Leggi il Topic


Differenze tra tuta in pelle ed abbigliamento tecnico in tes
10789507
10789507 Inviato: 18 Ott 2010 16:37
Oggetto: Differenze tra tuta in pelle ed abbigliamento tecnico in tes
 



premetto che ho cercato nel forum ma non ho trovato questo topic. Se è già esistente vuol dire che ho cercato male e chiedo scusa.

La mia domanda è la seguente: posto che vorrei avere il massimo possibile della protezione quando giro in moto, mi stavo chiedendo se ci siano differenze (appunto dal punto di vista della sicurezza) e quali (son certo che ce ne sono) tra una buona tuta intera in pelle e un abbigliamento tecnico in tessuto.

Al momento sono dotato di giacca con protezioni omologate ce su spalle, gomiti, schiena e petto, pantaloni son protezioni sulle anche e le ginocchia, stivali e guanti.

Stavo pensando seriamente (anche per poter pensare di fare qualche giro in pista) di acquistare una tuta intera in pelle (sarei orientato sul modello Laguna Seca di Dainese) e mi stavo chiedendo se la tuta possa offrire qualcosa in più rispetto al mio attuale abbigliamento in termini di protezione.

Chiarisco che ho comunque intenzione di corredare la tuta con un paraschiena lungo (quello della giacca è corto) se non addirittura col completo paraschiena lungo e para petto.

Al momento ho sia giacca che pantaloni spidi (mi son tenuto sull'alto di gamma) e posso dire che scivolando a circa 70 km/h e senza sbattere da nessuna parte questo tipo di abbigliamento ha retto. I pantaloni si sono abrasi e aperti sulle ginocchia (ho strisciato per 15 m circa su mani e ginocchia) ma io non mi sono fato nulla, a parte una piccola contusione all'anca e al ginocchio sinistro che hanno picchiato per terra per primi.

Ho strisciato per qualche centesimo di secondo anche col petto, rovinando la giacca, che però è stata risistemata (così come i pantaloni) dal laboratorio della casa. Adesso a parte la cerniera della giacca che ogni tanto si apre (dove ha grattato la spirale ogni tanto si stacca dalla fettuccia e mi tocca ricucirla) per il resto l'abbigliamento è abbastanza a posto, anche se i pantaloni portano sul fianco sinistro il segno dell'asfalto.

Secondo voi, passando ad una tuta (che userei per andare principalmente in strada per farmi i giretti d'estate) posso sperare di avere un grado di protezione maggiore, uguale o minore? Ovvero: che tipo di resistenza e di protezione offre una tuta in pelle fiore bovina da 1,2 1,4 mm rispetto al tessuto (credo sia cordura e nylon ad alta resistenza all'abrasione).

Faccio notare che la tela dei pantaloni si è letteralmente sciolta durante la scivolata, cosa che credo alla pelle non succeda.... Inoltre applicando un para schiena più lungo dovrei avere anche una maggiore protezione della colonna vertebrale in caso di impatto...

grazie per consigli e commenti.
 
10789550
10789550 Inviato: 18 Ott 2010 16:45
 

Una tuta in pelle è molto più resitente di una in cordura. 0509_up.gif
 
10789562
10789562 Inviato: 18 Ott 2010 16:46
 

Ciao per esperienza personale io giro quanto più possibile con la tuta in pelle, sarà più scomodo e terrà certamente più caldo d'estate ma a livello di sicurezza credo non ci siano paragoni. comunque se vai in pista è obbligatoria la tuta in pelle, che sia divisibile o intera (preferibile) altrimenti non corri. Riguardo lo sfregamento da caduta non saprei dirti come si comporti la tuta x fortuna non ho mai avuto modo di testare, però ci sono molti negozi specializzati, che riparano tute anche solo sul pezzo rovinato senza dover quindi dover buttar via tutto.
 
10789645
10789645 Inviato: 18 Ott 2010 16:59
 

prima arriva la pelle e poi tutto il resto. al momento non esiste tessuto sintetico anti-abrasione all'altezza. non a caso i professionisti usano tute in pelle - e considera anche che l'asfalto delle piste è + abrasivo del normale.

quindi con una buona tuta, paraschiena lungo, stivali e guanti sei a posto.

d.
 
