Leggi il Topic


Indice del forumForum Sicurezza e PrevenzioneNotizie dalla Cronaca

   

Pagina 1 di 3
Vai a pagina 123  Successivo
 
Mezzi agricoli davvero pericolosi
14168191
14168191 Inviato: 2 Mar 2013 22:35
Oggetto: Mezzi agricoli davvero pericolosi
 



Un grave incidente con mezzo agricolo è costato ancora una volta la vita ad un motoclista.

Link a pagina di Stol.it

Link a pagina di Altoadigetv.it

Senza voler attribuire alcuna colpa prima delle indagini relative al fatto specifico mi sento di sottoporre alla vostra attenzione alcune considerazioni.
Per quanto risulta dalla mia esperienza e senza cadere in generalizzazioni sempre poco costruttive, i trattori sono una fonte di pericolo davvero rilevante per i motivi che seguono.

Sono spesso privi di indicatori di direzione efficienti.
Sono a volte guidati da giovanissimi poco esperti di guida su strada.
Non sono quasi mai caricati con la dovuta attenzione e spesso al limite delle possibilità del mezzo.
Hanno quasi sempre specchietti retrovisori danneggiati o mal regolati.
Le luci di posizione sono poco visibili per sporcizia o rottura dei trasparenti.
Le cabine o postazioni di guida inducono a protezioni acustiche o abbigliamento che limitano le possibilità sensoriali dei conducenti.
Da proprietà private o strade consorziali si immettono in strade di importante comunicazione a velocità ridottissima senza tener conto della scarsa visibilità degli incroci.

Non voglio con questo trascurare il fatto che una guida responsabile della moto limiti anche i danni derivanti da questo pericolo ma vorrei sapere se qualcuno è d'accordo con me sulla necessità di sensibilizzare anche i conducenti di questi mezzi su talune circostanze.

Detto questo, sentite condoglianze a chi voleva bene alla vittima e un lamp commosso
al fratello motociclista.

doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif
 
14168416
14168416 Inviato: 3 Mar 2013 1:37
 

Nella mia zona è pieno di trattori ma comunque sono molto più pericolosi gli asinelli che guidano automobili con telefonini (in pratica quasi tutti) .
Non ci vedo chissà che pericolo,sarà che non corro per strada e li considero con traiettoria "casuale" indipendentemente da cosa segnalano.
Penso comunque che biciclette,trattori e simili dovrebbero avere una stradina laterale dedicata a loro,così non fanno sorpassare
 
14168451
14168451 Inviato: 3 Mar 2013 2:20
 

eusa_think.gif eusa_think.gif eusa_think.gif Doc scrive " li considero con traiettoria "casuale" indipendentemente da cosa segnalano. "

Si beh, certo che se per te è normale non trovare chissà quale pericolo derivante dal fatto che per le strade circolino veicoli con traiettoria casuale, allora ok.
Io resto dell'opinione che tutti i veicoli debbano avere comportamenti prevedibili e che altrimenti possano esserci conseguenze gravissime anche a velocità moderata.
doppio_lamp.gif
 
14168496
14168496 Inviato: 3 Mar 2013 6:56
 

i trattori "scassoni" con frecce assenti e luci ridotte a lumicino qui sono di fatto spariti. Ogni tanto arriva la pula da saluzzo e"bastona" .
Di fatto il motivo che hanno il lampeggiante sul tetto o sul roll bar è appunto il segnalare il fatto che sono pericoli viaggianti.
Considera che se aggiungi anche i vecchietti col cappello di paglia ne fai un ottimo minestrone.
Essendo a 13 km sulla strada che porta alle sorgenti del po d'estate c'è un girare di moto abbastanza sostenuto e non proprio tutte a velocità codice.
Sicuramente trattori e trattoristi non sono dei santi ma la strada non è una pista,non lo è mai stata e molta gente lo capisce solo quando raschia le carene per terra
 
14169040
14169040 Inviato: 3 Mar 2013 16:41
 

dalle mie parti hanno messo l'agricoltura in ginocchio, i margini di guadagno per gli agricoltori sono sempre minori e questi cercano di risparmiare su tutto, compreso la manutenzione dei loro mezzi. Non voglio assolutamente giustificarli, dopotutto se anche volessi non è mai giustificabile una persona che mette a rischio la vita sia altrui che propria, voglio solo dire che il problema esiste e nel caso delle macchine agricole questo viene ulteriormente aggravato da alcuni fattori. Si pensi per es al fatto che le macchine girando spesso su strade dissestate o in terreni sottopongono a notevoli vibrazioni i loro dispositivi di segnalazione e di conseguenza è molto più frequente la rottura dei filamenti delle lampade, inoltre lavorando tra le piante capita facilmente di danneggiare un faro o un fanalino, se si aggiunge che per essere in campo per tempo queste macchine viaggiano spessissimo in prima mattinata col buio si comprende perchè diventano pericolose. Sarebbe buona norma che per ricevere l'omologazione gli apparecchi di illuminazione di tali veicoli venissero sottoposti anche a prove di resistenza agli urti e alle vibrazioni, non ci vuole moltissimo a proteggere gli apparati con una griglia di metallo come si fa sui fuoristrada da camel trophi e a montarli su supporti con molle per prevenire le vibrazioni. Detto questo dico sempre, ragazzi guidiamo sempre pensando che l'altro sulla nostra strada può sbagliare, in fondo scagli la prima pietra chi non ha mai sbagliato una volta nella guida di un mezzo, poi speriamo sempre che gli errori non portino tragiche conseguenze.
Un saluto all'amico motociclista che non c'è più, chissà se lassù ci daranno delle moto per girare, bè se è paradiso la moto ci deve essere.
 
