La Community Ting'Avert
Un saluto... poco educato
Scritto da TommyTheBiker - Pubblicato 22/04/2013 15:17
Piccola premessa. Di articoli sul saluto tra motociclisti ne sono stati scritti tantissimi...

Ormai sappiamo tutti che in moto c'è chi saluta e chi no, chi ricambia la tua cortesia e chi ti snobba. Dal canto mio saluto sempre gli altri motociclisti, senza fare distinzioni, com'è giusto che sia; evito di salutare giusto gli scooteristi perché questa usanza poco gli appartiene, ma se uno di loro mi saluta per primo ricambio senza indugi (ed anzi rimango piacevolmente sorpreso).

Mi è capitato, come sarà successo a tutti voi, di venire "snobbato". Di salutare e di non ricevere risposta. Vuoi perché non sono stato visto, vuoi perché l'altro non sapeva dell'usanza del saluto, vuoi per via di futili differenze tra un mezzo e l'altro... insomma, succede e basta, ma pazienza, non è un dramma. Ma quello che è accaduto stamattina, giuro, non l'avevo mai visto prima. E mi ha lasciato a dir poco spiazzato. Fine della premessa.


Stamattina esco di buon'ora con la scusa di sbrigare un po' di commissioni arretrate e mi godo un bel giro in moto. Lascio che sia lei a decidere la strada, come sempre. Mi levo qualche sfizio, ammiro il paesaggio, insomma un classico giretto senza pensieri per la testa. Dopo qualche ora in cui mi sento davvero libero, decido di tornare verso la città. Mi ritrovo così su uno stradone, tecnicamente una via urbana ma di fatto un troncone di statale. Solita coda kilometrica al solito semaforo, tappa obbligata per tornare a casa. Supero le auto in coda a passo d'uomo e mi piazzo in cima alla colonna.

Al mio fianco, altre due moto. Un 50 ed un 125 per la precisione, guidati da due ragazzi con zaino sulle spalle. Vista l'ora avranno sicuramente "tagliato", come si dice dalle mie parti. Li guardo. Sorrido, anche se dietro al casco integrale ed alla visiera calata non si può notare, e mostro indice e medio a V.

Uno dei due, quello col 125, il più vicino a me, risponde al saluto. Anzi no, quello non è un saluto. Manca l'indice, c'è solo il medio. Scrollo istintivamente la testa e sbatto le palpebre, come per mettere a fuoco. Non è un saluto. È un dito medio teso, un bel vaffanculo ab imo pectore.

L'amico sul cinquantino ride in modo talmente sguaiato che lo sento nonostante i caschi. Quello col 125 mantiene il medio alzato. Quando scatta il verde loro partono a razzo ed io rimango lì, inebetito. Vengo risvegliato dai clacson degli automobilisti dietro di me e parto anche io.

Li vedo. Sono a poche decine di metri di distanza, non hanno fatto molta strada. Gli sto dietro senza neanche sapere perché. Loro lo notano e forzano l'andatura, dando fugaci occhiate dietro di loro ogni tanto. Continuo a seguirli, sempre in modo automatico. Ad un certo punto esco dalla stato di trance e mi sale l'incazzatura a mille. Apro il gas a fondo, in un secondo gli sono a fianco. Adeguo l'andatura e guardo dritto in faccia il ragazzo col 125, quello che mi ha simpaticamente sfanculato. Indico una strada secondaria col braccio teso, perentorio. I due cambiano percorso ed io con loro.

Ci fermiamo a lato della strada, tutti e tre. Il ragazzo col 125 scende dalla moto e si leva il casco, l'altro rimane in sella. Scendo dalla moto e mi avvicino. È un ragazzino in età da liceo, come lo ero io fino a pochi anni fa. Tiene lo sguardo basso. Gli metto una mano sulla spalla come per trattenerlo. Non dico niente, mi limito a guardarlo male. Sento solo un flebile "scusa...", detto con tono strozzato. A momenti si mette a piangere davanti a me, evidentemente la differenza di stazza l'ha intimorito e pensa che lo voglia ammazzare di botte. Ammetto che per un istante ho avuto la tentazione di ficcargli un cazzotto nello stomaco, ma non sono così vigliacco da picchiare un ragazzino.

Non rispondo. Giro i tacchi e risalgo in moto. Do un'ultima occhiata ai due: uno è ancora lì a guardarsi le scarpe, l'altro sempre in sella alla sua moto trema come se fossimo in pieno inverno. Ingrano la prima e me ne vado, lasciandoli lì. Non do neanche un'occhiata allo specchietto mentre mi allontano, filo dritto a casa per la strada più breve, con il sangue che ribolle e la testa piena di pensieri contrastanti.

È tutta la mattina che ripenso a questo episodio. Più ci penso e più mi ronza in testa una domanda. Perché? Perché mandare a quel paese un tuo fratello motociclista, che non hai mai visto in vita tua, che ti ha salutato da pari a pari, come è giusto che sia, senza distinzione di cilindrata, di potenza, di età?

Vi prego datemi voi una risposta, io non riesco a trovarla. Perché?
 

