un foro sul fondo del palloncino. In questo caso più è alta la pressione dentro al pallone più l'aria a parità di area del foro uscirà velocemente. Questo però vale solo per i palloni proprio perchè hanno le pareti elastiche e sono chiusi. Gli airbox per costruzione hanno due limiti a questo principio:
- primo non sono ne chiusi e quindi nemmeno a tenuta stagna
- secondo i gas (cioè l'aria) al suo interno non sono inerti ma in movimento

Per cui se si sbaglia a disegnare l'airbox i flussi possono portare ad accumulare questo gas in aree non utili, per questo diventa fondamentale che l'accumulo avvenga nel modo giusto per favorire la velocità di uscita del gas al momento dell'apertura delle prese d'aria del motore. Per questo quindi dico che la cosa più importante nel progettare un airbox è la portata verso il motore e non il volume in se e per se.

Parlando fisicamente i gas seguono all'incirca (perchè varrebbe per i sistemi chiusi ma a grandi linee funziona così) la legge:
PV = nRT cioè Pressione per Volume sono uguali alla quantità di gas per una costante per la Temperatura
Quindi si può aumentare la pressione riducendo il volume o aumentando la temperatura del gas, non solo intervenendo sulla quantità d'aria immessa in un airbox. Va detto che però per i motori con volumi troppo piccoli avremmo troppa poca aria per far funzionare il propulsore.
Insomma per farla corta è un equilibrio che si deve raggiungere, contando anche l'aria che consuma il motore per funzionare.
 
5713372
5713372 Inviato: 18 Set 2008 9:10
 

ridurre il volume scondo p*v=nr*t significa fornire energia al fluido, quindi se non hai un compressore non riduci il volume.


l'aria in velocità é come se provenisse da un compressore, con una prevalenza manometrica bassissima, che fra l'altro é proporzionale alla velocità e uguale per tutti i veicoli, quindi diciamo che la possibilità di sovralimentazione ad una certa velocità é la stessa per ogni moto e airbox.
qui entrano in gioco la conformazione dei condotti e delle prese d'aria.
 
5713413
5713413 Inviato: 18 Set 2008 9:14
Oggetto: Re: Airbox grande o piccolo, qual´è il migliore?
 

SamCagiva ha scritto:
ciao a tutti raga!!!
ho avuto una discussione con un mio amico di recente, riguarda l'airbox..
lui dice che se un airbox è piu grande, alle alte velocità avrà piu pressione che un airbox piccolo...(parlando di airbox con presa areodinamica davanti)
io invece sono della teoria opposta, ovvero che se un airbox è piu piccolo alle alte velocità avrà piu pressione, ed è quindi prestazionalmente migliore...
il mio ragionamento è: se per esempio la quantità d'aria che viene introdotta alla velocità di 150 all'ora è di 100 cmcubici, e l'airbox è di 100cmcubici, avremo una pressione di 1 a 1...se invece avremmo un airbox di 200 cmcubici la pressione sarà 1 a 2...quindi minore...
chi ha ragione tra me e il mio amico?


Alexss, pur non spiegando, ha detto una verità... avete sbagliato entrambi.

Il perchè è semplice... a prescindere dal dimensionamento della cassa filtro o air box che dir si voglia, al suo interno la pressione è quella atmosferica a moto ferma. Man mano invece che aumenta la velocità della moto stessa aumenta la pressione al suo interno. Di quanto aumenta la pressione è calcolabile in funzione di 2 parametri:
-Velocità dell'aria (che salvo vento potrà assere considerata come velocità della moto)
-Area della presa d'aria

Se la presa d'aria è sottodimensionata la colonna d'aria creerà poca pressione, se dimensionata giusta avrà la massima pressione ottenibile se sovradimensionata ci metterà meno tempo nel raggiungere tale pressione.

Questo avviene a prescindere dalla volumetria dell'air box nella medesima maniera.

Un air box richiede anche una certa volumetria minima indispensabile che varia in funzione della volumetria totale dei cilindri... questo perchè alla riapertura della valvola a farfalla deve avere sufficente "aria" da permettere la corretta aspirazione.


Detta così è abbastaza semplice... nella realtà però c'è da considerare che il motore aspira sempre aria... e quindi le prese d'aria e i condotti che portano alla cassa filtro devono avere un dimensionamento minimo che permettano la PORTATA necessaria a mantenere la massima pressione possibile anche a farfalla/e tutte aperte al massimo numero di giri del motore (massima condizione di aspirazione.

Pertanto.... per ogni motore (nel suo complesso) ci saranno dimensionamenti MINIMI per ottenere la massima prestazione (dimensionamenti appunto di cassa filtro e prese d'aria).
Superati questi dimensionamenti non ci sarà più un aumento di pressione a pari velocità e quindi risulta inutile un sovradimensionamento.

Certo è che per stare dalla parte dei bottoni più grande è e più si è certi del risultato... è anche vero che un air box "da camion" non servirebbe a nulla su un "125".

Poi sono tutte giuste le teorie sulle turbolenze in quanto di principio nella cassa filtro meno movimento c'è e meglio è.
 
