Leggi il Topic


Interessante articolo airbag
7024305
7024305 Inviato: 21 Feb 2009 23:40
 



Django ha scritto:
Non entro nel merito della discussione, ma mi piacerebbe sapere se c'è una casistica di motociclisti che si sono fatti male perchè l'airbag non ha funzionato.


Credo non esista ancora una statistica.

Io comunque sono favorevole allo sviluppo del moto airbag. Ma ci vogliono dei test e dei criteri indipendenti e sicuri prima di affidarsi.

Anche la dainese se ne sta occupando, e forse con l'ingresso di questa grande ditta forse si smuoverà qualcosa anche a livello legislativo.
 
7024830
7024830 Inviato: 22 Feb 2009 2:46
 

oggi la mia ragazza è andata alla prova della brutale (alla quale non ho partecipato causa influenza): le hanno fatto mettere, durante il tragitto, questo famoso Motoairbag, e alla fine hanno dato una dimostrazione della velocità con la quale si gonfia e della resistenza del prodotto. protegge dalla nuca sino alla zone sacrale e penso sia un'ottima cosa, in fondo più modi per proteggerci abbiamo e meglio è...
quello che mi ha lasciato senza parole è stato il prezzo: 350 euro! icon_eek.gif
penso che non tutti possono permettersi di spendere cifre del genere icon_rolleyes.gif
 
7025281
7025281 Inviato: 22 Feb 2009 11:33
 

io non discuto l'utilità di un prodotto simile ma non mi avventurerei al momento all'acquisto di un qualcosa che non è neanche regolamentato, non ci sono specifiche da rispettare
 
7025811
7025811 Inviato: 22 Feb 2009 13:07
 

oedem ha scritto:
io non discuto l'utilità di un prodotto simile ma non mi avventurerei al momento all'acquisto di un qualcosa che non è neanche regolamentato, non ci sono specifiche da rispettare


ho a casa un depliant che hanno dato alla mia ragazza, riporto la voce "Certificazioni di prodotto":
"MOTOAIRBAG è certificato secondo la norma EN 1621-2 2003 "Motorcyclist protective clothing against mechanical impact - Part 2: Motorcyclists' back protectors" ed ha mostrato una forza trasmessa di soli 0,9 kN, valore nettamente migliore del massimo livello previsto dalla norma.
Ad esempio rispetto ad un protettore tradizionale, MOTOAIRBAG offre una protezione all'impatto da 10 a 12 volte superiore"

il depliant dà anche un sito internet e una mail:
Motoaibag.com - info@motoaibag.com
 
7026762
7026762 Inviato: 22 Feb 2009 15:18
 

salvobike ha scritto:
oggi la mia ragazza è andata alla prova della brutale (alla quale non ho partecipato causa influenza): le hanno fatto mettere, durante il tragitto, questo famoso Motoairbag, e alla fine hanno dato una dimostrazione della velocità con la quale si gonfia e della resistenza del prodotto. protegge dalla nuca sino alla zone sacrale e penso sia un'ottima cosa, in fondo più modi per proteggerci abbiamo e meglio è...
quello che mi ha lasciato senza parole è stato il prezzo: 350 euro! icon_eek.gif
penso che non tutti possono permettersi di spendere cifre del genere icon_rolleyes.gif


Cosa sono 350 euro rispetto alle spese per mantenere una moto? Ritengo che se non si hanno 300 euro da investire per la propria sicurezza è meglio non mettersi in moto.
Comunque credo che andando avanti con lo sviluppo e la diffusione i prezzi caleranno.
 
