La Community Ting'Avert
Un virtualmotociclista...
Scritto da gsrteo - Pubblicato 17/01/2011 09:23
Molte volte mi son chiesto che cosa mi fa essere così “presente” su questo forum e non ho trovato risposte secche diciamo, ma diverse riflessioni che, dopo 4 anni di motociclismo e di frequentazione del forum, ho deciso di scrivere e condividere...

Innanzitutto la mia storia comincia nel 2007 quando decidiamo (insieme a mia moglie) di comprare la moto, il sogno represso da una vita, una GSR 600 che mi aveva preso il cuore appena vista.
Era il 17 Febbraio giorno dopo il mio 38esimo compleanno quando ho firmato il contratto.

L’altro passo è stato, come la maggior parte degli utenti che si affacciano al forum, la curiosità e quindi la ricerca delle notizie sia tecniche che di esperienze motociclistiche.
Siccome tutte le strade virtuali di ricerca portano bene o male al Tingavert mi ci sono iscritto ed ho cominciato a navigarci dentro, prima nella sezione GSR poi pian piano nelle sezioni tecniche.
Pneumatici , abbigliamento tecnico, tecnica di guida, tecnica in tutte le salse, consigli, notizie sulla sicurezza, giorno dopo giorno divento sempre più affamato di nozioni.

Naturalmente con la frequentazione del forum conosco persone, comincio a girare in posti nuovi e vecchi vivendo appieno la moto sia in gruppi numerosi che in solitaria spesso accompagnato da mia moglie macinando chilometri ed esperienza, il tutto sempre condiviso con persone conosciute sul forum.
Anche mia moglie condivide questa passione ed è certamente bellissimo vivere la moto anche in coppia fino a decidere di fare anche lei la patente della moto e comprarsene una.
E chi se lo aspettava quando ho comprato la moto che l’avrei vissuta così tra strada e pc in maniera sempre più coinvolgente, sempre più appassionante?

L’apoteosi poi avviene quando vengo convinto ad avvicinarmi al mondo della pista leggendo sempre sul forum le esperienze di chi mi ha preceduto e conoscendo di persona anche parecchi ragazzi che hanno fatto questo passo prima di me.
Da lì la passione si è alimentata come un fuoco sul quale viene buttata su della benzina e di questo devo ringraziare chi cerca di avvicinare a questo mondo tutti gli utenti della strada che hanno delle velleità sportive facendoli sfogare negli appositi spazi, le piste appunto.

Quindi un ringraziamento a Ninjacaliber e a Petrus che hanno organizzato sempre con questo intento le pistate alle quali ho partecipato insieme a molti altri che, come me, non si sognavano nemmeno di entrare in pista e che ne hanno trovato il coraggio divertendosi come dei bambini al Luna Park.

Ora dalla mia motostoria alle mie considerazioni di virtualmotociclista.
Si sa che la passione, qualunque essa sia, è la benzina della vita (almeno per come la vedo io), la linfa vitale della quale ci nutriamo per star bene , per essere felici e soprattutto per vivere appieno la vita fatta si di lavoro famiglia e quindi figli e responsabilità, ma anche di svago, di spensieratezza soprattutto per combattere il “logorio della vita moderna“ che sembra sempre pronta ad opprimerci.

Non potendo passare tutto il tempo in moto passo molto del mio tempo libero ad essere un virtualmotociclista ovvero una persona sempre alla ricerca di confronto con chi come me è appassionato di moto con tutto quello che gli gira attorno condividendolo su un pc.
Ovviamente quale posto virtuale può essere più grande, più ricco di qualsiasi nozione che riguardi la moto ed il motociclismo se non un forum con quasi 150.000 utenti ad oggi ,se non il Tingavert?
Ed è così quindi che tra strada e pc vivo la motocicletta.

Certo che io forse sono un caso disperato tanto che mia moglie ogni tanto mi dice “ma che cavolo avrai sempre da scrivere sul forum?”.
D'altronde la tv non mi appassiona e quindi la scelta ricade sul pc ed infesto qualsiasi discussione trovando sempre persone con le quali mi confronto sui più disparati argomenti, dai più tecnici alle più motobaristiche discussioni di tifo per marche di moto o di piloti.

Sarà un problema patologico mio ? Non lo so ma sembra comunque abbastanza contagioso visto i numeri di cui si parla…
Ovviamente non esiste solo il Tingavert e quindi viaggio anche in altri luoghi virtuali sempre legati alla moto.
Esistono centinaia di forum, blog e conseguentemente migliaia di altri virtualmotociclisti una categoria sempre in aumento e che viene sicuramente anche tenuta in considerazione dal mercato motociclistico in generale e questo è tranquillamente riscontrabile da chiunque attraverso le pubblicità , i concorsi e quant’altro c’è in giro per la rete e che sia collegabile ad una moto.

