La Community Ting'Avert
Whore Romance. L’innamorarsi di una moto e il non riuscirci più.
Scritto da CoffeeWolf - Pubblicato 10/01/2020 15:49
Perché non mi innamoro più delle moto? Dov’è il feticcio? Perché la dipendenza promessa dalla droga non fa più effetto?

Disclaimer:
Il linguaggio qui usato è dello stesso genere delle moto di cui tratta -da strada-.
L’articolo è adatto al pubblico abituale di Pornhub, è serio quanto un comico al governo e politicamente corretto quanto Donaldo Trombone.
È uno scarico aperto non omologato: non dovresti, ma in fondo vuoi sentirlo.
Se ti senti di “rischiare la multa” vai avanti, altrimenti, dai il libretto all’agente al posto di blocco e smetti di leggere.


Sono una troia.
Ma sono una troia romantica.
Bel connubio del cavolo, direte voi. Ed avete ragione, ma vediamo se avete i cojones di dirmi che non avete mai sognato un’altra moto.

Ho sempre subito il fascino del cambiamento, ma nella maggior parte delle volte l’ho fatto per amore. Quando comprai la 749s ne coccolai l’idea per oltre un anno. Il CBR – dopo essere stato esasperato dalla 749 – mi fece innamorare da perderci la testa. L’Husqvarna Wr250 me la sognavo e il WRE 125 era diventato un’ossessione quasi onanistica da ragazzino.

Poi si cresce e l’onanismo viene dedicato ad altro, almeno per la maggior parte di noi, ma altri mantengono vivo quel feticcio per la moto. Non parlo dell’universo moto, ma della singola moto che desiderano o che posseggono. Un vizietto arrapante, che un po’ nascondi e un po’ coccoli.

Fino a qualche tempo fa, il feticcio ce l’avevo anch’io.
Da amante passionale ma traditore quale sono mentre io, il CBR e le curve eravamo impegnati in un threesome molto poco puritano e tutt’altro che isolato, di notte sognavo le peggiori porcate con la Tuono, la più sexy e pervertita moto trofeo da portare alla festa della scuola - rigorosamente stile Eyes Wide Shut. Occhi a cuore per il CBR, erezioni per la Tuono.
Ma il mio feticcio per una moto particolare da qualche tempo a questa parte si è perso.
E lo rivoglio.

Non so cosa sia successo. Le mie esigenze sono cambiate e per la prima volta non ho comprato una moto da coglione (comprata solo ed esclusivamente per soddisfare ogni mia fantasia erotico-motociclistica), ma che potesse piacermi e che portarmi al lavoro.
Ecco che quindi – va beh, lo ammetto, dopo essermi portato a casa una moto solo pista perché coglione e passionale lo rimango – dopo tanta titubanza mi sono portato a casa un Multistrada 1100. Da maggio a dicembre, 13000 km insieme. Al lavoro tutti i giorni, week end lungo in solitaria, giro sulle alpi francesi con il motoclub, centinaia di km autostradali filati per raggiungere una frequentazione interessante… La Ducati mi ha portato in giro con pazienza e dedizione. Mi ci sono divertito e affezionato.

Qualche mese fa il mio CBR viene scambiato con una Tracer 900 ’18, già messa giù da notte di fuoco più che da corteggiamento romantico. La scopro, la testo. Comincio col sesso alla vaniglia, dolce e attento. Poi tiro fuori la frusta e il romanticismo va a farsi fottere, giro la manetta del gas con cattiveria. Un test dietro l’altro mentre le curve passano. Vediamo se ti piace il sesso duro, “crossover sportiva”. Sì, regge, fino a un certo limite, poi alza bandiera bianca e mi fa capire che in fondo non è ancora del tutto libera da qualche inibizione. Porca, ma con limiti.

La Tracer mi piace, ma i difetti mi pesano. La Multistrada è fedele e mi ci sono affezionato, ma sono conscio che non mi arraperà mai quanto altre hanno saputo fare. La mia Ninja da pista, che non si scomoda a farsi vedere se non le prometti che farete cose da far imbarazzare Elena di Troia, non mi tiene sveglio la notte.