14169232
14169232 Inviato: 3 Mar 2013 19:08
 

Ragazzi perdonatemi l'appunto, ma se state percorrendo una strada di campagna e, forti del fatto che il traffico e' nullo o quasi assente ,vi lasciate prendere la mano e, dietro una curva trovate improvvisamente un mezzo agricolo che per le sue dimensioni occupa quasi la totalita' della sede stradale, penso non ci siano mezzi di illuminazione o dispositivi vari che tengano! Dalle mie parti qualcuno c'e' morto,ma credetemi, le situazioni erano 99% come sopradetto! Io mi sono trovato anche qualche trebbiatrice in strada e, a volte devi scansarti per farle passare,tanto sono ingombranti! Una buona cosa sarebbe legiferare sul fatto che la movimentazione dei mezzi agricoli fosse fatta di notte obbligatoriamente e, con scorta antestante e retrostante, ma siamo in Italia e, sappiamo come vanno le cose! Mi duole dirlo ma sovente la colpa del contadino ...e' solo una forma di rivalsa che compiace un avvocato ma, niente di piu'! Non me ne vogliate se faccio la voce fuori dal coro, ma , le mie considerazioni sono tali per avvenuta constatazione . icon_confused.gif
 
14169308
14169308 Inviato: 3 Mar 2013 19:47
 

Movimentarli di notte? Scorta davanti e dietro,ma qualcuno sa come funzionano le lavorazioni agricole? Se no tanto vale che le aziende agricole le chiudiamo tutte e compriamo tutto dall'estero. eusa_clap.gif Cosa che tra un pò faremo grazie all'europa
Posso capire le grosse trebbiatrici ma i mezzi normali non ha senso,a sto punto vietiamo anche i carri di carnevale e tutto cosa va piano eusa_think.gif Non mi convince manco un pò.
Ci stiamo riempiendo di divieti e ci divertiamo ad aggiungerne.
Qui è un andrivieni continuo di trattori,portano la legna (per le stufe,così non compriamo il gas) ,il latte (ci sono diverse stalle) ,puliscono le strade dalla neve.
Per qualcuno è anche l'unico mezzo disponibile e lo usa alla sera per andare al bar.
Penso che servirebbe un altra rivolta degli agricoltori icon_asd.gif al terzo giorno senza latte vedi che i polsi pesanti si calmano...se non sbaglio la legge prevede che uno si possa sempre fermare in sicurezza.
 
14169351
14169351 Inviato: 3 Mar 2013 20:07
 

E' evidente che il mio proponimento riguarda mezzi atipici, non certo quelli che hanno un ingombro pari a quello di un'auto, e non mi dire che non e' fattibile poiche' all'estero in molti paesi gia' lo fanno, in Irlanda per esempio. Ovvio che se si tratta di mezzi targati e' evidente che vanno in strada senza se e senza ma, ma a quel punto non lamentiamoci se poi ci infiliamo sotto ad un carrettone in qualche curva cieca ,magari a oltre i 130km autostradali! 0510_amici.gif
 
14193650
14193650 Inviato: 13 Mar 2013 12:55
 

Concordo sono molto pericolosi. Spesso sono guidati da anziani e sappiamo benissimo come guidano gli anziani, i più pericolosi da trovare per strada.

Per non parlare del fatto che la maggior parte delle volte uscendo da strade sterrate, sporcano l'asfalto e non puliscono....una moto in piega che si trova il fango di colpo, vuol dire cadere.

Sono un pericolo senza dubbio.
 
14193687
14193687 Inviato: 13 Mar 2013 13:12
 

Power_maniac ha scritto:
Concordo sono molto pericolosi. Spesso sono guidati da anziani e sappiamo benissimo come guidano gli anziani, i più pericolosi da trovare per strada.
. I neo patentati (e non) che sfecciano nelle strade extraurbane lo sono altrettanto.
Mio modesto avviso ovviamente icon_wink.gif .
 
14193698
14193698 Inviato: 13 Mar 2013 13:16
 

robros ha scritto:
. I neo patentati (e non) che sfecciano nelle strade extraurbane lo sono altrettanto.
Mio modesto avviso ovviamente icon_wink.gif .


Ma ti dirò.....con la nuova legge che i neopatentati non possono guidare auto potenti, io ne vedo pochissimi di pazzi che scheggiano senza cognizione(che poi è tutto relativo)....vedo molto di più anziani che svoltano senza frecce, che si immettono sulle strade principali senza guardare, che ti saltano davanti a 3 km/h....o che creano pericolosi incolonnamenti.

Di quelli ne vedo parecchi....
 
14193847
14193847 Inviato: 13 Mar 2013 14:18
 

robros ha scritto:
. I neo patentati (e non) che sfecciano nelle strade extraurbane lo sono altrettanto.
Mio modesto avviso ovviamente icon_wink.gif .


