Leggi il Topic


Indice del forumForum Sicurezza e Prevenzione

   

Pagina 1 di 1
 
Traumi post botto - Quando sono finiti i Jolly
555119
555119 Inviato: 17 Ago 2006 0:19
Oggetto: Traumi post botto - Quando sono finiti i Jolly
 



Ciao a tutti.

Ragazzi sono in crisi icon_confused.gif un mese fa ho fatto un botto da paura icon_eek.gif e mi sono sparato 2 settimane di Rianimazione, di cui 1 in COMA ed INTUBATO...(ho collassato polmoni e fegato).
Ero lì lì x il grande salto...

Mi considerano tutti un miracolato (Primari, amici e parenti) xchè:
1) Sono ancora come mamma mi ha fatto (nel senso che ho tutti i pezzi a posto)
2) Ho recuperato alla stragrande e sono uscito in poco tempo...
3) Non sono morto la prima notte icon_eek.gif dov'ero davvero a rischio.

Non voglio compatirmi...so benissimo i rischi che corriamo ogni giorno...figurati in questi 16 anni di moto, dove la uso tutti i giorni...

Botti ne avevo già fatti e purtroppo qualche amico l'ho pure perso ma avevo sempre pensato di essere abbastanza BRAVO e FORTUNATO.

Ma per la prima volta ho l'impressione di aver finito i Jolly del mio mazzo. E visto che ancora una volta: non era colpa mia e mi sarei stampato anche con un 50ino...non so più cosa pensare...

La mia moto è illesa icon_wink.gif mi sono scassato solo io.

Mia moglie 0509_up.gif dice di tenermela x andarci in pista e non al lavoro o la domenica sui colli...dove ormai ogni lunedì mattina è un bollettino di guerra.

Dimenticavo: sono anche papà di due bimbe di 5 ed 1 anno e la domenica non vado più sui colli a fare il fenomeno...ma gioco con paletta e secchiello icon_wink.gif al mare.

Ho l'impressione di barattare una mia passione x qualcosa di molto più grande.
Di aver in qualche maniera stabilito un PATTO, quand'ero SPENTO, per essere riammeso a questo grande gioco...

icon_arrow.gif A qualcuno è mai successo e cosa ha metabolizzato?

B-notte centauri.

Ps: spero non aver sbagliato posto - non sapevo dove postare... eusa_think.gif colpa della morfina a go-go che ho incamerato...
 
555146
555146 Inviato: 17 Ago 2006 0:36
 

c***o, neanche questa notte dormirò in pace...
Sono felice di sapere che le tue figlie non sono orfane e che tua moglie può stare tranquilla... Non ci siamo scelti un hobby tranquillo, ma quando saliamo in sella non ci dobbiamo pensare o si blocca tutto (prudenza al massimo, paura di morire mai). Certo che nella tua situazione ti viene proprio da pensare a cosa vale di più... solo che devi decidere in tutta libertà. Leggo la tua storia e mi vien da consigliarti: "guardati le moto in tv con le tue figliole: la passione non si spegne, ma la vita vale di più....". Poi penso alla mia moto parcheggiata giù a basso e mi rendo conto che la vita la rischio anche io giorno dopo giorno, e che essere padre e marito non ti porta ad avere le ossa più fragili se cadi... a questo punto dovrei smettere pure io, ma so che domani prenderò le chiavi della Kawa, e non quelle dell'utilitaria.
Ripeto: la decisione è tua e tua soltanto... sappi solo che comunque tu decida avrai il mio massimo rispetto come, credo, quello di tutti i membri del forum.
Lamps...
 
555161
555161 Inviato: 17 Ago 2006 0:45
 

non abbandonare un sogno.
ti poteva capitare in ogni momento,non hai finito nessun jolly.
ci sono ragazzi come me che per avere una moto 125 farebbero follie.
mi spiace l'idea di una persona con l'r1 che la lascia in garage.
hai fatto un brutto incidente....vabene,ma forse è un segno ke ti sei salvato......pensaci
 
555180
555180 Inviato: 17 Ago 2006 0:53
 

A me spiace di più l'idea di una bimba di cinque anni senza padre... per fortuna che non è successo!
Alle moto ci si vuol bene, ma non significa che non possano essere vendute...
 
