Leggi il Topic


Indice del forumForum KawasakiForum Kawasaki Versys

   

Pagina 1 di 1
 
Statore /regolatore di tensione
15989126
15989126 Inviato: 12 Lug 2018 14:14
Oggetto: Statore /regolatore di tensione
 



Dopo aver bruciato un regolatore di tensione (versys 2011) a 28.000 km sostituendolo con uno nuovo mi sono piombate addosso dei timori per l l'affidabilità durante un viaggio lontano da casa.
Piccola premessa:
Il regolatore di tensione (almeno per il mio modello 2011) è collocato tra la ruota posteriore ed il motore e a circa 7 cm sopra lo scarico.
Immaginate calore, acqua e sporco mi hanno bruciato regolatore e fuso lo spinotto, poco male, armandomi di ingegno, ho allungato i fili e spostato il regolatore nuovo nella carena opposta a quella dove e' collocato il serbatoio di riserva del refrigerante (a sinistra stando in sella ).
Risultato, niente acqua, niente calore motore e calore scarico e più raffreddamento durante la marcia, sono finite le paure??? Per nulla direi !!!!
Mi sono documentato per qualche mese circa e senza scendere i tecnicismi ho rilevato quanto segue:
Detto terra terra,lo statore che produce corrente la invia al regolatore che la trasforma a circa 14 volt, la restante energia non consumata viene restituita allo statore che la scarica a massa producendo un calore incredibile friggendo alla lunga statore ma sovraccaricando anche il regolatore.
La soluzione adottata spostando il regolatore migliora la situazione ma non salvaguarda lo statore (fate un giro in moto per 15 minuti e toccate la calotta che contiene ll statore)che continua a soffrire(ma anche il regolatore soffre).
La soluzione:
Oltre a spostare il regolatore, acquistarne uno evoluto che scalda poco e fa soffrire meno lo statore.
La soluzione si chiama Shindengen SH775 che con prove certe risolve il problema a monte (leggere il trattato di belinassu).
Il problema è che non si trova se non comprandolo come ricambio di quad polaris(215 miglior prezzo) oppure moto d'acqua Seadoo(175 miglior prezzo), attenzione ai cloni cinesi.
Detto questo , nel mio caso farò questa modifica ma sostituendo anche lo statore (7 anni di vita e 34.000 km con vecchia tecnologia del regolatore credo che lo statore é cotto a metà).
Riepilogando a lavoro concluso:
Nuovo regolatore e nuova posizione vuol dire benefici totali e rapida sostituzione in emergenza con regolatore di riserva (anche un buon cinese ben fatto che ho trovato);
Sostituzione nuovo statore che lavorerà piu fresco e a lungo ma sempre con il vecchio al seguito.
Immaginate un guasto lontano da casa magari fuori confini ed il meccanico che oltre al rimorchio dovrà ordinare lo statore con giorni di attesa ??(guasto allo statore e statore di riserva con fortuna in giornata vi rimettete in viaggio.
Disponibile ad approfondimenti.
 
16016433
16016433 Inviato: 10 Ott 2018 18:14
 

Ciao Runner..qualche giorno fa mi si è bruciato il secondo statore su Versys2011. Non mi ha fatto nemmeno 15.000 km. Ora sto valutando di fare la modifica del regolatore perché di questo passo ci spenderò una fortuna in statori nuovi senza aver mai la certezza di aver risolto. Puoi darmi qualche info in più su dove hai acquistato, se comprensivo di cavi etc..Graziee
 
16016460
16016460 Inviato: 10 Ott 2018 19:59
 

Sesetto ha scritto:
Ciao Runner..qualche giorno fa mi si è bruciato il secondo statore su Versys2011. Non mi ha fatto nemmeno 15.000 km. Ora sto valutando di fare la modifica del regolatore perché di questo passo ci spenderò una fortuna in statori nuovi senza aver mai la certezza di aver risolto. Puoi darmi qualche info in più su dove hai acquistato, se comprensivo di cavi etc..Graziee
.