Commenti degli Utenti (totali: 93)
Login/Crea Account



I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli utenti non registrati
Commento di: Davide il 22-04-2013 15:18
Guarda fossi in te non mi preoccuperei più di tanto... a quell'età non tutti sono maturi a sufficienza per distinguere un saluto da uno starnuto...
Commento di: Sbiellatissimo il 22-04-2013 22:10
che brutto...io che uso lo scooter per andare a scuola (ma appena posso prendo e scappo dalla città per fare dei tragitti piacevoli) mi sento in soggezione quando vedo un motociclista e ho quasi paura a salutarlo, però cavoli questi proprio rispetto zero, o magari pensavano che il saluto fosse un'offesa ma cavoli sono stati scemi...
Commento di: flavianga il 25-04-2013 17:25
Non devi meravigliarti assolutamente. Anzi! Dovresti , semmai, stupirti del contrario! Oggi il mondo gira cosi. Vorrei , invece , farti presente (per quanto incredibile possa sembrarti) che ti e' andata anche bene. Proprio cosi'. La cronaca e' fatta anche di episodi assurdi dove la follia la fa da padrona. E per follia si perde anche la vita. Ci sono persone che subiscono una trasformazione micidiale in sella ad una moto, come alla guida di un'auto. Sono persone dalla personalita' disturbata e per questo motivo pericolose. Quello che voglio dirti e' che bisogna stare attenti, molto attenti (non raccogliendo nessuna provocazione, nessuna!).
Commento di: piciul il 22-04-2013 15:26
perchè per te la moto è una passione, per loro un mezzo di locomozione che li deve portare in un luogo che loro odiano....... la scuola........ avranno tempo per riconoscere l'amicizia che accomuna chi ha una passione e, soprattutto, per scoprire che questi sono gli anni più belli e spensierati della loror vita.
Commento di: v1cH_RR il 22-04-2013 15:36
Hai fatto bene a non usare la violenza, anche se ci stava tutta. Lo schiaffo morale glie l'hai dato lo stesso, e sicuramente insegnerà di più che la difficoltà di respirare per 30 secondi con un cazzottone sullo stomaco :asd:

Se capitasse a me, non saprei come reagirei..
Commento di: TommyTheBiker il 22-04-2013 17:28
Speriamo che la lezione sia davvero servita!
Commento di: aleksjboss il 22-04-2013 15:56
Perché mandare a quel paese un tuo fratello motociclista, che non hai mai visto in vita tua, che ti ha salutato da pari a pari, come è giusto che sia, senza distinzione di cilindrata, di potenza, di età?
Semplice...quel ragazzino non è un motociclista. Per lui la moto, il 125...fa figo.."sono il gallo del gruppetto.." Non ci pensare, l'importante è che tu non ti senta avvilito da costui, anzi: testa alta e Tinga in sesta, i veri motociclisti son qui!
Commento di: TommyTheBiker il 22-04-2013 16:25
Avvilito no... stranito si! Giuro non mi era mai capitata una cosa simile, mi sono sentito spiazzato!

È un po' come incontrare un tuo conoscente per strada, dirgli "ciao!" e sentirsi rispondere "ma vai a farti fottere"... rimarresti interdetto penso. Ecco, mi sono sentito così!
Commento di: aleksjboss il 22-04-2013 16:29
posso immaginare come ti senti..mi son immaginato la scena..la spiacevole scena per un certo verso...dai alla fine quello che importa è che tra Noi Motociclisti ci si capisce! Up
Commento di: 5bwaz il 20-06-2013 17:33
"e sentirsi rispondere "ma vai a farti fottere"..."
Nettuno, immissione su incrocio da strada quasi campagnola a provinciale. Stop. Arriva nessuno, riparto. Vedo dopo 20/40 metri un anziano che spinge la macchina, rosso in faccia e sudando abbondantemente. Accosto, mi fermo, scendo. "Serve un aiuto? Aspetti che le do una mano a spingere". La reazione è stata, accompagnata da voce alta e minacciosa "Ma tu chi cXXXo sei, che cXXXo vuoi, me vedi d'annattene e fatte li cXXXi tua sennò te meno..". A quel punto ho dimenticato s'essere un signore, mia mamma da lassù ha fatto finta di non vedere/sentire e gli ho risposto per le rime senza avere rispetto dell'età, senza dimenticare nel messaggio abbondanti riferimenti a mestieri poco edificanti praticati dalle sue ave, facendo precisazioni su tutti i suoi migliori antenati passati a miglior vita ed indicandogli molto chiaramente sia cosa poter andare a fare e dove nonchè cosa mi ricordava la sua testa. Alla fine, ripartito, la domanda che mi aveva martellato era proprio sulla gratuità della reazione nei confronti di chi mosso a compassione voleva solo darti una mano. Bah ...
Commento di: TommyTheBiker il 20-06-2013 18:09
La descrizione "edulcorata" della tua reazione mi ha fatto spanciare Rotfl
Commento di: Chub il 22-04-2013 16:14
Senza offesa ma tutto ciò è davvero comico........,cosa pretendi,magari dal loro punto di vista li stavi sfottendo ASD ASD ,che poi ti sei incacchiato di brutto ci può stare ASD ASD .

"V"
Commento di: TommyTheBiker il 22-04-2013 16:24
Ci ho pensato, magari non sanno del saluto, hanno equivocato. In tal caso capirei (fino ad un certo punto) il dito medio di rimando, ma il ridermi in faccia...!
Commento di: Silver957 il 22-04-2013 16:54
Bèh potrei citarti altri esempi... una volta (in auto) mi fermo a Roncobilaccio per fare benzina, con il tipo cerco di scambiare quattro chiacchere del tipo: "fà freschino quassù stamattina" e lui mi ricambia con un bel "e a te che c.... te ne frega?". Risalgo basito e penso che in fondo l'intelligenza non è un bene di tutti....
I 2 ragazzini hanno ancora molto da imparare sulla vita, come si dice "io speriamo che me la cavo".
Però vorrei sottolineare che io vivo con disagio questa cosa del "saluto"; fino a un anno fa ero un motociclista anche io (fin dall'età di 16 anni), ora ne ho 56 e mi sono dovuto piegare per necessità e per acciacchi ad uno scooterone ma nelle vene nulla è cambiato, quando incontro motociclisti vorrei salutarli e abbracciarli ma vedo il loro sguardo di compatimento e quindi rinuncio, a malincuore...
Tutt'ora frequento altri motociclisti (diciamo che loro mi sopportano) con la piccola differenza che spesso loro guidano moto cosiddette da "bar" per fare a gara chi è più figo, mentre io le mie vacanze le passo in moto (scusate, volevo dire scooter) girando l'Europa...
Ma se questa è la regola, quando incrocio un'altro motociclista mi accontenterò di gioire dietro la visiera pensando al mio motto "non conta che 2 ruote hai sotto, contano le 2 palle che hai sopra".
Lamps !!
Commento di: TommyTheBiker il 22-04-2013 17:12
Simpatico l'automobilista XD

Come ho scritto nell'articolo difficilmente saluto per primo uno scooterone, perchè di solito non hanno nella loro mentalità la cultura del saluto, però ricambio sempre.

