La Community Ting'Avert
Sogno d'estate
Scritto da vekkioinmoto - Pubblicato 14/06/2008 19:44
Ma chi me lo ha fatto fare... pensi per la centesima volta

Chi me lo ha fatto fare, di essere qui oggi su questo circuito, con il mio piccolo bicilindrico in mezzo a tutti questi mostri, le special, le pronto corsa, e le racing. Io che non ho mai osato più di tanto, che ho le saponette vergini, che quando il gioco e duro... freno!, ma oramai mi sono fatto convincere ho speso soldi per gomme e freni, inoltre tutti coloro che ti hanno aiutato se lo meritano e... e le bandiere verdi dei commissari indicano che è ora di partire per questo turno di libere.

Via... il rombo degli scarichi aperti è assordante, l'aria e l'asfalto sembrano tremare mentre i primi mostri prendono il largo. Tu parti piano ricordando i consigli del meccanico, il buon Carlo che ha passato notti insonni per preparare la moto, Massimo e gli altri con i loro consigli da esperti, (fai 2-3 giri per scaldare gomme e freni poi vai; come se fosse facile!) Però... questo asfalto è diverso, più ruvido, la moto sembra più pesante ma è stabile e asseconda tutti i tuoi movimenti, e i freni mordono sul serio i dischi e l'ago del contagiri comincia a frequentare la zona rossa, ma non basta!

Lo capisci al 4 passaggio quando vedi gli amici sul muretto sbraitare e incitarti come ossessi(DAI, DAI, VAI, VAI, VAIIIIIIIIIII)... ma tu non vai. Non sai perché, ma non riesci a partire, sei sempre lento, ultimo, e... e all'improvviso un mostro, enorme, arrogante, cattivo, e con 4 cilindri potenti e violenti ti passa a 10 centimetri, facendo tremare tutto con il suo scarico libero; non lo hai visto arrivare tanto è veloce, ma ti fa scattare la molla che spegne il cervello e apre il gas, e un'idea folle si materializza: VENGO A PRENDERTI!!

L'Ago del contagiri schizza in alto, mentre la gomma dietro protesta un attimo, l'anteriore invece è con te, lanciato all'inseguimento di quel codone blu. E allora cominci a forzare, a osare di più, tutto pur di raggiungerlo. Ma non è facile, lui è potente, veloce, e preparato, me tu sei vicino in fondo a quella staccata, al tornante dove entri come un ossesso sperando che il dio dei folli o degli incoscienti sia con te. E allora che avviene il miracolo, il mostro sbaglia, è arrivato troppo veloce e deve rallentare uscendo dalla traiettoria... e la porta si spalanca!!

Ancora prima che il tuo cervello dia l'ordine, il tuo polso è già scattato verso il fine corsa del gas e tutto sembra venirti incontro, l'asfalto, il cordolo, il ginocchio in fuori insieme all'adrenalina che scorre a fiumi.

Il motore che urla al rabbia dei suoi 9000 giri e tu li sul filo del rasoio, e finalmente quello che hai sempre sognato, pregato, implorato, cercato avviene... il tuo ginocchio tocca terra.

Per pochi attimi, secondi, senti la saponetta grattare e sei convinto che abbia lasciato sull'asfalto un segno indelebile; quanta volte hai sognato questo momento, quante volte hai ascoltato gli altri raccontarlo, e adesso tocca a te, ora anche tu puoi dire la tua. Ma non hai il tempo di godertelo perché il 4 cilindri è tornato, vicino, minaccioso, vuole passare, e quando uscite dalla curva appaiati per affrontare il rettilineo e lui passa tu puoi solo guardarlo, sperando un giorno di avere un mostro come il suo, e allora ti farei vedere cosa... è finita. Le bandiere rosse dei commissari dicono che il turno è finito, le figure sulle moto si rialzano, si rallenta, e solo adesso cominci a respirare e ha renderti conto di quello che hai fatto.