Quoto robros ,e, credo che si riferisse più ai neopatentati bikers ,che non agli automobilisti! Per farti male in moto non occorre che voli, basta emulare un attimo il pilota che ancora non si è!!! Verissimo pure che gli anziani possono essere talvolta degli impediti, ma anche loro hanno il diritto di stare in strada come noi, sarà che io mi avvicino anagraficamente ,ma, credo che il problema maggiore sia da imputare alle velocità inadatte ....che non all'andare piano,ne convieni?! Quando percorro strade extraurbane ,specialmente quelle di collegamento interno ai paesini, rapporto sempre la velocità ai possibili inconvenienti ,stradine di accesso, aperture nei reticolati,e curve cieche ,sono e saranno sempre un'incognita , perchè rischiare? Si cammina dove si può e,anche oltre i limiti stantii di certe strade in certe condizioni, ma dove c'è da stare in campana a cosa serve? doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif
 
14193884
14193884 Inviato: 13 Mar 2013 14:31
 

In altre parole...molto spesso (non sempre ovviamente) per trovare le cause dei problemi, basta guardarsi allo specchio.
Mio modestissimo parere
doppio_lamp.gif
 
14193920
14193920 Inviato: 13 Mar 2013 14:43
 

robros ha scritto:
In altre parole...molto spesso (non sempre ovviamente) per trovare le cause dei problemi, basta guardarsi allo specchio.
Mio modestissimo parere
doppio_lamp.gif


Oserei dire al 90% dei casi! 0509_up.gif
 
14204157
14204157 Inviato: 17 Mar 2013 16:34
 

Rimando sempre alla mia esperienza diretta di primo grado (o a me, o a un mio diretto conoscente, "no amici di amici"):
1- Indubbiamente la nuova legge sulla potenza delle auto è stata utile. A vendere nuove utilitarie icon_asd.gif icon_asd.gif . Da quella che è la mia esperienza la quasi totalità degli incidenti che ho constatato sono avvenuti per mancanza di precedenza, stop/rossi bruciati, contromano e manovre vietate. Da notare che questi comportamente raramente sono sanzionati se non portano a un CID.

2- I giovinastri hanno la tendenza al piede pesante, ma per questioni fisiologiche li ritengo meno pericolosi degli anziani. Riflessi più rapidi, decisioni più nette, traiettorie più "prevedibili". Sinceramente preferisco trovarmi in rotonda con un 20-enne che si crede Loeb alla guida di una saxò che un neopatentato del 1939.


Quando vendetti il 50cc cominciai anche a frequentare la sorella del ragazzo che me lo comprò. Lui fece un incidente da "cobra 11" in una statale di montagna, che lo ridusse veramente in fin di vita (2 costole rotte + 1 vertebra rotta e 10 giorni di coma).
Era un 50cc e dopo il botto il contakm faceva poco più di 70, per cui non era proprio a manetta.

Nulla, un vecchio con una Tipo è uscito da una laterale senza guardare.
 
14204242
14204242 Inviato: 17 Mar 2013 17:08
 

era un 50??? allora non poteva andare più di 49 kmh la frenata era più lunga di un 1000 che andava a 100!!!
finché continuiamo a difendere chi corre .... eusa_wall.gif non faremo mai fine

se uno corre è già in torto anche se un vecchio imbecille con Alzheimer gli taglia la strada.
 
14204422
14204422 Inviato: 17 Mar 2013 18:25
 

mi sa che in questa discussione ci stiamo un pò incartando, leggo alcune cose sin troppo ovvie ma penso che la conclusione sia una sola, il codice della strada è fatto in modo che se tutti rispettano le regole possano viaggiare senza che accadano mai incidenti. E' evidente che quando un incidente accade c'è sempre qualcuno che ha sbagliato. io sono arrivato a 53 anni e guido da quando ho preso la patente a 18, per il lavoro che faccio ho sempre fatto intorno ai 40000 km l'anno tra auto e camion, da un pò ho aggiunto anche il piacere della moto. Quando succede un incidente siamo sempre tutti pronti a dare addosso a chi non ha rispettato il codice, ma scagli la prima pietra chi rispetta alla lettera i limiti di velocità, chi almeno una volta non ha dato un colpetto di acceleratore invece di fermarsi vedendo il semaforo giallo, chi non ha mai svoltato dimenticando di mettere la freccia o non ha continuato a viaggire dimenticando di toglierla. Secondo me la verità è che dovremmo essere sempre prudenti cercando di "prevedere" anche quel che l'altro può voler fare. Faccio un solo esempio ma se ne potrebbero fare tantissimi: tante volte succede di vedere una macchina rallentare senza apparente motivo in prossimità di un accesso laterale, dopo un pò scopriamo che svolta a sinistra senza mettere la freccia, è una situazione abbastanza tipica, se si va i sorpasso in quella situazione "perchè non aveva la freccia" è chiaro la colpa è sua......ma prima di farlo pensateci.....la pelle è nostra e spesso basta poco per riportarla a casa doppio_lamp_naked.gif
 
14204649
14204649 Inviato: 17 Mar 2013 19:45
 

Kreaniano ha scritto:
era un 50??? allora non poteva andare più di 49 kmh la frenata era più lunga di un 1000 che andava a 100!!!
finché continuiamo a difendere chi corre .... eusa_wall.gif non faremo mai fine

se uno corre è già in torto anche se un vecchio imbecille con Alzheimer gli taglia la strada.


0509_up.gif a volte è facile scaricare le colpe su "strade assassine, lampioni killer e alberi criminali" ma sarebbe meglio moderare la velocità e molti incidenti si eviterebbero... io guido da tanti anni e non mi è mai capitato di essere assalito da una strada o intralciato da alberi che facevano sgambetti....
 
14205334
14205334 Inviato: 18 Mar 2013 0:11
 

Sono d'accordo con chi sostiene che i trattori son pericolosi! A 19 anni ebbi un "incontro" con un trattore che mi fece fare una bella scivolata. Per fortuna pagò tutto l'assicurazione!
 