Fossi in te quindi ci proverei comunque, alla peggio non ti salutano... sempre che non ti capiti di trovare gente come quella che ho incontrato stamattina!
Commento di: edo98 il 22-04-2013 23:24
Piu che mancanza della cultura del saluto direi che la maggior parte vive lo scooterone come un normalissimo mezzo di trasporto, salgo-vado-arrivo-scendo. Niente emozioni, niente fratellanza con altri motociclisti.
Commento di: TommyTheBiker il 23-04-2013 16:52
Vero, vero. Esattamente come gli automobilisti, salvo le "cerchie" monomarca o monomodello.
Commento di: Enrico58 il 23-04-2013 21:47
Grande!
Concordo...
Commento di: RedBiker413 il 22-04-2013 17:04
Hai fatto davvero bene!!! Applause Applause Applause Mentre leggevo la prima parte dicevo "perchè non li segue?" ASD Qui la maggior parte di noi è passata dal 125 ma a 18 tanti ragazzini lo vendono per tenere solo la macchina,a pochi (come me e noi) basta una macchinina usata per poterci gustare una moto "grossa" ed il bello dell'essere motociclisti...poi si sa più sono fighettini meno son buoni ad andare in moto!Questo ci avrà fatto casa-piazza-bar-casa non sa cosa vuol dire,sarà di quelli che han le gomme così piatte che ci puoi apparecchiare sopra e giocarci a carte!
Commento di: TommyTheBiker il 22-04-2013 17:26
In effetti il 125 era un modello molto recente.

Probabile che il tipo fosse il "ganzo della cumpa" con moto nuova di pacca o quasi, che in preda a deliri di onnipotenza si mette contro tutti quelli che passano... tutto si spiegherebbe.

Se è così però è un completo idiota, ce ne vuole per non rendersi conto della differenza tra lui e me (sia di stazza, sia di mezzo)!!!
Commento di: RedBiker413 il 22-04-2013 18:03
ASD Purtroppo la moto diventa tale per tutti dopo i 18,col 125 i veri motociclisti under 18 (e siamo tanti!!!!!!) si mescolano alla massa di letame fumante
Commento di: guidillo il 22-04-2013 17:44
....a me è successo anche di peggio! Comunque possedere una patente A di qualsiasi genere od essere in sella di una moto non fa di te un pilota ne tantomeno un motociclista. Essere motociclisti veri vuol dire in primis vivere un rapporto simbiotico col tuo mezzo un rapporto fatto di mille piccole conoscenze e confidenze che nessuno potrebbe raccontare in maniera dettagliata ed esauriente anche se volesse. Essere motocilclista vuol dire riconoscere che siamo tutti differenti ed allo stesso tempo tutti pari, non ci dividono cilindrate, stili o colori le ruote son sempre due per tutti......essere motociclisti vuol dire essere generosi, perchè la strada è tanta e dividerla non è un problema....esser motociclisti vuol dire crescere e diventare responsabili...esser motociclisti vuol dir così tante cose che mi farebbero male le dita a scriverle solo alcune......ecco perchè essere stronzi è più facile. ASD
Commento di: TommyTheBiker il 22-04-2013 20:41
Di peggio? Racconta racconta XD
Commento di: guidillo il 23-04-2013 15:43
Una volta un fighetto del cavolo in sella al suo Yamaha T-Max mi ha tagliato il vettore in piena rotonda...grazie alle Metzeler "bollenti" dopo una corsa e ad un'abbondante dose di culo non sono scivolato. Una volta ripreso il controllo gli ho dato un paio di sfanalate e per tutta risposta ha sfoderato un bell'indice medio. Mi sono incazzato come una bestia e gli sono andato dietro. Una volta raggiunto l'ho affiancato a 150 fingendo che il mio monster avesse raggiunto la velocità massima l'ho spaventato tanto che ha tirato per il collo il T-Max.....lo scemo purtroppo non sapeva che quella strada l'avevo percorsa une mezzora prima e che avevo notato un posto di blocco dei Puffi con autovelox.....Mi sono fatto passare....il tipo mi ha rifatto il dito ma dopo circa 10 secondi mentre io pinzavo il doppio disco a fondo è passato davanti al rivelatore. La stessa sera al pub ho rivisto uno dei due agenti in borghese (un tipo tranquillo che conosco) che mi ha confermato che avevano fermato uno scooter per eccesso di velocità.

Risultato:
Strada Urbana a scorrimento veloce limite 70
Velocità rilevata: 180
Abbuono 5%: 171
Supermento del limite di velocità di oltre 40kmh applicazione del comma 9
Comma 9: Ritiro della Patente con decurtazione di 10 punti ed esame di riammissione e sospensione per mesi 3
Multa di 1290 euro.

Quella sera mi sono ubriacato (tanto guidava un'altro).......

PS il mese scorso ho saputo che il fighetto in questione ha venduto il mezzo, ora gira con la nuova grande punto!
Commento di: TommyTheBiker il 23-04-2013 16:35
Aaah, adoro questo tipo di vendette! È capitato anche a me e devo dire che è sempre una grandissima soddisfazione ASD
Commento di: muchogusto1 il 23-04-2013 17:10
Stima totale nei tuoi confronti!! sono morto dalle risate!!
Commento di: RickTST il 23-04-2013 21:56
Ahahahah SPETTACOLO!!! Mr. Green
Commento di: PaoloG il 25-04-2013 18:16
Fantastico! Mr. Green
Commento di: roby89 il 26-04-2013 11:49
Grandissimo!!! ASD
Commento di: tikkio il 26-04-2013 16:12
Sei il boss
Commento di: mvagustaf3 il 30-04-2013 09:48
hahahahahahaha sei un grande !!
Commento di: Silver957 il 23-04-2013 12:54
10 e lode ai tuoi pensieri!!! Giustamente, per essere un motociclista, prima devi esserlo dentro!
DoppioOk
Commento di: Cesco90 il 22-04-2013 18:13
Eh be! Che simpaticoni...masì sicuramente non sapevano del saluto...o l'hanno inteso come uno sfottò...a quell'età non ci metti molto a fraintendere e a farti il figo pensando che nessuno reagisca, soprattutto se sei il "fighetto con la moto"...
Per quanto riguarda la premessa sono d'accordo che aspetti di essere salutato se incontri uno sullo scooter, però cacchio, e lo dico avendocelo per l'appunto,se ne incrociate uno, con le protezioni, in una strada panoramica tipo montagna vuol dire che la passione per le moto ce l'avrà almeno un minimo! Non è il solito topo da città...potreste sprecarvi anche a salutare Very Happy Razz o almeno a rispondere...regalereste semplicemente un sorriso al pilota incrociato

Lamps a tutti!
Commento di: TommyTheBiker il 22-04-2013 20:51
Rispondere, sempre e comunque, a chiunque. Una volta mi hanno fatto la V pure da un'auto!