7026909
7026909 Inviato: 22 Feb 2009 15:43
 

Coniglione ha scritto:


Cosa sono 350 euro rispetto alle spese per mantenere una moto? Ritengo che se non si hanno 300 euro da investire per la propria sicurezza è meglio non mettersi in moto.
Comunque credo che andando avanti con lo sviluppo e la diffusione i prezzi caleranno.


sono d'accordo, ma solo in parte...e ti spiego perchè: i 300 euro per la propria sicurezza sono necessari, ma comprando quel giubbino le spese sono tutt'altro che finite...io sono uno studente universitario, non lavoro (se non casi sporadici) e a fatica sono riuscito finora a racimolare i soldi per casco, giubbotto con protezioni e guanti. mi mancano ancora pantaloni tecnici e stivali, spero per l'estate di poterli comprare. per raccogliere altri 350 euro ci metterei almeno un altro anno, e per me sono sacrifici troppo grossi icon_rolleyes.gif
 
7026949
7026949 Inviato: 22 Feb 2009 15:52
 

il prodotto in questione è ancora molto di nicchia
 
7031984
7031984 Inviato: 23 Feb 2009 12:32
 

Ho letto l' articolo "incriminato" su In Sella di marzo, per quel che noto questa rivista ha fatto un ottimo lavoro con completezza di informazioni. eusa_clap.gif
Mi sà che è la prima volta.... icon_asd.gif

Riguardo alla Helite che è risultata la più penalizzata ciò è dovuto ai seguenti motivi:

- Il loro dispositivo Airbag è certificato CE solo come funzionamento e non come Back-Protector, certamente non è certificato EN1621-2:03

- Il Back Protector rigido che è disponibile come opzionale non ha superato i test per la 1621-2
Link a pagina di Helite.it
Cosa questa molto grave che richiederebbe una forte azione da parte di Helite nei confronti dell' ente che lo ha testato e successivamente di rivalsa presso i propri fornitori (cinesi?)

Mi aspetto (e sarei grato di ciò...) da parte di Helite e del suo rappresentante una risposta per tutto il forum e non solo via MP...... qui siam tutti competenti e con esperienza, quel che non capiamo è la confusione attorno a questo prodotto che non vorremmo mal giudicare preventivamente.
Un consiglio alla Helite è di lasciar perdere le vie legali.....perdereste in partenza e se vi ostinate a vendere come optional una "Protezione dorsale" che non supera i test EN1621-2 potreste ricevere lo stesso trattamento con esiti però certi
 
7032127
7032127 Inviato: 23 Feb 2009 12:54
 

Ah viene mandato un mp a chi? I lettori di questo forum, e in particolare di questo topic, sono molti di piu' di chi scrive, quindi se girano cose di interesse comune via MP a riguardo e' il caso che vengano divulgate.... mi sembra ovvio!
 
7033653
7033653 Inviato: 23 Feb 2009 15:45
 

Un grazie alla rivista che bene o male ha aperto una discussione rinviata da tutti.

Spero che le prossime normative considerino il fatto che gli airbags per moto possono essere forati da corpi estranei presenti numerosi sulle strade e per questo debbano avere una resistenza molto maggiore di quelli per auto che impattano solo con il viso.
 
7034393
7034393 Inviato: 23 Feb 2009 17:02
 

salvobike ha scritto:


ho a casa un depliant che hanno dato alla mia ragazza, riporto la voce "Certificazioni di prodotto":
"MOTOAIRBAG è certificato secondo la norma EN 1621-2 2003 "Motorcyclist protective clothing against mechanical impact - Part 2: Motorcyclists' back protectors" ed ha mostrato una forza trasmessa di soli 0,9 kN, valore nettamente migliore del massimo livello previsto dalla norma.
Ad esempio rispetto ad un protettore tradizionale, MOTOAIRBAG offre una protezione all'impatto da 10 a 12 volte superiore"

il depliant dà anche un sito internet e una mail:
Motoaibag.com - info@motoaibag.com
 
7034412
7034412 Inviato: 23 Feb 2009 17:03
 

oceano1969 ha scritto:
Un grazie alla rivista che bene o male ha aperto una discussione rinviata da tutti.