555193
555193 Inviato: 17 Ago 2006 0:57
 

E' assurdo ma prima d comprarmi la moto io ero morto, 14 anni di fidanzamento andati in fumo, lavoro d m***a non retribuito e non assicurato ecc. Adesso che finalmente sono felice non ho paura d nulla, io amo la mia moto e ricorda meglio una fine dolorosa che un dolore senza fine....
Stà di fatto che se fossi riuscito a sposarmi e ad avere figli la moto non me la sarei mai comprata, sarei stato felice d avere una famiglia.
Stà a te capire cosa t fa sentire vivo e non penso che c sia nulla di male se uno sceglie una cosa o l'altra.
Buona guarigione e a presto. icon_wink.gif
 
555195
555195 Inviato: 17 Ago 2006 1:00
 

sono molto felice del fatto che ti sei ripreso.

per quanto riguarda la tua decisione, la pista (finanze permettendo) è un buon modo per scaricare la nostra passione e non rischiare la vita inutilmente, potresti seriamente prendere in considerazione la proposta di tua moglie.

io se potessi lo farei!

in bocca al lupo. icon_wink.gif
 
555323
555323 Inviato: 17 Ago 2006 4:15
 

se ti va di parlarne, potresti dire come è successo?magari può fungere anche come spunto per noi per stare più attenti.se non ti va non fa niente
comunque sono veramente contento che ti sia ripreso
 
555332
555332 Inviato: 17 Ago 2006 5:41
 

Kaneda ha scritto:
E' assurdo ma prima d comprarmi la moto io ero morto, 14 anni di fidanzamento andati in fumo, lavoro d m***a non retribuito e non assicurato ecc. Adesso che finalmente sono felice non ho paura d nulla, io amo la mia moto e ricorda meglio una fine dolorosa che un dolore senza fine....
Stà di fatto che se fossi riuscito a sposarmi e ad avere figli la moto non me la sarei mai comprata, sarei stato felice d avere una famiglia.
Stà a te capire cosa t fa sentire vivo e non penso che c sia nulla di male se uno sceglie una cosa o l'altra.
Buona guarigione e a presto. icon_wink.gif



Io lavoravo per mantenere i vizi di mia madre fino a che non ha trovato un uomo che mi sostituisse ...... e non posso far altro se non quotarti!!!!!
 
555376
555376 Inviato: 17 Ago 2006 8:41
 

un consiglio..una mia idea personale... due figlie....
io la terrei solo x la pista....la domenica ti sfogi, lasci dietro tutti iproblemi e sali sulla bestia x fargli sfogare i cavalli.....
anche x me la passione piu grande e la moto, ci passo tutto il tempo assieme, non uso piu la macchina da quando ho la moto...
ma sinceramente, che divertimento c'e ad andare in giro con gli incapaci cha scorazzano sulle macchine???? o con le strade tutte diroccate?? autovelox ogni 10 km...e un po una rottura di c***o.... non so ci sto pensando anche io (e di anni ne ho 19) di prepararla ogni settimana con cura x la pista e la domenica godermela fino in fondo....e una scelta...x adesso io vorrei farlo ma non ce la faccio...


ciao claudio.
 
556111
556111 Inviato: 17 Ago 2006 14:16
 

Ciao, innanzitutto voglio dirti che sono davvero felice che tu ti sia ripreso così in fretta, per te e per la tua famiglia.

Anch'io ho fatto un brutto incidente, all' epoca avevo 15 anni e viaggiavo con un scooter 50, per me era il primo motore, un sogno che si realizzava... 20 maggio 1997, non lo scorderò mai.... Un'auto mi ha preso in pieno sul fianco destro, scaraventandomi in aria per poi "planare" a terra... Chi ha assistito alla scena ha pensato che fossi morto, invece mi sono rialzato con mille botte e duemila tagli, ma nessun osso rotto.

In ospedale mi sono reso conto di non ricordare come mi chiamavo, chi fossero i miei genitori, gli amici che erano corsi a vedere come stavo, la mia ragazza di allora. Quando la memoria ritornò (dopo circa 3 ore) e mi raccontarono tutto ho riflettuto molto... Già allora avevo una forte passione per il mondo delle due ruote, però ritrovarsi in un letto d'ospedale con 4 tubi che mi entravano nelle braccia per un botto da paura (e nemmeno x colpa mia icon_evil.gif ) non era la mia massima aspirazione.... icon_rolleyes.gif

Ora ho un Supermotard che mi regala fantastiche emozioni, ma quando vado in giro con gli amici in montagna ogni volta, anche solo per un attimo, la mia mente corre a quel giorno e a tutto ciò che mi ha insegnato... Mi diverto ancora un mondo, specie in montagna, ma non oserei mai fare il fenomeno in strada, a casa ci sono persone che vorrebbero vedermi con le ossa a posto.... icon_lol.gif