Non mi interessa parlare delle mie attuali moto, né di cosa farci in futuro…
La Multi e la Tracer sono entrambe in vendita avendo la stessa destinazione d’uso. Lascio decidere al mercato quale terrò. La Ninja sta con me, stiamo sperimentando cose a tre con i cordoli e mi piace troppo per smettere.

Il problema è che guardo moto quotidianamente con desiderio, ma senza bramosia.
Rimango ossessionato dall’andare in moto, ma le moto (mie e non) mi piacciono.

** pezzo rimosso dall'Admin (e solo questo)... dai che a regola ti è andata bene ;-) **

Arrivando al punto, queste righe sono vostre, perché ho delle domande per voi.

Perché non mi innamoro più delle moto? Dov’è il feticcio? Perché la dipendenza promessa dalla droga non fa più effetto?

A voi è successo? Sarà questione di tempo, forse di età?
Forse l’ossessione è dietro l’angolo e ancora non la vedo.
O forse il feticcio è morto e con le moto potrò godermi il porno, ma mai più l’amore.
 

Commenti degli Utenti (totali: 39)
Login/Crea Account



I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli utenti non registrati
Commento di: efus il 12-01-2020 13:31
Prima di tutto complimenti per il bellissimo articolo, ironico e pungente al punto giusto!

Nello scherzo sollevi anche un punto interessante, cioè l'appiattimento del mercato e la perdita di fascino che comporta.

La verità è che oggi si osa molto poco, negli anni passati (1980-2000) il salto evolutivo è stato mostruoso, sia dal punto di vista delle prestazioni che del design. Siamo passati da forme tozze a sinuose e durante quel periodo d'oro dove le case si contendevano lo scettro di "moto più veloce" ci siamo sentiti tutti Agostini sognando cbr 1100 xx e hayabusa.

Oggi le novità sono tutte elettroniche e il romanticismo si è un po' perso..si la nuova cbr ha 200 cv ma sono sicuro che da guidare è più facile di una xx che ne aveva "appena" 160...ma pure della mia che ne ha "soli" 130 (visti gli anni anche meno oramai).

Nonostante questo qualche sogno erotico con il quale sollazzare il mio onanismo ancora lo trovo, ma ammetto di sentirmi veramente un pervertito...Tipo che se prima bastava il catalogo del postalmarket mo non basta tutto l'internet ahaha.

Sogni zozzi sono:

Honda monkey

Quel cancello della himalayan..forse perchè suona come maiala..non so

La suzuki katana con il suo fascino vintage

Un Ural...di quest'ultima veramente mi vergogno.

Detto questo, pensando alla mia moto attuale ancora mi bagno ahaha
Commento di: CoffeeWolf il 12-01-2020 14:08
Mi fa piacere ti sia piaciuto Smile
La Maiala Himalayan meriterebbe un articolo XD
Commento di: CoffeeWolf il 12-01-2020 14:11
Vedo adesso la pubblicazione. Smile
Grazie Admin ASD , sì, la parte rimossa era in effetti la più "ruspante", ma ammetti di essertela fatta una risata e ti sfido a dirmi che non era vero. Mr. Green

