Leggi il Topic


Indice del forumForum Autovelox, Patenti e LeggiTuning e omologazioni

   

Pagina 1 di 3
Vai a pagina 123  Successivo
 
Un uomo, un genio: chissà se si accorgeranno di me...
16092279
16092279 Inviato: 22 Lug 2019 9:08
Oggetto: Un uomo, un genio: chissà se si accorgeranno di me...
 


 
16092295
16092295 Inviato: 22 Lug 2019 9:48
 

telaio c'è da 748. poi forche piastre e cerchi no. più che altro targa e telaio non corrispondenti... fuori di melone
 
16092298
16092298 Inviato: 22 Lug 2019 10:06
 

Più che altro non capisco perché uno che gira così si fermi ad un posto di blocco, con la moto in quelle condizioni non ti può andare bene manco se trovi un santo dall'altro lato.
 
16092317
16092317 Inviato: 22 Lug 2019 10:39
 

uff ma quante ne vogliono... ci aveva pure messo un fanale icon_smile.gif

ciao

WK

PS: non è il peggio che ho visto... una volta vidi qui a Roma una honda shadow con l'avantreno completo (cerchio, forche, strumenti, faro) di un monster... bah
 
16092320
16092320 Inviato: 22 Lug 2019 10:50
 

Per caversela non basta dire "Non lo sapevo"? eusa_doh.gif
 
16092322
16092322 Inviato: 22 Lug 2019 10:53
 

ah gia vero...anzi più nello specifico "a mia insaputa"
 
16092325
16092325 Inviato: 22 Lug 2019 10:56
 

Gli errori grammaticali nell'articolo citato e nel titolo del post sono in relazione, vero? eusa_think.gif 0509_pernacchia.gif
 
16092342
16092342 Inviato: 22 Lug 2019 11:23
 

TartarUgo ha scritto:
Gli errori grammaticali nell'articolo citato e nel titolo del post sono in relazione, vero? eusa_think.gif 0509_pernacchia.gif


Morte ai grammar nazi 0509_mitra.gif

Scherzo, eh. Abbi pazienza, solo fretta e distrazione.
 
16092362
16092362 Inviato: 22 Lug 2019 11:56
 

Anche dalle mie parti viaggiano trike e harley con il manubrio ape hanger cioe' quello altissimo
che si guida con le braccia in alto. alla fine basta risultare nullatenenti...

0510_saluto.gif
 
16092380
16092380 Inviato: 22 Lug 2019 12:17
 

Non capisco che senso ha andare in giro cosi, alla spera in dio che vada sempre tutto bene... per poi cosa? tra l'altro con un accrocchio del genere dal gusto molto discutibile.... ma da uno che va in giro senza assicurazione alla fine mi aspetto questo e altro, almeno in questo caso basta un colpo d'occhio per capire il soggetto... il problema per noi motociclisti e soprattutto per quelli che girano in quella zona e che grazie a questi fenomeni la categoria sarà ancora più presa di mira e sicuramente ci rimetterà anche quello che in linea di massima si comporta sempre bene.
 
16092394
16092394 Inviato: 22 Lug 2019 12:26
 

Le modifiche sono tante, è palese. Però sappiamo quanto le testate generaliste ci capiscano di argomenti specifici: di norma, ben poco. Non lo dico per offendere eh, è che obiettivamente non si può essere dei tuttologi.

Quindi, vorrei vederci più chiaro sulla natura delle violazioni riportate nell'articolo. In particolare mi colpisce questa frase, e più nello specifico il grassetto:
Citazione:
la prima per circolazione con motociclo mai immatricolato, la seconda per circolazione senza assicurazione per responsabilità civile contro terzi e la terza per circolazione con targa di immatricolazione non propria

La targa però c'è: si vede. Il libretto pure, gli agenti hanno letto che è una 748. Quindi come fa a non essere mai stata immatricolata? Si è fregato una targa e un libretto in giro? Può essere, ma ho una teoria alternativa.