il mio post urge di varianti dovute ad impossibilità tecniche nel collocare il regolatore citato, in quanto questo dispone di spinotto a 5 cavi mentre il nostro è uno spinotto a 6 cavi( il sesto serve per dare corrente ai fari subito dopo la messa in moto.
detto cio,' se ti riferisci allo spostamento del regolatore, il tutto, se hai manualità e pazienza, è abbastanza facile anche se comporta almeno mezza giornata di lavoro.
devi smontare il terminale, sfilarlo e smontare il regolatore eliminando anche la staffa di supporto, taglia il cavo lasciando una decina di cm di cavi vicino allo spinotto( segnati i colori dei cavi, per sicurezza anche quelli gialli anche se possono essere collegati a caso giallo contro giallo), compra cavi di idonea sezione( 2,5 mm2) ,calcola il percorso da fare portandoti subito a sinistra, lungo il serbatoio ed arrivare dietro alla carena sinistra che va smontata, trova un posto dove collocare il regolatore ( se mi dai il nr. in mp posso inviarti qualche foto) e creati una staffa per montarci il regolatore facendo attenzione che poi la carena monti senza intoppi.
effettua le saldature utilizzando una doppia guaina termorestringente( guaina su guaina per ogni cavo) e utilizza una guaina finale di diametro sufficiente per raccogliere tutti e 6 i cavi saldati ed inguainati singolarmente.
A lavoro fatto il regolatore non soffre come prima.

il doppio guasto allo statore mi incuriosisce, il primo sicuramente originale e il secondo statore? originale o di quale marca? il meccanico ti ha dato spiegazioni di questo guasto frequente e a breve chilometraggio?
disponibile a chiarimenti ulteriori
 
16016466
16016466 Inviato: 10 Ott 2018 20:16
 

Sinceramente non pensavo allo spostamento del regolatore, ma è una cosa da valutare sicuramente. Mi mettevo il problema per i connettori...c'è da studiarli per bene perché già una prima differenza sta nel numero stesso dei cavi (5 contro 6). Sto facendo una ricerca su dove reperire l'SH755 e no è affatto facile, a meno di non prendere roba di dubbia fattura. Per quanto riguarda i miei statori, sì il primo era originale e mi ha fatto circa 48.000 km, il secondo preso sulla baia tedesca di fattura sconosciuta ovviamente non originale poiché pagato circa 115€. Il mecca fa spallucce...nel senso che lo riconduce sicuramente alla scarsa costruzione dello statore (il secondo che è durato 15k) ma riconosce che il problema di base resta quello del regolatore in shunt...quindi a me l'ardua decisione...continuare a cambiare statori o metterci mano per una soluzione (forse) definitiva.
 
16016487
16016487 Inviato: 10 Ott 2018 21:09
 

Sesetto ha scritto:
Sinceramente non pensavo allo spostamento del regolatore, ma è una cosa da valutare sicuramente. Mi mettevo il problema per i connettori...c'è da studiarli per bene perché già una prima differenza sta nel numero stesso dei cavi (5 contro 6). Sto facendo una ricerca su dove reperire l'SH755 e no è affatto facile, a meno di non prendere roba di dubbia fattura. Per quanto riguarda i miei statori, sì il primo era originale e mi ha fatto circa 48.000 km, il secondo preso sulla baia tedesca di fattura sconosciuta ovviamente non originale poiché pagato circa 115€. Il mecca fa spallucce...nel senso che lo riconduce sicuramente alla scarsa costruzione dello statore (il secondo che è durato 15k) ma riconosce che il problema di base resta quello del regolatore in shunt...quindi a me l'ardua decisione...continuare a cambiare statori o metterci mano per una soluzione (forse) definitiva.


