La Community Ting'Avert
Quel differente senso di confine
Scritto da -Lucafire- - Pubblicato 28/01/2013 09:23
Il punto di vista del confine in base al posto geografico in cui abiti

CONFINE: Il confine è una curva immateriale, frontiera della superficie controllata da un soggetto, che sia una persona, nel caso di proprietà privata, o autorità locali e statali in altri casi, e che la separa perciò da quelle controllate da altri enti. (wikipedia)

Parlando di confine si ha sempre l'idea di una qualcosa lontano, un qualcosa che sta un po' più in là.... un qualcosa che si raggiunge solo in particolari momenti.

Motociclisticamente parlando, la mia carriera è cominciata nella terra di Toscana, e girovagando per essa capitava raramente di oltrepassare confini oltre quelli provinciali, alle volte qualche scappatina in Emilia... ma niente di più, ad eccezione di eventi particolari in alcuni periodi dell'anno per i vari raduni e allora grandi preparativi per le trasferte per varcare il confine regionale... oppure anche per le ferie... andiamo in giro... andiamo un po' più in là... ci spostiamo oltre quei confini che la mente ci sembra imporre.

Pensare al confine di Stato??? Pura utopia... un viaggio lunghissimo che forse uno farà una volta all'anno per le ferie o per motivi particolari...

Ma quando ti sposti geograficamente ogni cosa prende misure e paragoni diversi...

Mi sono spostato oramai un po' più al nord... oltre il confine regionale... per essere più preciso... oltre due confini regionali... e sono arrivato a Como.

Qui sta continuando la mia carriera motociclistica, ma ha altri punti di vista di quel confine psicologico che avevo prima.

Da qui prendere la moto... andare a fare un giro e varcare un "CONFINA DI STATO" per farsi un giro nella terra Svizzera... è all'ordine del giorno... 10 km tra casa mia e la Svizzera... 30 km meno di quanti dovevo farne per andare da casa mia al mare...

Varcare quel confine nei primi tempi che mi sono trasferito mi sembrava una cosa stranissima, mi facevo il giro del lago (circa 170 km) ma fare qui dieci sembrava veramente strano... ma con il tempo quei 10 km sono diventati la strada di casa, la strada per andare a comprare le sigarette, la strada per andare a comprare il pane... la strada più comune di tante altre, e quel senso di Confine svanito nel nulla...


Questo mi fa pensare ad una semplice cosa....

"I CONFINI SONO SOLO E SOLTANTO NELLA NOSTRA MENTE... NOSTRE LIMITAZIONI DI PENSIERO CONFINATO.... LIMITI CHE UN MOTOCICLISTA NON DEVE AVERE... PERCHE' NON ESISTONO... PERCHE' PER I MOTOCICLISTI NON DEVONO ESISTERE CONFINI.... PERCHE' MOTO è SINONIMO DI LIBERTA'!!! E LIBERTA' VUOL DIRE ANDARE OLTRE I CONFINI!"
 

Commenti degli Utenti (totali: 13)
Login/Crea Account



I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli utenti non registrati
Commento di: vitasulfuoco il 28-01-2013 13:01
Tutto vero se non ci fossero i doganieri a.....controllare.
Commento di: -Lucafire- il 28-01-2013 17:01
devo essere sincero... a me non mi hanno mai fermato al confine... nonostante vesta di nero e la moto sia nera.... ASD
Commento di: vitasulfuoco il 28-01-2013 20:18
Sia per turismo che per lavoro passare la dogana Svizzera non dico sia stato difficile, ma sicuramente impegnativo, soprattutto dal versante italiano. Sicuramente fa parte del lavoro di finanziere, ed allora pazienza!!!!!!!!!!!!!!!!!L'importante passare e ritornare poi.