Secondo me è stato fatto un ragionamento del tipo: "sulla carta è una 748, ma di fatto della 748 'sta moto non ha più nulla, quindi la dobbiamo considerare esemplare unico; non è registrata come esemplare unico, perciò non è immatricolata". Ma a parer mio, se così fosse, sarebbe un discorso insensato: ai fini burocratici "la moto" è telaio+targa+libretto, se quei tre elementi sono di una 748 quella È una 748. Modificata all'inverosimile, ma lo è.

Per l'assicurazione stessa storia: potrebbe essere una di quelle bestie (e mi censuro) che gira senza, certo. Però, potrebbe anche essere una moto assicurata, ma "la polizza è per una 748, ma di 748 'sta moto non ha niente, quindi la polizza non vale". E di nuovo, per me sarebbe un ragionamento insensato per lo stesso motivo di cui sopra. Certo in caso di incidente andrebbe incontro a sicura rivalsa, ma quello è un problema suo, agli agenti deve fregare se la copertura c'è o non c'è.

A scanso di equivoci, prima che mi si accusi di voler legalizzare anche moto così: OVVIAMENTE resta un mezzo che non ha senso di stare su strada e il proprietario dovrà essere sanzionato per le modifiche fatte. Sicuro articolo 78, ma in più direi anche il 72 (faro scippato dall'androne conominiale, frecce e specchi assenti, scarico illegalissimo) e il 100 (targa in posizione non adeguata).

Però, vorrei vederci più chiaro sul resto. Sulla "forma", per così dire. Che non è meno importante della sostanza (le modifiche di cui sopra), badate, ma richiede una valutazione più attenta.

Per quanto concerne i tre punti evidenziati dall'articolo, quindi, prima di scagliare pietre secondo me è bene attendere la valutazione del prefetto.
 
16092397
16092397 Inviato: 22 Lug 2019 12:33
 

No dai , gli specchietti (almeno quelli) ci sono rotfl.gif
Un fatto secondo me è inconfutabile : quello è un "incosciente". Non uso altri termini per non incorrere in querele 0509_mitra.gif
 
16092403
16092403 Inviato: 22 Lug 2019 12:56
 

Ah c'hai ragione, col fatto che uno è ripiegato e l'altro ha la sella dietro, non li avevo notati.

Mi sembrano troppo piccoli per essere omologati, però. Nello specifico sembrano molto quegli specchietti tondi pieghevoli made in China, che si comprano su eBay o Amazon a meno di 10€ la coppia eusa_think.gif Quelli che usano spesso gli enduristi, presente no?

Comunque: incosciente non lo so, dipende molto dalla questione assicurazione. Sicuramente però è un ingenuo, visto che si è fermato. Intendiamoci, non che approvi il non fermarsi all'ALT; ma se davvero pensava di ripartire indenne, è veramente un ingenuo. Già solo alla vista di quella... chiamiamola mascherina con faro, qualsiasi agente metterebbe la mano al blocchetto!
 
16092406
16092406 Inviato: 22 Lug 2019 13:03
 

TommyTheBiker ha scritto:
Secondo me è stato fatto un ragionamento del tipo: "sulla carta è una 748, ma di fatto della 748 'sta moto non ha più nulla, quindi la dobbiamo considerare esemplare unico; non è registrata come esemplare unico, perciò non è immatricolata". Ma a parer mio, se così fosse, sarebbe un discorso insensato: ai fini burocratici "la moto" è telaio+targa+libretto, se quei tre elementi sono di una 748 quella È una 748. Modificata all'inverosimile, ma lo è.


Fermo restando che certi articoli di cronaca locale vadano presi con le pinze (ricordo un trafiletto dove un motociclista veniva dato per morto a metà articolo e ferito con 30gg di prognosi a fine dello stesso), da quel che leggo manca anche il numero di telaio.

Magari è stato banalmente rimosso, magari è stato messo il telaio di un'altra 748, però a questo punto diventa problematico definire se quella è effettivamente la moto a cui è intestato il libretto oppure no.