Spero che le prossime normative considerino il fatto che gli airbags per moto possono essere forati da corpi estranei presenti numerosi sulle strade e per questo debbano avere una resistenza molto maggiore di quelli per auto che impattano solo con il viso.


prima della prova della brutale, hanno effettuato una dimostrazione della resistenza dell'airbag: dopo averlo fatto gonfiare, lo hanno preso a martellate, proprio per dimostrare la sua sicurezza icon_wink.gif
 
7034760
7034760 Inviato: 23 Feb 2009 17:46
 

salvobike ha scritto:


sono d'accordo, ma solo in parte...e ti spiego perchè: i 300 euro per la propria sicurezza sono necessari, ma comprando quel giubbino le spese sono tutt'altro che finite...io sono uno studente universitario, non lavoro (se non casi sporadici) e a fatica sono riuscito finora a racimolare i soldi per casco, giubbotto con protezioni e guanti. mi mancano ancora pantaloni tecnici e stivali, spero per l'estate di poterli comprare. per raccogliere altri 350 euro ci metterei almeno un altro anno, e per me sono sacrifici troppo grossi icon_rolleyes.gif


Mah, la moto è un lusso, purtroppo.
 
7043531
7043531 Inviato: 24 Feb 2009 19:10
 

Ringrazio i moderatori per avermi dato la possibilità di intervenire direttamente nella discussione, senza così disturbare gli utenti con MP ma rendendo, spero, un servizio utile a TUTTI i lettori. Naturalmente resto sotto la “mannaia” dei moderatori che potranno depennarmi qualora rilevassero una mia forma pubblicitaria.
Mi chiamo Pietro e sono il responsabile della Helite.
Incomincio in ordine di "data" a rispondere ai vari interventi partendo da quello di alexandair :
Alaxandair ha scritto:
RAGAZZI MA VOI CREDETE AD UNO CHE DIFENDE SE STESSO?
Io credo solo ai test indipendenti, finchè altri test indipendenti non smentiscono quellli precedenti.
Le argomentazioni non sono corrette.
La ce riguardante la protezioni per motociclisti si applica attraverso le en. Tra l'altro per avere la ce di tutto il capo ci vuole ben altro che la sola prova d'impatto.
0.238 secondi sono troppi. alolatevi quanti metri fate in 0.238 a 100 km7h...tanti troppi per la mia colonna vertebrale.


L'airbag assorbe energia e rilascia forza.
Il paraschiena assorbe energia e rilascia forza.
In base alla forza residua posso decidere quale diminuisce le probabilità di danni.
Se non vi piaceva la en 1621.2 perchè l'avete usata per omologare il vostro prodotto?

1-Nessuno chiede di credere ad Helite ma ad un Istituto INDIPENDENTE e legalmente riconosciuto dalla Comunità Europea al rilascio di Certificati CE per DPI (dispositivi di protezione individuali)
2-Non è possibile ottenere una Certificazione Europea (CE) passando per un Normativa Europea EN. Ho rispondi in TOTO alla Normativa oppure NIET. Le scorciatoie all’italiana , in Europa, NON sono ammesse!!
3-Helite NON ha la certificazione di tutto il capo (questa è la EN13595 che include anche la EN1621:2) ed è una Normativa richiesta solo per i motociclisti professionali
4-L’airbag Helite assorbe energia all’impatto con il terreno
5-Il paraschiena rigido riduce la forza trasmessa al corpo perché aumenta la superficie d’impatto di un singolo punto di forza (spigolo)
6-Helite NON ha MAI testato l’airbag secondo la EN1621:2 visto che questa riguarda protettori RIGIDI
 
