Leggi e Burocrazie
Acquistare accessori moto dall'estero - come si calcolano le tasse doganali?
Scritto da TommyTheBiker - Pubblicato Lunedì 05 settembre 2016 @ 15:14:54 CEST
Su Internet è possibile acquistare ricambi e accessori per moto da ogni parte del globo; a causa delle tasse però, quello che sembrava un ottimo affare può diventare meno vantaggioso del previsto, se non addirittura una gran fregatura. Vediamo insieme come evitare di rimanere scottati!

Premessa: per questioni di semplicità i termini "tasse", "accise", "imposte" e simili saranno considerati sinonimi.



IN QUALI CASI DEVO PAGARE LE TASSE DI IMPORTAZIONE?

Innanzitutto, non sempre occorre pagarle. Se il pacco proviene da uno Stato membro dell'Unione Europea, grazie agli accordi comunitari, indipendentemente dal valore del pacco nulla è dovuto. Quindi, se possibile, meglio comprare dall'UE! Wink

NB: nonostante non aderisca all'eurozona e nonostante l'esito del referendum sulla "Brexit", quanto detto è al momento valido anche per il Regno Unito (UK).

Se invece il pacco arriva da un Paese extra-UE, come ad esempio gli Stati Uniti o la Cina, se il valore del pacco supera i 22,00 euro c'è il rischio di dover sborsare altri soldi. Con un po' di fortuna però, si può "farla franca": i controlli doganali si fanno a campione, quindi se non ispezionano il pacco tutto a posto, altrimenti tocca pagare. Non c'è un criterio preciso, ma diciamo che più il pacco attira l'attenzione (perché sembra costoso o è ingombrante), più è facile che venga esaminato.

Dato che giocare d'azzardo può costare caro, consiglio di considerare sempre i costi d'importazione in anticipo. Voglio comprare un oggetto in vendita a 200€? Devo considerarlo fin da subito come un oggetto da 200€ più le tasse; dopodiché, se è ancora conveniente compro, altrimenti ci penso su. Poi se non fermano il pacco tanto meglio, ma almeno si evitano brutte sorprese! Smile


SU QUALE VALORE SI CALCOLANO LE TASSE?

Le tasse si calcolano sul valore del pacco, cioè: non si considera solo il costo dell'oggetto in sé, ma anche i costi della spedizione, più il costo di eventuali servizi ad essa collegati (tipo l'assicurazione). Rolling Eyes

Se si paga con valuta straniera, bisogna per prima cosa convertire il valore in euro. I tassi di cambio sono imposti dalla dogana e variano mensilmente; sono consultabili qui:
Arrow https://www.agenziadoganemonopoli.gov.it/portale/dogane/operatore/e-inoltre/cambi-doganali

NB: bisogna sempre prendere i tassi di cambio del mese in cui è scattato il controllo doganale, non quello di acquisto della merce.


QUALI SONO QUESTE TASSE? L'IVA?

Anche, ma non solo.

Per prima cosa, ci sono i diritti di sdoganamento, cioè in pratica il costo della spedizione dalla dogana a casa. Sono fissi e attualmente corrispondono a 5,50€ se il pacco vale meno di 1000,00 euro, altrimenti sono di 11,00€.

Poi ci sono i dazi doganali, cioè delle tasse che lo Stato mette su tutte le merci che vengono importate nel nostro Paese. L'importo dei dazi doganali è variabile perché dipende da quello che comprate (la cosiddetta "categoria merceologica" del bene) e da dove lo comprate, ma si può calcolare in anticipo.

Infine c'è l'IVA, che consiste in una tassa del 22% sul totale. Totale di che? Di tutto: costo dell'oggetto + spedizione e servizi affini + dazi doganali + sdoganamento. Ebbene sì, bisogna pagare una tassa (l'IVA) sulla tassa (i dazi)! d'oh!

Sul sito delle Poste c'è una pratica tabella riassuntiva:
Arrow http://www.poste.it/postali/estero/sdoganamento-tariffe.shtml


COME CALCOLO I DAZI DOGANALI?

Calcolare i dazi non è affatto semplice, perciò vi guiderò passo per passo.

Per prima cosa apriamo l'indice della tariffa doganale d'uso integrata, o TARIC, consultabile a questo indirizzo:
Arrow https://aidaonline7.agenziadogane.it/nsitaricinternet/TaricServlet

Clicchiamo su su Nomenclature => Taric => Indice Taric


dopodiché andiamo alla sezione XVII e clicchiamo sul numero 87, che è la macro-categoria che comprende auto, moto, scooter, bici e quant'altro


e infine clicchiamo su 8714, che è la categoria relativa agli accessori e ai componenti per motocicli e ciclomotori.


Ora la cosa si fa più complicata: bisogna trovare la categoria che meglio descrive il contenuto del pacco. I pezzi per moto e scooter sono tutti all'inizio dell'elenco. Diciamo di aver comprato uno scarico: la categoria giusta è "Silenziatori e tubi di scappamento; loro parti", il cui codice è 8714-1040-00.


Adesso torniamo alla home page del TARIC e andiamo su Misure => Taric => Importazione


*nel riquadro "Codice nomenclatura" bisogna mettere il codice trovato prima;
*in "Paese", il Paese di provenienza del pacco (che non sempre corrisponde con la nazionalità del venditore, occhio!).
*su "Data di riferimento", la data in cui il pacco è arrivato in dogana (se lasciato vuoto si considera data odierna).

Diciamo che abbiamo comprato uno scarico della... non facciamo pubblicità... Vince's Hiney Laughing proveniente dagli Stati Uniti. Mettiamo quindi tutti i dati e confermiamo. Ci troveremo davanti a una schermata simile:


Le cose più importanti sono i numeri a sinistra. Il "4" sta a significare che i dazi doganali sono del 4%, mentre il "22" che l'IVA è del 22%.

