Leggi e Burocrazie
Luci accese anche di giorno...
Scritto da gabro74 - Pubblicato 15/02/2010 08:55
L'obbligatorietà delle luci accese anche di giorno, considerazioni sulla maggiore visibilità e proposta per ridurre i consumi

Questo era un cavallo di battaglia di un noto motociclista/giornalista che negli anni 90 sentivamo spesso alla tv.
Messaggio dedicato a noi motociclisti era un modo per rendersi più visibili sulle strade italiane, condizione che pero’ veniva sanzionata perché la circolazione con luci accese di giorno era vietata dal c.d.s.

Successivamente il Decreto Legge del 1 agosto 2002 n° 168 decretava l 'obbligo di tenere accese le luci di posizione, dei proiettori anabbaglianti, le luci della targa e le luci d'ingombro durante la marcia sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali sia per i motoveicoli che per gli autoveicoli. Arriviamo dunque ai giorni nostri con il D.L. n°151 del 27 giugno 2003 dove per i motoveicoli l’obbligo delle luci accese anche di giorno si estende ovunque. Pare restino esclusi da tale norma i motoveicoli storici iscritti A.S.I. o storico F.M.I.

Ci troviamo di fronte ad un capovolgimento delle abitudini degli italiani, dove, da prima si veniva sanzionati se sorpresi con le luci accese, ora si viene sanzionati se si viaggia in condizione opposta.

Alcune case produttrici si adeguano e su alcuni motoveicoli addirittura scompare l’interruttore per lo spegnimento degli anabbaglianti e delle luci di posizione, risultando pertanto sempre accese durante la marcia. La campagna per la sensibilizzazione non è massiccia come quella sull’uso obbligatorio del casco fatta parecchi anni prima, ma comunque si fa sentire e viene percepita da molti motociclisti come una norma comunque già applicata autonomamente.
Esistono pero’ pareri contrastanti riguardo questa normativa, difatti troviamo sia chi la appoggia, sia chi la boccia, prendiamo quindi i punti pro e contro e confrontiamoli.

Alcuni lamentano il fatto che in piena luce i fari risultano comunque inefficaci e provocano pero’ l’aumento dei consumi, sia di carburante, sia di lampadine bruciate e batterie esauste, quindi di conseguenza un aumento di utilizzo di energia e dell’inquinamento. Si vocifera di danno ambientale, di lobby di produttori di lampadine e di aumenti alti di emissioni di co2.

Tale “protesta” si appoggia soprattutto dal fatto che per questa norma è stata colta da altre normative simili presenti in paesi nordici, U.S.A. o Canada dove le condizioni di illuminamento sono più scarse rispetto all’Italia, pertanto lo ritengono inutile per il nostro paese, anzi, controproducente, soprattutto per quello che riguarda le autovetture.
Per contro pero’ studi fatti dall’Istituto Superiore di Sanità di Roma nel 2003 dimostrano che viaggiando con le luci accese la visibilità degli autoveicoli, ma soprattutto, aggiungo io dei motoveicoli è maggiore, recita la ricerca dell’Istituto, “rendendo i tempi di percezione, riconoscimento e valutazione della situazione, decisione e azione, ridotti rispetto a quando si viaggiava con luci spente”.

Oltretutto crescono altri due fattori non trascurabili, in primo luogo alla distanza da cui si viene rilevati, sicuramente maggiore con le luci accese, in secondo luogo si avrà un maggiore contrasto tra la moto e quello che la circonda (palazzi, strade ecc..).

Personalmente trovo questa normativa giusta e l’applicavo già per conto mio prima che entrasse in vigore rischiando comunque sanzioni e tra i due mali, sanzione/non essere visto, ho sempre preferito di gran lunga la prima.

Per non dare torto comunque nemmeno a chi non appoggia questa situazione si può prendere atto che volendo le case costruttrici di moto, automobili ecc.. potrebbero facilmente aggirare il problema energetico con l’adozione di sistemi a basso consumo, come possono essere i nuovi sistemi di illuminazione a led ad alta efficienza ed alta luminosità, va specificato che la luce prodotta dai sistemi a led non produce sprechi energetici, soprattutto per quella parte di energia che una normale lampadina trasforma in calore, da un paragone lumen/watt doppia rispetto ad una lampada tradizionale (non alogena) , quindi di fatto a parità di illuminamento consuma la metà, oltretutto ha una durata che in alcuni casi può dimostrarsi 10 volte superiore, quindi in questo modo si riuscirebbero ad accontentare anche i più attenti all’ambiente abbattendo i consumi a cifre veramente irrisorie.