Diciamo pure che tu hai molto da perdere... Una moglie e soprattutto due bimbe che di sicuro devono essere stupende. La decisione è solo e soltanto tua, e qualunque sia tutti noi la rispetteremo, io la terrei e la userei in pista... Così avresti la possibilità di non rinunciare alla tua passione e potresti sfruttarla al 100% senza il pericolo di "sfracellarsi" contro una macchina

In bocca al lupo per la guarigione... A presto icon_wink.gif
 
556330
556330 Inviato: 17 Ago 2006 15:37
 

Ragazzi icon_biggrin.gif

prima di tutto grazie per la solidarietà e per le idee.

Vi racconto come è successo, anche se non penso possa essere "d'aiuto". Sono quei botti che rischi ogni giorno ma non te ne accorgi.

icon_arrow.gif Statale Aurelia strà-conosciuta (ci vado al lavoro) piena di curvettine a gomito a destra ed a sinistra da 80/100 Km/h (anche se danno i 50 Km/h); asfalto da pista. Lunghezza 5 km (Ospedaletti - Bordighera).

Arrivo tranquillo (sui 70) alla prima curva CIECA a destra...non so ancora che dietro ci sarà una coda fissa innaspettata e mai prodotta in 5 anni di transito.

Io non ricordo nulla...il mio cervello ha cancellato qualche minuto prima del botto e mi sono svegliato 7 giorni dopo.

Sò di aver tirato su la moto e di aver urtato solo lo spigolo della prima macchina in coda; ho schiacciato la leva del freno nell'urto e, alla Gibernau, sono stato catapultato dalla moto...atterrando di Pieno PETTO contro un marciapede molto alto...quasi un muretto.

Dicono che sono rimasto coscente, prima mi sono rialzato, poi mi sono accasciato interra. Pensavano di trasportarmi in elicottero a "Santa Corona" x lesioni interne e fratture multiple...ma è andata meglio icon_wink.gif

icon_arrow.gif E cmq ogni sera penso a tutto questo casino.
Vi dico solo una cosa...quando tocchi con mano CAMBIA TUTTO.

Grazie ancora. icon_wink.gif
 
556345
556345 Inviato: 17 Ago 2006 15:44
 

Che sfiga, porco cane... roba che se tamponavi l'auto non ti facevi nulla o quasi (ma magari era ancora peggio, dipende tanto dalle dinamiche). Mamma mia, se pensi che per te la differenza tra il passare illeso ed il coma è stata tutta in quei 5-6cm di freno che han toccato l'auto c'è da restare di sasso...
 
556612
556612 Inviato: 17 Ago 2006 17:56
 

Macky980 ha scritto:
se pensi che per te la differenza tra il passare illeso ed il coma è stata tutta in quei 5-6cm di freno che han toccato l'auto c'è da restare di sasso...


Secondo me se tamponavo finiva peggio...

E cmq va molto a fortuna: se mi giravo durante il volo (c.a. 10m) e battevo di schiena...finiva peggio icon_cry.gif tutto dipende da come cadi e cosa urti.

A detta dei medici, mi ha salvato il c.lo, la buona condizione atletica (faccio corsa a piedi e canottaggio) ed ero "pronto gara" come preparazione.

Pensa che alla fine (cioè ad oggi) ho rotto solo un pezzo della mano destra (3o metacarpo) ma all'inizio non avrebbero scommesso 1 centesimo...con polmoni e pleure scassati e fegato colassato.

Per andare in moto bisogna essere Bravi e Fortunati...la auguro a tutti voi icon_wink.gif
 
556639
556639 Inviato: 17 Ago 2006 18:09
 

Ciao DDD72.

Leggo il racconto dell tuo incidente, e immediatamente la mia mente è tornata indietro di 2 mesi esatti, proprio il 17/ 06/ 2006 io e mia moglie Ivana, venivamo trasportati all' ospedale di Rovereto in elicottero dopo un brutto incidente in moto, causato da alcune transenne che dopo una curva sbarravano tutte e due le carreggiate.

Magari ora stai pensando" ma se sti due guardavano la segnaletica ".
Ebbene non c'era nessun tipo di segnale stradale, perchè si sono dimenticati di una piccola strada provinciale che si inseriva sulla statale a pochi km dal blocco stradale.