7043568
7043568 Inviato: 24 Feb 2009 19:14
 

Coniglione ha scritto:
Prendo atto delle argomentazioni del responsabile, che però temo sia abbastanza di parte. Anche se le sue affermazioni sono abbastanza logiche e potrebbero essere molto valide.
Condivido che il giornale in questione è buono forse a rifinire l'operato di una seduta fisiologica, ma cosa si pretende da un giornalino da 2 euri?
Forse sta alle aziende spingere per avere, dimostrare e pubblicizzare test imparziali, scientifici, coerenti.
Apprezziamo l'impegno di queste aziende nell'innovazione in una cosa in cui crediamo molto come la sicurezza, purtroppo solo il tempo e la sperimentazione imparziale daranno ragione a uno o l'altro sistema.
Ovviamente il tono stizzito della replica è valido solo in misura del fatto che si tratta di un messaggio privato, ma si pensi all'idea di intentare causa: gli organi di stampa sono liberi di testare gli articoli in vendita, soprattutto se si servono di un centro verifiche certificato.
Purtroppo è questo il sistema: in Italia i test non si fanno per paura di ripercussioni legali e danni pubblicitari.
Io credo che tutti siano liberi di testare i prodotti se lo fanno con un protocollo rigoroso. Se i risultati a cui giungono sono sbagliati o incoerenti è compito della casa produttrice dimostrare che il test è sbagliato e che bisogna farlo a modo diverso.

Proprio questo è il problema, le riviste sono libere di testare quello che meglio credono ma rispettando quanto dichiarato dalle case costruttrici: Helite NON ha MAI dichiarato che il sistema airbag fosse un protettore dorsale omologato con la Normativa EN1621:2. E dunque NON si capisce su quali basi hanno realizzato la prova. Mentre, leggendo l'articolo, sembra che l'unico che rispetti le regole è il Motoairbag (che viene dichiarato dal costruttore "WHEN INFLATED" Certificato EN1621:2). Inoltre abbiamo cercato di spiegare al giornalista le due diverse filosofie costruttive, da una parte la Motoairbag che ha realizzato un "super" paraschiena, cioè un protettore per la dorsale che trasmetti, quando è gonfio, meno forza all'interno del corpo umano (con altre controindicazioni?? Non siamo noi di Helite a doverlo chiarire) rispetto ad un tradizionale protettore rigido, dall'altra parte Helite che ha invece progettato un sistema airbag con obbiettivi assolutamente differenti: ammortizzare ed assorbire l'energia all'impatto con il terreno. Secondo noi, queste cose andavano messe in risalto nell'articolo e non limitarsi a dire questo supera una normativa e questi altri non la superano (tra l’altro MAI dichiarato).
 
7043597
7043597 Inviato: 24 Feb 2009 19:17
 

Alaxandair ha scritto:
Ma poi la resistenza alla penetrazione? L'airbag da solo non ne ha ( e purtroppo non esiste la normativa)
(e all'abrasione? perchè scrivete che il prodotto è certificato ce, senza specificare che lo è solo l'airbag e non la giacca?)
E perchè indicate i valori in "g" e non in "kn" o almeno in joule, nascondete qualcosa?
Perchè non ci dite il valore in kn che dichiarate?
A me i "g" non dicono nulla, pur sapendo la definizione...

Come già argomentato NON è obbiettivo principale del nostro sistema airbag opporci alla penetrazione di uno spigolo, per questo forniamo contemporaneamente entrambi i protettori (airbag + paraschiena). Uno per ammortizzare l’impatto, uno per eventuali spigoli.
Esprimere valori in joule sul sito (durante la certificazione CE ne vengono applicati 62) vuol dire rendere complicata la lettura alla maggior parte dei potenziali clienti che molto raramente si intendono di unità di misura dell’energia. Nel “Rapporto ufficiale di collaudo” (che chiunque può richiedere) sono presenti i joule (circa 62) e gli “strumenti” con la quale vengono testati i nostri sistemi airbag. Non nascondiamo nulla, rendiamo la lettura al potenziale cliente più semplice.
 