A me fa un po' sorridere (amaro) pensare che uno di Bergamo sia andato fino allo spino (magari la moto era su un carrello, chissà) con un mezzo a cui mancava soltanto un neon con scritto arrestatemi per essere perfetto...
 
16092409
16092409 Inviato: 22 Lug 2019 13:14
 

tibbs ha scritto:
da quel che leggo manca anche il numero di telaio.
Sempre a parer mio: nell'orgia delle personalizzazioni potrebbe aver coperto o verniciato la parte stampata a freddo, lasciando (magari anche spostandola) la targhetta rivettata.

Lo penso perché mi sono ritrovato in una situazione simile: io ho il telaio verniciato, arrivato al cannotto mi sono posto il dubbio "potrò riverniciare anche la zona con i numeri stampati?"; ho chiesto a PolStrada e Motorizzazione, le risposte sono state sul genere "in teoria sì ma in realtà chissà", perciò ho preferito non rischiare e lasciare quella zona così com'era.

Quindi potrebbe essere stato fatto un discorso simile agli altri che ho ipotizzato, ossia: "il numero stampato a freddo è coperto/verniciato, quindi è come se non ci fosse". Che ha senso fino ad un certo punto, dipende dal lavoro che è stato fatto.

tibbs ha scritto:
A me fa un po' sorridere (amaro) pensare che uno di Bergamo sia andato fino allo spino (magari la moto era su un carrello, chissà) con un mezzo a cui mancava soltanto un neon con scritto arrestatemi per essere perfetto...
Il conducente è di Bergamo, però chissà... magari ha lì la seconda casa, magari è la moto di un amico residente in zona, vai a sapere. In effetti è un po' strano, eh.

PS: ho editato il post iniziale inserendo le immagini della moto, casomai l'articolo andasse offline.
 
16092415
16092415 Inviato: 22 Lug 2019 13:27
 

Boh, io penso di aver combinato di peggio in passato... cioè giravo con una moto pronto pista (targata e assicurata) in strada; non era un'accozzaglia di pezzi provenienti da varie moto, però tra preparazione, gomme slick e mancanza di parti era sicuramente più illegale di questo che alla fine si è fatto una custom e basta.

Sarei proprio curioso di sapere se rompono il ca... anche agli hipster e alle loro stupide simil-cafe racer; a Roma nord ne girano molti, per non dire troppi, e l'impressione è che nessuno abbia da ridire ai risvoltinati.

In ultimo vorrei solo fare presente come in molti stati esteri nessuno avrebbe fatto storie su una personalizzazione del genere, ma qua siamo nella solita Italia. Discorso valido anche per altri temi, ad esempio il banalissimo codice di velocità dello pneumatico... siamo probabilmente l'unico Stato al mondo ad omologarlo sul libretto quando altrove ti dicono 'monta ciò che ti pare nelle misure consentite, a patto che adegui la velocità a ciò che hai montato'.

Il discorso tuning e preparazioni, qua nel Bel Paese, è un discorso su cui è meglio stendere un velo pietoso...
 
16092418
16092418 Inviato: 22 Lug 2019 13:30
 

TommyTheBiker ha scritto:
Quindi potrebbe essere stato fatto un discorso simile agli altri che ho ipotizzato, ossia: "il numero stampato a freddo è coperto/verniciato, quindi è come se non ci fosse". Che ha senso fino ad un certo punto, dipende dal lavoro che è stato fatto.


Infatti. Da ragazzino avevo un Fifty black qualcosa special che era stato riverniciato di... arancione? Io lo ridipinsi di nero. Non ricordo per quale motivo, dovetti fare un passaggio in motorizzazione. Il numero di telaio era coperto da vernice (bhe, pittura fatta in casa) e banalmente il meccanico che era lì la grattò via.

Fossi stato il proprietario del mezzo, mi sarei ovviamente prodigato a grattare la vernice o ad indicare il punto dove era stato spostata la targhetta, ma ci sta che per le FdO non conti (specie nel secondo caso si tratterebbe d'una manomissione) o che il proprietario stesso non sapesse dove fosse finito il numero di telaio.

