La Community Ting'Avert
Ma quella che moto è?
Scritto da hanno - Pubblicato 24/10/2012 17:50
Un incontro con un ''altro tipo'' di biker...

Someggiata da un’incredibile quantità di pacchi e pacchettini applicati alla moto con i più vari sistemi di ritenuta (cinghie cinghiette, elastico, spago, nastro isolante…), fatico a riconoscere marca e modello della due ruote sommersa dal bagaglio che vedo di fronte all’ingresso del supermercato, è una due tempi, ha la targa portoghese (oltre duemila km…) ma è tutto quello che posso dire; la sella è rivestita da qualcosa che pare gommapiuma, fissata con nastro isolante e, tra gli accessori, spicca un incongruo orologio da tavolo a lancette, carica manuale.

Mi affretto a fare le compere che devo e riconosco, nella fila accanto a quella dove sono io, una figura corpulenta che reca in mano un indiscutibile simbolo: un casco!

Alla cassa sono più veloce di lui e lo attendo al varco:
“È lei il motociclista che ha parcheggiato qui davanti, vero?”
Annuisce sorridendo e in un “quasi-italiano” mi dice: “Lo hai comprendido?”

Usciamo assieme e con le dieci parole di Lusitano che conosco e le sue dieci di italiano, chiacchieriamo da veri biker - e apprendo subito che l’amico (portoghese, in effetti) si chiama Nuno e sta tornando a casa dopo aver attraversato “no sentido horario” (in senso orario) l’intera Europa.

Indossa un vecchio Barbour “verde-militare” con vecchi stivali che – all’epoca – si definivano “da regolarità” (vuoi mettere quanto è più ‘trendy’ definirli “da enduro”?) ed il casco è vecchio anche quello.

La moto sarebbe una Hercules (“germanica”) 350, vecchia di ventidue anni e “sarebbe” poiché, tra aggiunte e varianti è un vero campionario – più di ferrivecchi che di accessori, a mio modo di vedere… “Questa marcia sempre …” dice Nuno e sorride.

Accanto al Super c’è un bar: “Troppo figo” obietta lui – e mi sorprende che conosca un termine così dannatamente italiano – “ma per una birra si può.” Legato (letteralmente) in cima al bagaglio ciò che ha comprato, entriamo. “La birra meglio in Céca” sentenzia “ma tutto è buono, quando c’è.”

Le chiacchiere sono chiacchiere ad ogni longitudine e nessuno di noi due si sottrae. In pochi minuti apprendo che, effettivamente, la sua moto ne ha viste di tutti i colori.
“Quello che non trovi, lo adatti: mai presi ricambi originali… troppi soldi, ma tutto si accomoda e tutto si modifica… hai visto il serbatoio del grasso per la catena ? lo compri: dài cinquanta Euro, lo fai in cantina ? spendi quattro…”

Nuno racconta volentieri: spiega che è un macchinista delle ferrovie, in pensione da poco, divorziato da molto, appassionato di moto e di musica. Racconta la bellezza delle strade francesi, la noia di quelle tedesche, il gioco a premi della segnaletica polacca. Parla della meraviglia di Mont-Saint-Michel e della pace incredibile dello Jutland; della scarsa civiltà della polizia belga e della genialità di un meccanico austriaco; chiede di me e della mia moto (“bella, ma è giapponese…” e storce la bocca).

Gli spiego che, tra moto e musica, pare che abbiamo molte cose in comune e lui sogghigna; gli racconto che da un anno e mezzo sto studiando la sua lingua e lui sogghigna; gli rivelo che quando sono stato in Portogallo me ne sono letteralmente innamorato e lui sogghigna…
Sconfiniamo nella politica: “Il Portogallo sta morendo, l’Italia anche, se non ci si sveglia…”

Si alza per ripartire, mi ringrazia. Lo accompagno fino alla sua incredibile cavalcatura.

Infila casco e guanti, sale in sella e mi dice: “Sono in pensione, ma prima del tempo perché ho il cancro. Speravo di morire in viaggio sulla moto… io non la usavo più, ma la ho rattoppata per fare questa cosa… Tu pensa al bene che hai qua e sorridi, sempre!”

Una scalciata all'avviamento e parte, veloce.

Buona strada, Nuno…
 

Commenti degli Utenti (totali: 49)
Login/Crea Account



I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli utenti non registrati
Commento di: Davide il 24-10-2012 17:51
Una storia davvero commovente... auguro a Nuno tanta vita oppure, se proprio non si può, di finirla proprio come lui vorrebbe, in sella alla sua moto...

Lamps Ciauz
Commento di: sgombro il 24-10-2012 18:15
Non so se sia uno che affronta l'esistenza come un GRANDE o l'esistenza che lo ha reso un GRANDE.