Se vedo uno scooterista con protezioni varie ormai do per scontato che sia un motociclista che per un motivo o per un altro è dovuto salire su uno scooter. Spiace dirlo ma noto che sugli scooter, anche di grossa cilindrata, il concetto di "protezioni" è sconosciuto e spesso addirittura vituperato (fa caldo, non voglio sembrare un pauerrenger, ma tanto non cado ecc ecc).

Ad ogni modo, se incrocio una persona come quella che hai descritto, saluto senza dubbio Smile Che sia un motociclista temporaneamente scooterizzato, o un raro esemplare di scooterista coscienzioso, in entrambi i casi gli farà di certo piacere un mio cenno.
Commento di: Cesco90 il 22-04-2013 23:06
Guarda io proprio in questo periodo sto cercando di convincere la mia zavorrina a comprarsi un giubbino con protezioni,convincerla nel senso che non lavorando non ha i cash a disposizione, ora che arriva la bella stagione lo userò di più con lei e mi sento proprio un peso allo stomaco a farla salire senza le protezioni adeguate...no no, protezioni assolutamente sempre!Comunque hai ragione, è un po che faccio caso ai moto/scooteristi che incrocio e sono proprio pochi quelli con le protezioni...e mi spiace molto la cosa...
Commento di: Freeenk78 il 22-04-2013 20:17
Per questo non saluto (per primo) 125 e cinquantini...anche se mi spiace...molti anni fa, in sella alla mia Mito 125, sono stato salutato per la prima volta da un motociclista...e ricordo ancora la felicità per avere avuto quel piccolo segno di riconoscimento, di appartenenza a un gran gruppo

Lamps
Commento di: TommyTheBiker il 22-04-2013 20:57
Mi spiace dirlo ma fai male. Proprio perché ricordi quanto sia bello sentirsi parte del gruppo pur avendo una moto di piccola cilindrata, dovresti salutare anche loro.

Quello che incroci magari 9 volte su 10 sono tamarri, fighetti, poser, bulletti di quartiere e simili che meritano solo disprezzo... ma in un caso sono ragazzi proprio come eri tu, che sperano di ricevere un cenno per sentirsi parte di questa famiglia :)

Almeno, io la vedo così!
Commento di: Freeenk78 il 22-04-2013 21:24
Lo so. Hai ragione, ma dopo un po' uno si stanca...anche se il tuo articolo mi ha fatto ripensare a quel momento e magari, domani, ci provo di nuovo.

Lamps
Commento di: Hulio91 il 22-04-2013 20:17
TommyTheBiker x me sei un grande DoppioOk
Hai fatto solo che bene a insegnarli un po' di educazione.
Ho lasciato il mio bel Husky 125 l'anno scorso dopo 4 anni.
Posso dirti che conoscevo ragazzi della mia età che sono avendo un 125 un po' potenziato si sentivano i re della strada e facevano gli spacconi con tutti.
Personalmente ho sempre salutato i fratelli Biker anche se spesso non ricambiavano Crying or Very sad
Commento di: TommyTheBiker il 22-04-2013 21:08
Grazie ^^

Capisco benissimo il dispiacere che hai provato. Qui da noi i motard sono diffusissimi quindi conosco vari motardisti, ed anche a loro è capitato di venire snobbati molto spesso.

Non ne ho mai compreso il motivo, ma ho una mia teoria. Non so da te, ma qui il ragazzino tamarro e spaccone spesso si fa il motard 50/125 (o l'Ape), quindi per colpa delle troppe mele marce ormai la gente pensa che tutti i motardisti siano così.
Commento di: Monoruota96 il 22-04-2013 20:35
Io penso che non siano stati a conoscenza del saluto.. magari non hanno capito.. io mi sarei incazzato a mille e avendo la loro età non mi sarei tirato indietro 2 volte a dargli un bel manrovescio ASD ASD ASD
Posso comunque dirti che ci sono pochi ragazzi con 50ini e 125 che salutano gli altri motociclisti.. io sono tra questi e ne sono fiero, se un giorno ci incontreremo non mi rifiuterò di porgerti il saluto Wink
Commento di: TommyTheBiker il 22-04-2013 21:17
Fai bene! Almeno dai la dimostrazione agli altri che le piccole cilindrate non sono esclusive degli imbecilli, come in troppi pensano.

Lamps
Commento di: Jack20 il 22-04-2013 21:32
Hai incontrato proprio due teste di cavolo.... ma non fare di tutta l'erba un fascio perchè non siamo tutti così!! Io per ora guido solo un 50ino ma il mio sogno è un giorno di far parte della grande famiglia dei Motociclisti!....Ricordo ancora il giorno in cui mi è successa una cosa simile...mentre tornavo da un giro in scooter incrociai un gruppo di motociclisti che venivano dalla parte opposta. Mi mostrarono tutti il saluto indistintamente dal fatto che guidavo un semplice scooterino e io incredulo ricambiai a mia volta. Questo evento non ha fatto altro che far crescere in me il desiderio di diventare un Motociclista.
Commento di: DucaZac il 23-04-2013 02:12
Tommy non c'è da stupirsi, non è che manca la cultura motociclistica del saluto (cosa che immagino sia loro del tutto sconosciuta)....manca proprio la cultura in sé stessa: l'educazione. Probabilmente quei due cafoncelli semplicemente non hanno preso dai loro genitori le sberle che si meritano. Oggi ce ne sono parecchi (è dire poco) di ragazzotti simili che pensano sia fichissimo mandare qualcuno all'altro paese, specialmente se più grande di loro. Si sentono dei veri duri. Che dire? Devono ancora crescere, la vita insegnerà loro l'educazione che i loro genitori non hanno saputo dargli.
Tu, con il tuo comportamento, sei stato un esempio più che positivo. Complimenti davvero!