7043610
7043610 Inviato: 24 Feb 2009 19:18
 

oedem ha scritto:

riguardo la pentrazione, gli ho risposto a riguardo proprio per capire la situazione

visto che non protegge da penetrazione dovrebbero loro stesso provvedere ad inserire un qualcosa che protegga da tagli altrimenti l'airbag resta un sistema incompleto di protezione per la schiena

Infatti, sapendo che esistono dei limiti oggettivi del sistema airbag (tagli, lacerazioni …) , diamo entrambi i protettori
 
7043643
7043643 Inviato: 24 Feb 2009 19:21
 

Alaxandair ha scritto:

1: il corpo non è tagliente. se fosse stato davvero tagliente allora sarebbe andata ancora peggio.
2: ciò non ha senso, ci sono moltissimi modi per aumentare la velocità di gonfiaggio. Poi più il materiale e resistene, meglio si comporta durante l'urto
3: motoair carica sul collo? E questa dove l'hai letta, non può assolutamente caricare sul collo, al limite ciò lo POTREBBE fare l'helite
4: forza/energia si tratta solo di unità di misura, la botta è sempre la stessa. Come ho detto prima si può confrontare i kn con i j/m
5: il test con "l'incudine", il famoso test da 50 j, simula un impatto a 48 kmh. Di certo non è una velocità elevata...

1-Una forma circolare in acciaio che va a contatto su di una superficie sempre in acciaio, nel punto dove vengono a contatto forma un punto tagliente. Difatti nella prova sono stati tagliati sia il tessuto che le camere d’aria. Prova a mettere sotto all’incudine di quella forma un dito della mano, dopo mi dici se viene tagliato oppure no.
2-Aumentare la rapidità di gonfiaggio di un sistema airbag grande come quello di Helite è estremamente complesso e può risultare, al momento, addirittura pericoloso.
3-Naturalmente, in assenza di normative europee EN di riferimento, ognuno dice la sua.
4-Si, ma le unità di misura aiutano a capire di che tipo di protettore si sta parlando
5-Nella nostra certificazione CE vengono utilizzati 62 Joule, la differenza è che viene simulato l’impatto con l’asfalto e non contro uno spigolo (per quello c’è il paraschiena).
 
7043662
7043662 Inviato: 24 Feb 2009 19:23
 

GINOX ha scritto:


Si chiama Kerbstone ed è normalizzato, il battente ha un suo raggio standard che dovrebbe simulare lo spigolo di un marciapiede, un peccato che Helite non superi il test e preferisca le vie legali (ma con chi se la prende? Con la Newton o con In Sella?) piuttosto che ribattere con valide argomentazioni. C'è da considerare che la rivista in questione non gode della mia simpatia .... ma quando la Helite afferma che il jumping (rimbalzo) del battente può essere pericoloso bisogna aver le idee parecchio confuse su quel che è la trasmissione della forza visto che aziende ben più grandi di Helite han già fatto test e studi appropriati determinando la NON influenza di questo ai fini della sicurezza.
Aspettiamo a vedere che dirà la tanto agognata 1621-4 (airbag) e pure la 1621-3 (chest) chissà che si faccia un po' di chiarezza per evitare vaneggiamenti e certe cadute di stile.
Se veramente l' airbag si è "tagliato" con il Kerbstone normalizzato io al posto della Helite chiederei spiegazioni alla CRITT per prima cosa, visto che son stati questi a rilasciare il test report e l' attestato di certificazione.

Helite sta valutando le azioni legali perché, nell’articolo di In Sella, viene scritto che la Certificazione CE di Helite non esiste. Questa frase, essendo Helite in regolare possesso di Certificazione CE per l’intero prodotto airbag, è del tutto diffamatoria.

Sulla pericolosità di un sistema airbag troppo “duro” riportiamo la nostra esperienza, quando ci sarà una normativa EN di riferimento che regolamenterà il prodotto airbag saremo ben lieti di adeguarci.

L’Istituto indipendente CRITT NON ha certificato il prodotto airbag con la Normativa EN1621:2, quindi a loro NON dobbiamo chiedere assolutamente niente.
 