beh sicuramente il lavoro di spostamento regolatore offre due benefici:
-Collocazione in luogo areato e lontano da fonti di calore e acqua( terminale di scarico, motore, parafango posteriore)
- possibilita' di sostituzione immediata in caso di guasto rilevato da un banale voltometro( basterebbe togliere solo la carena sinistra).
per lo statore ritengo che 48.000 km siano un ottimo traguardo visto come frigge, 15.000 km rispecchia invece il prezzo pagato per il ricambio ( ho trovato almeno un paio di marchi intorno alle 200 euro che garantirebbero la buona qualità, mentre quello originale costa 300 euro almeno, sarebbe utile sapere chi produce gli statori per kawasaki).
riguardo il regolatore SH 775 costa intorno le 200 euro ma sarebbe interessante come collegarlo, ovvero come usare i 6 cavi della nostra moto per questo ricambio.
se trovi la soluzione condividila, anche se mi sono rassegnato a tenere la situazione attuale e viaggiare almeno con un regolatore di ricambio che posso sostituire da me in caso di bisogno.......per lo statore...mah..... pensavo comunque di comprarlo come ricambio per precauzione e portarmelo al seguito( tanto prima o poi cederà) in modo da eliminare tempi di attesa dal meccanico e prezzi gonfiati
 
16016568
16016568 Inviato: 11 Ott 2018 8:10
 

Mi state facendo crescere l'ansia icon_eek.gif
La mia versys è una 2010, 40000km con ancora la batteria originale, impianto elettrico originale (no manopole riscaldate, prese 12v ecc) e sinceramente avevo letto qua e là che il regolatore avrebbe potuto dare problemi ma finora ( tie.gif ) ...
Probabilmente l'avere montato quasi subito un parafango sopraruota può aver inciso sulla vita del regolatore stesso non facendoci arrivare troppo sporco sopra.
Intanto continuo a seguire i vostri lavori 0509_up.gif
 
16016585
16016585 Inviato: 11 Ott 2018 9:20
 

Qui si sta parlando del Versys 650, del 1000 o di entrambi? Sarebbe utile, credo, capire se questa problematica riguardi tutto il mondo Versys o solo un tipo di motore.
Ricordo, ad esempio, che il CBF 600 non manifestava problemi di statori bruciati, il 1000 invece sì.
Grazie 0510_saluto.gif
 
16016861
16016861 Inviato: 11 Ott 2018 22:14
 

Scorrendo qualche topic troverete già un topic sullo statore aggiornato al 3 Ottobre.
Sono stato "costretto" a iscrivermici dopo che come dettagliatamente spiegato lo statore originale della mia Versys 650 con 19.000 km mi ha piantato mentre rientravo dalle ferie... a km 450 da casa. 0509_lucarelli.gif
Cercavo di capire oltre a tutta la pappardella dello shunt etc quale altre cause portano alla prematura dipartita di questo componente. Voglio dire ci sono Versys 1° serie che hanno superato km 80.000 con lo statore e regolatore originale. eusa_think.gif icon_question.gif
15.000 km di durata per uno statore anche non originale sono pochi, ma 19.000 per quello originali sono ancora peggio. eusa_doh.gif
Adesso ho montato anche io uno statore non originale ma spero che almeno altri 20.000 km gli faccia.
Per il momento mi limito a montare un volmetro, non farò altre modifiche se mi lascia nuovamente a piedi
sotto il sole vestito da palombaro e carico come un mulo a malincuore ma cambio la moto. icon_cry.gif
 
16016865
16016865 Inviato: 11 Ott 2018 22:23
 

zavetti ha scritto:
Qui si sta parlando del Versys 650, del 1000 o di entrambi? Sarebbe utile, credo, capire se questa problematica riguardi tutto il mondo Versys o solo un tipo di motore.
Ricordo, ad esempio, che il CBF 600 non manifestava problemi di statori bruciati, il 1000 invece sì.
Grazie 0510_saluto.gif


Con il cbf 600 ho fatto 35.000 km ..zero problemi, volevo prendermi il 1000 ma lasciai perdere proprio perchè restavano a piedi con gli statori bruciati (anche i Varadero)

Generalmente sono le moto di cubatura maggiore o quelle che scaldano di più sottoposte a questo tipo di guasto.