V
Commento di: SSMANETTA65 il 23-04-2013 08:20
Forse ha davvero pensato che lo stessi sfottendo, forse no. Comunque hai fatto bene a comportarti come ti sei comportato. Quel ragazzino, molto probabilmente, quando avrà 18 anni guiderà la macchina dimenticandosi delle due ruote ed andando ad incrementare la folla di "inscatolati" che ogni fine settimana intasano autostrade e statali, mentre noi continueremo a goderci la libertà che ci dà la nostra moto. Fregatene!!!! Laampsss!!! Five
Commento di: TommyTheBiker il 23-04-2013 11:03
Vista la moto, penso anch'io che quello col 125 fosse un motociclista "per moda".

Confido almeno nell'amico col cinquantino, mi sembrava parecchio colpito dalla scena. Spero che gli resti impressa e lo aiuti a capire come (non) ci si deve comportare!
Commento di: fuelmat il 23-04-2013 11:15
Te la do io la risposta alla domanda "Perchè mandare a quel paese un tuo fratello motociclista...?" Perchè quelli non sono tuoi fratelli motociclisti, perchè quelli la moto non se la sono sudata ma l'hanno semplicemente ricevuta in regalo dal papi e non la vedono come un qualcosa che ha l'anima, perchè quelli non hanno dovuto aspettare i 22 anni per poter mettere i soldi da parte e comprare un 125 che altri hanno a 16 anni ma va bene un 125 purchè sia una moto e sia comprata con i propri sforzi facendo 2 lavori saltuari e studiando all'università... (scusate il piccolo riferimento personale...)
Se mi trovate in giro, non solo vi saluto, vi abbraccio proprio!! :asd:

V a tutti!!
Commento di: Consumatalloni il 23-04-2013 15:46
Io ho un ktm 125, saluto sempre anche i 50 ini, a volte ti prendono anche in giro, di motociclisti ce ne sono rimasti pochi.....
Commento di: Zio-Gino il 23-04-2013 16:53
Fratelli Bykers, per mè il vostro saluto è come respirare una boccata d'aria pura, se Hai freddo ti si riscalda il sangue, e se stai sudando avvolto dalle tue protezioni, e come entrare in un locale con aria condizionata.
Purtroppo mi sono capitati tanti episodi del genere, ed adesso nella mia città, non saluto + perchè non viene usato e capito. e rischio anche io di incontrare tipi dal dito facile.
Premetto che non sono motociclisti ,ma povera gente che ostenta il suo Maxi scuter, la sua Americana piena di borchie etc etc.
Noi motociclisti siamo un'altra specie.
Doppio Lamp Naked Doppio Lamp Naked
Commento di: Zio-Gino il 23-04-2013 16:53
Fratelli Bykers, per mè il vostro saluto è come respirare una boccata d'aria pura, se Hai freddo ti si riscalda il sangue, e se stai sudando avvolto dalle tue protezioni, e come entrare in un locale con aria condizionata.
Purtroppo mi sono capitati tanti episodi del genere, ed adesso nella mia città, non saluto + perchè non viene usato e capito. e rischio anche io di incontrare tipi dal dito facile.
Premetto che non sono motociclisti ,ma povera gente che ostenta il suo Maxi scuter, la sua Americana piena di borchie etc etc.
Noi motociclisti siamo un'altra specie.
Doppio Lamp Naked Doppio Lamp Naked
Commento di: Jackringarelli il 23-04-2013 19:38
Azz... non riesco a crederci! Io ho 17 anni e se vedessi una moto "grossa" che mi saluta per prima, mi scioglierei dalla commozione, e questi insultano pure! Va beh dai, la prossima volta che vedi un cinquantino in giro per la valle saluta comunque: potrei essere io! Per curiosità, che moto avevano? Non sia mai che li incontri e mi offenda...
Commento di: TommyTheBiker il 23-04-2013 20:12
TZR 50 e CBR 125. Della seconda ce ne sono pochissime, quindi se ne incontri una con un pilota poco educato, è quasi sicuramente la stessa persona!

Dato che sei della Valle aggiungo anche la location precisa: la strada è Via Parigi, il semaforo è quello subito dopo il ristorante cinese. Presente?

Tranquillo che ti saluto, saluto tutti io, indipendentemente dalla cilindrata Razz
Commento di: Jackringarelli il 23-04-2013 20:16
Ho capito il posto e oggi ho visto per la prima volta ad aosta un cbr 125... che sia lui? XD dai al massimo ci si vede in giro! V
Commento di: TommyTheBiker il 23-04-2013 20:35
Probabile: finora ne ho viste pochissime in Valle (3, massimo 4). Però non mi sembra il caso di fermarlo e chiedere "scusa ma tu sei quello che...?" XD

GSX-R 600 K1 nera opaca (temporaneamente) senza livrea, se mi vedi flasha Lamps
Commento di: Jackringarelli il 23-04-2013 20:50
Si beh non era mia intenzione... se mi chiede come fai a saperlo gli dico "me l'ha detto l'uccellino?" XD Ma l'RS la usi ancora o è in letargo? Se potessi tirarla fuori potremmo farci un giro... Sempre se puoi e se non ti schifa andare a 70/80 massimo!
Commento di: TommyTheBiker il 23-04-2013 21:29
Con mio immenso dispiacere l'ho dovuta vendere per necessità economiche. Però l'ho data ad una persona che la merita, mi premeva più quello dei soldi.