14205353
14205353 Inviato: 18 Mar 2013 0:24
 

Sonmaury5 ha scritto:
0509_up.gif a volte è facile scaricare le colpe su "strade assassine, lampioni killer e alberi criminali" ma sarebbe meglio moderare la velocità e molti incidenti si eviterebbero... io guido da tanti anni e non mi è mai capitato di essere assalito da una strada o intralciato da alberi che facevano sgambetti....

e tu sei fortunato....pensa che tempo fa mentre mia moglie faceva retromarcia per parcheggiare la macchina un paletto le si piazzò dietro proprio al centro del paraurti 0509_si_picchiano.gif bisognerebbe mandare alberi, pali e lampioni a scuola di educazione stradale! doppio_lamp_naked.gif
 
14206040
14206040 Inviato: 18 Mar 2013 11:59
 

opps ha scritto:
e tu sei fortunato....pensa che tempo fa mentre mia moglie faceva retromarcia per parcheggiare la macchina un paletto le si piazzò dietro proprio al centro del paraurti 0509_si_picchiano.gif bisognerebbe mandare alberi, pali e lampioni a scuola di educazione stradale! doppio_lamp_naked.gif
icon_asd.gif icon_asd.gif icon_asd.gif

il fatto è che anche pochi giorni fa nella zona di cagliari si è consumata una orribile tragedia, inutile dire che la colpa non era dell'alta velocità unita a raffiche di vento e pioggia battente, ma la colpa, chiaramente è di quella strada assassina, che io ho percorso piu volte, ma boh, con me è stata sempre garbata.... parliamo di uno di quei nuovi tratti di strada, con asfalto buono, 4 corsie, un rettilineo di qualche km e quindi è facile farsi prendere la mano, non lo nego, ma io sostengo sempre che tra l'uomo e l'animale deve esserci una differenza, se quando si vede una strada larga si corre come corre il mio cane quando lo porto in spiaggia in inverno, allora si abbatte il muro dell'evoluzione dell'uomo... chiaro che se si va a stecca su una strada così, durante queste giornate di maltempo, il rischio di ammazzarsi è dietro l'angolo....

quindi ok, in certi casi un'inversione a u o un'uscita da un terreno, senza controllare, può essere fatale, ancor più se poi siamo noi motociclisti i diretti coinvolti, perche prendere un trattore anche a 50kmh può essere fatale, però costa davvero poco rallentare in prossimità di terreni agricoli o raccordi con strade secondarie.... proprio ieri viaggiando in una "strada di campagna" un bel rettilineo sono stato superato da parecchie auto.... io mi sono mantenuto a 50 kmh, ma non perche c'è un limite, ma perche capita quasi sempre che dai terreni escano animali selvatici o peggio ancora mezzi agricoli, quindi basta regolarsi e viaggiare con attenzione perche se qualcosa ci invade la strada, tutto si risolve con una frenata e un vaffa icon_wink.gif
 
14207719
14207719 Inviato: 18 Mar 2013 20:04
 

eusa_think.gif eusa_think.gif eusa_think.gif
Al di là dell'ironia (non so quanto appropriata in quanto si parla sempre di tragedie...) su paletti che si spostano o strade "innocenti" che noi dichiariamo "assassine", rimane il fatto che analizzando gli incidenti i vari fattori hanno incidenza di diverso grado tanto da essere considerati determinanti in modo diretto o meno.

A volte diamo per scontato per fattore determinante la velocità quando questa può risultare marginale nell'effetto finale e tragico dell'evento. Se volessimo portare al paradosso quest'ultima considerazione, dovremmo attribuire la causa di ogni in ogni incidente alla velocità per il semplice fatto che senza movimento non ci sarebbe incidente e che il codice della strada stabilisce la guida più o meno pericolosa anche in base alle situazioni (per esempio anche con limite di 50 kmh può ravvisarsi una velocità pericolosa di 30 orari in caso di animali, pedoni o altri ostacoli sulla strada.

Per chiarire meglio ciò che intendo e che vorrei sottoporre al vostro parere dico che per me se percorrendo a 80 Kmh un rettilineo in piena visibilità e con limite 70Kmh un motociclista muore perchè in sorpasso un trattore curva a sx senza freccia o con freccia a dx la causa determinante di questa morte non è la velocità ma la svolta del trattore anche se un comportamento più prudente del pilota poteva considerarsi tassativo.

La trasgressione del limite di velocità del motociclista non avrebbe causato alcun danno se non quello di diventare passibile di contravvenzione mentre chi guida il trattore può benissimo considerarsi un omicida stradale per la leggerezza con la quale ha effettuato una manovra dall'esito cosi grave.

Se non consideriamo questa differenza fondamentale tra un fattore e l'altro non capiremo mai quanto importante sia la sensibilizzazione di chi guida veicoli a quattro ruote senza tener conto della vulnerabilità degli utenti della strada a due ruote.

Attendo le vostre considerazioni.

doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif
 
14208058
14208058 Inviato: 18 Mar 2013 22:11
 

wonderbender ha scritto:
eusa_think.gif eusa_think.gif eusa_think.gif
Al di là dell'ironia (non so quanto appropriata in quanto si parla sempre di tragedie...) su paletti che si spostano o strade "innocenti" che noi dichiariamo "assassine", rimane il fatto che analizzando gli incidenti i vari fattori hanno incidenza di diverso grado tanto da essere considerati determinanti in modo diretto o meno.

A volte diamo per scontato per fattore determinante la velocità quando questa può risultare marginale nell'effetto finale e tragico dell'evento. Se volessimo portare al paradosso quest'ultima considerazione, dovremmo attribuire la causa di ogni in ogni incidente alla velocità per il semplice fatto che senza movimento non ci sarebbe incidente e che il codice della strada stabilisce la guida più o meno pericolosa anche in base alle situazioni (per esempio anche con limite di 50 kmh può ravvisarsi una velocità pericolosa di 30 orari in caso di animali, pedoni o altri ostacoli sulla strada.