Ora io e mia moglie stiamo recuperando sia fisicamente che psicologicamente, però dopo l'incidente il mio pensiero è andato subito a mio figlio, ai miei famigliari, e alle persone a cui voglio bene.
Ora in tutto questo periodo mi sono chiesto: quanto sia giusto che una mia passione, possa diventare dolore e disperazione per altri.
Non sono ancora riuscito a darmi una risposta, ma una riflessione l'ho fatta. Voglio godermi la vita e la mia famiglia, per la moto ci devo ancora pensare.
Ribadisco che ci devo ancora pensare, non che non ci penso più.

Ciao.....PINO 0510_saluto.gif doppio_lamp.gif 0510_saluto.gif doppio_lamp.gif 0510_saluto.gif doppio_lamp.gif
 
557379
557379 Inviato: 17 Ago 2006 23:24
Oggetto: Re: Traumi post botto - Quando sono finiti i Jolly
 

DDD72 ha scritto:
Ciao a tutti.

Ragazzi sono in crisi icon_confused.gif un mese fa ho fatto un botto da paura icon_eek.gif e mi sono sparato 2 settimane di Rianimazione, di cui 1 in COMA ed INTUBATO...(ho collassato polmoni e fegato).
Ero lì lì x il grande salto...

Mi considerano tutti un miracolato (Primari, amici e parenti) xchè:
1) Sono ancora come mamma mi ha fatto (nel senso che ho tutti i pezzi a posto)
2) Ho recuperato alla stragrande e sono uscito in poco tempo...
3) Non sono morto la prima notte icon_eek.gif dov'ero davvero a rischio.

Non voglio compatirmi...so benissimo i rischi che corriamo ogni giorno...figurati in questi 16 anni di moto, dove la uso tutti i giorni...

Botti ne avevo già fatti e purtroppo qualche amico l'ho pure perso ma avevo sempre pensato di essere abbastanza BRAVO e FORTUNATO.

Ma per la prima volta ho l'impressione di aver finito i Jolly del mio mazzo. E visto che ancora una volta: non era colpa mia e mi sarei stampato anche con un 50ino...non so più cosa pensare...

La mia moto è illesa icon_wink.gif mi sono scassato solo io.

Mia moglie 0509_up.gif dice di tenermela x andarci in pista e non al lavoro o la domenica sui colli...dove ormai ogni lunedì mattina è un bollettino di guerra.

Dimenticavo: sono anche papà di due bimbe di 5 ed 1 anno e la domenica non vado più sui colli a fare il fenomeno...ma gioco con paletta e secchiello icon_wink.gif al mare.

Ho l'impressione di barattare una mia passione x qualcosa di molto più grande.
Di aver in qualche maniera stabilito un PATTO, quand'ero SPENTO, per essere riammeso a questo grande gioco...

icon_arrow.gif A qualcuno è mai successo e cosa ha metabolizzato?

B-notte centauri.

Ps: spero non aver sbagliato posto - non sapevo dove postare... eusa_think.gif colpa della morfina a go-go che ho incamerato...


beh inanzitutto sembra che ti sia ripreso molto bene! Certo la condizione fisica può essere molto importante quando si hanno gravi traumi come incidenti quindi anche la tua atleticità vedi che è tornata utile! Comunque sinceramente il figlio di un mio amico da quando ha messo su famiglia e ora ha una bambina ha venduto la sua kawa z750 come fanno anche molti altri genitori..certo ogni tanto ci si fa ancora qualche giro visto che praticamente devono ancora fare il passaggio o una cosa simile però la decisione è stata di darla via..sinceramente è una scelta davvero difficile..tutti noi ogni giorno rischiamo più degli altri sulle 2 ruote,e lo facciamo per una sensazione abbastanza comune che è quella di libertà,di velocità di potenza,se hai la possibilità di andare in pista io ti consiglierei quello perchè i rischi sono ben più contenuti cosa che farebbe stare più tranquilli probabilmente anche i tuoi cari! Devi pensarci tu è una decisione difficile..
 
557616
557616 Inviato: 18 Ago 2006 1:08
 

PinIvi ha scritto:

Non sono ancora riuscito a darmi una risposta, ma una riflessione l'ho fatta. Voglio godermi la vita e la mia famiglia, per la moto ci devo ancora pensare.
Ribadisco che ci devo ancora pensare, non che non ci penso più.


Non sai come ti capisco PINO...spero stiate bene e vi siate ripresi.
Nel 2000 ebbi un incidente con mia moglie dietro (mi taglò la strada una simpatica vecchietta francese di 95 anni con la sua Mazda). Io mi feci poco, lei finì qualche giorno in ospedale.