Nella Versys invece sul 1000 non ho letto niente riguardo a statori bruciati solo il 650 che non è certo un motore che scalda icon_question.gif
 
16017000
16017000 Inviato: 12 Ott 2018 11:39
 

Scatenello ha scritto:
Con il cbf 600 ho fatto 35.000 km ..zero problemi, volevo prendermi il 1000 ma lasciai perdere proprio perchè restavano a piedi con gli statori bruciati


Esattamente come feci io: dopo il primo CBF600 a carburatori passai all'allora nuovo CBF600 ignorando l'ottima offerta del concessionario per il 1000 0509_up.gif

Io, comunque, sul Versys 1000 monterò il voltmetro, non si sa mai 0510_saluto.gif
 
16025986
16025986 Inviato: 13 Nov 2018 13:04
 

45100 km, statore andato e rimasto a piedi.
Credevo fosse una fortuna sia accaduto proprio davanti ad un meccanico ma è stata un'odissea che forse finirà stasera se mi ridaranno la moto, dopo due settimane abbondanti e una riparazione inefficace nel mezzo.
 
16026492
16026492 Inviato: 14 Nov 2018 19:21
 

di storie di statori bruciati se ne sentono troppe e riguardano parecchie marche e modelli di moto e scooter. Come giustamente e'' gia' stato detto il problema e'' il calore. a me era successo con il mio sccoter honda forza 250 in un sol colpo statore e regolatore per la modica cifra di 600-700euro...il bello e' che avevo comprato lo scooter per risparmiare usandolo in alternativa all'auto. Risparmiano su tutto. Alla fine lo scooter l'ho venduto da riparare, aveva gia' sbancato ...qualche migliaio di km prima poi dicono della qualita' Honda....forse una volta fino al 2004-2005
 
16026563
16026563 Inviato: 14 Nov 2018 23:53
 

Avevo già avuto un'amara esperienza con lo statore col mio scooter precedente, Honda SW-T 400.
Bruciato a 59mila km, sostituito con uno non originale ma sempre made in Japan a detta del meccanico (400 euro il ricambio del solo statore), dopo 7000 km bruciato un'altra volta, al che ho preferito demolire il mezzo che cominciava ad avere qualche altro problemino e passare alla moto.
Il problema da quanto leggevo su altro forum è soprattutto l'isolamento dei fili di rame di qualità non tanto elevata (per non dire scarsa), che grazie al calore finisce col tempo per mandare in corto gli avvolgimenti e bruciarli.
 
16027298
16027298 Inviato: 16 Nov 2018 23:46
 

snowdog ha scritto:
45100 km, statore andato e rimasto a piedi.
Credevo fosse una fortuna sia accaduto proprio davanti ad un meccanico ma è stata un'odissea che forse finirà stasera se mi ridaranno la moto, dopo due settimane abbondanti e una riparazione inefficace nel mezzo.


41500 km non sono male visto quello che si sente in giro, certo c'è chi non lo ha mai cambiato in tutta la vita della moto.

Io adesso che l'ho messo non originale spero che duri più di km 15.000 eusa_think.gif
 
16027304
16027304 Inviato: 17 Nov 2018 0:37
 

Scatenello ha scritto:

Io adesso che l'ho messo non originale spero che duri più di km 15.000 eusa_think.gif


Te lo auguro davvero.
La mia è stata davvero un'odissea che forse non è ancora finita.
Prima riparazione: dice che mi ha messo su lo statore del Versys 2018 perchè il ricambio del mio 2015 non era disponibile, oltre ad avermi sostituito regolatore e batteria (mah, anche se la batteria era ancora quella originale ed era un po' deformata). Lo statore, se era quello che mi aveva fatto vedere, era effettivamente bruciato.

La ritiro il 31 ottobre, il 2 vado in ufficio e la lascio sotto carica 8 ore e non mi finisce la carica, la uso il 3 mattina, il 5 parto da casa e dopo pochi km spia rossa accesa con segnalazione batteria. Ho fatto in tempo a raggiungere il meccanico, avevo dietro il tester e appena fermo misuro la tensione della batteria: 11,60 V a moto spenta.
A casa il giorno prima era a 12,30 ma non ero riuscito a smontare la batteria, mi ero ripromesso di metterla sotto carica in ufficio ma non ci sono arrivato.