Comunque.................è un GRANDE Up
Commento di: Pigghy il 24-10-2012 19:14
Davvero grande ammirazione per quell'uomo, da come l'hai raccontata sembra una scena di un film :')
Commento di: Pumba97 il 24-10-2012 21:36
Quoto!
Sono pienamente daccordo con te!
Bello bello bello quest'articolo.
Buona strada a te e a Nuno.. Lamps
Commento di: vitasulfuoco il 24-10-2012 21:14
Da uomo o da spirito sempre BUONA STRADA Nuno!!!!
Un giorno ci incontreremo.

Vitasulfuoco
Commento di: bandolerostanco il 24-10-2012 21:38
Grande lezione di vita....
Commento di: mana850 il 04-11-2012 22:49
E' stato bello leggere questo tuo scritto, certo la curiosità spesso ti apre delle porte che erano invisibili fino ad un attimo prima.

Sei stato bravo a raccogliere questa testimonianza, bella, struggente e che dimostra un grande amore per la moto e la vita.

Un saluto a Nuno ed un sincero augurio che possa trovare quello che cerca nei modi e nei tempi che desidera
lamps Applause
Commento di: savex il 24-10-2012 23:04
bellissimo articolo, mi ha colpito la figura di Nuro: motociclista vero, di vecchio stampo.
buona strada biker! lamps
Commento di: devargas il 24-10-2012 23:46
È stato padre, marito, lavoratore ma ha deciso di tornare ad essere quello che desiderava, cercando di chiudere nell'avventura e con una esistenza da Biker. Forse morendo da Biker. Bella e commovente storia di vita, li dove vita significa tutto un romanzo appassionato, alla Wilbur Smith. Un romanzo che parla di amore, libertá, passioni, dramma e morte.

Spero abbia trovato ciò che voleva, spero possa poi riposare felice. Gli dedicherò una preghiera, anche gli avventurieri, forti, rudi e liberi, l'apprezzano...una preghiera.

Addio biker
Commento di: Nightmaster il 24-10-2012 23:52
E' uno dei post più toccanti che abbia mai letto, grazie per averlo condiviso DoppioOk
Commento di: tilt il 25-10-2012 08:47
Gran bel post e gran bel modo di vivere la vita e la moto da parte di nuno sperando che nonostante tutto arrivi alla fine della sua impresa, in Portogallo e, perchè no, possa passare dall'Italia ancora in un altro itinerario...
Commento di: LucianBelmau il 25-10-2012 09:19
Bellissimo. Sono incontri che ti cambiano proprio la vita secondo me.
Commento di: neoluigi il 25-10-2012 10:34
Un augurio di percorrete tanti felici Km a Nuno, prima di terminare il suo viaggio...
Commento di: painkiller92 il 25-10-2012 12:12
Bellissimo,ho le lacrime agli occhi...Buona strada,qualunque essa sia Lamps
Commento di: FRANKLIN91 il 25-10-2012 13:41
possiamo solo che imparare da queste persone...
bellissimo articolo!!! buona strada Doppio Lamp Naked
Commento di: TheStarchild il 25-10-2012 16:42
bellissima storia. scritta molto bene tra l'altro!!
un lamp a Nuno... ovunque sia!!
Commento di: xgigix il 25-10-2012 18:01
Una storia commovente.
A Nuno auguro ancora tanta tanta strada da percorrere Doppio Lamp Naked Doppio Lamp Naked sei un GRANDE!!
Commento di: roby89 il 25-10-2012 19:53
bellissima storia, davvero commovente, grazie a te per avercela raccontata e a Nuno per il suo splendido messaggio. Buona strada Bikers!!! Lamps Lamps Lamps
Commento di: Saguaro1 il 25-10-2012 23:27
Sicuramente il racconto mi ha strappato un sorriso Smile
Commento di: dany6408 il 26-10-2012 15:10
storie che rendono ridicoli i lamenti giornalieri di chi tutto sommato sta bene...
Commento di: Clemente_386 il 26-10-2012 15:47
mi viene la pelle d'oca a leggere questo articolo Sad
Commento di: Motomane il 26-10-2012 16:27
anche il mio papà condivide questa sorte...tanti auguri a tutti quelli che hanno problemi di salute...
Commento di: LastSamurai il 27-10-2012 12:43
Ho i brividi....wow, che motociclista!
Commento di: CrazyMastiff il 27-10-2012 17:26
Un grande!
pochi non si lascerebbero abbattere da quel'infernale malattia e Nuno era uno di questi! rispetto massimo per queste persone!