Per chiarire meglio ciò che intendo e che vorrei sottoporre al vostro parere dico che per me se percorrendo a 80 Kmh un rettilineo in piena visibilità e con limite 70Kmh un motociclista muore perchè in sorpasso un trattore curva a sx senza freccia o con freccia a dx la causa determinante di questa morte non è la velocità ma la svolta del trattore anche se un comportamento più prudente del pilota poteva considerarsi tassativo.

La trasgressione del limite di velocità del motociclista non avrebbe causato alcun danno se non quello di diventare passibile di contravvenzione mentre chi guida il trattore può benissimo considerarsi un omicida stradale per la leggerezza con la quale ha effettuato una manovra dall'esito cosi grave.

Se non consideriamo questa differenza fondamentale tra un fattore e l'altro non capiremo mai quanto importante sia la sensibilizzazione di chi guida veicoli a quattro ruote senza tener conto della vulnerabilità degli utenti della strada a due ruote.

Attendo le vostre considerazioni.

doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif

la mia considerazione è che anche leggendo quanto sopra resto dell'idea che è una questione di prudenza, fermo restando che anche usando tutta la prudenza possibile possa sempre accadere l'incidente. Non do la colpa alla velocità ma all'imprudenza in genere, sopratutto il topic è partito dalla pericolosità dei mezzi agricoli ma non è che se invece di essere un trattore a svoltare a sinistra senza freccia è una macchina, un camion, o un motocarro ci sarebbe differenza. Sicuramente la colpa sarebbe dell'imprudenza di chi svolta senza freccia indipendentemente dal mezzo che guida. doppio_lamp_naked.gif
 
14208803
14208803 Inviato: 19 Mar 2013 1:47
 

wonderbender ha scritto:
eusa_think.gif eusa_think.gif eusa_think.gif
Al di là dell'ironia (non so quanto appropriata in quanto si parla sempre di tragedie...) su paletti che si spostano o strade "innocenti" che noi dichiariamo "assassine", rimane il fatto che analizzando gli incidenti i vari fattori hanno incidenza di diverso grado tanto da essere considerati determinanti in modo diretto o meno.

A volte diamo per scontato per fattore determinante la velocità quando questa può risultare marginale nell'effetto finale e tragico dell'evento. Se volessimo portare al paradosso quest'ultima considerazione, dovremmo attribuire la causa di ogni in ogni incidente alla velocità per il semplice fatto che senza movimento non ci sarebbe incidente e che il codice della strada stabilisce la guida più o meno pericolosa anche in base alle situazioni (per esempio anche con limite di 50 kmh può ravvisarsi una velocità pericolosa di 30 orari in caso di animali, pedoni o altri ostacoli sulla strada.

Per chiarire meglio ciò che intendo e che vorrei sottoporre al vostro parere dico che per me se percorrendo a 80 Kmh un rettilineo in piena visibilità e con limite 70Kmh un motociclista muore perchè in sorpasso un trattore curva a sx senza freccia o con freccia a dx la causa determinante di questa morte non è la velocità ma la svolta del trattore anche se un comportamento più prudente del pilota poteva considerarsi tassativo.

La trasgressione del limite di velocità del motociclista non avrebbe causato alcun danno se non quello di diventare passibile di contravvenzione mentre chi guida il trattore può benissimo considerarsi un omicida stradale per la leggerezza con la quale ha effettuato una manovra dall'esito cosi grave.

Se non consideriamo questa differenza fondamentale tra un fattore e l'altro non capiremo mai quanto importante sia la sensibilizzazione di chi guida veicoli a quattro ruote senza tener conto della vulnerabilità degli utenti della strada a due ruote.

Attendo le vostre considerazioni.

doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif doppio_lamp.gif


la mia, non era ironia, ma semplicemente una considerazione del fatto che molte delle strade che io percorro anche abitualmente, vengono definite assassine e quando vado poi a guardare un po' dove avvengono gli incidenti, mi rendo conto che in certi punto l'unico modo per lasciarci le penne e passarci ad una velocità talmente alta da non poter eventualmente evitare un ostacolo improvviso.

certo, ci sono dei tratti oggettivamente pericolosi, come quelli in cui ci sono degli incroci a raso, su strade extraurbane, magari uscite dei paesi che si affacciano direttamente alla strada statale, senza un cavalcavia e una corsia di accelerazione, ecco, in quei casi ci sta definire pericolosi certi tratti, ma altrimenti il piu delle volte basterebbe regolare la velocità in relazione alle condizioni atmosferiche o del traffico..

un piccolo esempio, il lungo mare della mia città ha un limite di 50kmh.... in piena estate, ci sono delle volte in cui ci passo a 30/40 kmh, perche anche a 50 è pericoloso... se però in inverno mi capita di passarci, magari a tarda sera, essendo una strada priva di incroci e tutta dritta, può anche capitare che raggiunga i 100 kmh, ma solo perche parliamo di una strada deserta e dove la visibilità mi permette di vedere a lunga distanza... chiaro che se facessi altrettanto in piena estate, non farei neanche 50 metri senza schiantarmi....

logicamente, come dici tu, se stessimo fermi si azzererebbe il rischio di incidente, ma senza arrivare a tanto, è sufficiente limitare la velocità in base a svariati fattori, primo tra tutti il buon senso...