Seconda riparazione
Diagnosi: prima connettore dello statore staccato, poi fili di collegamento dello statore bruciati (?). Dice che gli è arrivato lo statore originale del 2015 e me lo sostituisce.

Mi ridà la moto ieri, dopo 10 giorni.
Arrivo a casa tutto bene, con una sosta nel mezzo.
Stamattina tiro fuori la moto dal garage, accendo il motore e dopo 10 secondi ancora spia rossa e indicazione di batteria che non carica. Ci riprovo, uguale. Devo correre in ufficio e non ho tempo di fare ulteriori prove.
Sento il meccanico "ma no, caricava a 14 e rotti, vedrai che va bene tu tienila su di giri, bla bla bla, comunque non portarmela prima di lunedì che non riesco a vederla"
Arrivo a casa la sera e riprovo la moto: fa un po' fatica ad accendersi ma parte, se accelero da fermo la luminosità dell'anabbagliante aumenta anche vistosamente, il che mi fa pensare che lo statore (e presumo anche il regolatore) funzioni, correggetemi se sbaglio.
Dopo un 20-30 secondi ancora spia rossa accesa.
Riprovo ad accenderla dopo una decina di secondi, fa più fatica a partire ma si avvia, dieci/quindici secondi e di nuovo spia rossa accesa.
Più tardi finalmente riesco a smontare la batteria (mannaggia al serbatoio che la copre quel pelino in più, con un pezzo di cavo elettrico rivestito riesco a tirarla su facendo un pò di maneggi), misuro la tensione ed è 12,40, adesso è da quasi 3 ore in casa sotto carica con un caricatore/mantenitore automatico da 12V/1A e mi segna 13,61 V. Vedremo domattina se e quando finirà la carica.

Cosa posso sperare legittimamente? Ho speso un bel pò di soldi, anche perchè la settimana prima degli accadimenti avevo fatto il tagliando con il controllo valvole, e mi girerebbero le scatole a spenderne altri. Potrebbe essere la batteria seppur nuova (90 km!) che non tiene più la carica?
Non voglio nemmeno pensare che sia lo statore o il regolatore...
Di batteria mi ha montato una Siam Furukawa (made in Thailand, la casa è giappponese) FTX12-BS da 10 Ah, che dovrebbe essere corrispondente alle Yuasa BTX12-BS e teoricamente dovrebbe andare bene.

Sinceramente non so più che pensare, solo di non portare mai più la moto da quel meccanico... purtroppo è stata un'emergenza altrimenti l'avrei portata dal mio solito dove faccio la normale manutenzione che so che lavora bene.
 
16027388
16027388 Inviato: 17 Nov 2018 15:08
 

Allora questi fatti ci dicono che non è vero che dopo la prima serie hanno potenziato gli statori, la mia è una seconda serie del 2010 e la tua terza serie 2015.
La concessionaria kawasaki Motorsport di Bolzano mi ha fatto una buonissima impressione per come hanno sistemato i fili, prezzo non esagerato considerato che non avevo alternative. Mi hanno detto che il pezzo di ricambio è di ottima fattura come l'originale, non mi hanno fatto vedere lo statore bruciato ma visto che il regolatore è sempre quello vecchio ed ho visto di persona che la moto non caricava più la batteria, per esclusione lo statore è stato effettivamente sostituito. Ho fatto più di 400 km per tornare a casa e la moto va bene. Certo se dovessi avere nuovamente problemi da Firenze non posso andare a Bolzano a far valere i miei diritti. Diverso è il tuo discorso, se ti fanno una riparazione soprattutto da qualche 100 di euri e ti fanno una fattura hai una garanzia sulla riparazione . Quando io ti porto la moto e mi cambi tutto statore,regolatore e batteria poi se entro un anno mi si bruciano questi componenti o parti di essi tu mi ripari la moto e gratis perchè io ho già pagato per avere questo servizio e se dopo pochi mesi siamo da capo vuol dire che o non ci hai capito una cippa oppure mi hai messo pezzi difettosi. Quindi secondo il mio modesto avviso riparlerei con il meccanico se questo ti tratta da bischero dicendoti tienila su di giri oppure non ho tempo per vederla gli spieghi come funziona la garanzia sulle riparazioni quindi se collaboriamo e ci veniamo incontro troviamo una soluzione ragionevole altrimenti gli direi che farò quanto necessario per fare valere i miei diritti e segnalare questo comportamento poco professionale a chi di dovere (non so se concessionario ufficiale di qualche marchio). L'importante è che tu abbia la fattura per tutti pezzi sostituiti perchè anche la batteria che in genere non è mai coperta dalla garanzia della moto può avere una vita così breve. Si sono bruciati i fili dello statore perchè? da dove gli avevi fatti passare? Per il resto anche io se mi si fermava la moto davanti ad un meccanico sebbene non sia quello di fiducia è normale che ti devi affidare a lui ma questo mi sembra incompetente e scorretto 0509_down.gif
 