7043675
7043675 Inviato: 24 Feb 2009 19:25
 

vicking ha scritto:

io e mio nipote l'abbiamo, il motoairbag, e dopo i primi 2 o 3 giorni di ingarbugliamenti, il gancio/sgancio è diventato una manovra istintiva e non intralcia minimamente

Compratelo!

bene, siamo ben felici anche noi di Helite che ci siano persone sensibili che si preoccupano della loro sicurezza in moto
 
7043686
7043686 Inviato: 24 Feb 2009 19:26
 

Coniglione ha scritto:


Chissà, magari se si cade con addosso il Motoairbag si inizia a rimbalzare per chilometri...

questo bisognerebbe chiederlo a loro
 
7043701
7043701 Inviato: 24 Feb 2009 19:27
 

Django ha scritto:
Non entro nel merito della discussione, ma mi piacerebbe sapere se c'è una casistica di motociclisti che si sono fatti male perchè l'airbag non ha funzionato.

Non esiste ancora una statistica. Potremmo portare la nostra ma forse viene ritenuta pubblicità e questo risulta poco corretto.
 
7043727
7043727 Inviato: 24 Feb 2009 19:30
 

salvobike ha scritto:


ho a casa un depliant che hanno dato alla mia ragazza, riporto la voce "Certificazioni di prodotto":
"MOTOAIRBAG è certificato secondo la norma EN 1621-2 2003 "Motorcyclist protective clothing against mechanical impact - Part 2: Motorcyclists' back protectors" ed ha mostrato una forza trasmessa di soli 0,9 kN, valore nettamente migliore del massimo livello previsto dalla norma.
Ad esempio rispetto ad un protettore tradizionale, MOTOAIRBAG offre una protezione all'impatto da 10 a 12 volte superiore"

il depliant dà anche un sito internet e una mail:
Motoaibag.com - info@motoaibag.com

Sul tipo di Certificazione rilasciata da altre case costruttrice ci sarebbe molto da discutere. La normativa EN1621:2 infatti NON prevede un protettore gonfio o un protettore sgonfio. Quando un costruttore dichiara che il prodotto è certificato con la EN1621:2 e si “dimentica” di scrivere (o meglio inserisce SOLO nel pittogramma [legale??] , di lato, in verticale ed in lingua inglese il termine “When Inflated” (quando gonfio) lo si può paragonare ad un costruttore di automobili che, dichiarando di rispettare la norma antinquinamento EURO4, inserisce nel libretto di circolazione un timbro con la postilla “QUANDO IL MOTORE E’ SPENTO”!! LEGALE?? Non siamo sicuramente noi di Helite a doverlo accertare.
 
7043759
7043759 Inviato: 24 Feb 2009 19:33
 

GINOX ha scritto:
Ho letto l' articolo "incriminato" su In Sella di marzo, per quel che noto questa rivista ha fatto un ottimo lavoro con completezza di informazioni. eusa_clap.gif
Mi sà che è la prima volta.... icon_asd.gif

Riguardo alla Helite che è risultata la più penalizzata ciò è dovuto ai seguenti motivi:

- Il loro dispositivo Airbag è certificato CE solo come funzionamento e non come Back-Protector, certamente non è certificato EN1621-2:03

- Il Back Protector rigido che è disponibile come opzionale non ha superato i test per la 1621-2
Link a pagina di Helite.it
Cosa questa molto grave che richiederebbe una forte azione da parte di Helite nei confronti dell' ente che lo ha testato e successivamente di rivalsa presso i propri fornitori (cinesi?)