(per la cronaca, sostenevo che il dire che una moto "mi piace" significa un po' accontentarsi, ma in termini un filino più coloriti e con paragoni decisamente meno politically correct) Pernacchia
Commento di: efus il 12-01-2020 14:21
ASD Io la vojo leggè
Commento di: Vincent69 il 12-01-2020 14:42
L'innamorarsi accade..... non si puó prevedere, se non accade non dipende dalle moto,oggi sono tante diverse e affascinanti;4forse siamo noi che non siamo più la stessa persona le ns cellule sono miliardi e si rinnovano sempre(tranne quelle nervose che invecchiano).
E sì siamo ogni giorno diversi,il lampo è inaspettato e quando arriva.... la velocità l'adrenalina ci rende un po' la gioventù ed è forse questa la vera meraviglia! Boo hoo! Boo hoo!
Commento di: supercaino il 13-01-2020 08:54
Mah… io quando sogno, sogno l'Harem!... perché limitarmi ad una sola moto (maiala)?
L'unica differenza é che non sogno solo moto ultra prestanti ma anche delle "comunissime" moto. Insomma sia le "pornodive che le casalinghe"! XD
Commento di: CoffeeWolf il 13-01-2020 11:19
Ahahaha niente contro le "casalinghe". Non per forza bisogna innamorarsi della nuova CBR1000RR, anche una NC750X o una HiMayalan ASD possono fare lo stesso effetto! Siamo noi, più che la moto in sé.
Commento di: CoffeeWolf il 13-01-2020 11:18
Vincent, credo tu abbia centrato il punto... Ma quanto è bello quasi innamorarsi, anche in maniera un po' stupida e infantile, di una moto? Smile
Commento di: Vincent69 il 13-01-2020 15:33
Vero si torna un po' bambini ho letto un bell'articolo quì nel tingavert di Bimbo7,complimenti all'autore,i migliori anni, per me sono soprattutto questi vivere il presente è fantastico!
Commento di: FunkyVespista il 14-01-2020 10:12
beh beh io non ho tutta l'esperienza in moto che hai te ma capisco benissimo le emozioni di cui scrivi.
per tanti anni (proprio tanti) ho sognato la moto, prima era 2 tempi e somigliava tanto a quella che guidava un gran manico statunitense. Le andavo a vedere correre sulle curve di Superga (torino per quelli fuori zona): scarichi Jolly Moto che le sentivi da lontano, odore di miscela misto asfalto...ero piccino e squattrinato ma già sentivo ribollire il sangue.
La notte pensavo a Lei e non certo a quelle zozze di Colpo Grosso.
Poi c'è stata l'epoca della Hayabusa, l'epoca del CBR Fireblade, quella delle Ducati come la 748 o la 996...
Erano i tempi in cui sui giornali di moto c'era il titolone con la velocità massima (spesso troppo oltre i limiti) scritta a caratteri cubitali...ora se vai a vedere una moto in concessionaria ti parlano di traction control o ancora peggio di dashboard e connettività multimediale...in quei momenti invochi il primo dio che ti passa per la mente chiedendo di fulminarti all'istante...
poi ci si mettono i blocchi del traffico, i velox, i controlli sulla rumorosità degli scarichi...insomma...la moto come emanazione dell'emozione, come sogno erotico sta vivendo una lenta lenta agonia...

Commento di: CoffeeWolf il 14-01-2020 10:38
Grazie del bel commento! :)
Tu quindi "accusi" l'universo moto per la perdita del feticcio, io invece accuso me stesso.
Sulla moto da pista mi interessano la pompa freno etc., su quella che uso per andare al lavoro apprezzerei un dashboard :)

Per restare in tema per te è un "Sei cambiata, non sei più la stessa. E in più non facciamo più sesso!"
Per me è un "Sono io, non sei tu..."
Mr. Green ASD
Commento di: FunkyVespista il 14-01-2020 12:09
Forse sono cambiato anche io, sono invecchiato e ricordo con nostalgia i tempi passati, quando si era giovani e si cercava una lurida per una notte di follie più che la brava signorina da presentare ai genitori.
Però diciamocelo, ormai il James Dean in moto non tira più...forse non tira nemmeno più a me...però quando salgo sulla moto cerco le emozioni del passato ma siamo sempre meno.
Il cuore mi batte sempre per le due ruote, tutte, anche quelle che non vorrei mai guidare...però lo sai meglio di me, un po' come le donne, sono tutte belle ma ce ne sono poche che ti fanno fare follie.

E quindi?
E quindi se mi chiedessi per quale mezzo a listino tradiresti Olivia e Gina (le mie 2 ruote) farei fatica a trovare un nome, dovrei andare da quelle escort per straricchi che solitamente hanno per nome un codice e vogliono assegni da 20.000 euro in su...forse...

