La Community Ting'Avert
Quanti pensieri quando vai in moto
Scritto da flash_point - Pubblicato 25/05/2008 17:01
Oggi sono andato come tante altre volte a farmi un giro. Nessuna meta. Nessun percorso programmato. Ho messo tuta, casco, stivali e guanti e sono uscito...

Il giro era più una sfogo per staccare dopo tanto tempo che sono stato fermo per problemi di salute, bastava semplicemente fare un giro. Solito percorso... solite curve... solite emozioni... il paesaggio, i motociclisti che incontri che ti ricambiano il saluto, i profumi dei prati attorno a me e la puzza dei camion che ti stanno davanti!

E' tutto rimasto uguale. Che bello, mi ricordo ancora come si va in moto!! Urca, che brutte nuvole lì, aspetta giro di qua che laggiù il cielo è limpido. Ormai sono da più di un'ora fuori... cavolo ho fatto 100 km che bello non mi fa male niente. Sto bene. Guardo l'ora. Ho ancora tempo, allungo vado per di qua. Oh finalmente! Qui la strada è più asciutta ed hanno appena asfaltato. Piff, paff... pennello un paio di curve... ma che succede!? C'è ghiaia in mezzo alla corsia!! E vabbè, capita...Sono stanco, prendo la via del ritorno.

Arrivo ad un semaforo e siccome è rosso mi fermo. Metto la folle e appoggio tutte e due le gambe a terra. Mi sistemo le saponette, che male alle gambe, come sono affaticate! E appena penso questo... vedo a lato della strada sul marciapiedi un uomo in sedie a rotelle senza gambe che si porta avanti con il solo uso delle braccia. Il pensiero mi viaggia alla velocità della luce e mi ritorna in mente quello che avevo appena pensato. Allora esclamo fra me e me: "Che bello, mi fanno male le gambe!!"

Stiamo sempre a lamentarci di tutto e mai pensiamo che se stiamo male per qualcosa vuol dire che abbiamo quel qualcosa! In un attimo mi sono sentito felice per essere in grado di guidare una moto e che se certe volte penso che non sono al 100% comunque devo essere contento!

Ogni volta che uscirò in moto il mio pensiero andrà a quell'uomo e con la mente gli sarò vicino, perché quello che mi è capitato oggi non me lo dimenticherò mai.
 

Commenti degli Utenti (totali: 16)
Login/Crea Account



I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli utenti non registrati
Commento di: 695luca il 26-05-2008 00:45
Una delle cose più intelligenti che ho letto negli ultimi tempi, complimenti.
Ormai non abbiamo più neanche il tempo di fermarci a pensare perché siamo sempre in branco, uscire in moto sembra essere l'unico modo per ritrovare se stessi e riflettere su chi siamo e cosa facciamo...