A questo punto ognuno di noi può trarre le proprie conclusioni, io personalmente ribadisco che appoggio la normativa, ma spero che le case produttrici si adeguino per salvaguardare sia il nostro portafogli per quello che riguarda i consumi, anche se irrisori e soprattutto che buttino un occhio di riguardo all’inquinamento eventualmente prodotto da questo.
 

Commenti degli Utenti (totali: 24)
Login/Crea Account



I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli utenti non registrati
Commento di: Davide il 15-02-2010 08:56
Fra l'altro se non ricordo male le luci accese di giorno furono sanzionate dal CdS solo per un breve periodo, dopodiché i legislatori si accorsero della cavolata e rimediarono subito...
Commento di: SuperCazzola il 15-02-2010 10:44
Ritengo che le luci siano importanti, ma poco "ecologiche".
Le lampadine durano meno, i consumi salgono in virtù del fatto che l'alternatore è più stressato (quindi anche meno longevo).
La soluzione led è ottima.

Aggiungo una precisazione: le moto iscritte a un registro storico, o comunque con più di 20 anni, sono esentate dal tenere le luci accese in città di giorno, come in extraurbana.
Questo per salvaguardare l'impianto elettrico non efficiente come quelli moderni.
Commento di: Ospite il 15-02-2010 18:23
Grazie supercazzola, questa non la sapevo. D'ora in poi non le accenderò più...

Questione luci accese: quando si fa scrive la si fa "erga omnes" cioè valida per tutti. Questo principio di norma è sacrosanto anche se ci sono politici che l'hanno conculcato per i propri porci comodi.
Ma tornando alle luci: questa norma è nata nei paesi del nord Europa ove le condizioni ambientali rendono le luci accese un valido ausilio per la sicurezza dell'utente della strada; anche nel nord Italia ci sono regioni ove questa norma è sacrosanta; d'altro canto ci sono regioni come la mia Sardegna ove le luci accese sono del tutto ininfluenti ma contribuiscono efficacemente all'inquinamento senza alcun beneficio. Quello che voglio dire è che questa norma andrebbe regolata in base alle condizioni climatiche standard. Basterebbe scrivere che in caso di condizioni ambientali avverse è fatto obbligo per tutti il dover accendere le luci.
Niente di più.
Commento di: texastornado il 15-02-2010 20:22
secondo me la legge potrebbe essere migiorata e le case costruttrici potrebbero adeguarsi in merito. mi spiego meglio, c'è un sistema per evitare di accendere l'anabbagliate di giorno ma essere sempre ben visibili. le luci diurne di marcia a led. non sò se avete fatto caso..le vetture ultimamente prodotte (anche di bassa gamma) ne sono dotate, sull'alta gamma vengono inseriti nei fari led ad alta luminosità, per quelle di bassa gamma (500 grande punto etc etc) delle luci tradizionali ma con consumo minore di watt. la cosa potrebbe essere estesa anche sulle moto. io mi ritengo un precursore al rigurado. ho un doppio kit xeno anabbagliante e abbagliante che accendo solo di notte, di giorno giro con la uce di posizione e le luci diurne di marcia che mi sono inventato, comprando dei led stripes ad alta luminosità. per vedere l'effetto, potete visionare il topic che ho aperto nella sezione segnalazione siti e attività commerciali. in sostanza di giorno sono ben visibile e con un consumo irrisorio, quindi senza nessun impatto ambientale.
alcuni scooter e moto di nuova generazione (mv agusta f4, nuovo piaggio beverly) si stanno adeguando ma mantengono sempre l'anabbagliante acceso di continuo, a questo punto servirebbe una correzione della legge in merito.
Commento di: fabio91lc il 16-02-2010 21:06
chiedo una delucidazione: siete sicuri che l'utilizzo o meno delle luci influisca sull'inquinamento posto il fatto che l'alternatore è sempre in presa e quindi produce una certa potenza anche se questa non viene consumata? insomma anche a luci spente la resistenza che offre il generatore è sempre la medesima, o sbaglio? nelle auto invece l'alternatore si attiva solo in caso di necessità penso, quindi il discorso è diverso...
Commento di: Ospite il 16-02-2010 22:18
Anche la minore durata delle lampadine produce automaticamente un maggiore inquinamento, sia in fase di smaltimento che in fase di produzione...
Commento di: Gianlu88 il 27-02-2010 16:12
@ fabio91lc:
L'utilizzo delle luci (come del resto di qualsiasi altro apparecchio che assorba energia elettrica) influisce sull'inquinamento, in quanto è vero che l'alternatore è "sempre in presa", ma l'energia generata è direttamente proporzionale alla "richiesta" degli apparecchi, e quindi anche delle lampade; di conseguenza la resistenza che l'alternatore oppone al motore è proporzionale all'assorbimento di energia elettrica del carico: più si "richiede" energia all'alternatore, più esso diventa "duro" da far girare, sforzando quindi di più il motore e facendogli consumare più carburante.
L'alternatore non produce mai energia che non viene poi consumata o accumulata, secondo la legge fisica che recita "nulla si crea, nulla si distrugge".
Anche nelle auto l'alternatore è sempre in funzione, in quanto come minimo deve tenere sotto carica la batteria ed alimentare la centralina.

