Tecnica
Cambio dei pick-up su Ducati Monster 600 900 e SS Carburatori
Scritto da Nick82 - Pubblicato Giovedý 17 novembre 2016 @ 17:22:05 CET
Problema : la moto mi andava ad un cilindro e dopo varie prove su candelette, pipette, bobine e centraline ho scoperto che avevo un pick-up andato. Qui di seguito vi descrivo come ho proceduto per la sostituzione

Ciao a tutti gli appassionati che si ritrovano con la moto guasta e per scelta o soprattutto per necessità decidono di procedere per il fai da te e disperati o quasi navigano in rete alla ricerca di qualche dritta su come affrontare e magari risolvere il problema da soli senza spendere una fortuna dal meccanico e magari rovistando nell'usato alla ricerca dei pezzi necessari.
Bene io ho fatto esattamente come questo tipo di persone, rovistando qua e la nella rete, alimentato dalla voglia di ritornare in moto e soprattutto di riaverla al top.

Ho un Monster 600 del 99 su cui è montato un kit di elaborazione soft e composto da scarichi senza db killer Termignoni, filtro bmc in cotone con air box originale e Kit Dynojet per carburatori Stage1 (molle getti e spilli). La mia piccola mi piace un sacco e va bene che è una meraviglia, un sound veramente aggressivo e un erogazione un po ruvida e scorbutica tipica di una moto a carburatori e con il kit ha preso un bel po di tiro agli alti

DESCRIZIONE DEL PROBLEMA (sintomi) :

Un bel giorno, per modo di dire, accendo la moto e mi accorgo subito che è partita ad un cilindro solo, che li per li non mi sono preoccupato più di tanto perché prima della modifica con il kit succedeva ( nel cambio di stagione) che partisse a uno cilindro, poi si sbloccava il secondo quando il motore scaldava un pochino, anche se dopo aver installato il Kit non avevo più avuto questo problema... vabbè penso io... probabilmente una volta tanto...

Parto lo stesso, tiro un po una marcia e infatti ecco la botta del secondo cilindro, bene, vado a lavoro e non ci penso più, esco da lavoro accendo la moto e mi riparte ad un cilindro... ecco ora incominciano ad insinuarsi dei dubbi e cresce la convinzione che è un problema di carburazione, tiro una marcia... niente, ritiro un altra marcia un po' più decisa e riecco la botta del secondo cilindro, mi fermo per delle commissioni un'oretta e riaccendo la moto, niente, mi riparte ad un cilindro... ragazzi... non potete immaginare i moccoli che ho tirato nella mia testa. Qui il problema si fa importante penso... stavolta scocciato tiro di brutto a mio rischio e pericolo perché così si può grippare il cilindro che va che deve tirare tutto il motore con tanto di pistone morto al seguito il quale comprime ma non scoppia e in più il motore scalda solo in parte, insomma, non si sblocca più e da li mai più un segnale di vita.

Ovviamente le cose succedono il fine settimana ma la mattina dopo che è Sabato e un sole che spacca le pietre per il ponte del 1 novembre, il concessionario Ducati delle mie parti è aperto. Crying or Very sad
L'ultima volta che mi hanno visto è stato un paio di anni fa a comprare il bulbo sonda della pressione dell'olio, questo per dire che ero parecchio disperato.
Insomma per farvela breve la sua diagnosi è stata centraline o bobine, un problema per il quale avrei dovuto lasciare la moto per una settimana in cambio di una Scrumbler in prestito... col cax.... enso io, però il tipo mi dispensa dei consigli, ovvero di fare dei controlli intercambiando centraline e bobine per vedere chi e cosa è bruciato Think

INDIVIDUAZIONE DEL GUASTO :

Ormai è Domenica e rassegnato al fatto di non poter fare un giretto in moto con un tempo quasi primaverile faccio una serie di prove.
Il cilindro non funzionate è quello verticale che rimane più freddo ovviamente quando la moto scalda.
Penso allora che se è un guasto all'impianto di accensione di uno dei due cilindri se scambio le varie parti da uno all'altro mi si dovrebbe accendere il cilindro verticale anziché quello orizzontale allora.