Bho, chiaramente son tutte illazioni. Per me basta e avanza l'aspetto della (povera) moto.
 
16092428
16092428 Inviato: 22 Lug 2019 13:52
 

eusa_wall.gif
A me la coda e i fianchetti ricordano qualcosa ma non saprei cosa eusa_think.gif
 
16092445
16092445 Inviato: 22 Lug 2019 14:42
 

-Neo- ha scritto:
In ultimo vorrei solo fare presente come in molti stati esteri nessuno avrebbe fatto storie su una personalizzazione del genere, ma qua siamo nella solita Italia.
Guarda, non volevo addentrarmici, però...

In tutta onestà, tolti mascherina e faro del Brico e lo scarico chiaramente privo di qualsiasi funzione fonoassorbente, per il resto non vedo niente di scandaloso.

Ok, ha stravolto le carenature originali... e allora? L'importante è che non se le perda per strada, e che non abbiano lame e rostri alla Ben Hur. Che gli sia fatta una revisione, se da questi due punti di vista è a posto, per me può circolare. Rimane uno stupro secondo i miei gusti, ma insomma, questo è irrilevante.

Oppure: cambi l'avantreno, come il tizio della Shadow che citava WK? L'importante è che la moto freni e... "sospenda"?, diciamo così?, correttamente. Mandala in revisione, se la passa non vedo perché dirgli qualcosa. E così via per tutto il resto.

Poi per carità, la legge vigente è questa, quindi il tizio è fuori regola. Ha sbagliato, dovrà pagare. E c'è tutta la parte "formale" su cui ancora bisogna far luce. Però... icon_rolleyes.gif

tibbs ha scritto:
Infatti. Da ragazzino avevo un Fifty black qualcosa special che era stato riverniciato di... arancione? Io lo ridipinsi di nero.
Occhio però che un tempo il colore era considerato caratteristica costruttiva. Ne abbiamo ancora le vestigia nella legenda del libretto: il punto R indicava proprio quello. Grazie al cielo da oltre trent'anni non è più così!
 
16092471
16092471 Inviato: 22 Lug 2019 15:40
 

tarhan ha scritto:
eusa_wall.gif
A me la coda e i fianchetti ricordano qualcosa ma non saprei cosa eusa_think.gif


Harley xr 750 et similia
 
16092482
16092482 Inviato: 22 Lug 2019 16:20
 

TommyTheBiker ha scritto:
Guarda, non volevo addentrarmici, però...

In tutta onestà, tolti mascherina e faro del Brico e lo scarico chiaramente privo di qualsiasi funzione fonoassorbente, per il resto non vedo niente di scandaloso.

Ok, ha stravolto le carenature originali... e allora? L'importante è che non se le perda per strada, e che non abbiano lame e rostri alla Ben Hur. Che gli sia fatta una revisione, se da questi due punti di vista è a posto, per me può circolare. Rimane uno stupro secondo i miei gusti, ma insomma, questo è irrilevante.

Oppure: cambi l'avantreno, come il tizio della Shadow che citava WK? L'importante è che la moto freni e... "sospenda"?, diciamo così?, correttamente. Mandala in revisione, se la passa non vedo perché dirgli qualcosa. E così via per tutto il resto.

Poi per carità, la legge vigente è questa, quindi il tizio è fuori regola. Ha sbagliato, dovrà pagare. E c'è tutta la parte "formale" su cui ancora bisogna far luce. Però... icon_rolleyes.gif


Guarda, anch'io sono delle idee che delle modifiche non strutturali non inficino nulla o quasi. Togli le carene? Ne metti di ABS? Nulla da dire. Discorso diverso se metti pesantemente mano al telaio o alla ciclistica (e per me il discorso vale per tutti i mezzi, dalla SS alle falso vintage con pneumatici tassellati per affrontare il pavè fino al bar): in qualche maniera si dovrebbe certificare che tali modifiche non inficino le caratteristiche stradali del mezzo, sennò potrei montare l'avantreno di uno Ciao su una Hayabusa o i fari di una Vespa anni '50 su un mezzo moderno. Il problema è che nessuno si prenderebbe la briga di dare il proprio assenso a simili modifiche oppure che tale certificazione finirebbe con il costare ben più del mezzo (ma nel secondo caso, amen: vuoi il giocattolo, paghi e siamo tutti contenti).