E non appena raggiungi i box salti a terra per correre, saltare, fare le capriole, abbracciare tutti, mentre il 4 cilindri ti guarda da lontano un po' allibito e confuso. I tuoi amici ti prendono sulle spalle, ti buttano in aria, ti danno pacche sulle spalle, hai toccato terra bisogna festeggiare e sai che stasera toccherà a te offrire al bar perché questa è la tradizione e ci sarà l'urlo e il brindisi di tutti mentre gli altri avventori diranno la solita frase "strana gente 'sti motociclisti".

E' notte, ma tu non riesci a dormire pensi ancora a tutta la giornata e accarezzi la saponetta graffiata, che più che un graffio sembra un ghigno beffardo, sornione, e non importa se il cronometro dice che hai girato 3 secondi più lento, che devi migliorare ; con lui ho appuntamento la prossima volta!!

DEDICATO A TUTTI COLORO CHE CE L'ANNO FATTA E A CHI CE LA FARA'
 
 

Commenti degli Utenti (totali: 17)
Login/Crea Account



I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli utenti non registrati
Commento di: dede84 il 14-06-2008 20:49
Grande!!!
Bellissimo articolo...sembrava di stare in sella per andare a prendere quel maledettissimo 4 cilindri!
Commento di: vekkioinmoto il 15-06-2008 20:39
grazie ma era solo un sogno.............o no
Commento di: fulk il 14-06-2008 21:28
Bellissimo racconto, complimenti!
Non ho mai girato in pista con il mio quattro cilindri ma spesso ci penso...
Chissà un giorno magari sverginerò anche io le saponette come hai fatto tu :)
Complimenti ancora!

V
Commento di: vekkioinmoto il 15-06-2008 20:43
tranquillo senza paure o incertezze, ce la farai!!!:)
Commento di: nitroita il 14-06-2008 21:31
mamma mia che bello il tuo racconto! Mi sembrava di scorgerti da dietro con la mia hornet 2007.Prima o poi spero di entrare in pista timoroso e fiero come te!!
Commento di: vekkioinmoto il 15-06-2008 20:46
grazie :)
Commento di: 695luca il 15-06-2008 01:14
Bel racconto, ti invidio, anche a me piacerebbe andare in pista a farmi sverniciare un po' ma ho una paura fottuta di cadere e rovinare la moto :)
Commento di: vekkioinmoto il 15-06-2008 20:49
be la paura c'è sempre , è ovvio, ma purtroppo siamo motociclisti."strana e meravigliosa gente", ti auguro di riuscire presto,:);)
Commento di: peppino94 il 15-06-2008 13:27
gran bell articolo... io purtroppo ho ancora il mio piccolo 50ino a marce ma vivere un giorno come il tuo è gia il mio sogno...che spero di poter avverare al piu presto...
Commento di: vekkioinmoto il 15-06-2008 20:51
te lo auguro di cuore , ciao:):)
Commento di: _SNOB_ il 16-06-2008 13:14
Che gran bella storia,molto emozionante!
V
Commento di: vekkioinmoto il 16-06-2008 18:40
grazie:):)
Commento di: Simo-PH il 16-06-2008 23:43
grandissimo! più che leggerlo sembra di viverlo il tuo articolo!
purtroppo io queste cose le sogno anke perchè ho ancora lo scooter :(
vabbè spero un giorno di viver un'esperienza come la tua! ciaoo! :D
Commento di: vekkioinmoto il 17-06-2008 21:39
mai smettere di sperare :):)
Commento di: bigroberto il 18-06-2008 17:18
Bello!

Ma io mi sentivo quello col 4 cilindri :)
Commento di: vekkioinmoto il 18-06-2008 22:37
si ma hai sbagliato!!:):)
Commento di: 57gradi il 17-09-2008 09:24
Grazie, mi hai veramente emozionato.
Vero .... la prima grattata non si dimentica mai.
Ancora complimenti.