Dunque si sono cambiato io ma soprattutto lei
Commento di: CoffeeWolf il 14-01-2020 12:29
Grandissimo, Funky.
Sì, quelle per cui fare follie ormai sono poche. A meno di andare su escort d'alto bordo, ma anche lì... forse in carta (o in digitale, ormai) promettevano più di quanto poi possano fare.
Vedremo, mi piacerebbe però perdermi di nuovo qualche ora sulle foto di una sola moto Smile - o anche un paio di mezz'ore, che poi ho appuntamento con la escort di cui sopra ASD .
Commento di: supercaino il 14-01-2020 13:28
Determinate emozioni possono darle chiunque! non solo escort di "alto livello"! ci sono escort "economiche" e/o casalinghe che "utilizzate bene" sono meglio di pornostar da 1000 carati! alcune volte le apparente (e i pregiudizi) non corrispondono alla realtà!
Sul discorso che con l'età "si cambia"... é abbastanza normale e logico, anzi… sicuramente é peggio non cambiare! rimanere incoscienti e potenziali "cog..oni" (che normalmente corrisponde a ragazzi dal pelo giovane XD) per tutta la vita non é un pregio di cui (eventualmente) vantarsi! XD
Commento di: FunkyVespista il 14-01-2020 13:40
beh se intendi che anche mezzi entry level posso dare emozioni, mi trovi d'accordissimo, anzi, io come razzo "reggipalle" (come lo chiamavano in Fast&Furious) ho proprio una naked economica (e nemmeno di primo pelo).

Quando però penso a una moto degli ultimi 2 o 3 anni che mi fa battere il cuore, sudare le mani e ingrifarmi come un coniglio in calore purtroppo me ne viene in mente solo una o due per portafogli gonfi, le altre sono tutte uguali...

Fossimo ancora negli anni '90 ti avrei fatto un elenco infinito...
Commento di: CoffeeWolf il 14-01-2020 14:45
@Supercaino, vero, si cambia, ma fantasticare rimane bello :)
E assolutamente sì, non è il prezzo la discriminante su cui fissarsi, ma a maggior ragione invidio chi è totalmente "perso" per la sua moto che magari vale 1500 euro. A me le mie moto al momento piacciono moltissimo. "Piacciono". Che tristezza ASD : come dire "voglio bene alla mia ragazza", ma no, voglio essere totalmente, follemente, assurdamente e pericolosamente innamorato della persona con cui decido di stare Smile
Commento di: -Neo- il 14-01-2020 14:43
Non lo so... penso che forse stai confondendo il fine ed il mezzo Smile
Per me la moto è il mezzo che mi consente di fare qualcosa che mi piace; il qualcosa che mi piace potrebbe mutare nel tempo, così come le mie esigenze, e la moto di conseguenza.
Lo stabilire un particolare legame con la moto, per me, si vincola molto di più al 'cosa faccio' e 'come lo faccio' che non con il 'chi lo faccio'.
La classica bella che non balla, oppure la bruttarella che ti fa godere molto... l'intesa va al di là della moto, sta nel come la vivi; il come la vivi può dipendere da una miriade di variabili (anche contestuali): la compagnia, i luoghi, il quello che vuoi fare e quello che la moto può fare, ecc.
Io non starei a preoccuparmi molto di trovare necessariamente un'anima in un oggetto inanimato, l'innamoramento va in virtù dei 'feelings' intesi come 'sentimenti'... i sentimenti, in virtù del 'feeling' alla guida... all'interno di un mondo (contesto) molto variegato.
Commento di: CoffeeWolf il 14-01-2020 14:47
Anche questo è un ottimo punto. Sono innamorato dell'esperienza, ma non del mezzo. Verissimo. Però è un po' Fonzies "Se non ti lecchi le dita godi solo a metà", no? Forse no. Smile
Ho sempre più avuto voglia di usare le moto più che di coccolarle, ma ultimamente la cosa si è ulteriormente palesata. Smile
Commento di: supercaino il 14-01-2020 21:44
E' bello sognare ma... in definitiva (sempre paragonando in modo scherzoso una moto ad una donna…) normalmente l'uomo sogna la maiala ma sposa la brava ragazza (almeno così crede XD).
In definitiva ci devi vivere con la moto, nel senso che un motociclista medio che usa la moto non solo per brevi giri fuoriporta e/o 2000km l'anno ha bisogno di qualcosa di "concreto", poi deve piacere, deve ritenere che tale mezzo dia emozioni, ma normalmente sceglie con un po' di testa e non solo con il cuore. Differente (a mio avviso) é per chi la moto la usa come sopra citato oppure ha più moto. Almeno io mi comporto così. Nulla di contrario per chi decide in modo differente e/o sogna sempre di più. Sognare é lecito, usare un po' di logica nell'acquisto é auspicabile per non finire dritti alla prima curva come alcuni inesperti fighetti con un buon conto in banca che acquistano moto al di sopra delle loro possibilità (di guida ovvimante). Rimanendo nel paragone divertente di cui prima… se vai da una donna palesemente prostituta eppure sporca nel suo lavoro… non ti lamentare se poi prendi una "malattia" XD
Commento di: CBR_125R il 17-01-2020 06:33
Belle parole Coffee... Mi hai strappato un sorriso amaro.
E niente, volevo commentare, ho cominciato a scrivere un paio di volte ma poi ho cancellato... Non so perchè, forse non riesco a trovare le parole giuste.