Ed anche se NON AVEVO COLPE ti senti ancora più colpevole se hai un passeggiero. Cmq anche quella è andata e superata alla grande.

Io sono tre settimane che sono a casa; l'incidente l'ho avuto Giovedì 6 luglio.

Vi mando una foto di quel giorno, scattata per caso mentre portavo la grande a scuola. Sembra un equilibrio precario, il suo ma vi assicuro che tiene.. icon_wink.gif

immagini visibili ai soli utenti registrati



Consiglio post-botto: usate sempre dei buoni guanti icon_arrow.gif i miei si sono distrutti ma le dita sotto sono rimaste intatte (metacarpo a parte - ma quella era la botta con l'auto).

Il gilet invece, anche se faceva caldo, è una cagata...il braccio sinistro me lo sono un pò consumato ma tornerà a posto (nuoto già...) e cmq anche con un giubbotto non avrei avuto protezioni x il torace.

Buona notte e grazie ancora 0509_up.gif
 
557961
557961 Inviato: 18 Ago 2006 10:23
 

Ti auguro una buona guarigione,anche se a quanto sento stai già meglio...
E' vero comunque che le esperienze personali ti segnano.Hai una famiglia a cui pensare,e la moto,volenti o nolenti,è pericolosa.Non importa quanto siamo bravi o esperti.L'incidente è dietro l'angolo.Io stesso dopo l'incidente che ho fatto poco tempo fa(io stò relativamente bene,ma il botto in se è stato davvero forte) ho pensato di lasciare le moto,che al momento sono la mia più grande passione.Ed ancora ci stò pensando...se nell'incidente io,te o qualsiasi altra persona sarebbe andata all'altro mondo,che sarebbe successo?
Non avremmo conosciuto molte,troppe gioie della vita.Allo stesso modo,a rischio di essere banali,dico che secondo me la vita deve esere vissuta seguendo le passioni,le cose che i fanno battere il cuore:scegliere tra cuore e cervello,però,è maleddetamente difficile...
 
558058
558058 Inviato: 18 Ago 2006 10:58
 

Zealot87 ha scritto:

scegliere tra cuore e cervello,però,è maleddetamente difficile...


Di questa storia mi hanno impressionato due cose:

- Il dolore e la preocupazione di amici, parenti e familiari.

- Il non ricordare niente; potevo lasciarci le penne senza sapere perchè o rendermene conto...

Testa o cuore icon_question.gif la moto ha pro e contro in entrambi i casi.

Ci stò ancora pensando; vorrei dare anche tranquillità a chi a sofferto dietro la porta della reanimazione per giorni...dove io, ero beatamente spento.
Anche a loro devo, in qualche maniera, qualcosa...e devo molto.

Ti vien da chiederti se un sorpasso azzardato, una piega al limite, una sfida vale il rischio di tutte queste lacrime...oggi dico di no!

La moto non è pericolosa. La moto è bellissima.

Noi, più la moto SIAMO PERICOLOSI. E' come un'arma impropria icon_wink.gif miseriaccia !!!

Stammi bene 0510_saluto.gif
 
573845
573845 Inviato: 24 Ago 2006 17:16
 

Ci vorrebbe un buon mix tra cuore e cervello, perché è vero:
DDD72 ha scritto:
Noi, più la moto SIAMO PERICOLOSI. E' come un'arma impropria miseriaccia !!!

A me l'incidente più significativo in questo senso è accaduto stando in macchina: un bolide su 2 ruote mi ha preso in pieno e proprio dal lato dove stava la mia bimba di 1 anno.
Questo mi ha fatto pensare molto e da allora ho cambiato il mio modo di guidare la moto... spero che anche chi pilotava quel missile abbia riflettuto!
 