Commento di: Ospite il 26-05-2008 14:48
Condivido in pieno!
Apprezzare ciò che si ha significa avere l'umiltà di ammettere di essere felici e fortunati anche con piccole cose..... sono queste che ci rendono felici!!!
Ricordo un episodio "magari stupido!" ma che ancora oggi pensandoci sorrido........ un ragazzo in carrozzella (presumibilmente affetto dalla sindrome di Down) che passando sulle pedonali, mi indicò con la mano ed emise un suono tipo "bruuum" con le labbra, mentre la signora che spingeva la carrozzella si girò e mi sorrise!
Commento di: elerobiilli il 28-05-2008 09:49
....dopo avervi letto...tutti i dolorini sono spariti in un attimo!!!Certo quando si hanno 18 anni,il fisico risponde al meglio ed i pensieri non ci sono,ma la vita è bellissima anche dopo,basta saperla vivere nella giusta maniera ed essere fortunati nell'avere vicine persone serene che ti amano!!!Un mio amico rimasto in carrozzina dopo un incidente automobilistico,un giorno mi disse...se la mia compagna dopo quello che mi è successo mi avesse lasciato,mi sarei tolto la vita.....ma lei mi è rimasta accanto!!!Fermiamoci un attimo...pensiamo a quanto sono importanti gli "altri"!!!Salutoni.
Commento di: PiccolaCentaura il 28-05-2008 18:53
Sono tante le cose, a parere mio, che dovrebbero farci riflettere spesso e volentieri su quali siano i veri valori delle nostre vite e cosa conta! Troppo spesso, presi dalle responsabilità e dalla stanchezza, non riusciamo a dare il giusto peso a quello che ci circonda, familiari compresi. Esempio per me quotidiano, quante volte mi inkazzo come una biscia quando in coda la mattina sulla strada paullese, vengo superata dall'ennesimo "grande" che, nella corsia opposta, ci guarda come se fossi degli accattoni. Spesso capita di vederli a bordo strata fermati dalla polizia..e non vi nascondo che gongolo, ma gongolo, ma gongolo tanto. Poi mi dico "se mi chiamassero in ufficio per dirmi che uno dei miei figli lo stanno portando in ospedale perchè ha avuto un grave incidente" io, come mi comporterei? Mi comporterei da cittadina ligia al codice stradale?? Boh..francamente spero di non scoprirlo mai!! Quando arrivano le bollette, le spese condominiali (ogni anno sembra che raddoppino).. quanti di voi non provano un moto di disappunto?? Però non pensiamo...almeno io ho una casa. La tassa sui rifiuti ci sembra un furto visto che dobbiamo fare la fatica di differenziare, ricordarci in quale giorno portare nel gabbiotto il secco, o l'umido, la plastica, ecc.. e se ti cade una bottiglia, col cavolo che "quelli" che ritirano i sacchi gialli, si piegano e la raccolgono. Io penso a quelle brave famiglie/persone di Napoli, e ce ne sono davvero tante, ed a quello che stanno passando in questi mesi...e quello che li aspetta ora che arriva il caldo! Noi motociclisti abbiamo a volte delle opportunità maggiori di apprezzare quello che ci circonda. Quanti di voi hanno alzato la visiera per sentire i profumi della natura percorrendo una stradina di montagna, o costeggiando il mare???? A volte può essere pericoloso però per noi centauri, lasciare che i pensieri scorrano liberamente...è risaputo che la mamma dello stupido è sempre incinta e sulla strada ci sono troppi incivili, troppi mezzi uomini che solo perchè guidano una certa auto, si sentono i padroni del Mondo e troppo spesso, quando LORO si abbandonano ai pensieri, ci facciamo le spese noi.... FlashFlash, casco allacciato e faro acceso!!
Commento di: davipower il 28-05-2008 20:52
Complimeti, dobbiamo essere davvero felici di quello che ci ha dato il signore e fare tutto il possibile per non rovinarlo.
Quindi quando andate in moto o in scooter pensate prima di girare la manopola destra!!!
Commento di: AngeloYzf il 29-05-2008 08:12
E' bello fermarsi a riflettere ogni tanto e rendersi conto di quanto siamo fortunati !!!
Commento di: cronografo il 29-05-2008 09:24
Omai e' + di un anno e mezo che uso il mio Burgman per venire a lavorare a Torino, ho comperato anche la Ducati, ho venduto la macchina e Dio solo sa' quanti soldi ho speso per le macchine. Ho ritrovato un po' di me stesso in piu' ed ogni mattina trovo il motivo giusto per affrontare la giornata in modo giusto.Non ha importanza il vento, la pioggia, la neve, il sole , il caldo del casco integrale, il freddo dell'inverno, io la moto non la mollo piu'. Tutte le mattine ho occasione di vedere una realta' che prima con l'automobile non tastavo.Nulla da dire sui comportamenti della gente in generale, ognuno raccoglie cio' che semina.Personalmente la mia guida e' diventata per cosi' dire molto piu' fluida , riflessiva.Perche' proprio il contatto diretto con l'aria ti fa' vedere le cose in modo diverso. "LA VITA E' BELLA" recitava il titolo di un film del grande Roberto Benigni, con la moto lo e' ancora di piu'.Casco integrale ben allacciato e' tanta prudenza.CRONOGRAFO
simbiosi
Commento di: resisto il 29-05-2008 09:29
...ero con te mentre leggevo, sono con te sulle riflessioni, bisogna tornare indietro quando ci si perde, i sensi, le cose che uno ha, sono tutto.
Ciao a tutti,
ReSiStO.
Commento di: doppiaccensione il 30-05-2008 13:37
vero e toccante, per me ancor di più , l'animo umano è portato a guardare sempre avanti senza pensare che spesso noi siamo "avanti" .
Grazie per la riflessione
Commento di: marypoppins il 31-05-2008 12:56
complimenti,
è importante riuscire a intravedere certi "aspetti della vita", e se lo si riesce a fare è una fortuna.

anch'io cerco sempre segnali positivi in tutto ciò che faccio e vedo, e spero di non perdere mai questa abitudine.