Detto questo mi accorgo che comincio ad essere lunghetto e noioso quindi mi riservo di aprire una discussione in merito per approfondire altri aspetti del virtualmotociclista, una nuova razza forse che infesta oltre che le strade anche le vie virtuali con i pregi e i difetti che questo comporta.
Ad oggi il mio ranking ha raggiunto quota 6000 con una media di 4,19 messaggi al giorno che di per se non vogliono dire niente, ma considerando i 4 anni (iscritto il 18 febbraio del 2007), direi che forse si può quasi definire una patologia (e qua ci stava una faccina che si sbellica dalle risate sicuramente…).

Queste mie considerazioni nascono dalla mia personale esigenza di ringraziare tanta, veramente tanta gente…
La prima persona è mia moglie che nonostante la mia malattia riesce a sopportarne le conseguenze,
per la verità alcune anche positive per lei visto che comunque la moto le piace, promettendole di portarla più spesso in giro con me dopo un paio di anni duretti per vari problemi familiari.

Poi tutti quelli che ho incontrato virtualmente e di persona con la quale ho condiviso questa passione (non nomino nessuno per non trascurare nessuno) nella buona e, purtroppo, anche nella cattiva sorte con un pensiero a chi ne è rimasto ferito.…

Un abbraccio sincero a tutti dal virtualmotociclista gsrteo…

MATTEO
 

Commenti degli Utenti (totali: 53)
Login/Crea Account



I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli utenti non registrati
Commento di: Maurizio60 il 17-01-2011 12:10
Ho letto l'Articolo con piacere Matteo, bello!!!
Commento di: gsrteo il 17-01-2011 12:51
grazie, troppo buono...
Abbastanza banale ma sentito per me. ;-)
Commento di: Stefano149 il 17-01-2011 13:56
Benvenuto Matteo... io la moto l'ho presa l'anno scorso a 37 anni e ho gia 6000 km all'attivo.
Commento di: gsrteo il 17-01-2011 20:49
una strana età quella dei prequarantenni ;-)
si risvegliano vecchie passioni e si ha ancora parecchia energia da spendere, direi che nasce una seconda gioventù ;-)
Commento di: Giuse_k7 il 17-01-2011 13:51
Grandissimo Teo!!!!
Bello leggere queste parole!!.....e molto più entusiasmante è invece, vederti girare in pista (anche se questo per me vuol dire essere sverniciato più e più volte XD)!!

;-)

Ciao ed a presto
Giuse
Commento di: gsrteo il 17-01-2011 20:51
ahahah!!! troppo buono anche te!!! ;-)
non vedo l'ora di ricominciare XD!!!
Commento di: LupoBike il 17-01-2011 14:45
Bellissimo articolo!
Quello che scrivi a me non risulta certamente nuovo per me.....visto che anch'io sono diventato un "virtualmotociclista" prorio insieme a te e per lo stesso motivo!!! quindi dai primi giri insieme su una GSR.....alle ultime pistate.......certo per me non è diventata così cronica ( la presenza sul forum)come per te .......ma anche se gli anni passano l'entusiasmo e la passione di condividere questa passione è quella di sempre....e spazia dalla pista ai giri dei fine settimana.....fino alle birrate !

Grande teo!!!............e grande batta!!!......................e grande il Tinga per averci regalato tutto questo!
Commento di: gsrteo il 17-01-2011 20:45
Diciamo che tu sei una delle persone che devo ringraziare in particolare, il primo "maestro" di guida , la persona che mi ha svezzato per strada, grazie Lupone!!! ;-)
Commento di: batta70 il 17-01-2011 23:15
grazie anche da parte mia pietro.... per me sei molto importante...
Commento di: unodi40 il 17-01-2011 14:49
Ciao Teo, felice di leggerti e di aver condiviso alcuni passaggi reali con te
A presto
Commento di: gsrteo il 17-01-2011 20:56
Spero di condividerne altri quest'anno nella speranza di fare molte più uscite e che la stagione ricominci presto ;-)
È una dolce malattia
Commento di: Ospite il 17-01-2011 19:48
Fra poco nei consultori metteranno a tabella la "Disintossicazione da Tinga"... ;o) che si può curare in un solo modo, mettere da parte il virtuale, indossare l'abbigliamento tecnico, fari ben accesi e vroom verso la collina più vicina...
Re: È una dolce malattia
Commento di: gsrteo il 17-01-2011 21:02
se questa malattia avesse diversi gradi direi che io sto messo male, ahahah!!!
comunque appena posso la moto guidata è il mio primo obbiettivo... in 4 anni tra la mia e quella della moglie ho comunque fatto 35k km e per un paio d'anni a causa di problemi vari le uscite erano ridotte al minimo...
;-)
Commento di: RigaSenior il 17-01-2011 20:46
Ciao Matteo,