Scambio le candele - Niente sempre lo stesso cilindro
Scambio le pipette con relativi cavi - Niente
Scambio (incrociandole) Centraline e bobine - Niente

Mha... ui penso io... funziona tutto, allora il problema è altrove... ma dove?
Sempre più scocciato ma intestardito prendo il Multimetro, volgarmente chiamato Tester e attacco in 200 volt le punte agli spinotti delle centraline alle quali arriva la giusta tensione 13, o giù di lì , Ok!
Dall'altra parte ci sono altri due spinotti con due strani cavetti, due sono rosso e bianco sulla centralina di sinistra guardando il cupolino e due nero e giallo su quella destra, penso, e questi che sono??
Ecco che entrano in ballo i forum ed è per questo che ci tengo a scrivere anche io sul forum la mia esperienza perché magari qualcun altro possa trovare dei consigli utili e possa fare il lavoro da solo
Per fortuna tempo fa mi scaricai il manuale del mio modello dove la moto è scomposta pezzo per pezzo e vite per vite, questo:

http://www.corsa-jp.com/ducati/service/partslist/2000_model/M600-00/M600-00.pdf

da qui sono riuscito a capire dove finissero quei cavetti... ai pick-up

Pick-up = nel nostro caso 2, sensori magnetici che danno l'impulso elettrico alla centralina che elaborandolo lo manda alle bobine che accendono la candela nel momento in cui serve (anticipo), il segnale viene dato dal passaggio di una placchetta in rilievo di metallo che gira sullo statore. Quindi sul rotore/ volano.

Ci sono i due pick-up in basso uno a sx uno a dx.
Vengono venduti a coppia con tutto il cablaggio fino alle centraline quindi è inutile sapere (nel mio caso) quale è bruciato, non ci fate niente purtroppo non potete cambiarne uno solo
Si misurano in Ohm e devono dare il segnale intorno ai 100 ohm come valore, la misurazione si può fare a motore spento misurando direttamente dai connettori sulla centralina, infatti misurando i miei uno mi dava il valore e l'altro mi dava 1 cioè niente

CAMBIO DEI PICK-UP PASSAGGIO PER PASSAGGIO

I pick-up si trovano nel carter di sinistra, ho trovato che fosse sigillato con la pasta nera come guarnizione, l'altro, quello della frizione ha una guarnizione metallica.
(il Carter dello statore l'ho già aperto e richiuso una volta per riverniciarlo)

- Moto sul cavalletto centrale
- togliere tutto l'olio motore come per fare il cambio ma senza togliere il filtro se volete rimetterci quello che togliete
- togliere la sella e alzare il serbatoio
- scollegare la batteria per sicurezza
- togliere il cavalletto (altrimenti il carter non passa)
- scollegare la leva del cambio dal millerighe con la bugola
- togliere il copripignone
- scollegare temporaneamente l'attuatore della frizione (3 brugole) non tirate la frizione potrebbe entrare aria nel circuito
- Togliere tutte le brugole del carter di cui una è appunto sotto l'attuatore della frizione
- rimontare solo l'attuatore (3 brugole) vi servirà per stappare il carter che non verrà mai a mano per via del magnete, è un metodo un po spartano ma vi eviterà di usare un estrattore da montare sullo sportellino del carter, non provate a usare cacciaviti o quant'altro
- tirate la frizione e il carter si stacca dal blocco
- con molta attenzione e il più dritto possibile togliete il carter, farà un po di resistenza, tirate decisi ma dritti potreste piegare l'albero (anche se la vedo dura) che si trova sotto (se si riappiccica il carter tirate nuovamente la frizione).
- scollegate i cavi che dallo statore all'interno del carter salgono su fino dall'altra parte che vanno fino al regolatore di tensione, percorrendo i cavi verso l'alto appunto troverete dietro il telaio dalla parte destra della moto un connettore, staccatelo e togliete eventuali fascette che trovate lungo il percorso del cavo (operazione che potete fare anche prima di togliere il carter è lo stesso) basta non tirare i cavi.
- appoggiare il carter con il suo cavo attaccato dove non si graffia con lo statore verso l'alto
- scollegare i connettori dei pick-up sulle centraline
- togliete con un piccolissimo cacciavite gli spinotti dai connettori dei pick-up
- liberate i cavi dalle eventuali fascette e dal telaio
- aprite il piccolo tappino di plastica che si trova sul blocco motore dove entra il cavo, dentro c'è una guarnizione in gomma, toglietela con un cacciavitino
- sfilate con attenzione i cavi dal buco sul blocco motore dalla parte dei pick-up
- togliete il reggicavo sulla barra dove sono avvitati i pick-up
- togliere i due pick-up tenendo tutte le rondelline sulle viti come le trovate