Ecco qua! Una procedura semplicissima ed immediata, non c'è che dire... Rolling Eyes


NON CI HO CAPITO NIENTE! PUOI FARE UN ESEMPIO PRATICO?

Nessun problema! Smile Continuiamo con l'esempio dello scarico: diciamo che in negozio ce l'hanno proposto a 600 euro, mentre online l'abbiamo visto a 350 dollari americani, più 40 dollari di spedizione dagli USA, più altri 10 per l'assicurazione del pacco. La domanda è: conviene comprarlo online o in negozio? Think

Iniziamo calcolando il valore di partenza: il pacco vale 400 USD (350+40+10), il cambio attuale imposto dalla dogana è di 1,1268 USD per 1 EUR perciò il valore del pacco è di 354,9876 EUR. Facciamo 355 euro per comodità, va'! ASD

Visto il valore del pacco, se ce lo fermassero dovremmo pagare anche i dazi. Andiamo sull'indice TARIC, ripetiamo la trafila, troviamo che i dazi sono del 4%. Lo sdoganamento invece ci costa 5,50€ e l'IVA è del 22%.

Facciamo due conti:
  • VALORE BASE = 355€
  • AGGIUNGO I DAZI => 355 + 4% = 369,20€
  • AGGIUNGO LO SDOGANAMENTO DI 5,50€ => 374,70€
  • APPLICO L'IVA AL TOTALE => 374.70 +22% = 457,13€
Ricapitolando: se fermano il pacco, si risparmiano comunque quasi 150 euro rispetto al negozio; se invece non lo fermano, addirittura quasi 250! Mr. Green


COME SO SE MI HANNO FERMATO IL PACCO?

Tutte le spedizioni internazionali vengono smistate sul territorio dalle Poste, perciò basta controllare il tracking del pacco sul loro sito:
Arrow http://www.poste.it/online/dovequando/home.do

Se è fermo all'hub già da un po', si può o aspettare e sperare che sia solo un ritardo, o contattare la dogana e chiedere informazioni (in quel caso il controllo diventa certo).

In ogni caso, prima o poi la dogana telefonerà per avvertire
  • che ci sono tot euro di tasse da pagare, se il valore dichiarato sul pacco convince i doganieri
  •   he è necessario fornire più informazioni, se i doganieri pensano che il valore dichiarato sia troppo basso  


MI HANNO CHIESTO DI DICHIARARE CONTENUTO E VALORE DEL PACCO. E SE MENTO PER RISPARMIARE?

Intanto, è assolutamente illegale. Down Poi, rischia di ritorcersi contro chi lo fa.

I doganieri non sono idioti Shame on you e non ci vuole molto a cercare su eBay quanto possa costare un pezzo di una moto; dichiarare un valore troppo basso li farà solo insospettire... e in caso di dubbio, i doganieri hanno pieni poteri per stabilire loro un valore per il pacco! Leggi

E se, ad esempio, stabiliscono che il nostro pacco da 355€ per loro ne vale 800? Beh, in quel caso ci si può appellare, ma bisogna fornire delle prove, come ad esempio la ricevuta del pagamento. Se era stato dichiarato il giusto, si manda la documentazione, si paga il dovuto e la storia finisce lì. Se però si è provato a fare i furbetti... beh, inviare le prove di una tentata elusione fiscale non mi sembra una gran pensata, quindi l'unica cosa da fare è accettare la stima dei doganieri e pagare centinaia di euro di tasse a vuoto. Davvero una gran furbata! Applause

Quindi: meglio dichiarare subito il giusto. Il gioco non vale la candela Wink


A CHI DEVO PAGARE?

Al corriere di Poste Italiane/SDA quando consegnerà il pacco a casa, oppure allo sportello postale se si preferisce il ritiro di persona. Funziona come un contrassegno: o si paga, o non si può ritirare il pacco. Per la consegna a domicilio consiglio di avere sempre i soldi giusti al centesimo, perché i postini non sempre sono attrezzati per dar di resto.



È tutto! Spero che la guida possa essere utile a qualcuno e che non sia risultata troppo lunga o noiosa. Lamps!
Doppio Lamp Green
 

Commenti degli Utenti (totali: 9)
Login/Crea Account



I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.

Commenti NON Abilitati per gli utenti non registrati
Commento di: topomotogsx il 05-09-2016 20:03:09
Articolo utilissimo, bravo Up
Commento di: TommyTheBiker il 06-09-2016 13:20:59
Grazie!
Commento di: sixteenrider il 06-09-2016 15:15:25
Non ho e non penso di avere a breve necessità di comprare pezzi su internet.... Però carino, si vede che tu sei impegnato. Bravo!! Up Up
Commento di: JO74 il 06-09-2016 22:31:53
Bravo Tommy.
Direi che l'articolo non solo è utile, ma anche ben fatto e dettagliato.
Complimenti.
Commento di: Rocket18 il 07-09-2016 12:54:06
Ottimo articolo! Peccato tu non l' abbia pubblicato un mese prima, sono diventato pazzo per calcolare le tasse su un pacco che ho ordinato dagli USA ASD
Commento di: Rookie il 11-09-2016 08:25:27
Complimenti, articoli davvero utile! Se penso a quante volte ho desistito a fare acquisti proprio perché non riuscivo a capire a cosa andassi incontro...
Commento di: frenk_RS_125 il 22-09-2016 22:10:28
SEI
UN
GRANDE
Leggi Applause Inchino Up
Commento di: TommyTheBiker il 22-09-2016 22:17:57
GRA
ZIE
!!!
ASD
Commento di: Alx81 il 26-09-2016 14:11:43
Grazie davvero!! Molto utile!!