per il discorso svolta del trattore... che dire, mi è capitato spesso di superare dei trattori, ma quando l'ho fatto, mi sono sempre assicurato che lungo la strada non ci fossero traverse, in modo da evitare di superare il mezzo in prossimità di una possibile svolta, oppure faccio in modo di richiamare l'attenzione di chi guida, magari suonando il clackson e assicurandomi che chi guida mi veda e capisca che mi sto apprestando a superarlo...... basta prendere dei piccoli accorgimenti... il problema è che non mi capita mai di veder fare altrettanto ad altri motociclisti, infatti ( e mi capita sempre quando vado a farmi qualche curva) mentre io sto dietro a questi mezzi pesanti, aspettando il momento buono, vengo superato da motociclisti che passano ad altissima velocità, fregandosene completamente della presenza di incroci, se il guidatore si è reso conto della loro presenza ecc ecc... come vedi non serve chissà cosa per evitare di finire contro i mezzi pesanti... a questo punto, se non siamo noi i primi a tutelarci, non vedo cosa dobbiamo sensibilizzare il prossimo!

io vado in moto da tantissimi anni, e quando sono in macchina tengo sempre l'orecchio acceso e prima di uscire da un'incrocio, mi assicuro che non arrivi nessuno, oltre che con gli occhi, anche con le orecchie, perche non è raro che quando si va ad uscire da un'incrocio convinti e anzi sicuri che la strada sia sgombera, sopraggiunga poi qualche cretino ad una velocità tale per cui un secondo prima la strada è libera e un secondo dopo ci sia una moto che è praticamente ad un millimetro da noi... posso continuare su questo discorso anche per tutta la notte... io la mia idea non la cambio... posso discorrere sull'opportunità del passaggio del dovi dalla yamaha alla ducati, e posso anche cambiare idea sul tipo di sapone per lavare la moto, ma quando si parla di sicurezza sono abbastanza fermo sulle mie posizioni... se si inizia a sensibilizzare se stessi e ad imparare che per strada si va con la testa attaccata, allora fors gli incidenti diminuiscono davvero.... ma se si continua a guidare a vita persa, facendo completo affidamento sul prossimo, allora la vedo dura!
 
14208868
14208868 Inviato: 19 Mar 2013 8:09
 

Sonmaury5 ha scritto:
la mia, non era ironia, ma semplicemente una considerazione del fatto che molte delle strade che io percorro anche abitualmente, vengono definite assassine e quando vado poi a guardare un po' dove avvengono gli incidenti, mi rendo conto che in certi punto l'unico modo per lasciarci le penne e passarci ad una velocità talmente alta da non poter eventualmente evitare un ostacolo improvviso.

certo, ci sono dei tratti oggettivamente pericolosi, come quelli in cui ci sono degli incroci a raso, su strade extraurbane, magari uscite dei paesi che si affacciano direttamente alla strada statale, senza un cavalcavia e una corsia di accelerazione, ecco, in quei casi ci sta definire pericolosi certi tratti, ma altrimenti il piu delle volte basterebbe regolare la velocità in relazione alle condizioni atmosferiche o del traffico..

un piccolo esempio, il lungo mare della mia città ha un limite di 50kmh.... in piena estate, ci sono delle volte in cui ci passo a 30/40 kmh, perche anche a 50 è pericoloso... se però in inverno mi capita di passarci, magari a tarda sera, essendo una strada priva di incroci e tutta dritta, può anche capitare che raggiunga i 100 kmh, ma solo perche parliamo di una strada deserta e dove la visibilità mi permette di vedere a lunga distanza... chiaro che se facessi altrettanto in piena estate, non farei neanche 50 metri senza schiantarmi....

logicamente, come dici tu, se stessimo fermi si azzererebbe il rischio di incidente, ma senza arrivare a tanto, è sufficiente limitare la velocità in base a svariati fattori, primo tra tutti il buon senso...

per il discorso svolta del trattore... che dire, mi è capitato spesso di superare dei trattori, ma quando l'ho fatto, mi sono sempre assicurato che lungo la strada non ci fossero traverse, in modo da evitare di superare il mezzo in prossimità di una possibile svolta, oppure faccio in modo di richiamare l'attenzione di chi guida, magari suonando il clackson e assicurandomi che chi guida mi veda e capisca che mi sto apprestando a superarlo...... basta prendere dei piccoli accorgimenti... il problema è che non mi capita mai di veder fare altrettanto ad altri motociclisti, infatti ( e mi capita sempre quando vado a farmi qualche curva) mentre io sto dietro a questi mezzi pesanti, aspettando il momento buono, vengo superato da motociclisti che passano ad altissima velocità, fregandosene completamente della presenza di incroci, se il guidatore si è reso conto della loro presenza ecc ecc... come vedi non serve chissà cosa per evitare di finire contro i mezzi pesanti... a questo punto, se non siamo noi i primi a tutelarci, non vedo cosa dobbiamo sensibilizzare il prossimo!

io vado in moto da tantissimi anni, e quando sono in macchina tengo sempre l'orecchio acceso e prima di uscire da un'incrocio, mi assicuro che non arrivi nessuno, oltre che con gli occhi, anche con le orecchie, perche non è raro che quando si va ad uscire da un'incrocio convinti e anzi sicuri che la strada sia sgombera, sopraggiunga poi qualche cretino ad una velocità tale per cui un secondo prima la strada è libera e un secondo dopo ci sia una moto che è praticamente ad un millimetro da noi... posso continuare su questo discorso anche per tutta la notte... io la mia idea non la cambio... posso discorrere sull'opportunità del passaggio del dovi dalla yamaha alla ducati, e posso anche cambiare idea sul tipo di sapone per lavare la moto, ma quando si parla di sicurezza sono abbastanza fermo sulle mie posizioni... se si inizia a sensibilizzare se stessi e ad imparare che per strada si va con la testa attaccata, allora fors gli incidenti diminuiscono davvero.... ma se si continua a guidare a vita persa, facendo completo affidamento sul prossimo, allora la vedo dura!