574353
574353 Inviato: 24 Ago 2006 19:50
 

Ti posso dire che anni fa' sciando ho centrato un cannoncino sparaneve ad alta pressione, a quell' epoca facevo gare di discesa libera e quella mattina alle 8,30 ero il primo ascendere dalla pista, non in gara, ma con hai piedi uno sci da gara che non c'entra nulla con cio' che si puo' acquistare nei negozi, data la loro stabilita' si possono raggiungere velocita' molto elevate senza rendersene conto. Ero sui cento all' ora stimo, tralascio la dinamica della caduta, fatto sta' che l' ho centrato con il gomito che e' letteralmente esploso e di conseguenza si e' incassato tutto l' avambraccio contro lo stomaco. Ho piegato a 90 gradi la sua asta di sostegno. Mi sono fatto circa 20 giorni di ospedale attendendo l' operazione di ricostruzione del gomito e i primi giorni in osservazione nel raparto di chirurgia interna perche' avevo un travaso sanguigno al peritoneo, se non si riassorbiva in sostanza mi dovevano aprire lo stomaco e cercare quale vaso sanguigno perdesse. Non ho mai perso conoscenza ma la botta che ho preso mi messo la paura di morire, al di la' del cannone sono rotolato fuori pista quasi in mezzo agli alberi e non c'era nessuno che avesse visto la scena, solo quello mi ha risvegliato di botto dal torpore che mi ha immediatamente preso appena arrivati i dolori qualche secondo dopo l' urto e mi ha imposto di non perdere conoscenza pensando alla mia famiglia e al dolore che gli avrei dato. Sembra strano ma nel momento che stai per svenire non senti piu' dolore, e' come un respiro di sollievo ed e' bello lasciarscisi andare.
Quel giorno smisi di fumare e giurai di non sciare mai piu'.
Dopo una settimana dalla dimissione mi ricoverarono di nuovo perche' dal colpo e dai dolori non riuscivo a sforzarmi bene per andare di corpo completamente cosicche' mi venne un blocco intestinale, altre 3 giorni in osservazione in medicina interna con lavanda gastrica...
Dopo un anno ho ricominciato a sciare. Quest' inverno causa l' eta' la tanta usura mi si e' rotto il legamento crociato del ginocchio sinistro, il destro gia' dato 3 anni prima e mi sono rotto le palle sinceramente a questo punto, stessi pensieri di allora ma chi me lo fa' fare... ma probabilmente sento gia' il richiamo degli sci nuovamente.
Certo non ho figli ed e' tutta un altra pericolisita' rispetto alla moto, ma credo che alla fine se la passione e' vera il richiamo lo avrai di certo.
Se la scelta di non avere piu' una moto razionalmente per preoccupazione riguardo alla tua famiglia.... non ci pensare piu'.
Non avere dubbi, piu' ci pensi piu' sara' problematico.

In bocca al lupo

Ciao icon_smile.gif
 
576512
576512 Inviato: 25 Ago 2006 14:17
 

DDD72 ha scritto:
Zealot87 ha scritto:

scegliere tra cuore e cervello,però,è maleddetamente difficile...


Ti vien da chiederti se un sorpasso azzardato, una piega al limite, una sfida vale il rischio di tutte queste lacrime...oggi dico di no!

La moto non è pericolosa. La moto è bellissima.

Noi, più la moto SIAMO PERICOLOSI. E' come un'arma impropria icon_wink.gif miseriaccia !!!

Stammi bene 0510_saluto.gif



Riporto una tua frase:
"Ti vien da chiederti se un sorpasso azzardato, una piega al limite, una sfida vale il rischio di tutte queste lacrime"

benissimo! e tu non farle queste cose per strada. Ora non puoi autocastrarti togliendoti del tutto la moto per girarci solo in pista, secondo me non durerebbe tanto. Scusami ma non vedo il bivio famiglia da una parte e moto dall'altra, puoi essere sempre presente con moglie e figli e coltivare allo stesso tempo la passione della moto in un modo più cosciente e consapevole (visto che sei tornato tra noi grazie al cielo!) del pericolo dietro l'angolo.
Hai una bella moto usala bene, esplora paesaggi, non raccogliere sfide anzi, se ti dovesse capitare di trovare qualcuno che vuole a tutti i costi dimostrare il suo manico, fai una cosa: fermati al primo bar con vista panoramica, metti la moto al sole e, bevendo una coca, ammirala lucente sotto i giochi di luce e ombra, "che bella giornata e che fortuna avere una moto così" penserai.
Poi risali in sella e, "scorrendo" il giusto, torna a casa. Sarai VIVO. Il tuo buon umore contagerà anche la tua famiglia che amandoti non possono che "nutrirsi" della tua gioa. Ecco da qui in poi ripagali del tuo affetto.
Viceversa, se costretto ad abbandonare la moto per una drastica scelta, arriveresti ad essere frustrato, triste e dubbioso per la tua scelta, rischiando di rovinare l'umore famigliare; tanto... quante volte all'anno pensi di andare in pista, a "sfogarti", rovinando la moto?
Auguri
Sii felice icon_biggrin.gif
 
576784
576784 Inviato: 25 Ago 2006 15:25
 

pasquiz ha scritto:
DDD72 ha scritto:
Zealot87 ha scritto:

scegliere tra cuore e cervello,però,è maleddetamente difficile...