Non escludo un riacquisto se e quando dovessi averne la possibilità, ci tengo troppo a quella moto.. e poi era una bella belva!
Commento di: Jackringarelli il 24-04-2013 09:20
Ah ok, avevo visto nel profilo e pensavo la avessi ancora... Immagina che bella deve essere, se non ci fosse l' opzione 250 penso la avrei presa a 18 anni!
Commento di: maucat65 il 23-04-2013 19:52
perchè ìn dù cajòun... Smile
Commento di: Il50inoFurioso il 23-04-2013 22:21
Sarà che uno può essere incavolato anche per i fatti propri (ma dubito che due ragazzi che tornavano da scuola lo fossero) ma se un motociclista ti saluta ricambi sempre con la V, più che per rispetto lo si fa per la propria passione... mah, quelli hanno un futuro come motociclisti da bar, la classica moto da corsa 125 4T inchiodata che i ragazzini inesperti comprano per fare i fighi piuttosto che per divertirsi (non tutti son così, ma la maggior parte).
Comunque vorrei lasciare un consiglio a tutti, OCCHIO IN CHE NAZIONE SIETE QUANDO SALUTATE!! come ho letto che il ragazzo ti aveva mandato a quel paese ho pensato "magari era spagnolo", infatti in vari paesi del mondo, la V dei motociclisti italiani viene intesa come un "Vaffanc***", l'ho imparato una volta in spagna quando attraversai una strada senza vedere un tassista poco simpatico Laughing Laughing
Poi purtroppo quando ho sentito che si scusava in italiano ho capito che era il classico ragazzino coglioncello... poveri noi, dove andremo a finire così..
Commento di: TommyTheBiker il 23-04-2013 23:16
Vista l'ora direi che a scuola non ci sono proprio andati XD Da me "tagliare" significa appunto far sega, marinare la scuola.

Mi hai insegnato una cosa nuova, non avevo idea del significato che dessero gli spagnoli a quel gesto... dubito che mi recherò mai in Spagna in moto, ma chissà, mai dire mai!

Informazione per informazione: in Francia le dita a V sono abbastanza usate, però è molto più diffuso il saluto "da sorpasso" con il piede (da noi non moltissimo ho notato).
Commento di: Il50inoFurioso il 25-04-2013 16:52
si impara sempre qualcosa di nuovo!
ma dimmi un po', sei te il "TommyTheBiker" di yahoo answer primo nella categoria di moto, che mi ruba sempre le domande più interessanti?! ahahha mi sa che ci siamo già visti in qualche risposta, io sono "Federico Ugo"!
Commento di: sant0 il 24-04-2013 16:25
molto semplicemente perchè quelli non sono motociclisti
Commento di: Simoblazer il 24-04-2013 16:44
Guarda, sei stato anche bravo a trattenerti. Questi arrogantelli capiscono solo le botte. Tutti siamo stati ragazzi... ma l'educazione non è una variabile che dipende dall'età, questi sono st...zi e basta.

Hai fatto bene a non abbassarti al loro livello, non credere, questi fanno i grossi, poi quando gli hai cambiato i connotati vanno a piangere dal papi e tu finisci pure su studio aperto sotto il titolo " centauro violento "... tanto prima o poi finiscono male da soli.

Lamps
Commento di: TommyTheBiker il 25-04-2013 17:57
Già, ci manca una denuncia da parte del padre con relativa eco mediatica ad opera dei soliti "giornalai" (un giornalista è ben altro).

Spero che anche una quasi-ripassata serva a raddrizzarlo, è ancora in un'età nella quale può imparare tanto... parlo per esperienza personale!
Commento di: Simoblazer il 26-04-2013 12:48
Si, sicuramente la prossima volta ci penseranno 2 o anche 3 volte... ASD
Commento di: AlbertoSSP il 24-04-2013 17:23
Hai fatto bene a fare come hai fatto, senza violenza, ma senza neanche "lasciar correre", in modo da insegnargli un po' l'educazione.
Vedrai che non lo rifarà più.

Però non mi preoccuperei più di tanto... a 16-17 anni si è degli sbarbatelli, si pensa di essere i più fighi e di essere i padroni del mondo. Motociclista o non motociclista poco importa.
Probabilmente (ahimè) era solo uno stupido modo per farsi una risata e non aveva neanche intenzione di offenderti.
Molti ragazzini sono così arroganti e maleducati che bisogna essere contenti già del fatto che abbiano dimostrato un po' di rispetto quando gli hai detto di fermarsi chiedendo scusa...
Commento di: TommyTheBiker il 24-04-2013 19:32
Anche perché se non si fermavano li inseguivo fino a casa. Lol.
Commento di: jack560ti il 24-04-2013 19:16
coglioni,li trovi ovunque,io ho un rs 50 ma saluto sempre comunque vada!
Commento di: Brukers il 25-04-2013 03:33
Grandissimo, sei stato un grande con il tuo comportamento, penso che sia servito più che uno schiaffo, e lo dico per esperienza. Anche io purtroppo avendo solo un 50 mi sento a disagio con il saluto. Vivendo in un posto molto turistico e il collina il weekend è pieno di moto e io inizialmente non salutavo mai. Una domenica d'estate ero in giro con un mio amico quando incontriamo un gruppo di moto stradali, e uno in R1 mi abbaglia. Non potete capire quanto mi ha fatto felice, mi emoziono solo ripensandoci. Da quel giorno saluto sempre e se a volte me ne scordo o non faccio in tempo vedo piacevolmente che sono in molti a salutare, senza distinzioni di cilindrata e di età (dal 20enne con il Ktm al 50enne con il GS ai vari Harley-Davidson). Io personalmente consiglio a TUTTI di salutare anche moto di piccola cilindrata perchè non c'è emozione più grande di sentirsi parte di una grande famiglia.
-Lamps Lamps
Commento di: FalcoStellare il 25-04-2013 14:35
>> Vi prego datemi voi una risposta, io non riesco a trovarla. Perché?

Perché di cretini il mondo è pieno, non c'è niente da fare.
Commento di: 9BikerSam9 il 25-04-2013 17:04
Mamma mia... che maleducati...
Commento di: Cliff_Fox il 25-04-2013 19:10
Io non saluto i 50 i 125 e tutti gli scooter compreso il t max. Nemmeno saluto quell'ibrido della Honda uscito di recente.
Commento di: TommyTheBiker il 25-04-2013 19:29
Ecco, questo non mi piace (scusa se mi permetto). Posso capire scooteroni, moto a variatore, tryke e bizzarrie varie... ma perché non le moto 50 ed i 125?