Comunque mi ritrovo in quello che dici.
(Nel senso che non ho la fame di cambiare, ma il CBR in effetti ancora è in casa! Pernacchia )
Commento di: CoffeeWolf il 17-01-2020 14:01
non venderlo perchè poi lo rivuoi, @CBR ASD
Commento di: CBR_125R il 17-01-2020 15:45
Però capisco cosa intendi dire.
Spesso sono amareggiato da questo "non trovare" qualcosa che ti faccia davvero desiderare di conoscere un chirurgo senza morale per farti strappare un rene e venderlo per poter acquistare La Moto (del momento), ad oggi solo infatuazioni momentanee... Sì bella la Tuono (ma che costo mantenerla), carina la Guzzi V85 (però non ci stà la moglie), simpatico il Versys 1000 (zio caro se pesa), potrebbe non essere malaccio la Street Triple (ma poi che faccio, vendo il CBR per quella? Naaa...).
Credo si chiami, anche, maturità nel senso che non ti butti in un acquisto senza averci riflettuto ed è li che ci si frega. Nessuno ha bisogno di un 1100cc, V4 da 175cv con un manubrio dritto, ma sai che figata possederlo? Ma poi: "Chissà l'assicurazione, poi con tutti sti velox, non parliamo dei consumi ed il bollo?" tutti discorsi che qualche anno fa non avrei mai nemmeno potuto pensare di fare. Cresci. Senti le 11 ore di lavoro giornaliere, le bollette di inizio anno ecc ecc e pensi che con le moto sei apposto così, con quello che hai, che poi alla fine non è che ci si possa lamentare perchè sono anni che non escono moto di cui ci si possa davvero lamentare, perciò la voglia di "fare follie" per una notte di s***o estremo mi è passata.

Si potrebbe anche discutere che questa rinuncia alla moto-libidine sia anche dovuta al fatto che di moto che mi fanno arrapare oggi ce ne sono tre:
- Tuono V4 1100;
- CBR 1000 RR-SP;
- Kawasaki H2 SX-SE (insomma quella con le sospensioni elettroniche).
Ed oggettivamente sono tre moto davvero tutto troppo, se guardo le "usabili" non trovo nulla che mi spinga a cambiare nessuna dei miei due catorci, perchè, tolte le lucine a led e catalizzatori, fanno le stesse cose.
Una cosa che mi manca delle moto è l'odore, zk il mio 636 puzzava di benzina come un cane dopo che si è lanciato in un canale, vibrava, urlava e scalciava, ti faceva vedere le stelle ma tu dovevi essere pronto a rischiare un bel morso ed alla fine eri stanco ed appagato, oggi questo in nessuna moto moderna lo trovi... Vanno tutte bene, schiacci un tasto e sono tutte facili... Si ok chiaro che un 1000 (o più) cc è emozionante da guidare, ma tra una R1 2018 ed un Ninja 2004 beh... La seconda tutta la vita, se non mi uccide mi farà sentire vivo.