Ti vien da chiederti se un sorpasso azzardato, una piega al limite, una sfida vale il rischio di tutte queste lacrime...oggi dico di no!

La moto non è pericolosa. La moto è bellissima.

Noi, più la moto SIAMO PERICOLOSI. E' come un'arma impropria icon_wink.gif miseriaccia !!!

Stammi bene 0510_saluto.gif



Riporto una tua frase:
"Ti vien da chiederti se un sorpasso azzardato, una piega al limite, una sfida vale il rischio di tutte queste lacrime"

benissimo! e tu non farle queste cose per strada. Ora non puoi autocastrarti togliendoti del tutto la moto per girarci solo in pista, secondo me non durerebbe tanto. Scusami ma non vedo il bivio famiglia da una parte e moto dall'altra, puoi essere sempre presente con moglie e figli e coltivare allo stesso tempo la passione della moto in un modo più cosciente e consapevole (visto che sei tornato tra noi grazie al cielo!) del pericolo dietro l'angolo.
Hai una bella moto usala bene, esplora paesaggi, non raccogliere sfide anzi, se ti dovesse capitare di trovare qualcuno che vuole a tutti i costi dimostrare il suo manico, fai una cosa: fermati al primo bar con vista panoramica, metti la moto al sole e, bevendo una coca, ammirala lucente sotto i giochi di luce e ombra, "che bella giornata e che fortuna avere una moto così" penserai.
Poi risali in sella e, "scorrendo" il giusto, torna a casa. Sarai VIVO. Il tuo buon umore contagerà anche la tua famiglia che amandoti non possono che "nutrirsi" della tua gioa. Ecco da qui in poi ripagali del tuo affetto.
Viceversa, se costretto ad abbandonare la moto per una drastica scelta, arriveresti ad essere frustrato, triste e dubbioso per la tua scelta, rischiando di rovinare l'umore famigliare; tanto... quante volte all'anno pensi di andare in pista, a "sfogarti", rovinando la moto?
Auguri
Sii felice icon_biggrin.gif


Quoto tutto quello che hai consigliato, 0509_doppio_ok.gif
Si possono conciliare sia la famiglia che la passione per la moto basta usare la testa.
Anche a me mi è successo un piccolo incidente due giorni fa (naturalmente il tuo è stato ben altra cosa di cui sono felice che l'hai superato) ero in moto se ero in bici od a piedi forse non ero qui a scrivere ed andavo pianissimo, quindi credo nel destino.
C'è chi è caduto con il paracadute da migliaia di metri e si è salvato...

Auguri per un pronto ritorno in moto come dice la firma di Pasquiz "scorrendo non correndo"
 
581037
581037 Inviato: 27 Ago 2006 1:14
 

DDD72 ha scritto:
icon_arrow.gif E cmq ogni sera penso a tutto questo casino.
Vi dico solo una cosa...quando tocchi con mano CAMBIA TUTTO.


... è vero: quando tocchi con mano cambia proprio tutto.
16/03/2002, quattro anni, 5 mesi e 11 giorni fa mi successe un incidente leggermente peggiore del tuo, nel quale mi capitò proprio un trauma toracico commotivo, con versamenti pleurici, diverse fratture agli arti ed ad una vertebra, e.. non voglio riportarvi le 400 pagine della mia cartella clinica di allora.
Una rianimazione di 3 settimane, 12 giorni delle quali trascorsi in coma farmacologico, i primi 5 fra la vita e la morte, una degenza complessiva di 2 mesi e mezzo, e qualche rientro in ospedale per terapie e successive operazioni di rimozione viti.

La domanda che mi preme da allora non è tanto "perchè è successo", dato che un "fenomeno" mi ha tagliato la strada non rispettando uno STOP, ma soprattutto "perchè muoio dalla voglia di risalirci sopra e non lo faccio".