Probabilmente non c'è nessuno che tenga una moto completamente originale, ma ci sono modifiche e modifiche, secondo me.

tibbs ha scritto:
Infatti. Da ragazzino avevo un Fifty black qualcosa special che era stato riverniciato di... arancione? Io lo ridipinsi di nero.
Occhio però che un tempo il colore era considerato caratteristica costruttiva. Ne abbiamo ancora le vestigia nella legenda del libretto: il punto R indicava proprio quello. Grazie al cielo da oltre trent'anni non è più così![/quote]

Non ho idea se valesse e d'altra parte io lo trovai a quella maniera, trentacinque anni fa o giù di lì. Magari adesso eviterei di comperare un mezzo con uno schema di colore differente dall'originale, non fosse altro che una riverniciatura potrebbe nascondere un sinistro importante o un proprietario sui generis (e vabbè, sarò prevenuto, ma forse è l'età).
 
16092499
16092499 Inviato: 22 Lug 2019 17:02
 

tibbs ha scritto:
Il problema è che nessuno si prenderebbe la briga di dare il proprio assenso a simili modifiche oppure che tale certificazione finirebbe con il costare ben più del mezzo (ma nel secondo caso, amen: vuoi il giocattolo, paghi e siamo tutti contenti).
Al TUV lo fanno.

Costa, è vero; ma il grosso del costo è dovuto al fatto che devi farti le targhe temporanee tedesche e tutto il resto. Tolta quella burocrazia, se hai già dei pezzi omologati TUV la loro regolarizzazione è un pro forma. Il resto lo testano ad hoc: se la moto fa i 300, il tuo bell'avantreno deve lavorare bene e in sicurezza anche a 300 all'ora. Se lo fa, sei a posto pure se la forcella te la sei costruita da solo al tornio.

Avessimo anche noi una normativa simile... icon_rolleyes.gif
 
16092501
16092501 Inviato: 22 Lug 2019 17:08
 

TommyTheBiker ha scritto:
Al TUV lo fanno.

Costa, è vero; ma il grosso del costo è dovuto al fatto che devi farti le targhe temporanee tedesche e tutto il resto. Tolta quella burocrazia, se hai già dei pezzi omologati TUV la loro regolarizzazione è un pro forma. Il resto lo testano ad hoc: se la moto fa i 300, il tuo bell'avantreno deve lavorare bene e in sicurezza anche a 300 all'ora. Se lo fa, sei a posto pure se la forcella te la sei costruita da solo al tornio.

Avessimo anche noi una normativa simile... icon_rolleyes.gif


Sarebbe auspicabile, averlo. Io non sono contro la customizzazione di auto e moto: vorrei solo che venisse fatta con i giusti criteri in modo che si potesse installare un componente senza correre il rischio di essere fuori legge. Per dire, trovare dei fari after market più efficienti di quelli di serie (che sulle moto che ho avuto ho sempre trovato carenti) e poterli installare rimanendo nella piena legalità. Alla fine chi fa modifiche sui mezzi lo fa o per migliorarne la qualità o l'estetica, non per peggiorarla (oddio, sulla seconda non son sicuro rotfl.gif ).
 
16092518
16092518 Inviato: 22 Lug 2019 18:14
 

TommyTheBiker ha scritto:
"la moto" è telaio+targa+libretto

Esatto, ma stando all'articolo, la moto non portava alcun numero di telaio.
Quindi quella moto non esiste.
 
16092524
16092524 Inviato: 22 Lug 2019 18:55
 

Eh; ma io vorrei chiarire quel punto.