16027418
16027418 Inviato: 17 Nov 2018 19:08
 

Lasciamo stare il lato fattura perchè anche da questo lato ho capito di avere a che fare con una persona non troppo onesta (eufemismo).
A questo punto io di quel meccanico non mi fido più e non voglio più che metta le mani sulla mia moto, anche a costo di rimetterci dei soldi e a prescindere dalla questione garanzia.
Ho guardato sul sito Kawasaki e lo statore della 2018 ha un codice diverso dalla 2015.

Stamattina ho avuto modo di fare alcune prove:
- il caricabatteria ha lavorato tutta notte e ha caricato a 13,60 circa. E' normale che dopo una decina di minuti la tensione sia scesa a 13,38 Volt?
- Messa sulla moto e collegata, la moto è partita a meraviglia. Ho misurato la tensione ai contatti della batteria e mi sono trovato 17,80 V al minimo, portando il motore a circa 3000/3500 si viaggiava intorno a 18,10 V, cosa che non mi pare molto normale da quanto leggo in giro. E mentre facevo queste misurazioni si è riaccesa la spia rossa con l'allarme della batteria.

A questo punto mi viene il dubbio che sia saltato il regolatore, da quanto leggo in giro quei valori non sono normali.
Può essere che l'accensione della spia rossa d'allarme indichi anche un fuori range della carica anche per le tensioni troppo elevate? Immagino sia alquanto pericoloso per la salute della batteria esporla a tensioni così alte.

Purtroppo non ho più disponibilità economica per affrontare la sostituzione del regolatore adesso, dovrò aspettare l'arrivo dello stipendio a fine mese, visto che il regolatore originale costa 150 euro (ammesso che sia quello il problema).
 
16027427
16027427 Inviato: 17 Nov 2018 19:43
 

Credo anche io che sia il regolatore e penso che non puoi viaggiare così rischi che accelerando la tensione va alle stelle. Comunque se sei di Milano sicuramente un buon meccanico ufficiale o no lo trovi prima di accendere nuovamente la moto ci vai a parlare descrivendo dettagliatamente i problemi che ti da e senti se puoi portarla da lui oppure se la deve venire a prendere lui.
 
16027434
16027434 Inviato: 17 Nov 2018 20:07
 

Scatenello ha scritto:
Credo anche io che sia il regolatore e penso che non puoi viaggiare così rischi che accelerando la tensione va alle stelle.


Anche perchè 18 Volt significa il 50% della tensione nominale della batteria.
Domani smonto ancora la batteria, la carico nuovamente e misuro l'eventuale perdita di tensione nell'arco di 24 ore per vedere se tiene la carica.
Purtroppo abito in una zona distante da officine autorizzate Kawasaki, ho comunque un paio di meccanici abbastanza vicini, in settimana vedrò che fare.
 
