Moto
Enduro stradali, ma enduro davvero: dove sono finite?
Scritto da Caronte - Pubblicato 06/12/2007 22:03
Alla ricerca delle entro-fuoristrada scomparse di piccola cubatura

Negli anni '80-'90 erano la moda. Enduro non agonistiche ma capaci comunque di un buon fuoristrada che si rispecchiavano in laghetti di montagna come in pozzanghere nell'asfalto. Qualcuna faceva anche la Dakar.
XT, DR, XR ma anche Africa Twin, Transalp e Tènèrè per citare l'evoluzione della moda di allora. Tutte icone per chi ha attraversato quegli anni.

Ed oggi?

Il nuovo Transalp ha abbandonato, ultimo tra le bicilindriche, la ruota da 21" anteriore per una ben poco fuoristradistica ruota da 19".
L'Africa Twin ha lasciato il posto a quella enduro molto stradale del Varadero 1000. Il KLE 500, altra icona, sta per uscire di produzione "sostituito" da una Versys che urla dallo spavento appena un sasso le tocca le ruote in lega.
Tenui segnali di vita del segmento arrivano da BMW che continua nel proporre una enduro con ruote a raggi di cilindrata, la nuova F800GS, però con un prezzo che si vocifera intorno ai 10.000€! Un po' tanti per un mezzo affatto specialistico!

Yamaha ha "rivestito" l'XT 660 con una carena e l'ha chiamato Tènèrè, al di là dell'aspetto estetico pare una bella proposta, almeno controcorrente. Sperando sia la strada giusta.

Ma KTM è rimasta nel settore ed ha una bella arma dalla sua parte, la LC4 Adventure. Una fuoristrada carenata da Dakar al 100%.

Ma per quanto riguarda le piccole? Quelle che ci si poteva andare anche in mulattiera, bastava non voler staccare il tempo da Mondiale?
Che fine hanno fatto le varie XR 400 e 250, le DR 350, le XT e TT 350? Per non parlare delle italiane Cagiva W16 e Aprilia Tuareg 350!

L'XR 400 continua ad essere proposta sul mercato ad un prezzo a dir poco esagerato per una moto che, alla fine, è un rimaneggiamento prettamente estetico della stessa moto uscita sul mercato più di 10 anni, dalla meccanica arcaica e dalle soluzioni tecniche non precisamente all'avanguardia. La duemmezzo dovrebbe essere fuori dal mercato italiano da qualche anno.

Suzuki la DR l'ha mantenuta in listino, l'ha rivista completamente nel 2000 ed, ad oggi, si propone come l'unica vera tuttoterreno non agonistica di potenza ridotta e prezzo "accettabile" in relazione agli standard del segmento.
400cc, qualcosa più di 40cv e 130kg a secco ne fanno una moto buona per il fuoristrada senza eccessi d'agonismo mentre la conformazione della sella e la taratura delle sospensioni non delude sulle nere strisce d'asfalto. In più, volendo, Valenti offre degli esemplari elaborati. Maggiori costi d'esercizio ma anche una ciclistica migliorata ed un motore elaborato ma non forzato che ne giustificano il maggiore costo.

Yamaha (ancora lei!) ha appena presentato la WR250R, una moto piuttosto raffinata ma non da gara, con un motore non esasperato che prevede una manutenzione non esagerata ma anche buona potenza grazie a diverse raffinatezze di questo propulsore. Peccato per il prezzo esagerato, costa più di un DRZ 400!

Il posto delle italiane è stato preso da Beta che offre la Alp 4.0, un mezzo da motoalpinismo, dal prezzo d'acquisto concorrenziale e dalla notevole affidabilità. Il motore è quello raffreddato ad aria del vecchio DR 350 ed offre circa 27cv, non molti ma sufficienti, ottimi se si considera che è una delle poche moto sul mercato che rientra nei limiti imposti dalla patente A2 (34cv) senza necessitare di depotenziamenti.

Dove porterà il mercato in futuro?
Sperando che questi lievi segnali di ripresa di questo mercato diventino sempre più forti io mi auguro di vedere sempre più modelli paragonabili a questi nelle prossime fiere del motociclo!
 