Hai scritto cose utili Sonmaury, certi accorgimenti e consigli potrebbero essere davvero utili;
e' cosi pericolosa la strada icon_sad.gif

In strada entrambe le persone (motociclista e trattore per fare es. visto il caso che e' successo ) devono fare attenzione! Basta uno che non valuti il pericolo per far succedere la catastrofe!!!

Ci vogliono piu' campagne di sensibilizzazione!!!

Condoglianze al ragazzo!!! icon_sad.gif
 
14209008
14209008 Inviato: 19 Mar 2013 10:07
 

elekktra ha scritto:
Hai scritto cose utili Sonmaury, certi accorgimenti e consigli potrebbero essere davvero utili;
e' cosi pericolosa la strada icon_sad.gif

In strada entrambe le persone (motociclista e trattore per fare es. visto il caso che e' successo ) devono fare attenzione! Basta uno che non valuti il pericolo per far succedere la catastrofe!!!

Ci vogliono piu' campagne di sensibilizzazione!!!

Condoglianze al ragazzo!!! icon_sad.gif


0509_up.gif io quando guido cerco sempre di fare il possibile per evitare che gli errori degli altri possano ricadere su di me... un trattore non ci taglia la strada se non ha motivo di girare, quindi basta attendere un tratto di strada senza uscite o incroci e basta scalare una marcia e il trattore si supera in un batter di ciglio, quando lo si deve superare "per forza" basta segnalare la propria presenza e assicurarsi che chi guida ci abbia visto e capisca le nostre intenzioni.

io non vado mai in moto con altri, come passeggero, proprio perche nessuno prende questi accorgimenti... nemmeno mio padre. e siccome ne ho viste tante, preferisco andare da solo e fare tutta l'attenzione possibile, piuttosto che fare da passeggero e passare tutto il viaggio pregando.

i miei comunque sono semplici accorgimenti che nascono solo dal buon senso e credo che chiunque potrebbe metterli in pratica, senza aspettare un suggerimento, il problema è che spesso si pensa solo a guidare, senza riflettere sul fatto che basta fare un attimo di attenzione per guidare in sicurezza... ci sono strade pericolose, che io spesso percorro quando vado a fare la passeggiata domenicale.. in se sono strade fantastiche, di pericoloso non hanno nulla, anzi, con il fatto che sono tempio della cronoscalata, c'è un asfalto sempre perfetto... diventano pericolose però quando gruppi di 20/30 motociclisti, ci fanno i gran premi (e ne ho visto spesso) invadendo le altre corsie non curanti della presenza di eventuali trattori o autocisterne.. allora li diventano strade pericolose icon_rolleyes.gif
 
14209020
14209020 Inviato: 19 Mar 2013 10:13
 

Proprio tre settimane fa, lungo la statale 256 che,attraversa il paese dove vivo, un motociclista si è ridotto in coma , motivo ...il brutto vizio di sfilare le auto incolonnate ,in una zona che, oltrechè essere zona industriale ,è anche residenziale. Il giovane quarantunenne si è fidato troppo in un tratto colmo di deviazioni e inserimenti ,rimettendoci frattura del bacino, sette costole, e vari ematomi interni per i quali è stato messo in coma farmacologico. Il tratto di cui sopra è di circa 500 mt, e, il pensiero che mi sovviene è ,cosa c'era di tanto importante da fare.....da non poter pazientare per 500mt,dato che, oltre che la pericolosità del tratto è inoltre fortemente controllato dalle forze dell'ordine e,interamente a regime di divieto di sorpasso! Comunque siano andate le cose ,mi pare ovvio che un grande concorso di colpa sia inoppugnabile , e allora ,rendendoci conto ,per provata conclusione, o anche solo per esperienze acquisite da terzi, che quelli che ci rimettono sempre e comunque sono i più esposti ...cioè noi!Cosa ci costa essere più prudenti degli altri? In fondo è per il nostro bene ,indipendentemente a chi sia da attribuire una colpa a posteriori, camion,trattori,auto o anche il semplice capriolo ,a velocità moderate si riesce quasi sempre a fare fronte all'evento che si conclude con una bella strizza al 90 % dei casi , il 10 % restante può divenire realmente micidiale se oltre alla casistica ...ci mettiamo del nostro!Buona strada a tutti!
 
14209609
14209609 Inviato: 19 Mar 2013 14:10
 

serpentecbr ha scritto:
Proprio tre settimane fa, lungo la statale 256 che,attraversa il paese dove vivo, un motociclista si è ridotto in coma , motivo ...il brutto vizio di sfilare le auto incolonnate ,in una zona che, oltrechè essere zona industriale ,è anche residenziale. Il giovane quarantunenne si è fidato troppo in un tratto colmo di deviazioni e inserimenti ,rimettendoci frattura del bacino, sette costole, e vari ematomi interni per i quali è stato messo in coma farmacologico. Il tratto di cui sopra è di circa 500 mt, e, il pensiero che mi sovviene è ,cosa c'era di tanto importante da fare.....da non poter pazientare per 500mt,dato che, oltre che la pericolosità del tratto è inoltre fortemente controllato dalle forze dell'ordine e,interamente a regime di divieto di sorpasso! Comunque siano andate le cose ,mi pare ovvio che un grande concorso di colpa sia inoppugnabile , e allora ,rendendoci conto ,per provata conclusione, o anche solo per esperienze acquisite da terzi, che quelli che ci rimettono sempre e comunque sono i più esposti ...cioè noi!Cosa ci costa essere più prudenti degli altri? In fondo è per il nostro bene ,indipendentemente a chi sia da attribuire una colpa a posteriori, camion,trattori,auto o anche il semplice capriolo ,a velocità moderate si riesce quasi sempre a fare fronte all'evento che si conclude con una bella strizza al 90 % dei casi , il 10 % restante può divenire realmente micidiale se oltre alla casistica ...ci mettiamo del nostro!Buona strada a tutti!