bell'articolo. Anche io mi ritrovo in alcuni passaggi che hai scritto.
Se non fosse stato per il Tinga molte esperienze non le avrei mai fatte e, soprattutto, non
avrei conosciuto molti amici (tra cui te).

A presto, in strada.
Commento di: gsrteo il 17-01-2011 21:08
Ciao Rigas, credo che forse quando parli delle esperienze improbabili ti riferisci in particolare alla pista vero?
ci siamo divertiti un mondo e ci si è aperto uno scenario che non avremmo mai affrontato senza il Tinga e la compagnia giusta ;-)
A presto, instrada e in pista ;-)
Commento di: Tornitor88 il 17-01-2011 21:07
bell'articolo teo, hai espresso in pieno il pensiero di molte persone! complimenti!
Commento di: gsrteo il 17-01-2011 21:11
Grazie anche a te è sempre bello girare con estimatori dello stesso modello di moto anche se però te hai già mollato per qualcosa di più pistaiolo ;-)
Commento di: GIO91 il 17-01-2011 21:55
Mi ritrovo perfettamente nel tuo pensiero, in un solo anno di pista ho incontrato persone con cui condivido la mia passione e mi diverto come non mai e devo dire che spesso quando sono un po' giù di morale pensando alle pistate e anche alle salemellate post pista mi torna il sorriso, in attesa (si spera) di una fantastica stagione 2011 rimanendo fino ad allora sempre in contatto grazie al tinga :D
Commento di: gsrteo il 17-01-2011 22:01
Bella GIO, vedrai che sarà fantastica di sicuro ;-)
Commento di: Petrus il 17-01-2011 22:25
Dai che manca poco, finisce l'inverno e poi togliamo il prefisso "virtual", cosi torniamo a fare i real-motociclisti... ;-)
Commento di: gsrteo il 17-01-2011 22:43
ma per me il virtuale non è che indichi il fatto di non fare del motociclismo reale ma di fare il motociclista anche su internet girando e cercando sempre cose legate al mondo della moto, cosa che farò senz'altro come ho sempre fatto fin ora anche in questa stagione ;-)
Commento di: RigaJunior il 17-01-2011 23:07
Complimenti omonimo!!!
pur non essendo così presente come te (e altri) su questo forum ho trovato nelle tue parole alcune cose valide anche per me, la pista in primis...

A presto!
Commento di: gsrteo il 18-01-2011 20:21
speriamo di aumentare il numero di giri dei we, io ci conto ;-)
Commento di: batta70 il 17-01-2011 23:23
*La prima persona è mia moglie che nonostante la mia malattia riesce a sopportarne le conseguenze

ho provato a rimandarti a tua madre, ma mi dice che la garanzia è scaduta.... :D


*per la verità alcune anche positive per lei visto che comunque la moto le piace, promettendole di portarla più spesso in giro con me

l'anno scorso sono stata solo spettatrice in pista.... du @@.....


*dopo un paio di anni duretti per vari problemi familiari.

non ne posso davvero più, vorrei essere un pò meno spettatrice e un pò più attiva.... ci conto....
Commento di: MrTomy il 18-01-2011 12:17
Matte. ma non replichi?!?!eheheheh
Commento di: gsrteo il 18-01-2011 20:20
non posso non replicare, ciao Tomy
;-)
Commento di: gsrteo il 18-01-2011 20:18
la promessa fatta alla moglie si può definire senza scampo quindi.....
;-)
Commento di: batta70 il 18-01-2011 20:57
Sì, ma ora come ora è come una cambiale, un pagherò, STAI SERENA CHE PRIMA O POI PAGO..... Ma quando ca@@o scade?????......
Commento di: mastiff il 18-01-2011 00:34
Complimenti sinceri anche da parte mia Teo.
Condivido tutto quello che hai detto, peraltro esplicato in maniera piacevolissima e con la sana e pulita passione che ti contraddistingue!