16027506
16027506 Inviato: 18 Nov 2018 1:07
 

Mah io probabilmente la porterei alla Kawasaki almeno che uno dei meccanici vicini non sia universalmente riconosciuto come uno dei guru della moto la fai riparare e pretendi la fattura.
Al limite se non sai come fare a portarla e hai l'assicurazione che ti copre l'assistenza stradale attendi che la batteria si scarichi ti fai un chilometro a spinta con la moto e chiami il numero verde verifica prima le condizioni ma dovresti avere diritto al traino sino alla officina autorizzata più vicina. La mia moto si è sparata 80 km sul carroattrezzi da Malles Venosta a Frangarto. Meno male me lo avevano detto al numero verde,quello del carroattrezzi voleva evitare e ricaricarmi la batteria per farmi arrivare a Merano 0509_vergognati.gif
 
16027571
16027571 Inviato: 18 Nov 2018 19:00
 

La 100% è il regolatore che è partito, ebbi la stessa sfortuna bruciando lampade e batteria. la tensione di carica a moto accesa non dovrebbe superare i 14.5 volt, se ciò accade vuol dire che il regolatore, appunto, non regola la tensione che gli arriva dallo statore nei limiti previsti sparando volt dannosi all'intero impianto elettrico.
la soluzione è non mettere in moto e sostituire subito lo statore ed eventualmente la batteria, poi munirsi di un voltometro da fissare permanentemente per tenere sotto controllo la carica.
mentre con lo statore bruciato( non arriva tensione al regolatore che poi la indirizza alla batteria) puoi sfruttare la tensione della batteria per continuare il viaggio( non di molto), con il regolatore bruciato mandi a p....ne tutto l'impianto elettrico, batteria compresa.
in rete vi sono regolatori compatibili( marca sun) che possono essere alternativi ai costosi ricambi originali.
 
16027636
16027636 Inviato: 19 Nov 2018 0:32
 

Adesso sto tenendo sotto controllo la batteria, che è staccata (ce l'ho in casa).
In un giorno è scesa da 13,26 a 13,20 V: è normale? O è un primo segno che la batteria abbia subito qualche danno? Stando al manuale d'officina la batteria richiederebbe una ricarica di mantenimento se scende sotto i 12,60 V.
Comunque ho il mantenitore di carica per cui aspetto ancora qualche giorno per vedere come si comporta.

Leggo adesso sul manuale d'uso che la spia rossa e l'indicatore della batteria si accendono anche per voltaggi superiori a 16 V, oltre che inferiori a 11 V. Sparando dai 17,8 V in su direi che la cosa non sia affatto normale e che il regolatore non stia regolando proprio a dovere... icon_wink.gif
Il regolatore compatibile è affidabile quanto l'originale (che costa da listino Kawasaki 152 euro iva compresa)? Se spendo la metà per un componente che dura la metà tanto vale prendere l'originale.

Vista la descrizione sul manuale d'officina non dovrebbe nemmeno essere un lavoro problematico da fare da soli,

Sul sito Kawasaki il regolatore cambia codice fra la versione 2014 e la 2015, deduco quindi che un regolatore per i modelli fino al 2014 non sia compatibile con il MY 2015.
 
16027897
16027897 Inviato: 19 Nov 2018 19:22
 

Non è detto che un regolatore che costa la metà del'originale dura la metà del tempo, ciò che importa è prendere un regolatore di marca( io ho preso un sun) e con un costo intorno le 100 euro.
sarebbe utile sapere chi produce i regolatori per kawasaki( che sicuramente si affida ad un produttore) e il gioco è fatto.
Per la batteria non so se è compromessa o meno, ad ogni modo il primo passo è sostituire il regolatore e poi eventualmente la batteria.
 