ad essere onesto nemmeno io resto mai in colonna quando sono in moto, però quando supero le file vado letteralmente a passo d'uomo, tanto che spesso i pachistani che vendono le rose, sono anche piu veloci di me.... andando così piano si può superare la fila e fermarsi nel caso in cui qualcuno decida di spostarsi... però questa è una pratica che non viene utilizzata da nessuno, infatti chi supera le code solitamente lo fa passandoci a stecca, come se non ci fosse nessun'altro in strada... mi dispiace per quel ragazzo, ma più che per l'incidente, mi dispiace per la sua testa, che sicuramente non era così brillante..... oltre alla patente, la motorizzazione dovrebbe dare anche un po' di sale da mettere in zucca.. ma forse è chiedere troppo...
 
14209716
14209716 Inviato: 19 Mar 2013 14:49
 

Sonmaury5 ha scritto:
serpentecbr ha scritto:
Proprio tre settimane fa, lungo la statale 256 che,attraversa il paese dove vivo, un motociclista si è ridotto in coma , motivo ...il brutto vizio di sfilare le auto incolonnate ,in una zona che, oltrechè essere zona industriale ,è anche residenziale. Il giovane quarantunenne si è fidato troppo in un tratto colmo di deviazioni e inserimenti ,rimettendoci frattura del bacino, sette costole, e vari ematomi interni per i quali è stato messo in coma farmacologico. Il tratto di cui sopra è di circa 500 mt, e, il pensiero che mi sovviene è ,cosa c'era di tanto importante da fare.....da non poter pazientare per 500mt,dato che, oltre che la pericolosità del tratto è inoltre fortemente controllato dalle forze dell'ordine e,interamente a regime di divieto di sorpasso! Comunque siano andate le cose ,mi pare ovvio che un grande concorso di colpa sia inoppugnabile , e allora ,rendendoci conto ,per provata conclusione, o anche solo per esperienze acquisite da terzi, che quelli che ci rimettono sempre e comunque sono i più esposti ...cioè noi!Cosa ci costa essere più prudenti degli altri? In fondo è per il nostro bene ,indipendentemente a chi sia da attribuire una colpa a posteriori, camion,trattori,auto o anche il semplice capriolo ,a velocità moderate si riesce quasi sempre a fare fronte all'evento che si conclude con una bella strizza al 90 % dei casi , il 10 % restante può divenire realmente micidiale se oltre alla casistica ...ci mettiamo del nostro!Buona strada a tutti!


ad essere onesto nemmeno io resto mai in colonna quando sono in moto, però quando supero le file vado letteralmente a passo d'uomo, tanto che spesso i pachistani che vendono le rose, sono anche piu veloci di me.... andando così piano si può superare la fila e fermarsi nel caso in cui qualcuno decida di spostarsi... però questa è una pratica che non viene utilizzata da nessuno, infatti chi supera le code solitamente lo fa passandoci a stecca, come se non ci fosse nessun'altro in strada... mi dispiace per quel ragazzo, ma più che per l'incidente, mi dispiace per la sua testa, che sicuramente non era così brillante..... oltre alla patente, la motorizzazione dovrebbe dare anche un po' di sale da mettere in zucca.. ma forse è chiedere troppo...

Son...sono d'accordo con la tua tesi.
Un po' meno sui i termini, a mio avviso, un po' troppo rudi con i quali hai stigmatizzato il motociclita. Non conosciamo la dinamica esatta dell'accaduto. Meglio augurare semplicemente un pronta guarigione e che possa sfruttare quest'esperienza terribile per sensibilizzare a sua volta altri utenti della strada.
Mia personalissima opinione e senza volere sminuire la bontà della tua tesi.
doppio_lamp.gif
 
14209769
14209769 Inviato: 19 Mar 2013 15:10
 

robros ha scritto:
Son...sono d'accordo con la tua tesi.
Un po' meno sui i termini, a mio avviso, un po' troppo rudi con i quali hai stigmatizzato il motociclita. Non conosciamo la dinamica esatta dell'accaduto. Meglio augurare semplicemente un pronta guarigione e che possa sfruttare quest'esperienza terribile per sensibilizzare a sua volta altri utenti della strada.
Mia personalissima opinione e senza volere sminuire la bontà della tua tesi.
doppio_lamp.gif


si robos, non conosco la dinamica dell'incidente e forse sono stato troppo duro, ma il punto è che guido da tanti anni, ormai e di motociclisti che fanno cavolate ne ho visti sin troppi... ho avuto anche io i miei incidenti e quando mi sono fatto davvero male era perche stavo correndo davvero troppo, poi a caldo la colpa la si scarica sull'asfalto sporco, sul guard rail e su tutto.. la realtà però è che crescendo e mettendo giudizio, ho ripercorso le strade in cui ho avuto i miei incidenti, ma invece di percorrerle a 80 100 120 kmh le ho percorse ad una velocità normale e anche se l'asfalto era sporco, ancora, non mi è più capitato di cadere..... a questo punto, se si arriva a finire in coma farmacologico, con una bella lista di ossa rotte, forse tanto piano non si sta andando.. quindi visto il traffico e visto l'epilogo di quel sorpasso, mi viene da pensare che anche questo ragazzo, forse stava superando in maniera un po' troppo "frettolosa" quella lunga coda di auto
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 3
Vai a pagina 123  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Sicurezza e PrevenzioneNotizie dalla Cronaca

Forums ©