Commenti degli Utenti (totali: 17)
Login/Crea Account



I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli utenti non registrati
Commento di: elerobiilli il 07-12-2007 10:19
...l'unica casa a proporre vere moto da enduro con cui si può intraprendere un viaggio(anche in coppia) e poi passare con disinvoltura allo sterrato più impegnativo è la KTM,le altre case sono indietro anni luce,certo le Austriache con dna Italiano(non dimentichiamoci che i modelli da enduro e da rally sono stati quasi tutti sviluppati dai tecnici Italiani nella factory di Gorle!!),costano care e sono impegnative,ma in quanto a piacere di guida,robustezza ed affidabilità...siamo veramente al top!!!L'altro giorno ho chiesto ad un concessionario Yamaha il prezzo della nuova tènerè che arriverà a Marzo....costerà intorno ai 6500 euro dicono...buon prezzo certo...ma,guardate la componentistica...forcella da mountain bike,comandi super economici,freni,peso da bicilindrica....tutto all'insegna del risparmio.Non c'è niente da dire questi Austriaci sono veramente diabolici nello sfornare moto fantastiche!!!Fabio.
Commento di: Marcus il 07-12-2007 12:16
dimenticate la Cagiva Elefant, che penso fosse una delle enduro stradali più efficaci negli anni 80 e proposta anche nella versione 125(che io possiedo), basti vedere la versione 650 col bicilindrico Ducati con circa 52 cavalli, un sellone bello comodo e disponibilità di baulone e valigie laterali!! minghia, io se dovessi comprare una moto che vada bene per imparare e che non si apra in due cadendo, sceglierei una bella endurona anni 80!! tipo Transalp, Tenerè o ancora meglio Elefant!!!
Commento di: BK66 il 08-12-2007 19:36
Qualcuno ricordi anche un altra gloria del motociclismo italiano enduro anni ottanta....
Il mitico Moto Morini Kanguro....
E' stato il mio primo 350 e forse perchè il primo amore non si scorda mai... ma tutt'ora potrebbe essere una valida alternativa...
Buona strada... e ciel Sereno
BK66
Commento di: SuperCazzola il 10-12-2007 08:52
Mi hai tolto le parole di bocca...
Purtroppo il mercato enduro stradali pare in agonia... e per enduro si intende una moto con un bel 21" davanti...
Tra le giapponesi, quelle più a buon mercato, si trovano solo moto chiamate enduro, ma che di fatto sono incrociatori autostradali, l'unica sarebbe il KLE, che purtroppo non viene più prodotta.
In Europa troviamo il neonato GS800, non male, ma 11000€ accessoriato un minimo... sono tantini per un 800 non specialistico...
C'è però la KTM, di cui sono estimatore, in particolare della serie Adventure... spero di averne una presto nel box...
Commento di: Astro il 10-12-2007 11:31
Ma se siamo cosi' tanti, perche' le Case non ci accontentano?
La prima che finalmente ritorna seriamente su questo tema e' la BMW, sempre coi suoi prezzi folli ma con idee che certo avranno successo (quando hanno dimezzato il prezzo del C1 sono andati tutti a ruba...), anche se secondo me ha fatto male ad abbandonare il monocilindrico Rotax sulla F650GS (che ha stradalizzato) in favore del bicilndrico in linea Rotax 800... se si chiama 650, perche' la motorizzi con un 800?!?!?
Il problema delle ES 350-400 e' che spesso sono piu' orientate all'enduro... per me qualche gene tourer applicato alla Alp o al DRZ non starebbe affatto male...
E poi, per me devono consumare poco: fino ad ora non ho trovato una moto, di cilindrata accettabile, che sia enduro stradale e tourer al contempo e che consumi meno di 5,5 L per 100 km...
Commento di: ToiMo il 13-12-2007 09:11
Hai perfettamente ragione Caronte.....ma non devi chiederti ( ti do' del TU, non ti scoccia vero?!?!?) dove finira' il mercato in futuro! Dove finiremo noi in futuro! SIAMO NOI che facciamo il mercato, siamo noi che chiediamo moto sempre piu' competitive, sempre piu'leggere e con tanti cavalli.Tutti vogliamo motoveicoli da "campioni del mondo", e forse siamo in grado di usarne il 20%...e dico forse!!E logicamente le case motociclistiche ci "ballano dentro".....dicono...questi vogliono il massimo...e noi glielo diamo.
Se noti bene..stiamo pagando delle moto che hanno 2 ruote, un paio di sospensioni e due fanalini, quasi 10.000 euro.....e nessuno dice niente...tanto c'e' il finanziamento!!! Ci stanno facendo diventare scemi.....abbiamo il classico 125 2T...ci fanno il 144 2T......200,250 e 300...per non parlare dei 4T...ce ne' di ogni marca iniezione, non iniezione...leggera pesante....in versione limitata, che si accende a pedale o col bottone!!!
E noi, per acquistare una moto che mi fanno pagare una cifra spropositata, e che sembra che il concessionario faccia storie a dartela perche' dice "ce ne sono poche", aspettiamo ,PAGHIAMO....certi che dopo un sei mesi, la tua sospirata moto, non vale quasi piu' nulla.
Quindi, a mio avviso, la produzione dei modelli che tu citi con grande stima, non li faranno piu'!! I giovani d'oggi, quei pochi che vogliono fare del SANO e VERO enduro, cioe' quelli che non si drogano, che NON incendiano le scuole ecc. ecc., crescono con i giornali tecnici in mano; si vedono gia' Salminen,Ahola....Sala e via dicendo...quindi vogliono moto tecniche, leggere, potenti!Fa niente se devo cambiargli olio e filtri ogni 3 volte che la uso...altrimenti esplode!
Non hai mai notato nelle piste da Motocross?
Solo 5 anni fa',nel parcheggio eravamo tutti li assieme, a fare salamelle e a metterci a posto la moto a vicenda, con i nostri carrellini scassati, e qualcuno, ma dico QUALCUNO aveva il classico Ford transit scassato......
Oggi....contami in una pista da cross quanti carelli vedi??!?!? SONO LI' TUTTI CON CAMPER STRATOSFERICI!! E le moto: Ohlins su...Ohlins giu'...marmitte in titanio...cerchioni anodizzati....robe fuori dal contesto....e son convintissimo che la maggior parte di quella gente in mulattiera la passo con una mano sola!!!