16028205
16028205 Inviato: 20 Nov 2018 23:41
 

Stasera ho smontato il regolatore di tensione e cosa ti trovo che sarebbe teoricamente durato solo poco più di 90 km?
Non un regolatore originale marchiato Kawasaki come mi aveva spergiurato il meccanico, ma a marchio Sun.
Non ci sono indicazioni di modello, solo un generico "Regulator rectifier C.D.I. Unit" e sulla parte posteriore dell'alettatura sono riportate solo due sigle di cui ne ignoro il significato: T-S e 3-4.
A guardarlo mi dà l'idea di non essere realmente nuovo, ma recuperato usato perchè soprattutto i segni delle viti di fissaggio sono molto evidenti.
"Ce l'ho già in casa" mi aveva detto il meccanico...

Veramente non so più che pensare, se non che da quel meccanico non ci tornerò mai più.
Mi metterò alla ricerca del pezzo, a questo punto non so nemmeno se fidarmi di Sun preferendo invece il ricambio originale (anche se poi magari il produttore è lo stesso).
 
16069872
16069872 Inviato: 4 Mag 2019 11:10
 

rispolvero questi post..
anche a me si è bruciato lo statore...il primo di tutta la mia vita da motociclista..
preso dalla voglia me lo sono riavvolto, funziona, funziona bene..
ora vorrei recuperarne un secondo sul quale apportare modifiche..
qualcuno ne ha in cantina uno bruciato e che mi donerebbe gratuitamente?'
 
16069873
16069873 Inviato: 4 Mag 2019 11:11
 

rispolvero questi post..
anche a me si è bruciato lo statore...il primo di tutta la mia vita da motociclista..
preso dalla voglia me lo sono riavvolto, funziona, funziona bene..
ora vorrei recuperarne un secondo sul quale apportare modifiche..
qualcuno ne ha in cantina uno bruciato e che mi donerebbe gratuitamente?'
 
16069946
16069946 Inviato: 4 Mag 2019 18:34
 

marck1 ha scritto:
rispolvero questi post..
anche a me si è bruciato lo statore...il primo di tutta la mia vita da motociclista..
preso dalla voglia me lo sono riavvolto, funziona, funziona bene..
ora vorrei recuperarne un secondo sul quale apportare modifiche..
qualcuno ne ha in cantina uno bruciato e che mi donerebbe gratuitamente?'




Scusa ma a quanti km percorsi si è bruciato lo statore? i cambi dell'olio motore li hai fatto rispettando i tempi previsti?
pare che anche l'olio esausto sostituito oltre i periodi previsti contribuisce alla rottura di questo elemento, pare che sviluppa acidità che rovina le spire di rame.
 
16070078
16070078 Inviato: 5 Mag 2019 11:31
 

..
ho poco meno di 60 000 km...
i cambi dell'olio non credo di averli fatti troppo regolarmente..
boh potrebbe essere concausa..ma vedo che non c'e un kilometraggio "standard" come limite d'uso...

dopo aver recuperato info e materiali ho riavvolto, è una operazione menosa
ma pensavo più complicata..
cio nonostante ho maturato alcune migliorie che vorrei apportare su un'altro di recupero
ed averlo pronto plug and play..
 
16070103
16070103 Inviato: 5 Mag 2019 14:50
 

60.000 non è male anche ad alcuni lo statore è durato di più.
Complimenti per il lavoro io non ci ho nemmeno pensato a riavvolgerlo, non mi fido più dell'originale Kawasaki figuriamoci di uno riavvolto da me.
Purtroppo non credo che anche avendone uno di scorta sia una sostituzione da fare in emergenza per strada,
occorre l'estrattore devi aprire un carter laterale e sostituire la guarnizione sicuramente se lo hai fatto lo sai meglio di me.
Per i fattori che contribuiscono alla rottura credo siano numerosi il calore contribuisce sicuramente, la mia presa usata con 10.000 km ho fatto ben due cambi d'olio, uno appena presa ed uno 15.000 l'anno successivo.
Certo io la moto la sfrutto viaggiando spesso in due con bagaglio in montagna, città meno possibile ma spesso è inevitabile in ogni caso a 19.000 km lo statore originale mi ha salutato icon_rolleyes.gif
Adesso la moto è un gioiello ma se dovessi rimanere nuovamente per strada la cambio.
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 1

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum KawasakiForum Kawasaki Versys

Forums ©