Ripeto quanto detto prima: secondo me può anche essere che il numero ci sia, ma ci sia qualche "piccola" alterazione tipo verniciatura della zona stampata a freddo e/o spostamento della targhetta rivettata. Alterazione che a parer mio non ha senso che venga considerata totale assenza del numero di telaio.

È un'ipotesi, sia chiaro; attendo con molta curiosità l'intervento chiarificatore del prefetto.
 
16092632
16092632 Inviato: 23 Lug 2019 5:36
 

Vogliono incatenare la nostra libertà di espressione è già stato detto?

Se l'articolo è almeno basato su un minimo di fondo di verità le chiacchere stanno a zero: la targa non corrisponde al telaio. Bon.
Se picchi la e prendi qualcuno l'assicurazione non paga e così non puoi girare. Fine.

Mi chiedo solo come certa gente possa essere tanto folle.

Non sono contro le personalizzazioni anche spinte, si può discutere a disco rotto che "a ma in Germania un mezzo del genere lo omologano in 5 minuti, tutta colpa della nostra burocrazia..." e concordo, ma fatto sta che ci sono leggi, non troppo precise ma ci sono, a riguardo di come e cosa si può cambiare, non vedo perchè IO che pago l'assicurazione prima che scada, prenoto la revisione per tempo e del bollo ho il pagamento automatico passo per maglione e devo pagare anche per questi individui.
 
16092650
16092650 Inviato: 23 Lug 2019 8:35
 

tibbs ha scritto:

Discorso diverso se metti pesantemente mano al telaio o alla ciclistica [...]: in qualche maniera si dovrebbe certificare che tali modifiche non inficino le caratteristiche stradali del mezzo, sennò potrei montare l'avantreno di uno Ciao su una Hayabusa o i fari di una Vespa anni '50 su un mezzo moderno.

È vero che potenzialmente una burocrazia più permissiva rischierebbe di rendere possibili questo tipo di modifiche, ma guardiamo la realtà dei fatti e quello che succede nella stragrande maggioranza dei casi: chi mette mano alla ciclistica e/o fa modifiche strutturali a un mezzo, lo fa con cognizione di causa e quasi sempre lo fa per migliorare le sue caratteristiche. In altre parole si tratta di un upgrade che quasi sempre aumenta, quindi, la sicurezza.
Almeno è questo quello che ho riscontrato in molte moto che ho osservato dal vivo e tramite un computer quando cercavo moto usate.

Per quando riguarda le modifiche che alternano le prestazioni del mezzo, se si parla di veicoli che hanno una certa cilindrata e guidabili solo da chi ha la patente illimitata (A), direi un gran bel sticazzi: la maggior parte delle volte i miglioramenti effettivi sono dell'ordine del 10-15% (e per raggiungere questo incremento bisogna già spendere cifre folli), cioè non fanno altro che portare le prestazioni effettive a quelle dichiarate nel libretto.

NB: mi pare sia legale al 100% montare l'avantreno di un ciao su una moto molto più potente, a condizione che si rispettino le misure del cerchio. Comunque, anche in questo caso, personalmente, ho sempre visto solo upgrade.
 
16092675
16092675 Inviato: 23 Lug 2019 9:51
 

Allrossx ha scritto:
È vero che potenzialmente una burocrazia più permissiva rischierebbe di rendere possibili questo tipo di modifiche, ma guardiamo la realtà dei fatti e quello che succede nella stragrande maggioranza dei casi: chi mette mano alla ciclistica e/o fa modifiche strutturali a un mezzo, lo fa con cognizione di causa e quasi sempre lo fa per migliorare le sue caratteristiche. In altre parole si tratta di un upgrade che quasi sempre aumenta, quindi, la sicurezza.
Almeno è questo quello che ho riscontrato in molte moto che ho osservato dal vivo e tramite un computer quando cercavo moto usate.