*lamps NUNO!
Commento di: Streethawke il 28-10-2012 01:42
Quest'Uomo è un mito, non è la vita che si fa beffa di lui ma bensì il contrario. Buona strada e un lampeggio ovunque la moto e la vita ti portino!!!
Commento di: JO74 il 28-10-2012 15:33
Una 'bellissima' storia, raccontata in modo magistrale.
A te i complimenti per avercela raccontata e per come ce l'hai raccontata...
Al viaggiatore portghese, i miei complimenti per come sta affrontando la vita...
_lamps_
Commento di: pj55 il 28-10-2012 17:54
Questo è il coraggio quotidiano che pochi conoscono e molti affrontano. Eroi sconosciuti di un mondo che va in malora.
Commento di: Johnny-Storm il 28-10-2012 22:14
Lo confesso, mi sono commosso
Commento di: Titti74 il 28-10-2012 22:47
tre anni che leggo articoli qui sul Tinga,ma questo è il più bello..commovente,una lezione di vita!
Commento di: mikininja il 29-10-2012 20:51
Buona Strada davvero Nuno ...sigh ...
Commento di: brusca il 30-10-2012 12:27
non riesco ancora a capire perchè uno inizi a vivere solo quando deve morire... il suo racconto dovrebbe essere di esempio a tutti noi coniglietti impauriti.
Commento di: Mister_Motom il 01-11-2012 11:34
Il racconto mi ha commosso e penso che questo commento sia la chiave di lettura del messaggio ... Ciauz
Commento di: kawagatto il 01-11-2012 08:05
Che tristezza! Buona strada Nuno! Crying or Very sad
Commento di: Doc_express il 01-11-2012 08:26
Respect! Sotto tutti i punti di vista! Ho visto mia madre morire di cancro o forse dalle schifezze che le davano. Procedi e viaggia Nuno,che il battere del cuore della tua moto possa consentire al tuo di battere più a lungo possibile.
Commento di: vxvictor il 01-11-2012 10:00
Nuno è di certo un grande! Al di là dei giudizi, al di fuori delle mode, oltre ogni condizionamento. Un esempio di libertà e di coraggio, quando il cancro ti sposta le piorità e la vita prende la strada senza meta. Un abbraccio ed un augurio.
Commento di: hanno il 01-11-2012 16:46
"la vita prende la strada senza meta"

Se permetti, salvo questa frase tra le mie preferite...

Up
Commento di: MAUROX il 01-11-2012 11:09
Buona strada Nuno, ora e sempre.

Doppio Lamp Green
Commento di: Luposolitario7 il 01-11-2012 12:23
E' un po' di tempo che sto cercando di evolvere dalla ricerca della "libertà da" alla "libertà di".
Questa vicenda mi fa fare un passo ulteriore.
Grazie
Commento di: lupo11 il 01-11-2012 14:44
Bellissima storia! C'è dolore, avventura, vita....ci si potrebbe scrivere un libro o girare un film
Commento di: Seppe50RS08 il 01-11-2012 19:50
Sono senza parole.. Quest'uomo se pur ha un Nome sembra quasic eh sia un Angelo venuto ha cambiare la giornata di chi ha scritto l'articolo e delle persone che come me lo hanno letto..
Auguro a Lui più tempo possibile di vita,e spero solo che lo viva nel miglior modo possibile..
Commento di: castel54 il 01-11-2012 21:56
"Tu pensa al bene che hai qua e sorridi, sempre !"
C'è davvero poco da aggiungere. Per "mestiere" sono ogni giorno a contatto con la malattia e la morte e considero questo un grande privilegio, perchè mi dà la possibilità di dare un piccolo aiuto e di capire quanto sia bello potersi svegliare la mattina respirando senza fatica, senza dolori lancinanti. Apprezzare la salute quando c'è è arte difficile, ma che ci dovremmo sforzare di coltivare giorno per giorno.
Un'ultima cosa: il cancro è una malattia che fa paura, ma che spesso può guarire o con la quale si può convivere a lungo con accettabile qualità di vita. Un grande augurio in questo senso a Nuno: che possa caricare ancora mille e mille volte il suo incongruo orologio da viaggio.
Commento di: Panty77 il 02-11-2012 14:15
Senza parole ... un GRANDE e basta ... Applause
Commento di: startreck il 06-11-2012 14:05
Ma sopratutto un GRANDE.....esempio per tutti noi, anche ad andare oltre le apparenze, ed a ricordarci che siamo sempre appesi ad un filo che in qualsiasi momento si può spezzare.
Grazie Nuno e grazie Hanno per il tuo post.....
Commento di: Anci il 02-11-2012 15:43
questo ci dovrebbe spronare nel NON attendere eventi disastrosi per poter compiere azioni che sognamo da una vita...quanti di noi hanno sempre sognato di partire all'avventura con la moto in giro per l'europa?...quanti di noi l'hanno fatto?...quanti di noi alla scoperta di una brutta malattia o di quant'altro lo farebbero solo all'ora?...
buon viaggio Nuno...
Commento di: icio990 il 02-11-2012 23:01
questa storia mi ha fatto venire i brividi e gioire allo stesso tempo per come viene affrontata dal protagonista sono con te nuno
Commento di: RedBiker413 il 04-11-2012 21:22
Da pelle d'oca. Applause
Commento di: FedeCava il 06-11-2012 08:36
E' una storia cosi' bella che sembra finta....

Auguri a Nuno, che trovi quello che cerca....
Commento di: gilerista il 24-11-2012 17:31
non ho parole . voglio solo dire a Nuno buon viaggio quale esso sia.
Commento di: TantaRoba il 05-03-2013 22:24
Ho i brividi...non aggiungo altro...
Inchino