Tecnica
In cosa consiste lo squish
Scritto da Dono - Pubblicato Martedì 07 novembre 2006 @ 22:52:32 CET
Definizione di squish e possibili interventi per misurare questa banda .

L’ area di squish è la “parte” della testata in cui i gas entranti nel cilindro passano per arrivare alla candela ed essere poi combusti.
Ha una sezione tronco-conica e tra la parte interna e quella esterna, ci sono pochi decimi di mm.
La parte interna è più vicina alla candela al fine che i gas possano arrivare più rapidamente a quest’ultima, per poi dar via alla combustione.

C’è da considerare inoltre che a seconda dell’inclinazione di questa parte, il rapporto di compressione (maggiori informazioni a questo link) varia in modo palese.
Una testata con uno squish basso, privilegerà l’allungo, mentre se fosse alto, per forza di cose, tenderà ad aumentare la ripresa e la coppia ai bassi regimi.

Per misurare questo spazio (in maniera molto approssimata) si può procedere nel seguente modo:

  • togliere la candela sopra la testata

  • far passare dal buco -apertosi con la rimozione della candela- un filo di stagno e farlo scorrere all’interno fino a quando questi non arriva a schiacciarsi, toccando il bordo del cilindro

  • far fare delle rotazioni all’albero motore in modo che il pistone andando su possa comprimere il filo da noi precedentemente inserito

  • a questo punto occorre estrarre il filo misurando con un calibro molto preciso, l’altezza del filo sulla parte più schiacciata.


    Quanto steso, è un riassunto del presente topic, in aggiunta ad altre nozioni .

 

Commenti degli Utenti (totali: 5)
Login/Crea Account



I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli utenti non registrati
Misurazione dello squish
Commento di: de_corsa il 18-11-2006 07:52:03
Il sistema descritto per la misurazione dello spazio residuo tra bordo pistone e bordo testa (squish) è l'unico praticamente utilizzato e quindi si può tranquillamente fare affidamento su di esso senza paura che sia troppo approssimato.

I calibri, purché di qualità decente, normalmente utilizzati in officina hanno una sensibilità ventesimale, cioè sono in grado di eseguire misurazioni con uno scarto massimo di 5/100mm che và più che bene per la misurazione del valore in oggetto.

Rimane da aggiungere che durante il funzionamento del motore la reale consistenza dello squish può subire delle piccole variazioni dovute sia alla dilatazione dei materiali che al recupero dinamico dei goichi di montaggio del manovellismo.
Per questo motivo si preferisce non scendere mai sotto certi valori prudenziali (normalmente circa 4/10mm)
_________

ATTENZIONE! questo passo va riscritto:
"Una testata con uno squish basso, privilegerà l’allungo, mentre se fosse basso, per forza di cose, tenderà ad aumentare la ripresa e la coppia ai bassi regimi."
Re: Misurazione dello squish
Commento di: Davide il 19-11-2006 15:00:28
Riscritto sostituendolo con:

Una testata con uno squish basso, privilegerà l’allungo, mentre se fosse alto, per forza di cose, tenderà ad aumentare la ripresa e la coppia ai bassi regimi.

Grazie ;-)
Re: Misurazione dello squish
Commento di: feklend il 27-01-2009 21:58:28
ciao mi potresti dire cosa devo fare con la guarnizione
Re: Misurazione dello squish
Commento di: feklend il 27-01-2009 21:58:57
delle testata
Re: Misurazione dello squish
Commento di: zampa48 il 05-04-2010 20:13:56
Un saluto,mi chiamo Mario e sono appassionato di motori,mi diletto a preparare motori di Kart e non mi ritengo un preparatore ma un dilettante che si diverte.A questo punto ma mia domanda,un motore 100cc del kart io utilizzo uno squish da 0,65 con 7cc nella testa sotto candela,tu che ne pensi?
Ciao ti saluto e visto l'esperienza che hai vorrei che mi dai un consiglio.
Mario