5714197
5714197 Inviato: 18 Set 2008 10:26
Oggetto: Re: Airbox grande o piccolo, qual´è il migliore?
 

sandro76 ha scritto:

Certo è che per stare dalla parte dei bottoni più grande è e più si è certi del risultato... è anche vero che un air box "da camion" non servirebbe a nulla su un "125".

Poi sono tutte giuste le teorie sulle turbolenze in quanto di principio nella cassa filtro meno movimento c'è e meglio è.


un unico appunto riguardo i 125.... è vero, nei termini in cui abbiamo discusso, non hanno bisogno di airbox da camion, però invece succede proprio questo... nelle GP ci sono airbox a dir poco enormi, ma questo per un altro motivo: nel 2 tempi è fondamentale che si respiri aria il più possibile tranquilla e uniforme.. già la carburazione è molto sensibile, quindi un airbox bello grande può solo aiutare in questi termini... e poi, lo spazio c'è, perchè no? icon_wink.gif
 
10465693
10465693 Inviato: 27 Ago 2010 9:45
 

volevo porre un quesito riguardo l'air box e lo faccio quì....
ho letto un pò ma non ho trovato la risposta alla mia domanda...
se aumento la presa d'aria dell'air box ottengo dei benefici? volevo fare un piccolo deflettore perchè la presa d'aria sulla mia si trova dietro al faro e volevo migliorare l'entrata dell'aria per la pista, faccio bene? icon_rolleyes.gif ho già un filtro bmc
come mai i cornetti di aspirazione sono diversi?i 2 centrali sono dritti mentre i 2 esterni sono ricurvi...
 
10466017
10466017 Inviato: 27 Ago 2010 10:46
 

i condotti di aspirazione e gli airbox sono studiati e conformati in base alla tipologia di motore ed alle sue capacità "respiratorie"...sia per la scelta del volume interno sia per la conformazione e lunghezza dei condotti.....in pratica tutto il sistema viene accordato con l'aspirazione del motore(regolata dalle camme,valvole,e condotti della testata)
 
10466105
10466105 Inviato: 27 Ago 2010 10:59
 

FABRYH ha scritto:
i condotti di aspirazione e gli airbox sono studiati e conformati in base alla tipologia di motore ed alle sue capacità "respiratorie"...sia per la scelta del volume interno sia per la conformazione e lunghezza dei condotti.....in pratica tutto il sistema viene accordato con l'aspirazione del motore(regolata dalle camme,valvole,e condotti della testata)

ma dici che se gli faccio un deflettore per aumentare la portata cambia qualcosa? icon_rolleyes.gif
 
10466305
10466305 Inviato: 27 Ago 2010 11:26
 

gsrteo ha scritto:

ma dici che se gli faccio un deflettore per aumentare la portata cambia qualcosa? icon_rolleyes.gif

devi stare attento perchè potresti anche peggiorare la resa..............di solito sull'imbocco si può pensare di mettere una trombetta di aspirazione.
comunque l'unica è fare delle prove direttamente 0509_up.gif
 
10467836
10467836 Inviato: 27 Ago 2010 14:22
 

FABRYH ha scritto:
gsrteo ha scritto:

ma dici che se gli faccio un deflettore per aumentare la portata cambia qualcosa? icon_rolleyes.gif

devi stare attento perchè potresti anche peggiorare la resa..............di solito sull'imbocco si può pensare di mettere una trombetta di aspirazione.
comunque l'unica è fare delle prove direttamente 0509_up.gif

Quoto, in effetti la presa d'aria e il condotto di aspirazione dell'airbox sono oggetti piuttosto delicati se si vogliono modificare. Magari, può succedere che riesci a ottenere qualche beneficio sul dritto, ma poi appena c'è una componente di vento laterale potresti anche peggiorare un po' il rendimento. Per fare una cosa fatta bene bisognerebbe strumentare la presa d'aria con qualche sonda di pressione e fare un po di prove (ma mi sa che diventa un po troppo impegnativo). E poi, credo che il guadagno che potresti avere da una modifica del genere "fatta in casa" empiricamente sarebbe talmente piccolo che magari non te ne accorgi neanche...
Insomma, non so se ne vale la pena, io ti consiglio di lasciar perdere 0509_up.gif
 
10467917
10467917 Inviato: 27 Ago 2010 14:32
 

kawalberto ha scritto:

Quoto, in effetti la presa d'aria e il condotto di aspirazione dell'airbox sono oggetti piuttosto delicati se si vogliono modificare. Magari, può succedere che riesci a ottenere qualche beneficio sul dritto, ma poi appena c'è una componente di vento laterale potresti anche peggiorare un po' il rendimento. Per fare una cosa fatta bene bisognerebbe strumentare la presa d'aria con qualche sonda di pressione e fare un po di prove (ma mi sa che diventa un po troppo impegnativo). E poi, credo che il guadagno che potresti avere da una modifica del genere "fatta in casa" empiricamente sarebbe talmente piccolo che magari non te ne accorgi neanche...
Insomma, non so se ne vale la pena, io ti consiglio di lasciar perdere 0509_up.gif

esatto
per fare una modifica che renda si dovrebbe smontare l'airbox e lavorare con il banco di flussaggio per vedere come influiscono i cambiamenti di sezione di pescaggio sul flusso di aria.
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 2
Vai a pagina 12  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Tecnico

Forums ©