Questi sono i pick-up come li avete tolti

Io li ho comprati usati per la modica cifra di 80euro con la staffa e tutto, in Ducati costano la bellezza di 179euro una cifra secondo me folle per quello che sono e non mi va proprio di doverli pagare cosi' tanto (è un pezzo che può non rompersi mai, non ha una scadenza) rischio o no? vedremo spero non mi si rompano più o fra altri 40.000 km.

- Rimontateli come li avete tolti, io avevo comprato anche gli spessimetri ma non mi sono serviti a niente, uno era più vicino uno più distante al passaggio della placchetta sul volano/rotore ma essendo un pezzo identico che rimontate sulla stessa staffa la vedo un operazione un po insensata, io personalmente non sono riuscito a regolarli e non mi andava di spostare in alcun modo la staffa visto che il problema non era la mancanza di impulso dovuta alla distanza ma una rottura proprio del pick-up! Comunque pare che devono stare intorno a 0.7/0,8 (fonti varie su internet)
- Rimontate tutto con attenzione ( io li ho avvitati stringendo il giusto) facendo passare i cavi dal buco e mettendo le guarnizioni al loro posto,
pulite bene tutto il bordo del carter che appoggerà sul blocco e appunto anche il bordo del blocco per applicare (sul bordo del carter) la pasta nera senza lasciare spazi vuoti facendo una striscia di pasta nera di circa 3mm.
- riaccoppiate delicatamente e rimontare tutte le brugole, rimontate e ricollegate tutto ecc.ecc
-rimettete l'olio motore che avevate tolto o rimettetelo nuovo così ne approfittate per fare il cambio dell'olio e aspettate un giorno prima di accendere la moto per fare un collaudo

CONCLUSIONI

La moto va alla perfezione! DoppioOk Campione Up

Però Amici motociclisti, questo è il racconto di un lavoro a mio avviso lungo ma semplice, fatto personalmente e seguendo le mie logiche acquisite nel tempo e in base alle mie esperienze personali, se non siete sicuri, avete dubbi o non avete i mezzi occorrenti per fare il lavoro portate la moto da un professionista o alla Ducati. mi raccomando.

Ciao a tutti!

Doppio Lamp Naked Doppio Lamp Naked Doppio Lamp Naked Doppio Lamp Naked Doppio Lamp Naked Doppio Lamp Naked
 

Commenti degli Utenti (totali: 3)
Login/Crea Account



I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli utenti non registrati
Commento di: indiana il 22-11-2016 09:50:03
...Questo lavoretto l'ho dovuto fare anche io sulla mia Ducati Indiana...!!! Pero io ho dovuto cambiare anche le due centralinette...!!! E dpo aver controllato tutto l'impianto di accensione...il motore e ripartito...alla grande... Banana Banana Banana Banana
Commento di: Ospite il 28-12-2016 17:14:14
Bravissimo, complimenti!
Commento di: Nick82 il 08-01-2017 23:17:43
Grazie!