Ecco secondo me le moto moderne si sono troppo appiattite, ti danno piacere subito, si concedono senza fartela sudare... Ed allora perchè mi dovrei indebitare per moto del genere? Troppo sguaiate e di facili costumi, non c'è gusto nel possesso e nello scoprire il loro limite perchè sai che basta alzare il TC, avere le gomme in regola, tenere il gas costante e puoi buttarti dentro a qualunque curva (al netto di ostacoli vari sia chiaro) a vita persa che loro ti faranno uscire illeso ed illuso.
Questo non mi fa battere il cuore... Si bello li per li, ma poi?
Commento di: CoffeeWolf il 18-01-2020 10:41
@CBR, sai che in tante cose i Tuoni gusti sono affini ai miei. L'unica cosa su cui sono meno d'accordo, ma capisco cosa intendi, è l'elettronica nelle "iper". Vero che riuscire a stare in sella ad un millone senza elettronica era una cosa a cui si arrivava, una sorta di laurea motociclistica se vuoi ed oggi è invece più semplice e anche "il mille" incute meno timore nonostante le prestazioni folli, però ad oggi sceglierei senza un momento di dubbio un mille con elettronica rispetto ad uno senza quando si va su quelle potenze e prestazioni.

@Deca74, interessante anche il tuo commento Smile Non so se l'età media si stia alzando, ce ne sono tanti di bei 125 e moto entry level che faranno gola a tantissimi. Guarda le nuove RS660 e Tuono 660, o la piccola Ktm Adventure 390. Ma l'età nostra, quella sì, purtroppo avanza ASD Brick wall .
Vedi, tu scrivi "ho optato per una sport-tourer" quasi fosse un compromesso, ma poi dici di esserne innamorato. Smile In teoria ho ho un'offerta per la Tracer ed in teoria l'ho accettata, ho qualche dubbio perchè è più comoda del Multistrada 1100 per andare tutti i giorni al lavoro, ma dà meno confidenza in curva. I miei dubbi sono prevalemente "di testa" e non di cuore, vedi? Quindi forse l'amore è andato via con altre. Smile
Commento di: Deca74 il 17-01-2020 15:55
Ciao a tutti...bellissimo articolo ed altrettanto bella la discussione che ne è scaturita,dalla quale si evince che l'età media di noi motociclisti si sta davvero purtroppo alzando(e meno male che qualcosa si alza ancora :asd Smile .
Io personalmente sono ancora "innamorato" della signorina(più o meno) giù in garage:non potendo possedere più moto(se no mi si incazza l'altra signorina...)ho optato per una sport-tourer con cui fare turismo di coppia,uso quotidiano ma anche qualche sparata in solitaria e devo dire che la mia z1000sx si comporta sempre bene ed è capace di regalarmi splendide emozioni.
Sul discorso che siamo noi a cambiare con il tempo non sono troppo d'accordo: fedele al mio motto "L'obiettivo è morire giovani il più tardi possibile" il tempo continua a passare ma dentro di me sono ancora lo stesso "cretino" che ormai 30 anni fa si ingarellava con amici ( ma anche no ) a cavallo dei fantastici 125 anni '80.
Buona strada a tutti voi e ricordate:se ogni volta che la vedi il primo pensiero è "***** se è bella" poi le perdoni tutti i difetti(proprio come per le donne...)
Commento di: Simonelini il 21-01-2020 13:20
Mamma ragazzi che osteria, i peggiori bar di Caracas gli fanno un baffo! Non leggevo una discussione così goduriosa da tempo, e di questo ti ringrazio Wolf. Proprio la foga e l'impeto con cui scrivi, la visceralità delle tue parole, mi portano a chiederti: sei sicuro di non essere davvero più invaghito delle moto? Perché se parli così del mondo moto consideri le moto ancora oggi la tua maggiore fonte di ormone. Ok, tu metti l'accento sul mezzo e non sul panorama, però le moto creano il mondo moto no? Mi spiego: secondo me son più seghe mentali (poi