Poi penso ai miei famigliari.. penso a mia madre che non vedendomi arrivare per cena ha chiamato il pronto soccorso e si è sentita rispondere "Sì, signora, suo figlio è attualmente in rianimazione, ma non venga questa sera a vederlo perchè non avrebbe modo, e SE ce la fa a passare la notte,FORSE potrà vederlo domani"...
Penso a mio padre operato di quadruplo bypass vascolare qualche mese prima, a cui è stato comunicato tutto, ma a piccole dosi per non rischiare anche la sua di vita..
Penso a mia nipote che allora aveva 3 settimane, e penso a tutto quello che, come zio, avrei potuto perdere se ci fossi rimasto.
Penso alle decine e decine di persone che ogni giorno transitavano in rianimazione per vedere se "tornavo indietro"..
Penso a tutti quelli che sono venuti a trovarmi quando finalmente ero cosciente, persone che non avrei mai immaginato di vedere lì, amici vicini e lontani, famigliari che faticavo a ricordare.. CLIENTI!!
Poi faccio una mano di conti.. e forse per rispetto verso di loro, per rispetto al bene che mi hanno dimostrato e soprattutto per rispetto del dolore che hanno patito quando io ero messo molto male, insomma per rispetto di tutto questo non ho ancora ricomprato la moto.
Ma è un tarlo che mi seguirà sempre, e sono sicuro che prima o poi in sella ci risalirò.

Certo che avere una famiglia, intesa nel senso di compagna/moglie e figli, aumenta molto il senso di responsabilità nei loro confronti, e automaticamente diminuisce le probabilità di tornare di nuovo sulla moto, ma queste sono considerazioni personali.

Ad ogni modo, in questo momento non ho pensieri di questo genere, e come ripeto, certamente è per il rispetto che nutro in chi mi sta vicino che non ricompro la moto... dopo tutto quello che gli ho fatto passare, transitare bello bello davanti a casa con la terza X-11, mi sa tanto di presa per il culo.. e visto che quando ho avuto bisogno loro c'erano, non posso e non voglio farli stare ancora male.

Questo è quello che mi è capitato, e che sto metabolizzando io ora come ora...
Se rinunci alla moto per goderti la tua famiglia.. beh, non posso che darti ragione. Qualcuno ha detto che la vita è fatta di sacrifici, e credo che a volte rinunciare a tempo indeterminato alla nostra passione sia uno dei prezzi da pagare per avere qualcosa che vale moooooooooolto di più icon_wink.gif
 
581373
581373 Inviato: 27 Ago 2006 11:27
 

Accidenti che brutti incidenti...io al max un polso rotto in scooter x ora...la nostra è prprio una "brutta"passione su l campo sicurezza,ma d'altronde nn si riesce a stare senza...Sempre usare la testa e pensare anche un po a chi ti aspetta a casa... 0510_confused.gif se pi nn è colpa tua allora boh...
 
586167
586167 Inviato: 28 Ago 2006 23:05
 

AleX-11 ha scritto:
... è per il rispetto che nutro in chi mi sta vicino che non ricompro la moto... dopo tutto quello che gli ho fatto passare, transitare bello bello davanti a casa con la terza X-11, mi sa tanto di presa per il culo.. e visto che quando ho avuto bisogno loro c'erano, non posso e non voglio farli stare ancora male.


Sono contento di non essere il solo Miracolato... icon_wink.gif in questo post.

E' già, come dice AleX-11 entrano in gioco tanti fattori per un
completo recupero o solamente parziale del mezzo.

Non ultimo il rispetto di chi ti è stato vicino mentre tu, magari, dormivi.

E non è solo fare attenzione e/o essere prudenti che ti salverà la pelle: anche se non finisci interamente la gomma su statale, limando le pedaline e non azzardi sorpassi, nè tantomeno gareggi con altri psicopatici, ti assicurrà la sopravvivenza.

Fosse così facile, il fioretto lo farei subito icon_rolleyes.gif

Purtroppo farsi male è un attimo icon_sad.gif e te ne accorgi che è sempre tardi.

Io no ho mai avuto paura di farmi male icon_exclaim.gif (moto e sci che fossero) fino a quando non mi sono fatto male sul serio...è un pò come l'Amore: finchè non tocchi con mano, non ascolti nessuno...e vai - giustamente - per la tua strada. Auguro a nessuno di farsi male, così vivrà felice.

Eccovi una foto di un mio amico (RSV 1000) che ha fatto gl'anni dopo il mio incidente. icon_arrow.gif Notate la scritta sulla torta... icon_wink.gif

immagini visibili ai soli utenti registrati


Oltre l'italiano scorretto (a me mi ... icon_rolleyes.gif ) lo è anche la filosofia...

Però finche si racconta ridiamoci su... 0509_banana.gif

Grazie a tutti x le proprie testimonianze 0509_up.gif
 
Mostra prima i messaggi di:





Pagina 1 di 1

Non puoi inserire nuovi Topic
Non puoi rispondere ai Topic
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
 
Indice del forumForum Sicurezza e Prevenzione

Forums ©