Leggi il Topic


cinghia scarver
3390739
3390739 Inviato: 11 Gen 2008 18:56
Oggetto: cinghia scarver
 

Ciao a tutti, la mia F650CSè quasi arrivata a compiere i suoi 20.000Km, e come prevede il libretto di manutenzione BMW dovrei cambiare la cinghia di trasmissione, ma è ancora in ottime condizioni. Voi cosa mi consigliate?
Qualcuno di voi ha una scarver con oltre 20000Km e con ancora la cinghia originale? Ciao e grazie. icon_wink.gif
 
3395479
3395479 Inviato: 12 Gen 2008 12:23
 

8-)Ciao MAURO650CS per la cinghia delle nostre moto non è prevista alcuna sostituzione a 20.000 km, semmai dopo i 40.000 e/o se ci sono tracce evidenti di danni o di usura; posso chiederti su quale manuale hai letto questa informazione o chi te l'ha riferita? (pura curiosità).
doppio_lamp_naked.gif
 
3396102
3396102 Inviato: 12 Gen 2008 14:21
Oggetto: manuale d'uso e manutenzione
 

Ciao, sì l'ho letto sul manuale d'uso e manutenzione della scarver. In effetti mi sembra strano anche a me dato che sono cinghie destinate a durare un'eternità, e che non hanno sforzi eccessivi visto la poca potenza della CS. Anche tu proprietari di una scarver? come ti trovi? che problemi ti ha dato?
 
3396248
3396248 Inviato: 12 Gen 2008 14:41
 

icon_cool.gif Sono abbastanza soddisfatto: ho dovuto sistemare il connettore del clacson perchè i fili erano un pò corti e il movimento li faceva rompere e poi un connettore dell'anabbagliante era un pò lasco e la lampada a volte si spegneva (ora ho lo xenon).Considera che la manutenzione la faccio da me seguendo il manuale di officina, quindi non ci sono stati altri problemi risolti da meccanici. doppio_lamp_naked.gif
 
3396370
3396370 Inviato: 12 Gen 2008 14:57
 

ciao... tra l'altro se provi a cercae si era parlato in lungo e in largo della cinghia e di come sostituirla ... se non ricordo male... icon_biggrin.gif
 
3396711
3396711 Inviato: 12 Gen 2008 15:33
 

Come dice giustamente TonioSan in quest'altro topic se n'e' parlato a piu' riprese

icon_arrow.gif Link a pagina di Motoclub Tingavert

lasciamo aperto questo topic ma non andiamo OT, approfondiamo eventualmente tutti i discorsi e le argomentazioni relative alla trasmissione finale a cinghia

Ultima modifica di Enricaccio il 12 Gen 2008 16:27, modificato 1 volta in totale
 
3397113
3397113 Inviato: 12 Gen 2008 16:13
 

Bhe se vogliamo approfondire potremmo parlare dei vantaggi e del perchè della cinghia.


A differenza della catena clasica, che utilizza corona e pignone per trasferire il movineto motore-catena-ruota, la cinghia utilizza due puleggie una motrice (lato motre) e una condotta, lato ruota. La cinghia funziona attraverso l'attrito e normalmente non striscia sulle puleggie.


La cinghia ha tanti vantaggi : è sileziosa, ha un elevato rendimento, ha una lunga durata, offre un minimo di sicurezza per carichi di lavoro troppo alti, ha manutenzione zero e non va lubrificata.
Certo si consuma anche lei come tutto... icon_smile.gif

Detto così sembra quasi il sistema di trasmissione migliore che ci siamo inventati. Tuttavia ha il difetto che non può essere impiegato in fuori strada.
Ad esmpio prima che uscisse l'800gs, molti pretendevano che questa avesse la cinghia perchè più comoda e senza manutenzione o il cardano, visto come più lussuoso ed esclusivo.

Niente di più sbagliato, infatti se tu con una moto a cinghia dentata vai in fuori strada potrebbe non succedere nulla, come potrebbe essere e che un sassolino si incastri nella cinghia, cerhi di entrare nelle pullegge e la cinghia va a farsi benedire. Senza contere che tra salti sobbalzi e sforzi dovuti al terreno sconnesso accorcerebbe notevolmente la sua vita, trasmettendo il moto in maniera irregolare, ne consegue il rischio di rottura. "La catena è ingrago di assorbire megli0 le asperità".

Dunque: le cinghie sono ottime, nonstante qualche motociclista pensi che siano da moto lente o più ferme tipo Haley ecc... , tuttavia è consigliato u impiego stradale. icon_wink.gif
 
3399406
3399406 Inviato: 12 Gen 2008 22:08
 

giuno ha scritto:
icon_cool.gif Sono abbastanza soddisfatto: ho dovuto sistemare il connettore del clacson perchè i fili erano un pò corti e il movimento li faceva rompere e poi un connettore dell'anabbagliante era un pò lasco e la lampada a volte si spegneva (ora ho lo xenon).Considera che la manutenzione la faccio da me seguendo il manuale di officina, quindi non ci sono stati altri problemi risolti da meccanici. doppio_lamp_naked.gif


Sì in effetti il blocco deviatore luci è un pò alla buona, proprio oggi l'ho sostituito, mi si è rotto il pressing nell'ultima uscita domenicale... icon_cry.gif
Ed ho dovuto sostituire il tappo del serbatoio (sottosella) perchè si era rotto ed uscita benzina la primavera scorsa, apparte questo, non ho mai avuto problemi. Appunto mi chiedevo se alla soglia dei 20.000 dovevo cominciarmi a preoccupare. Tu con la tua quanti Km hai percorso?
 