oh, io non sono te quindi felice di essere smentito): se prima avevi l'alzabandiera appena vedevi un 125 race replica ed ora non ti smuove l'ormone la v4r, sarà solo una cosa passeggera. Le mode cambiano, le moto pure e le persone anche. Magari da questo Eicma in poi tornano le 4 cilindri di piccola cilindrata (tipo la kawa dueemmezzo) e ti riscopri il ragazzino che bramava la moto del campione di turno. Come già ti han detto può anche essere un fattore legato all'ambiente in cui vivi, però personalmente il mondo moto é composto da me e dalla mia moto, punto. Non esista la moda, non esiste il giudizio, non esiste che la case facciano uscire solo moto digitali: la tuono gira da sola e ti da lei il gas giusto per uscire dalle curve? Bene, andrò alla ricerca del cancello che ti fa sudare e sporcare le mani oltre che alle mutande. La mia moto da "fap fap" (e non parlo del filtro anti particolato) é la xjr1300: é pesante, goffa, non velocissima e nemmeno troppo raffinata, però cazzen quando la vedo mi si rizzano i peli. Non ha nulla di particolare, però nemmeno cerco qualcosa nello specifico ed é forse questo il tuo limite: "la multi é più stabile, la tracer é più comoda, la ninja troppo goduriosa". Partiamo dal basso, non mettiamoci dei paletti riguardo a quello che deve fare la moto, non controlliamo la scheda tecnica. Se voglio passare una notte da "una botta e via" non cerco la recensione su "tro*e advisor" per vedere a chi piace stare sopra e a chi no: entro nel bar, parlo con una, me la porto a casa e la mattina dopo amici come prima (ma c'è ancora chi lo fa?). Non bramare la ricerca dell'anima gemella, deve essere una cosa naturale, e se non dovesse arrivare pazienza. E pazienta, al prossimo novembre potrebbe arrivare la giovincella giapponese di turno che ti fa girare la testa. E ricorda, se le giovani sono troppo fighette bisogna puntare alle milfone!
Commento di: CoffeeWolf il 21-01-2020 15:15
Felicissimo di averti coinvolto nella lettura, Simonelini Smile Alla fine l'intento era esattamente questo: divertirci un po' speculando su un tema che può essere comune :)

La moto è una passione molto forte che ho fin da ragazzino e non mi ha mai abbandonato. Non è certo diminuita, ma per la prima volta in ... ehm... direi 18 anni... che seguo molto attivamente il mercato moto è cambiato qualcosina: la fissa per il modello specifico. :)
Come dici tu, magari al prossimo autunno esce qualcosa che mi fa girare la testa di nuovo, come dicono altri magari semplicemente sono cresciuto e le cose sono cambiate.
Cioè, cavolo quanto vorrei trattar male una Panigale in pista (bondage spinto! Cool )... Monterei subito (sul)la Tuono per un giro, ma me la guarderei anche volentieri (voyeurismo dei peggiori ASD )... Se avessi un portafoglio più ampio mi ricomprerei all'istante il mio CBR600 solo per salirci sopra (comfortable come una scXpata con la tua ex storica... O Smile )....
Però per nessuna mi sento di "fare la follia", cosa che in passato ho fatto più volte.
Sarò cresciuto, o forse è il momento. Ho ricevuto un'offerta per la Tracer. Ho anche accettato, però in fondo darla via mi spiace. Riuscirò a lasciarla andare o alla fine mi tirerò indietro? Se lo facessi, forse allora non tutto il romance è perduto. Lo sapremo fra 10 giorni... Wink
Commento di: Simonelini il 21-01-2020 16:41
Fra 10 giorni scrivici il verdetto!
Commento di: Sabbionaro il 24-01-2020 17:52
Magari ti sei fatto inconsciamente feromonare da qualche moto galvanica ad un semaforo e non hai ancora realizzato che la tua libido già sublima popò di coppia ti possa erogare quell aggeggio a batteria