Spero di aver chiarito il tuo dubbio!
Commento di: Django il 17-02-2010 17:55
Quello che ho notato dopo l'introduzione dell'obbligo di girare a luci accese è che è diventato meno facile accorgersi di quando il veicolo davanti sta frenando. Con il vecchio sistema gli stop cambiavano stato da "spento" ad "accceso", ora invece passano da "luminoso" a "un pò più luminoso"... ovviamente si vedono lo stesso, ma prima si vedevano meglio.

Forse ci vorrebbe un terzo stop che si accende solo quando l'auto frena...
Commento di: texastornado il 18-02-2010 00:24
ma ormai le auto sono totalmente dotate di terzo stop.
Commento di: grifon il 17-02-2010 18:39
Secondo me è giusto viaggiare con le luci sempre accese anche di giorno, soprattutto quando si tratta di una moto che è comunque meno visibile di un auto...
Certo, in genere vedo anche le condizioni della visibilità e il tipo di strada...
Se in una luminosa giornata d'estate sono in una diretta o in una strada poco trafficata o comunque dove le condizioni di visibilità sono ottime, tengo i fari spenti, altrimenti se mi trovo in prossimità di vasti centri abitati li tengo accesi...
Commento di: quartapiena il 18-02-2010 10:30
... se in un flusso di veicoli che vanno a luci spente una moto sopraggiunge a luci accese allora sì che è più visibile! Ma se le luci le accendono tutti (e mooolti accendono sempre e impunemente pure i fendinebbia! ) allora la moto scompare letteralmente in un mare di lucine tutte più intense di lei. Quindi sicurezza zero! Questo in piena luce... in condizioni diverse l' obbligo di accendere i fari c' era già prima e andava benissimo così. Il dramma vero però è che i furbetti costruttori ci obbligano di fatto anche a accendere il motore con i fari già accesi!!! Eh già! hanno colto l' occasione per rispamiare un altro pò togliendo del tutto l' interruttore senza rimpiazzarlo con meccanismi alternativi che permettano di sfruttare la batteria senza inutili dispersioni. Va beh poco male tanto c' è la PEDIVELLA !! no?? pure quella costava farla e l' hanno levata?? non è che costa troppo fare le moto con due ruote e tra un po quella anteriore sarà optional????
Commento di: carenasan il 20-02-2010 13:02
è vero! infatti mi si èscaricata la batteria per colpa della luce accesa e non riuscivo piu' ad avviarla e non c'e' la pedalina!!!!
Commento di: StefanoTn il 23-02-2010 01:05
Nessuno di voi ha mai fatto caso che se si incrocia un auto o una moto coi fari accesi pur essendoci il sole prima ancora di vedere i mezzi si vedono i fari ?
Se non fossero accesi i veicoli li vedreste qualche frazione di secondo dopo...magari troppo tardi...
A volte se si ha troppo sole alle spalle specialmente al mare le macchine o le moto per la troppa luce si vedono meno(impossibile ma vero) però se hanno i fari accesi si notano prima quelli...fossero spenti ve ne accorgereste sicuramente dopo...
I fari accesi si vedono sempre anche col sole è come avere uno specchio e fare dei segnali , se sono spenti non riflettono nessuna luce a differenza degli specchi ecco perchè bisogna tenerli accesi...
Per i fanali post...vi do ragione si notano meno gli stop
Commento di: quartapiena il 23-02-2010 14:45
Gia! Magari qualcuno avrà anche notato che la sagoma effettiva del veicolo che sopraggiunge è "mascherata" dall' azione dei fari accesi ! Cioè si vede che si avvicina una fonte di luce, ma la sagoma di cosa ci sia dietro quella luce non la si vede, col risultato che a volte si pizzicano gli specchietti. Inoltre quando si è abbagliati dalla luce solare magari riflessa non c'è faro acceso che tenga... in definitiva il fatto che la legge voglia sostituirsi al buon senso (e alle buone maniere) che alcuni cittadini non hanno è un concetto che forse non è molto positivo in un paese che si dice democratico...
Commento di: alex018 il 10-03-2010 20:49
RUOTA ANTERIORE OPTIONAL??? ma che dici! http://static.blogo.it/motoblog/uno-la-moto-a-ruote-parallele/uno_la_moto_con_una_sola_ruota_3.jpg
Commento di: bondielli41 il 25-02-2010 10:53
Ciao,sono bondielli 41- al riguardo delle luci accese anche di giorno mi trovo favorevole in quanto, vieniamo notati molto meglio dai nostri "cugini" automobilisti e diminuirà così il loro slogan "non l'avevo visto"
Commento di: Rakom il 25-02-2010 16:17
Per me le luci sono importantissime in città, le macchine (e le moto) con le luci spente sono molto meno evidenti, almeno per me è così, vedo subito un veicolo con le lampade accese, mentre quello con le lampade spente lo devo guardare un po' meglio!