Ci sono motociclisti anche tra le piccole cilindrate, gente che per timidezza non saluta, o magari saluta e rimane deluso quando vede che nessuno lo calcola. Perché non voler farli sentire parte di questa grande famiglia?

Magari sono "di parte", perché sono partito da un 125 non direttamente da una di cubatura più elevata, magari è perché sono giovane... però la penso così.
Commento di: Cesco90 il 26-04-2013 11:57
Contento tu... contenti tutti!
Commento di: Andre50 il 26-04-2013 18:19
E qui caro Cliff ti contraddici, guarda che hai scritto nell'altro racconto:


Solo un piccolo Saluto
di Cliff_Fox il 06-04-2013 16:44:00

Troverai sempre qualcuno che non saluta, anche se sei in sella a un 1400, la cilindrata non c'entra.

L'importante è che noi che salutiamo siamo sempre la maggioranza!

V
Commento di: Cliff_Fox il 26-04-2013 19:13
Eccezioni ce ne sono sempre, anzi ben vengano, ma su 100 utenti che a 14 e 16 anni usano la moto pochi poi scelgono di continuare con la moto diventando motociclisti. Quando avevo quell' età io eravamo in compagnia in tanti con la moto poi il 90 % l' ha abbandonata...Il 90% quindi non era motociclista.
Io saluto chi mi appare motociclista! Ciao
Commento di: TommyTheBiker il 26-04-2013 20:53
Eh ma sai, non essendo telepati è impossibile capire senza ombra di dubbio chi è un "vero" motociclista e chi no... o almeno, io non ci riesco, non in quei 2-3 secondi scarsi in cui incrocio un altro centauro.

La moto non significa niente: un modello sgarruppato per me significa solo che non versi in grandi condizioni economiche, una nuova di pacca che hai sufficienti soldi in banca, punto.

L'equipaggiamento idem, c'è gente che indossa le protezioni solo perché fa figo, e chi non lo fa perché pur sapendo che sbaglia non ha i soldi materiali per permettersele.

Atteggiamenti... anche quelli dicono poco, salvo eccezioni cose come quella successa a me.

Quindi, nel dubbio preferisco salutare un idiota in più che negare una cortesia ad una persona che magari non aspetta altro Smile
Commento di: Andre50 il 26-04-2013 21:06
Cliff ha ragione Tommy, valutare dall'apparenza è difficile. Capisco che molti ragazzini abbiano la moto solo perchè "fa figo" e a 18 anni la abbandonano per la macchina, ma ci sono lo stesso 14enni e 16enni motociclisti dentro.
Buona serata Wink
Commento di: markobassi il 25-04-2013 21:34
Commento a caldo. Sono appena tornato a casa incrociando il serpentone di ritorno dai lidi. Molte moto. Pochissimi hanno risposto al mio saluto, come succede spesso, tanto che tempo fa mi ero quasi deciso ad archiviare la questione. Rassegnato. Poi mi è capitato di leggere un articolo (mi pare di Cereghini) che ribadiva i motivi per i quali i Motociclisti si salutano (quelli con M maiuscola). Da allora saluto sempre per primo. E quando mi rispondono mi sento bene. Altrimenti compatisco perchè immagino la pochezza di chi ho incrociato. Leggendo chi mi ha preceduto ho ricordato un episodio ancora vivo per l'emozione che mi ha procurò. Ve lo racconto in breve: nel 1970 avevo 15 anni e uno splendido mullerino da cross. Con tre amici e altrettanti cinquantini (due corsarini e un motom 121 cross) partimmo a Pasqua per una vacanza all'isola d'Elba. Partenza da Ferrara con relativo passo appenninico, tappa a Pontedera piantando la tenda nel primo prato, poi toscana interna (foto di gruppo davanti al cartello del paese "La California" -Giuro che esiste), traghetto e un'Elba in fiore da urlo. Casco jet in testa, foulard sulla faccia, zaino sulle spalle e tenda arrotolata sul parafango posteriore . Belli e felici come piccioni liberati dalla gabbia. Incrociammo un gruppo di moto vere; ricordo una ducati scrambler, roba che allora faceva sbavare solo a vederla in foto, insomma questi padreterni salutarono per primi quei quattro pivelli in libera uscita. Ricordo come ora quell'emozione. Mi sentii grande, importante, accolto nella categoria così desiderata. Mi piacerebbe incontrare uno di quei motociclisti per dirgli quanto importante fu quel saluto che lui certamente ha dimenticato. Io no. Credo che fu in quel momento che decisi un' equazione tutta mia : uomo felice =uomo in moto. Dopo quarantatrè anni passati in sella è ancora quello che auguro a me e a tutti voi. Ciao.
Commento di: TommyTheBiker il 25-04-2013 22:11
Vero: i motociclisti, quelli veri, salutano sempre per primi. Indipendentemente dalla cilindrata, dalla marca e dal genere della loro moto, e di quella di chi incontrano. Almeno, io la penso così!

Fai benissimo quindi: dietro al casco potrebbe esserci un quindicenne di belle speranze che venendo salutato si sentirebbe finalmente "uno di noi"... esattamente come lo eri tu :)
Commento di: MirkoAx il 26-04-2013 11:20
Salutare non costa nulla... quando non sono ricambiato preferisco pensare che proprio in quel momento doveva usare la frizione...
8-)

Doppio Lamp Naked
Commento di: Cesco90 il 26-04-2013 11:56
Ieri con la mia zavorrina mi sono fatto Torino-Biancon con il mio Xenter 150, immagina quante moto ho incontrato, anche perchè questo week-end fa brutto qua; be, posso dire con felicità che la maggior parte ha risposto al mio saluto, dato che saluto sempre per primo non posso dire se me lo avrebbero fatto di loro iniziativa, però mi basta sapere di aver incrociato un bel po' di Motociclisti veri :)