ASD
Commento di: CoffeeWolf il 24-01-2020 18:23
Mmh... No, non credo. Ma chi lo sa? Smile
Commento di: benellista il 26-01-2020 19:04
IO mi sono innamorato di una moto dopo averla provata .
Cambio alla pari con una honda 750 dct perfetta ,talmente perfetta che era noiosa.
Ora che anche mio figlio ha la patente,visto che una benelli nera scorazza con la targa prova per le strade di pesaro con un suono cupo e rauco,
sta' nascendo in me un altro amore
Commento di: CoffeeWolf il 27-01-2020 09:56
Ti sei innamorato guidandola e non guardandola?
È una Leoncino?
Commento di: Simonelini il 06-02-2020 14:52
Aggiornamenti ne abbiamo?
Commento di: CoffeeWolf il 06-02-2020 15:39
Sì :)
Tracer venduta (anche se fisicamente è ancora da me per un paio di giorni). Ti dirò, mi è spiaciuto darla via alla fine, cominciavo a cucirmela addosso e ne ero felice, ma sono felice e contento anche con la Multistrada. :)
Quindi, la domanda resta. Chissà se arriverà una moto che mi stregherà (a parte il nuovo CBR1000RR-R rrrrrr rrrr rrrrr rrr) Smile
Commento di: Simonelini il 06-02-2020 15:55
Vedi? Già il nuovo CBR-R stra R + R ti attizza l'appetito carnico, è un passo avanti! A sto punti vendi pure il Multi, la casa, il cagnolino, lo stendiabiti, etc.. e prenditi la nuova SBK di Tokyo!
Commento di: CoffeeWolf il 06-02-2020 16:14
ahahahah per poi andarci al lavoro? Rotfl
Nah... Sono contento con quello che ho. Nel duemilacredici, quando sarò ricchissimo, avrò una Multi 1260 Pikes Peak per andare al lavoro e la Cbr1000rrrrrrrrrrr-r-r per la pista Smile ASD
Commento di: Simonelini il 06-02-2020 16:30
Buona, il 7/07 alle 7:07 del duemilacredici ci troviamo in pista, io sarò quello con la RSV4 Factory! (sempre che quel giorno non sia un lunedì)
Commento di: CoffeeWolf il 06-02-2020 16:36
Prenoto i turni, mica che poi non c'è più posto, eh!
Commento di: Jeanne il 10-02-2020 16:30
Bellissimo articolo, complimenti!
Che dire... alle volte i sentimenti sono difficili, inebriano ma portano anche a paure e delusioni... neanche io mi innamoro più.
Ho passato anni bellissimi assieme al CBR (due, entrambi 600) ma forse, assieme ai ricordi, è maturata anche quella certezza che niente potrà più essere emozionante come quando non sapevi e ti davi corpo ed anima a quell'esperienza unica che è l'andare in moto.
Oggi ho una relazione fissa con una che non è neanche mia, una ninja 1000 del 2005 che mi dà quella sicurezza di non essere ancora diventata vecchia per una scappatella su per i passi.
Se oggi dovessi scegliere di avere una relazione stabile e del tutto regolare, ne prenderei una giovane, sportiva e di grossa cilindrata... forse perché mi piace pensare che in fondo, il tempo, per me e per loro, potrebbe non essersi mai fermato.
Commento di: CoffeeWolf il 10-02-2020 17:01
Ciao Jeanne!
Sono felice ti sia piaciuto. Mi ero perso il tuo passaggio alla verdona. Bella bestia. Però vedo che anche a te il CBR è rimasto nel cuore. Smile