Per farla breve.....le moto che intendi tu....secondo me sono sparite per questi motivi....non sarebbero piu' competitive......
D'altronde: LE MASCHERE SI VENDONO A CARNEVALE !!!

Ciao
Commento di: lucajudoka il 13-12-2007 09:38
Caronte ti adoro
Però hai dimenticato un'altra cosa importante, non è solo di cilindrata che si deve parlare, ma anche di peso!!
Sarà anche bella la BMW, ma io quel bestione la non lo apprezzo proprio. Ma perchè non possiamo avere motine leggere ed agili come si facevano un tempo? la mitica 350 cc era una cilindrata meravigliosa ma evidentemente ad oggi troppo poco macho per gli utenti moderni, e giù a fare 800, 1000, 1200..
Le dual sono un miraggio, non so la drz ma la beta 4.0 è proprio una mezza porcheria..l'ha avuta mia moglie e vi assicuro che quel motore 350 suzuki vecchio di 20 anni è proprio preistorico..marce che non entrano, prestazioni 'stupide', olio mangiato, e che dire poi di come è assemblata e della ruggine che se la porta via..?
Ho sperato tanto nella nuova tènèrè ma quando l'ho vista in fiera mi ha propro deluso, quoto in pieno quanto sopra scritto dagli altri su questo nuovo 660.
Da qualche tempo, preda dello sconforto, accarezzo l'idea di un tricker (lo so, parliamo di altro, ma a me piace).
In garage ho un duke 2 e un EXC 450. Indovinate con cosa giro tutti i giorni? un xt 600 del 2003 fermissimo! e quanto rimpiango il mio tènèrè blu dell'86 che ho dato via per la questione euro 0. E cosa propongono le case? niente che sia magico, che ammalii, che faccia sognare.
Ha detto bene un giornalista: tutti puntano sui clienti della BMW GS e su quel mercato. Complimenti! io un gs manco regalato.. avete visto su moto tv il viaggio nella steppa con 3 bmw gs..e alla fine il cameramen che spacca il telaio , (***** SPACCA IL TELAIO), della gs. Tentano di saldarlo ma il calore fa saltare tutti i MALEDETTI CONTROLLI elettronici...risolvono comprando al mercato una 600 nuova di pacca di produzione russa. Morale: i protagonisti hanno continuato il viaggio continuando a cadere e con 1000 difficoltà (GS T-REX) mentre il cameramen non ha mai più assaggiato la terra!!!!
mava và..
Aridateci le nostre moto.
P.s. La advenure oltre ad essere brutta pare anche che sia molto scomoda.
E poi non fanno la 350!!
Commento di: cpglsn il 26-01-2012 17:52
Dopo anni dalla pubblicazione di questo post, trovo sia ancora attuale, anzi di più, condividendo appieno il tuo/vs. pensiero. Credo che le cose non siano cambiate, forse peggiorate data la situazione economica che ci troviamo a vivere. Io sono nato nel '70 e da adolesente adoravo le moto da enduro, non in modo esasperato e da cultore, ma mi piacevano molto. Bhe!!! alla bella età di 40 anni mi sono fatto la matenete per la moto. Indovina cosa mi sono comperato, considarndomi un baby motociclista? Una bella, per me. Aprilia Tuareg Wind 350 dell'88. E' quasi un anno che ce l'ho e ne sono soddisfattissimo. Và