Hai descritto molto bene l'esperienza, e sembra di capire come ti sentivi.
;)
Commento di: al3c il 31-05-2008 22:34
beh io mi dovevo sposare il 3 maggio... è saltato tutto circa 5 mesi fa... sto iniziando adesso a smettere di piangermi addosso, la vita è come una strada fatta di curve, discese, salite e a volte incidenti, bisogna cercare di pensare positivo altrimenti non si va avanti,ma la cosa più importante è la salute... tutto passa se c'è la salute e preghiamo in dio che ci sia sempre... da quasi un mese ho coronato il sogno di acquistare una ducati, beh ogni volta che salgo in sella mi svuoto dai pensieri negati e mi godo le strade mai percorse...complimenti per il post fubv, parole davvero emozionanti...
Commento di: bandrea il 03-06-2008 16:02
Grazie, fubv. Grande.

In cambio ti posto una mia poesia... l'ho scritta un annetto fa, ora fa parte di un libro tutto mio che (è proprio vero che la fortuna è cieca), avendo vinto un concorso nazionale, verrà pubblicato in autunno. Solo quando sei in moto non hai più un'età... forever young.
===============================================================
- Maggio -

In moto,
l’aria ha il profumo caldo della nostra scuola che stava per terminare.
Ed il cuore fa un po’ male
ed un po’ bene… Greve ma gravido di coinvolgimenti, è lì, presente in fondo alla gola.
Respiro a fondo per lenirlo: tanti futuri. Troppi, forse.
Sai, amore?
Non sono mai stato
più giovane di così.
Commento di: flash_point il 14-06-2008 14:43
grazie a tutti per i complimenti!
pensavo che l'articolo non me l'avessero pubblicato, ed invece...

mi rifaccio i complimenti da solo perchè non me lo ricordavo così bello.
Commento di: zappaman il 02-10-2008 19:42
Grazie per l'articolo,
tutti noi quando andiamo in moto ci "guardiamo dentro" e a me capita di parlare con quello con il quale vorrei parlare .. ma nella realtà non lo posso fare più.. Spesso mi capita di mostrare all'amico Michele come piego o come stacco e mi sento i suoi complimenti , ma Michele non c'è più . Per lui il gioco è finito mentre sorpassava un camion della spazzatura ... Allora quando stò in moto lo ritrovo e la vita continua tra curve e rettilinei, salite e discese.
Ricordo una poesia che si intitola : La vita
"come rugiada naqui, come rugiada scompaio"
Cerchiamo di lasciare ma il + tardi possibile, un buon ricordo.
Occhio agli incroci
Commento di: zappaman il 02-10-2008 19:43
Grazie per l'articolo,
tutti noi quando andiamo in moto ci "guardiamo dentro" e a me capita di parlare con quello con il quale vorrei parlare .. ma nella realtà non lo posso fare più.. Spesso mi capita di mostrare all'amico Michele come piego o come stacco e mi sento i suoi complimenti , ma Michele non c'è più . Per lui il gioco è finito mentre sorpassava un camion della spazzatura ... Allora quando stò in moto lo ritrovo e la vita continua tra curve e rettilinei, salite e discese.
Ricordo una poesia che si intitola : La vita
"come rugiada nacqui, come rugiada scompaio"
Cerchiamo di lasciare ma il + tardi possibile, un buon ricordo.
Occhio agli incroci
Commento di: ilvegliac il 02-12-2008 11:50
Coplimenti per l'articolo bellissimo FUBV!!
Condivido quello che dici........siamo sempre presi da mille pensieri che non riusciamo mai a fermarci per apprezzare veramente quello che abbiamo. La fortuna di essere in salute, anche se magari con qualche acciacco, ma soprattutto la fortuna di poter apprezzare la vita e quello che ci circonda ogni volta che mettiamo il casco ed ingraniamo la prima!!!