Mi aspetto (e sarei grato di ciò...) da parte di Helite e del suo rappresentante una risposta per tutto il forum e non solo via MP...... qui siam tutti competenti e con esperienza, quel che non capiamo è la confusione attorno a questo prodotto che non vorremmo mal giudicare preventivamente.
Un consiglio alla Helite è di lasciar perdere le vie legali.....perdereste in partenza e se vi ostinate a vendere come optional una "Protezione dorsale" che non supera i test EN1621-2 potreste ricevere lo stesso trattamento con esiti però certi


L’articolo della rivista lo giudicheranno i lettori che, ad esempio in altri forum (QDE), hanno già fatto le loro considerazioni.
Ribadisco il fatto che Helite NON ha MAI testato il sistema airbag con la Normativa EN1621:2 che NON può essere utilizzata per un protettore gonfiabile.
Per quanto riguarda il back protector inserito nei nostri gilet e giubbotti che non ha superato il test. Qui ci assumiamo tutte le nostre responsabilità e abbiamo immediatamente avviato l’iter per capire che cosa è successo. NON siamo noi i costruttori ma acquistiamo il paraschiena da un fornitore che ci ha rilasciato regolare certificato EN1621:2 che abbiamo oltretutto verificato contattando l’Ente certificatore per avere conferma di tutti i dati. Sarà nostro compito accertarlo ed agire di conseguenza.
 
7043773
7043773 Inviato: 24 Feb 2009 19:34
 

oceano1969 ha scritto:
Un grazie alla rivista che bene o male ha aperto una discussione rinviata da tutti.

Spero che le prossime normative considerino il fatto che gli airbags per moto possono essere forati da corpi estranei presenti numerosi sulle strade e per questo debbano avere una resistenza molto maggiore di quelli per auto che impattano solo con il viso.


Sicuramente va dato merito alla rivista di aver voluto affrontare l’argomento, rimaniamo un po’ perplessi sulle modalità ……
 
7044222
7044222 Inviato: 24 Feb 2009 20:24
 

Ciao a tutti, possiedo una giacca helite non ho alcuna conoscenza "tecnica" particolare (la sicurezza però mi interessa...).

Per questo motivo vorrei chiedere a helite un chiarimento non “tecnico” sul funzionamento del loro (mio) airbag sulla strada. In particolare, se ho capito bene:

1) in caso di caduta su una superficie piana (tipo asfalto), l'airbag assorbe l'impatto (o lo assorbe in parte) e non si taglia/scoppia;

2) in caso di caduta e impatto contro un ostacolo che possa essere tagliente (mi vengono in mente lo spigolo di un marciapiede, una macchina parcheggiata o un palo), l'airbag si taglia (o rischia di tagliarsi) senza ammortizzare il colpo (come pare avvenuto nella prova) lasciando come unica protezione la protezione rigida.

è proprio così?

Francamente, speravo e credevo nell’efficacia dell’airbag anche nella situazione n. 2 che mi pare tutt'altro che inusuale in caso di caduta per strada... icon_confused.gif
 
7044293
7044293 Inviato: 24 Feb 2009 20:32
 

duc80 ha scritto:
Ciao a tutti, possiedo una giacca helite non ho alcuna conoscenza "tecnica" particolare (la sicurezza però mi interessa...).

Per questo motivo vorrei chiedere a helite un chiarimento non “tecnico” sul funzionamento del loro (mio) airbag sulla strada. In particolare, se ho capito bene:

1) in caso di caduta su una superficie piana (tipo asfalto), l'airbag assorbe l'impatto (o lo assorbe in parte) e non si taglia/scoppia;

2) in caso di caduta e impatto contro un ostacolo che possa essere tagliente (mi vengono in mente lo spigolo di un marciapiede, una macchina parcheggiata o un palo), l'airbag si taglia (o rischia di tagliarsi) senza ammortizzare il colpo (come pare avvenuto nella prova) lasciando come unica protezione la protezione rigida.

è proprio così?

Francamente, speravo e credevo nell’efficacia dell’airbag anche nella situazione n. 2 che mi pare tutt'altro che inusuale in caso di caduta per strada... icon_confused.gif


Lo volete capire che l'airbag rilascia troppa energia/forza residua??! (50 kn sono troppi, si può parlare anche di j, calorie o quant'altro ma la quantità è la stessa!!!) il limite minimo di rottura della colonna è 4 kn!!!