Per quando riguarda le modifiche che alternano le prestazioni del mezzo, se si parla di veicoli che hanno una certa cilindrata e guidabili solo da chi ha la patente illimitata (A), direi un gran bel sticazzi: la maggior parte delle volte i miglioramenti effettivi sono dell'ordine del 10-15% (e per raggiungere questo incremento bisogna già spendere cifre folli), cioè non fanno altro che portare le prestazioni effettive a quelle dichiarate nel libretto.

NB: mi pare sia legale al 100% montare l'avantreno di un ciao su una moto molto più potente, a condizione che si rispettino le misure del cerchio. Comunque, anche in questo caso, personalmente, ho sempre visto solo upgrade.


Guarda, ho già chiarito il mio pensiero, ma lo ribadisco: io non sono contro le modifiche, mi piacerebbe che gli upgrade venissero certificati e che i downgrade (che esistono, specie quando si mette avanti l'estetica alla sicurezza) venissero sanzionati.

Per quel che riguarda il paradosso dell'avantreno Ciao, oltre alla misura del cerchio, ci metterei pure che dovrebbe montare l'impianto frenante originale, per quel che ne so.
 
16092676
16092676 Inviato: 23 Lug 2019 9:52
 

Allrossx ha scritto:
chi mette mano alla ciclistica e/o fa modifiche strutturali a un mezzo, lo fa con cognizione di causa e quasi sempre lo fa per migliorare le sue caratteristiche. In altre parole si tratta di un upgrade che quasi sempre aumenta, quindi, la sicurezza.
Infatti, la gente sarà anche scema ma "magliona" no.

Mi spingo oltre: di norma le moto fortemente modificate, specie a livello di ciclistica (che è roba costosa e che solitamente non ha grosso impatto negli sparini al semaforo o sulla tamarraggine del mezzo), sono estremamente curate dal punto di vista della manutenzione.

Viceversa, l'utente medio della strada si limita a mettere benzina nel serbatoio, nulla più. Lo dimostra la disgraziatamente diffusa leggenda secondo cui alla revisione periodica venga contestualmente fatto un tagliando e una riparazione di ogni magagna grossa (tutto nei miseri 70€ eh).

Allrossx ha scritto:
NB: mi pare sia legale al 100% montare l'avantreno di un ciao su una moto molto più potente, a condizione che si rispettino le misure del cerchio.
Questione complessa. Da un lato è sempre il libretto che fa fede, e a libretto c'è la misura del cerchio e poco più. Dall'altro l'omologazione di un modello in serie è legata ad una corrispettiva fiche, la quale contiene quote piuttosto precise e stringenti.
Link a pagina di Motoclub Tingavert

Come accade sempre in Italia, quindi, alla domanda "è legale?" la risposta è "dipende". Per l'agente al posto di controllo con ogni probabilità sì, per l'assicurazione dipende dalla dinamica... e da chi viene coinvolto nell'incidente.
 
16092698
16092698 Inviato: 23 Lug 2019 10:32
 

TommyTheBiker ha scritto:

Come accade sempre in Italia, quindi, alla domanda "è legale?" la risposta è "dipende". Per l'agente al posto di controllo con ogni probabilità sì, per l'assicurazione dipende dalla dinamica... e da chi viene coinvolto nell'incidente.


In verità da quel poco che ho capito io la risposta è praticamente sempre "no" e se uno vuole stare al 100% tranquillo la moto la dovrebbe lasciare così come esce dal concessionario. Ovviamente come tutte le leggi che sono troppo stringenti senza un motivo logico l'unico risultato è che ognuno fa come si pare e spera che gli vada bene.

Le assicurazioni lasciamole stare: uno le paga per essere coperto ma il loro lavoro principale consiste nel cercare qualsiasi cavillo possibile per non risarcirti. Sarebbero più che capaci di attaccarsi al fatto che monti i tubi in treccia invece che quelli originali in gomma pure se vieni travolto mentre stai fermo al semaforo.
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 3
Vai a pagina 123  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Autovelox, Patenti e LeggiTuning e omologazioni

Forums ©