Un solo appunto: hai dimenticato di dire che grazie al Tinga hai avuto il pregevolissimo onore di cavalcare una Vespa ET4 150cc con un conducente borsellomunito a due passi dal mare!

ciao virtualmotociclista!
Commento di: gsrteo il 18-01-2011 20:23
ahahahah!!!
hai ragione ragazzoligure, che bella serata abbiamo passato...replicheremo senz'altro, promesso!!!
;-)
Commento di: Ze il 18-01-2011 01:42
Grande Teo,

sono "cronico" anche io... ci conosciamo.. e sai fino a che ora ci bazzico (e ci scrivo) sul Tinga... la mia cronicità mi ha anche portato a far parte del mitico staff...
e poi c'è l'amicizia non solo virtuale ma anche reale con tante persone.. che ci unisce, e ci insegna quanto spirito e dedizione ci mettiamo in questa passione condivisa non solo sul forum ma anche nel mondo reale...
Ci mettiamo tutto noi stessi.. e anche quando capita a taluni di farsi veramente male... sappiamo che sempre presente ci sarà un amico che non ci lascerà...anzi ci sosterrà nel cammino per rimetterci in piedi... ne sono un esempio... e qui dentro di veri amici ne ho conosciuti.

Grazie Teo... uno di noi!!! siamo felicemente (realmente e virtualmente) malati del motociclismo e del forum!
Commento di: gsrteo il 18-01-2011 20:38
grazie Ze, è stato un piacere conoscerti e condividere questa passione in ogni sua sfaccettatura ...
il dolore passa ma i segni rimangono a lungo sia nel fisico che nell'animo...al fisico ci pensano i medici , all'animo i parenti e gli amici ;-)
penso che sia eroico rimontare in sella dopo una caduta come anche rinunciare per dedicarsi ad altro, non c'è solo la moto.
la passione ci aiuta a vivere ma si può essere appassionati anche di altro...
l'importante è non rimpiangerne le conseguenze e nel mollare la moto il rischio è proprio questo
;-)
Commento di: AUTOBUS il 18-01-2011 09:24
Non sempre i fratelli nascono sotto lo stesso tetto, non sempre i fratelli si conoscono di persona.
Bravo Teo
AUTOBUS
Commento di: gsrteo il 18-01-2011 20:41
bhe allora ancora una volta grazie tingavert ;-)
magari ci sarà l'occasione, mai dire mai.... ;-)
Commento di: GabrieleVVF il 18-01-2011 11:05
Teo, hai trovato le parole perfette per descriverti, è un piacere conoscerti e condividere la passione per le 2 ruote con te!
Commento di: gsrteo il 18-01-2011 20:43
grazie Gabri, quest'anno dobbiamo alzare la media dei km percorsi ;-)
il piacere è stato sicuramente anche mio ;-)
Commento di: mikro il 18-01-2011 14:06
Hai 42 anni?
Ma allora Lupobike e 57gradi ne hanno più di 60?

...ihihihih!!

BravA Teo...conoscendoti comprendo la tua passione, che devo dire esser proprio infinita per le due ruote,complimenti ancora!

CiaoUZ

Commento di: gsrteo il 18-01-2011 20:47
grazie mikro ma porta rispetto per le persone anziane
ahahah!!!
non toccare i miei maestri di guida che devo imparare ancora parecchio ;-)
Commento di: 57gradi il 18-01-2011 16:32
Ottimo articolo Fratello. ;-)
Commento di: gsrteo il 18-01-2011 20:49
eccoti quà!!!!
mi hai già detto che quest'anno sarai meno presente :-(
vorrà dire che punteremmo alla qualità più che alla quantità di occasioni ;-)
Commento di: cala75 il 18-01-2011 22:18
Anche io mi ritrovo in parecchi passaggi del tuo articolo..
Dalle tue parole traspare la passione che hai dentro!
Grande Teo!

Se non ci fosse il Tinga bisognerebbe inventarlo!:-)
Commento di: gsrteo il 19-01-2011 20:29
grazie cala e a presto ! ;-)
Commento di: DiaNouS il 19-01-2011 15:28
fossero tutte così, le patologie...saremmo a cavallo!