Vitasulfuoco saluta ed augura buona strada a tutti anche oltre confine.
Commento di: vufered750 il 28-01-2013 14:22
Stai attento a quando oltrepassi il confine Svizzero : le multe sono salate..!! Leggi
Commento di: -Lucafire- il 28-01-2013 17:03
lo s.... e pagamento sul posto!!!! pena sequestro del mezzo!!!!!

mi hanno per fermato una volta sola e andava tutto bene! DoppioOk
Commento di: vorongren il 28-01-2013 18:44
E' tutto vero... e va anche in confini molto pi "piccoli".

Ad esempio io vivo in provincia di Milano, e per motivi di parcheggio sempre stato un problema entrare in citt, e sono meno di 15 km. Per con gli amici non avevamo problemi a farne magari 60 per andare in provincia di BG. Mah!

Ancora adesso con gli amici di moto se decidiamo di entrare a fare una serata in milano c' chi non viene perch " troppo lontano"...

mah.
Commento di: -Lucafire- il 28-01-2013 20:49
quel confine mentale.... 15 km sembrano lunghissimi.... ma farne 250 girando per i passi sembra cosa pi che normale!!!!!!

strana la mente!!!!!
Commento di: olegmrt il 29-01-2013 11:35
Sar che vengo da una terra di confine ( Alto Adige/ Sdtirol ), ma sconfinare il Brennero per andare in Austria era sempre motivo di emozione per me. Ora che per tornare in patria devo passare 2 confini sembra quasi che sia all'ordine del giorno. Discorso cambia se son in moto. Il confine non proprio vicinissimo ma quando lo si valica la sensazione di essere arrivato ( anche se in realt mancano ancora bei kilometri alla meta ) intensissima. Ragion di pi nel vedere Polizia e altri motociclisti sgranare gli occhi al proprio passaggio hehe. Passare in Svizzera non mi ancora mai successo ma probabilmente passare ancora per una dogana deve fare sicuramente un altro effetto rispetto a passare un confine come quello regionale / statale senza dogane.

V
Commento di: -Lucafire- il 29-01-2013 18:09
sconfinare il brennero ti faceva emozionare... scendere per andare al mare era una gioia a cui forse non facevi nemmeno conto.... ma per il mare i km erano molti di pi.... questo il confine che alle volte si crea nella nostra mente!
Commento di: olegmrt il 30-01-2013 09:17
Ah il mare! Li tra i monti andare al mare era ancora pi avventuroso che passare il confine! Ma come molti altri ti han risposto, il confine a volte piu vicino di quel che si pensi! Che sia fisico che mentale. Una volta superato quel confine nessuno pu piu fermarti poi..certo forse la polizia di confine ( apropo esiste ancora??!! ) per un controllo hehe btw son pochi i confini che facile/difficile passare ma a quelli meglio non pensarci che una volta superati non si torna piu indietro. E certi di questi possono essere dolci come i biscotti appena fatti o amari come chinino. Ma per pensare a questi "confini" grazie al cielo abbiamo un mezzo che ci da del tempo tutto per noi per riflettere.

Buon viaggio

V
Commento di: Saso253 il 29-01-2013 13:57
"Le nostre radici sono in terra, ma i nostri rami possono arrivare ovunque"
Commento di: -Lucafire- il 29-01-2013 18:09
Bellissima frase!!!!!! Up Up Up Up Up
Commento di: steffo il 29-01-2013 23:41
Gia' il confine, dove sara' mai questo confine.
Eppure c'e', ci deve essere, ma forse, non si chama confine ma limite,
ed allora se e' cosi' e' tutta un'altra storia.
Bhe'...con questo, non e' che dica che si puo' montare a cavalcioni della
moto e andare, fin dove vuole la propria liberta', sarebbe bello, ma la
realta' credo si scontri parecchio con questa idea di Liberta'.
Allora magari ognuno si crea il suo di confine.
Io ce l'ho il mio confine, la mia linea di confine, e' il portone del mio
garage.
Scavalcato quello, che il viaggio sia di qualche Km o di qualche ora, o di qualche giorno,
il mio confine l'ho gia' oltrepassato.

Tanto Luchetto, amico caro, come tu sai, in un'ora e mezza si e' gia' di rientro
nel proprio confine.

Buona strada piccolo Grande Biker.