3400222
3400222 Inviato: 13 Gen 2008 0:25
 

La mia ha percorso circa 26000km, di cui 23000 con me negli ultimi 2 anni. Ho controllato il tensionamento della cinghia circa due mesi fa ed è risultata sovratensionata (troppo tesa), per cui, ammettendo che in fabbrica l'abbiano installata con una certa sovratensione, considerando il consumo iniziale di assestamento più la normale usura d'utilizzo, la cinghia si è consumata ancora meno di quanto previsto in fase di progetto.
0510_saluto.gif
 
3401684
3401684 Inviato: 13 Gen 2008 13:27
 

TonioSan ha scritto:
Bhe se vogliamo approfondire potremmo parlare dei vantaggi e del perchè della cinghia.


A differenza della catena clasica, che utilizza corona e pignone per trasferire il movineto motore-catena-ruota, la cinghia utilizza due puleggie una motrice (lato motre) e una condotta, lato ruota. La cinghia funziona attraverso l'attrito e normalmente non striscia sulle puleggie.


La cinghia ha tanti vantaggi : è sileziosa, ha un elevato rendimento, ha una lunga durata, offre un minimo di sicurezza per carichi di lavoro troppo alti, ha manutenzione zero e non va lubrificata.
Certo si consuma anche lei come tutto... icon_smile.gif

Detto così sembra quasi il sistema di trasmissione migliore che ci siamo inventati. Tuttavia ha il difetto che non può essere impiegato in fuori strada.
Ad esmpio prima che uscisse l'800gs, molti pretendevano che questa avesse la cinghia perchè più comoda e senza manutenzione o il cardano, visto come più lussuoso ed esclusivo.

Niente di più sbagliato, infatti se tu con una moto a cinghia dentata vai in fuori strada potrebbe non succedere nulla, come potrebbe essere e che un sassolino si incastri nella cinghia, cerhi di entrare nelle pullegge e la cinghia va a farsi benedire. Senza contere che tra salti sobbalzi e sforzi dovuti al terreno sconnesso accorcerebbe notevolmente la sua vita, trasmettendo il moto in maniera irregolare, ne consegue il rischio di rottura. "La catena è ingrago di assorbire megli0 le asperità".

Dunque: le cinghie sono ottime, nonstante qualche motociclista pensi che siano da moto lente o più ferme tipo Haley ecc... , tuttavia è consigliato u impiego stradale. icon_wink.gif


Sì in effetti mi trovo molto bene con la cinghia, ed è vero anche quanto dici a proposito del fuori strada. Una volta ho dovuto affrontare qualche passo sterrato e la moto comunque non mi ha dato alcun problema, è andata liscia come un rasoio, al contrario di come qualcuno mi aveva detto... ovvero dell'elevata pericolosità di uscire fuori strada con una moto con la cinghia.
 
3401927
3401927 Inviato: 13 Gen 2008 13:54
 

MAURO650CS ha scritto:


Sì in effetti mi trovo molto bene con la cinghia, ed è vero anche quanto dici a proposito del fuori strada. Una volta ho dovuto affrontare qualche passo sterrato e la moto comunque non mi ha dato alcun problema, è andata liscia come un rasoio, al contrario di come qualcuno mi aveva detto... ovvero dell'elevata pericolosità di uscire fuori strada con una moto con la cinghia.


nonè che sia periscolo è che se ti finisce un sasso nelle puleggie la cinghia rischia di rompersi....questo è il pericolo più pericoloso.
 
13643232
13643232 Inviato: 3 Ago 2012 16:52
 

Ragazzi scusate, io ancora ad oggi non ho risolto il problema alla cinghia del mio cs e sono ancora a 12000!!! In più da poco tempo ho un problema ai freni posteriori, abs, la spia dopo un po di tempo dalla accensione rimane accesa. Ho cambiato l'olio dello impianto frenante e le pastiglie ma niente la moto continua a frenare male, il pedale si indurisce e non è reattivo anzi paradossalmente funziona meglio dopo che si accende la spia dell abs!. Il mio meccanico leggendo la centralina trova un errore ma non la descrizione e quindi pensa che debba rivolgermi alla bmw...sapreste aiutarmi?!? Grazie anticipatamente.
 
13643778
13643778 Inviato: 3 Ago 2012 20:17
 

Che problema hai alla cinghia?
Per l'abs evidentemente si disattiva dopo il test perchè c'è un malfunzionamento, quindi il freno post. frena normalmente ma non ha l'antibloccaggio. Il codice di errore lo puoi leggere se hai uno strumento diagnostico tipo il gs911.
 
13645098
13645098 Inviato: 4 Ago 2012 13:14
 

Grazie intanto per la celere risposta, per quanto riguarda il freno posteriore frena comunque male con o senza spia accesa; per quanto riguarda la cinghia devo dirti che fa un forte rumore di attrito, risulta essere al limite col nordo esterno del pignone grosso, la tensione dovrebbe essere ok ma il meccanico bmw sostiene dipenda da cuscinetti... l'altro non si pronuncia. Che sarà?
 
13645909
13645909 Inviato: 4 Ago 2012 18:49
 

A naso direi che ha ragione il meccanico bmw e che il malfunzionamento del freno posteriore potrebbe essere una conseguenza del danno ai cuscinetti (o all'asse), se la cinghia non ha danni visibili (come mostrato nel libretto di uso e manutenzione) è sempre ok!
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 1

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum BMWBMW - Consigli Meccanici e Tecnici

Forums ©