che è una meraviglia. Credo, da quello che si vede in giro e dai costi spesso spropositati che si trovano in giro, che le moto d'epoca non lo siano più come tali. Sono ancora giovani e spizzanti di voglia di fare. Considerando poi che il mercato degli anni '80 ha visto una floridità di vendite (quanto vorrebbero le case rivivere quei tempi). Ricordo mio cugino quando mi disse che con la metà dei soldi per acquistare una macchina si era comperato una Guzzi TT 650. Ora con i soldi di una moto ci si comprera quasi una berlina, ed anche di più. Girnado su internet ho trovato che che queste vecchiette, molto arzille, sono più giovani e vivaci delle moto attuali consentendogli ancora grandi imprese.

Ciao a tutti.
Commento di: manrico il 13-12-2007 10:01
ho quasi cinquant'anni e quindi ho vissuto l'epoca d'oro della regolarita' negli anni '70.ho percorso la trafila del 50 cc.(gilera),125 cc(fantic,250 cc (beta) solo ed esclusivamente moto da "regolarita" quindi.al mattino le usavo per andare a scuola,al pomeriggio ci portavo a spasso la morosa e frequentavo i campetti da cross vicini a casa (a proposito vi ricordate a quei tempi c'erano campetti e piste da cross vere praticamente dappertutto potevi andarci quando volevi....adesso???) e sognavo di essere Gritti,Brissoni,Piron,Rahier,Maddii etcetc.D'estate ci caricavo sacco a pelo e tenda (attaccavo tutto con cinghie ed alastici )e andavo in campeggio con gli amici.Un'estate a Cortina dove c'era una pista da cross(guarda caso) meravigliosa (era,adesso non c'e' piu',lungo la strada che da Corina porta a Misurina).Insomma erano moto con cui potevi fare qualsiasi cosa ti passasse per la testa (volendo anche le gare).Adesso per ogni cosa che vuoi fare c'e' una moto diversa...usi la moto per andare in centro?:Scooter;usi la moto per andare in fuoristrada?moto specialistica (KTM,GAS GAS etc.);vuoi la moto per il turismo?altre moto...Lo chiamano segmentazione di mercato...pensa te.Adesso ho la moto che piu' assomiglia alle moto anni '70 (secondo me) il bmw f 650 gs PD.Non faccio piu' fuoristrada la uso per andare in centro,e faccio qualche week end in giro con la moglie.Adesso aspetto il GS 800 che mi sembra possa andare bene (a parte che al manubrio avrei messo il traversino come le moto anni '70).Altrimenti mi metto in cerca di un Africa Twin e buona notte.
Commento di: Askio il 13-12-2007 13:30
Io sono un felice possessore di una Honda NX 125 Transcity. Non so se qualcuno se la ricorda visto che ha avuto poco mercato, comunque immaginatevi una Honda Dominator in miniatura. Forse è una delle poche, vere, enduro stradali rimaste. Ruote da 21" e 17", pneumatici metzeler Tourance, sella lunga, manubrio largo, sospensioni morbide... insomma, una bella motoretta da tutti giorni capace di togliere anche qualche soddisfazione. Certo, è un motore 4tempi da 13CV, ma consuma pochissimo, parte sempre e non ha mai problemi. Un muletto.