Un saluto a tutti
Doppio Lamp Green
Commento di: sixtyzero il 26-04-2013 14:23
I tempi sono veramente cambiati!......Io quando giravo con il mio motoBi 90 cc era una gioia incontrare moto più grande della mia e ai saluti si rispondeva sempre con il rispetto di chi si siede su una due ruote piccola o grande che sia ..... quella di oggi è solo maleducazione anzi INEDUCAZIONE visto che un genitore cerca di dare sempre una buona educazione ai propri figli...lamps Lamps
Commento di: tikkio il 26-04-2013 16:17
Ho iniziato a salutare in sella alla mia rs 125, quando forse per errore (pensando fossi di una cilindrata maggiore), molti motociclisti iniziarono a salutarmi.
All'inizio ero che io mi facevo s....ghe mentali, "sarò DEGNO di salutarli avendo solo un 125?"
Poi ho capito che non ci si saluta in base alla moto, ma per il fatto di essere motociclisti!
Ora che ho cambiato moto, ho mantenuto l'abitudine... salutare e venire salutati da gente che condivide la passione con te può far solo che bene....


ps: e ringrazio tanto lo sconosciuto che una volta mi evitò la paletta dei puffi, avvisandomi di rallentare ASD
Commento di: andrypoke il 26-04-2013 21:38
Che ci vuoi fare,sarà perchè ragazzo,sarà perchè maleducato,spero che impari le buone maniere prima che gliele insegni qualcuno meno riflessivo di te ASD
Commento di: matisse1987 il 27-04-2013 09:54
Ah con me sfondi una porta aperta, io saluto tutti, ma dico davvero tutti.
Mi incaxxo come un drago quando non mi risalutano, vorrei avere un segnalatore stile videogame per sapere chi è della famiglia e chi invece si muove e fa il figo da bar, solo per prenderlo a calci metaforici.... La mia firma dice tutto Smile
Sono invecve particolarmente felice, una sensazione mista tra ebetismo, felicità e godimento quando vengo salutato prima io, ed è difficile, saluto quasi sempre da 600km prima :)

Tornando alla tua storia mi sovviene solo un dubbio, ipotizziamo che codesti ragazzini non conoscessero il saluto o per bravata lo conoscessero e "per fare il figo" il tizio del 125 ha agito cosi, bene, dopo quello che hai fatto, (giusto sicuramente, ma è anche vero, come detto da altri utenti, potenzialmente pericoloso se trovi qualche testa calda fuori di senno) sia possibile che tali ragazzi abbiano pensato "uh che pelo abbiamo rischiato una serie di botte da orbi ma va bene cosi" senza capirne il senso reale?

Cioè mi spiego, forse, ma detto con il senno del poi è facile (e a mente fredda e non incazzata ancora di piu, ancor piu se i fatti non sono accaduti a me personalmente) non sarebbe stato meglio anzchè stare in silenzio, spiegare loro quale fosse stato il loro errore? spiegare cosa vuol dire quel segno, quella V di fratellanza, a cosa avevano risposto con un dito medio, ecc ecc

Ecco ho solo il dubbio che quei ragazzi non abbiano capito "la lezione" ma abbiano solo tirato un sospiro nell'aver evitato botte da orbi
Commento di: TommyTheBiker il 27-04-2013 15:31
Vero, è senz'altro possibile.

Io spero di no però: due idioti in meno per le strade fanno sempre comodo... e due motociclisti in più fanno sempre piacere!

Avevo già una mezza idea di andare a cercarlo per farci due chiacchiere, quasi quasi lo faccio sul serio per vedere se lo spavento gli è servito o no!
Commento di: ela il 28-04-2013 17:17
perchè i ragazzi ,appena sono in gruppo, si sentono più forti e quindi scatta la maleducazione.
Complimenti per il tuo autocontrollo....
Commento di: TommyTheBiker il 28-04-2013 17:30
Fosse stato maggiorenne e un po' meno esile non l'avrei avuto, penso...
Commento di: Motandre19 il 28-04-2013 21:18
Ma non sono ''fratelli motociclisti'' quelli, dai! Non c' è neanche da rimanerci male se non rispondono al saluto. Bhe certo che questo da l' idea di quanto sti ragazzini facciano i fighetti ma che poi quando li hai davanti si cagano addosso. Pero un complimento va a te che anche al semaforo hai salutato due ragazzi piu piccoli ed è difficile che capiti Applause
Commento di: TommyTheBiker il 28-04-2013 21:52
Grazie Smile Per me è la norma, sarà che fino a non tanto tempo fa giravo pure io in 125...
Commento di: husky16 il 29-04-2013 17:57
io fino a poco tempo fa non sapevo del saluto ma dopo un bel giro vedevo mio cugino e un altro mio amico che tendevano le due dita e gli altri ricambiavano ...mi sono detto wow è una cosa bellissima e anche se ho solo il 125 salutavo anche io ...è bello trovare motociclisti seri che non guardano solo il mezzo ma vedono la passione che condividi con loro..quelli che hai trovato tu sono due sbruffoni che non sanno cosa vuol dire essere motociclista =) a mio parere =)
Commento di: MOTARDISTRUEWAY il 16-09-2013 12:56
io di solito saluto tutti i motociclisti avvolte anche per primo!!! ma ci sono certi momenti che non ci riesco propio tipo all'uscita da una curva quando penso a qualcosa per la scuola o per i miei problemi, e di non salutare mi dispiaccio tanto.
pero come te odio le persone che ti mandano a fanculo senza nessun motivo ed anche a me è successo,
l'altro giorno mentre stavo tornando a casa uno con il beta e un scooterino mi mandano a fanculo io ci ho pensato dopo ma se avessi potutto avrei fatto marca indietro e lo avrei fatto cascare (cosi quello con il beta avrebbe anche imparato a girare con la scodella!!) da quel momento li non saluto nessuno che abbiamo una moto 50 o 125 cc che giri con la scodella, perche loro la moto la usano per andare a scuola per fare i fighi con gli amici e con le ragazze e queste cose le odio dal profondo del cuore!
Doppio Lamp Green un saluto a tutti i motociclisti che non ho salutato e buon viaggio