10790477
10790477 Inviato: 18 Ott 2010 18:51
 

ai fini della sicurezza la pelle è ancora molto più resistente di quasi tutti i tipi di tessuto tecnico in circolazione. la cordura anche quando va bene dopo una scivolata banale spesso è da buttare, mentre la pelle si mantiene pressochè integra. inoltre pare che grazie alla sua elasticità riduca moltissimo il rischio di fratture scomposte.
devo dire che avendo provato entrambi è anche più confortevole da indossare finchè la temperatura lo consente.

in compenso è meno versatile: non è del tutto impermeabile e non ripara dal grande freddo nè dal grande caldo.
 
10791012
10791012 Inviato: 18 Ott 2010 19:56
 

Decisamente una tuta è molto superiore in termini di sicurezza (*). Soprattutto se parli di "intera", elimini anche il rischio che la giacca ed i pantaloni si separino lasciando libera la parte centrale del tuo corpo. Conta che la cordura resiste se va bene (le qualità più spesse e resistenti) meno di 1 secondo all'abrasione, mentre per la pelle si parla di 4-5 secondi, a pari velocità (non so la velocità a cui si fa la prova). Ovviamente più la pelle è spessa, più in linea di massima resiste.

A livello di comfort, poi, se scegli la taglia adatta a te non c'è assolutamente paragone: è più aderente, più ferma, ti fascia bene il corpo, quindi anche l'aria da meno fastidio. Per la temperatura, resta il problema del troppo caldo o troppo freddo: lì la pelle mostra il fianco.




__________________________
(*): escludiamo il completo in tessuto omologato livello 2 della Halvarssons
 
10792339
10792339 Inviato: 18 Ott 2010 22:29
 

Ciao a tutti,

La superiorità della pelle, bovina o di canguro, in determinate attività motoristiche
è un dato di fatto: in caso di caduta con scivolata, la pelle, ancora piu' se di canguro, scorre, scivola sull'asfalto,
maggiormente rispetto ai tessuti tecnici attualmente disponibili. Altro aspetto, non secondario, non si scioglie per l'aumento della temperatura dovuto allo
strisciamento, non causa, quindi, ustioni in caso di contatto con la pelle del pilota.
Tuttavia la necessità di confort (importante per mantenere una giusta concentrazione nella guida) e di praticità
ha portato all'utilizzo di materiali diversi dalla pelle in tutte le attività motociclistiche non direttamente legate alla velocità. La pelle è traspirante, ma non è impermeabile (Dainese ha comunque prodotto una divisibile con laminatura Gore-Tex), non tiene caldo quando è freddo, è non è fresca quando è caldo.
L'acquisto di una tuta in pelle, oggi, dovrebbe essere finalizzato per l'utilizzo principale in pista, se poi si presentano le occasioni (condizioni climatiche favorevoli e altri fattori personali) per l'impiego su strada tanto meglio.icon_smile.gif ...La tentazione di aprire un po' la zip della tuta in pelle per avere un po' di sollievo dal caldo potrebbe vanificare l'efficacia del capo in caso di sinistro icon_cry.gif o far entrare un poco gradito insetto... icon_eek.gif
 
10794753
10794753 Inviato: 19 Ott 2010 14:28
 

ringrazio tutti per le rispose che mi confermano che se voglio incrementare il livello di sicurezza la tuta in pelle è la mossa giusta.

chiarissimo anche il fatto che col caldo la tuta tiene caldo e col freddo tiene freddo...devo dire però che, per la mia esperienza, quando fuori ci sono più di 35° anche una giacca tecnica traforata con le opportune protezioni tiene un caldo da sauna finlandese... la mia idea era comunque di optare per una tuta traforata estiva dal momento che la moto la uso principalmente con la bella stagione.

Posso inoltre confermare che il nylon ad alta resistenza FONDE alla velocità della luce in caso di strisciata... per fortuna avevo le protezioni alle ginocchia se no sarei arrivato subito alla carne.

Mi avevano anche detto che in caso di caduta la pelle la riparano senza problemi cosa che sul tessuto è più difficile e soprattutto non garantisce gli stessi risultati.

Alla fine direi che l'idea di prendere una tuta intera è tutt'altro che sciocca. Anche se in pista non ci sono mai stato e non so se ci andrò ritengo che anche per i giri in strada (dove il rischio di cadere è probabilmente più elevato che in pista) la tuta sia la soluzione giusta. Per quanto riguarda la questione caldo/freddo se non sbaglio ci sono dei sotto tuta traspiranti (per il caldo) ed imbottiti/anti vento per il freddo.

penso possano essere una soluzione che aiuta a mantenere la temperatura corporea ad un livello un po' più decente.
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 1

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumAbbigliamento Tecnico e Accessori per Mototurismo

Forums ©