Son troppo contento di avere un'autentica "scrambler" vecchio stile.

un lampeggio!
Commento di: Manz90 il 13-12-2007 15:05
O bene...da quanto aspettavo questo momento!!!

Io possiedo un Tuareg Aprilia Wind 125, una moto che mi regala soddisfazioni ovunque, e mi stò innamorando di queste moto! Ci si và dove vuoi, come vuoi e comodi! E' come il pane, và con tutto!

Ed adesso, se volessi cambiare moto e prenderne Enduro stradale, non ci sono alternative! Tra 5 mesi avrò l'A2 non ci sono alternative per un buona moto: se si cerca una moto che sappia sostenere un discretto fuori strada, la scelta ricade o sulla nuova BMW, ma costa troppo, o sulla Adventure, che però non è guidabile a 18 anni!

Solo questo dovrebbe farci ragionare...
Commento di: lucajudoka il 14-01-2008 12:38
Gentili signori:
MI SONO ACCATTATO IL TRICKER.
meraviglioso mezzo, stesse prestazioni dell'xt 600 ma con solo 50 kg in meno, 30 con un litro, spartanissimo eagile come nemmeno io mio EXC. Un vero gioiellino con uno sterzo da paura.
non più importato.
Commento di: delta_nos il 13-12-2007 17:05
scusate ma le husqvarna???non mi pare che se ne sia parlato...
Commento di: sasfun il 16-12-2007 23:06
sono un possessore di una vera enduro stradale: u honda NX 650 dominetor. non posso che parlare bene, gran motore in affidabilità, moto manegevole quanto basta. in fuoristrada come in strada ha la sua da dire al resto spetta al pilota. cosa manca? un mono più regolabile per personalizzare l'assetto in funzione dell'uso,sospensioni più rigide in fuoristrada. Anche la vecchia pedivella mi piacerebbe, ne aumenterebbe l'affidabilità. altro neo è l'estetica dell'avantreno, sarebbe meglio senza carenatura tipo XL. infine la sella più comoda e l'indicazione benzina nel quadro. per il resto va bene così. saluti e buona strada a tutti
Commento di: motomatto il 18-12-2007 22:27
Bell'articolo complimenti da felice ex possessore di XT (anche se 600) non posso che concordare in toto con quello che dici.
Complici 2 gomme tassellate e relativi cerchioni comprati da un rottamaio con essa ho fatto gite off-road indimenticabili,visto posti e provato sensazioni mai avute su alfalto e con due chiavi inglesi e un quarto d'ora di tempo ritrovavo il mio commuter,alto,comodo e leggero insomma perfetto per il tragitto casa lavoro.
Purtoppo il mercato ne e' sempre piu' sprovvisto di simili mezzi un vero peccato ma penso che passata la sbornia da Motard torneremo a vederle di nuovo.

V
Commento di: spacecarletto il 02-10-2009 20:55
Hai perfettamente ragione...io personalmente possiedo unSuperténéré, ci sono andato a Budapest e al mare...e la settimana scorso ero in un castagneto, tra castagne e fango!!!!
una moto totale!!!!!
Commento di: peanuts il 22-02-2010 10:48
Io ho un Yamaha wr250r e mi trovo da Dio,ho cambiato scarico complrto ,portatarga,paramotore e paramani e ci vado ovunque,anche in mula con gente con enduro professionali.Costa caro?Io prima avevo suxuki dr400 e se il wr costa di più e xkè vale di più,il motore visto i cc. in meno è un pò,ma neanche tantissimo ,+ vuoto ai bassi,ma dove il wr arriva agli atri il dr se li sognava e telaio,sospensione e freni sono di un altro pianeta