Invece nelle strade extraurbane non le trovo necessarie, ci sono meno macchine in genere ed è più facile riconoscerle.
Commento di: texastornado il 26-02-2010 01:51
torno a ripetere che per salvaguardare l'impianto elettrico della moto, basterebbe che le case installassero delle luci diurne di marcia. ci sono in giro (anche nel mio negozio virtuale sul forum), strisce a led dotate di doppio chip che fanno tantissima luce consumando una sciocchezza. sulla mia moto ho già provveduto da tempo.
Commento di: Unicorn il 26-02-2010 09:37
secondo la mia esperienza anche come autista per quanto riguarda le luci è che averle accese anche di giorno è un bene... come dicevano altri si vedono molto prima le luci che l'autoveicolo che ci viene incontro... sia in giornate grigie che in giornate assolate... teniamo presente anche che ora come ora girano molte macchine di colore grigio metalizzato che in lontananza si confondono con l'asfalto... specialmente in giornate di pieno sole...
le luci a led sono ottime ma per quanto riguarda le modifiche fai da te occhio al cds che nn prevedono tali modifiche e si potrebbe incorrere in sanzioni
Commento di: plusfabio il 26-02-2010 11:21
Concordo con l'obbligatorietà all'uso delle luci anche di giorno, principalmente per una questione di sicurezza.
Spero solo che il legislatore abbia applicato questa norma pensando appunto all'incolumità del motociclista e non alla tasca dei produttori di lampadine come purtroppo avviene per alcune simili situazioni!
Commento di: Kawalletta il 27-02-2010 12:17
Io vorrei sottolineare l'intervento di fabio91lc: ma siamo sicuri che l'alternatore della moto attacchi/stacchi per ricaricare la batteria??? secondo me, no. Quindi il consumo energetico non c'entra una pippa: è sempre in presa, ed offre sempre la stessa resistenza al moto.
Caduta quindi la principale remora, non resta che approvare l'accensione fissa delle luci anabbaglianti.
Che poi un sistema di luci led, più efficiente, efficace e quindi meno stressante per l'accumulatore ne allunghi la vita, questo sì, e ben venga (teniamo conto del fatto che le batterie esauste inquinano, o comunque generano costi aggiuntivi al sistema).



Commento di: texastornado il 27-02-2010 19:20
sono concorde il pieno con l'utilizzo dei led, oggi a disposizione ce ne sono davvero di performanti e molto luminosi, praticamente come una luce anabbagliante (basta fare caso alle varie audi che si trovano per strada). sarebbe l'ora che le case motociclistiche si aggiornassero assieme alla legge però...
Commento di: bikerathos il 08-04-2010 22:36
io ho una yamaha fz6 e anche se volessi non posso spegnerle e al consumo preferisco la sicurezza x che la mia vita vale anche di piu di una centrale elettrica . sapete benissimo che ci sono automobilisti che non rispettano i baiker se poi non li vedono siamo sempre con il culo x terra . anzi sarei x potenziare il clacson x svegliarli un po gli altri utenti della strada . ricordate un altro slogan prevenire è meglio che curare . buona moto a tutti
Commento di: zif73 il 07-04-2011 23:00
ciao a tutti..

io sono un centauro da poco.. ma l'importanza delle luci sempre accese è fuori discussione anche per le auto.
prima che fossero obbligatorie per le auto già le usavo perchè per me era scontato come regola di sicurezza..

per esempio .. passando da una strada completamente aperta e soleggiata ad una completamente alberata se non si avessero i fari accesi si sarebbe completamente invisibili...

io con la moto, visto gli impediti su 4 ruote che dominano le strade, ho deciso di girare sempre con gli abbaglianti accesi!!!!! ( di giorno ) e poi mi capitano i soliti co...oni (automobilisti ignoranti ) che mi lampeggiano come se fossi un autotreno con ottanta fari puntati contro nel mezzo della notte!!!!

ciao a tutti!!! ducatisti e non...:-))