V fratello, un abbraccio anche a te!
Commento di: gsrteo il 19-01-2011 20:35
grazie DiaNus, una piacevole malattia ;-)
Commento di: PaoloG il 20-01-2011 22:13
Grande Teo!!! :))
Commento di: gsrteo il 21-01-2011 20:12
grazie Paolo ;-)
Commento di: fulk il 28-02-2011 11:53
Ciao Teo,
anche io ho iniziato ad andare in moto nel 2007 e sei stato una delle prime persone del Tinga che ho conosciuto quando uscivamo solo gsr :-)
Abbiamo condiviso molte esperienze, molti kilometri, gioie e dolori in ambito motociclistico e non..
È stato veramente un piacere leggere le tue righe, trasudano passione da tutti i pori, quando scrivi e anche quando parli si vede lontano un miglio che ce l’hai nel cuore e adesso lo hai espresso perfettamente con le tue parole!
Sono sempre l’ultimo, anche qui, ma puntualmente trovo te e gli altri “saggi” Amici della combriccola ad aspettarmi, ad indicarmi la via e questo è solo uno degli innumerevoli aspetti che contraddistinguono quelli che per me sono i veri Motociclisti e gli Amici.
Per concludere permettimi un parallelismo con Feynmann (un grande fisico americano): sosteneva che suonare la batteria lo rendesse un fisico migliore perché quando “sfidiamo” noi stessi con qualcosa di nuovo costruiamo “muscoli” cognitivi ed emozionali che ci rendono più efficienti in ogni circostanza…
Teo (un Grande Uomo nonchè Motociclista italiano): andare in moto lo rende un uomo migliore perché quando “sfidiamo” noi stessi con qualcosa di nuovo costruiamo “muscoli” cognitivi ed emozionali …
Calza a pennello ;-)
Ciao fratello !

-Fulvio-
Commento di: gsrteo il 07-03-2011 22:28
scusa se commento solo ora, non ho seguito più da un pò l'articolo...
sei troppo buono con me fratello... non credo che la mia passione sia solo alimentata dal piacere della guida, anzi, son convinto che il conoscere e condividere con molte persone ( e con qualcuna in particolare) sia per me l'essenza dell'essere motociclista ;-)
la vita di tutti i giorni sembra sempre vissuta incompletamente e quando troviamo qualcosa che ci dia la sensazione di viverla appieno diventiamo persone migliori.
ho conosciuto veramente parecchi motociclisti in questi anni di tutti i generi e da tutti ho imparato qualcosa ... spero che il mio cammino per diventare un buon motociclista sia sempre così fortunato incontrando consolidando i rapporti più stretti e conoscendo magari altri bikers.
un abbraccio Fulvio!!!!
Commento di: kmore il 06-03-2011 19:56
Hei!!! complimenti bel "pezzo"
Grande annata il 2007: c'e un sacco di gente che ha cominciato o ricominciato ad andare in moto come il sottoscritto. Mi rispecchio anch'io nella tua descrittiva anche se sono un po' piu' attempato (47 anni, ma per me significano solo 1 + del numero sulla carena di Valentino) e un po' meno "virtual-grafomane" Grazie ancora per i consigli del mio post di oggi su "strada/pista"
Ciao a presto
Commento di: gsrteo il 07-03-2011 22:30
figurati, grazie a te per i complimenti!
per quel che posso son sempre felice di dare una mano sempre rimarcando che non ne so tantissimo visto che son comunque motociclista da pochi anni...
ciao kmore!
Commento di: Fedro49 il 08-04-2011 13:17
Pensavo di vederti e conoscerti ieri sera all'incontro del giovedì a "La Baracca" ...

Siccome non ho potuto farlo "faccia a faccia", allora te lo metto per iscritto: condivido molte delle cose che dici e, soprattutto, lo stile con cui lo fai.

Ho solo un timore ... sto diventando anch'io un virtualmotociclista ... ?

PS: anche mia moglie è molto paziente, anzi da sempre dico a lei ed a chi mi conosce che con me è ancor più che paziente, è "devota" ...

Ciao
Commento di: gsrteo il 15-04-2011 21:40
finalmente ci siam beccati alla serata ed è stato un piacere chiacchierare a quattr'occhi ;-)
avremo probabilmente modo di condividere anche un pò di strada assieme e magari approfondire qualche argomento interessante ;-)
Commento di: JAKK33 il 03-08-2011 09:28
Caspita solo oggi mi sono accorto del tuo racconto di "Virtualmotociclista" ....parola che per noi motociclisti può dire tanto ma anche nulla...
Abbiamo molte cose in comune...per primo la passione della moto e come te condivisa anche con la mia di moglie ,che come la tua credo siano SANTE...in quanto nei momenti liberi e che in moto nn ci si può andare dedichiamo il tempo a scrivere e commentare post...
E' vero...forse siamo un pò tutti VIRTUALMOTOCICLISTI...
Bel racconto Matteo...nn aggiungo altro ;)
ciao