Lo volete capire che il tessuto che usate nei giubotti/gilet resiste A MENO DI UN SECONDO DI ABRASIONE e che quindi dopo qualche metro l'airbag si lacera??!! (anche nella situazione 1 si sfonda)
 
7044536
7044536 Inviato: 24 Feb 2009 20:56
 

molto interessante questo topic.
stavo per aprirne uno uguale perchè ho letto anche io l'articolo di moto.it
ora voglio seguire gli svolgimenti...
 
7044781
7044781 Inviato: 24 Feb 2009 21:18
 

helite ha scritto:


L’articolo della rivista lo giudicheranno i lettori che, ad esempio in altri forum (QDE), hanno già fatto le loro considerazioni.
Ribadisco il fatto che Helite NON ha MAI testato il sistema airbag con la Normativa EN1621:2 che NON può essere utilizzata per un protettore gonfiabile.
Per quanto riguarda il back protector inserito nei nostri gilet e giubbotti che non ha superato il test. Qui ci assumiamo tutte le nostre responsabilità e abbiamo immediatamente avviato l’iter per capire che cosa è successo. NON siamo noi i costruttori ma acquistiamo il paraschiena da un fornitore che ci ha rilasciato regolare certificato EN1621:2 che abbiamo oltretutto verificato contattando l’Ente certificatore per avere conferma di tutti i dati. Sarà nostro compito accertarlo ed agire di conseguenza.


Ti sei fatto attendere Pietro ma sei il benvenuto con le tue risposte eusa_clap.gif
Però faccio queste considerazioni:

- Tutti i produttori eravate stati informati con anticipo che si trattava di un test su EN1621-2:03

- La vostra Certificazione Europea devo ancora capire a che normativa si riferisce e chissà che sarai in grado finalmente di darci risposta, perchè non è nemmeno la EN13595 che tuttalpiù prevede che siano installati protettori EN1621-1:97 e back 1621-2:03. L' una non sostituisce l' altra

- Io ho espresso il mio giudizio sul giornale e sull' articolo perchè l' ho letto molto bene e consiglio a tutti di leggerlo, se in altri forum hanno espresso pareri discordanti da quanto detto qui allora sarà bene illustrare anche a loro la vastità dell' argomento. Magari poi si ricredono ancora

- Sul vostro sito si parla di Prodotto Certificato CE..... ma manca il numero della norma di riferimento e vale come l' aria fritta.... o come dal plagio asiatico può pure significare China Export

- Anche sul sito della casa madre non vedo Attestati di Certficazione di alcun genere

- I valori espressi in G sulla vostra tabella non valgono granchè per la normativa EN1621-2:03 che richiede espressamente che siano riportati in J o Kn. Quindi vostri dati potrebbero generare confusione nel motociclista/consumatore che è abituato a leggere i Kn

- La CRITT la conosco perchè è tra i pochi enti europei che può certificare protezioni per scherma anche quelle oltre i 1600 N da penetrazione (EN13567)..... mi confermi che può certificare anche quelle da moto?

- Il vs fornitore del back rigido vi avrà fornito le performance e copia dell'attestato di certificazione del back, giusto? Senza dubbio può solo essere un livello 1 ma che valore dichiarava?

Ultima modifica di GINOX il 24 Feb 2009 21:26, modificato 1 volta in totale
 
7044833
7044833 Inviato: 24 Feb 2009 21:22
 

Alaxandair ha scritto:

Lo volete capire che il tessuto che usate nei giubotti/gilet resiste A MENO DI UN SECONDO DI ABRASIONE e che quindi dopo qualche metro l'airbag si lacera??!! (anche nella situazione 1 si sfonda)


Alex io attenderei la Certificazione Europea 13595 come detto da Pietro di Helite...... non si sa mai che ora un gilet senza protezioni spalla/gomito superi i test per questa normativa....del resto credo pure agli UFO icon_asd.gif
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 2 di 6
Vai a pagina Precedente  123456  Successivo

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumAbbigliamento Tecnico e Accessori per Mototurismo

Forums ©